Seno extralarge le fa da airbag e la salva dall'incidente

Giovane madre 28enne inglese deve la vita alle dimensioni extra del suo seno, che le hanno permesso di sopravvivere a uno scontro violento contro un auto, svolgendo l'importante ruolo di airbag del tutto naturali

Pixabay

Sarah Foster, madre inglese di 28 anni, deve letteralmente la vita al suo super seno extralarge che le ha fatto da scudo durante un incidente d'auto. La giovane donna, di ritorno da un battesimo in compagnia dei figli e della compagna, si era fermata in una piazzola di sosta per fumare una sigaretta e per fare una telefonata. Quando una macchina di piccolo formato è entrata nello spazio a tutta velocità senza controllo, il tempo di volgere uno sguardo alla sua famiglia che l'auto l'ha travolta con un forte impatto per poi sbattere contro un albero.

A salvarle la vita il suo seno enorme che ha fatto da cuscinetto contro il parabrezza, per poi catapultare Sarah sopra il tettuccio e sbalzarla contro terra. Un effetto airbag provvidenziale che le ha permesso di proteggere tutte le ossa del corpo e, principalmente, evitare l'urto contro il tronco della pianta che probabilmente sarebbe stato fatale. La donna di Pontefract nello Yorkshire ha riportato solo una problematica ai legamenti e qualche contusione al petto e al collo, ma senza ossa rotte e ferite gravi. Come le ha confermato anche il personale dell'ambulanza, accorso sul posto, Sarah deve la vita ai suoi grandi seni e se fosse stata magra sarebbe di certo morta.

E pensare che la giovane madre, di un maschio di 13 anni e di una bimba di 8 anni, si è sempre vergognata terribilmente delle sue forme morbide e del suo seno super maxi tanto da volerlo ridurre. Infatti aveva già preso un appuntamento medico per sottoporsi a un'operazione chirurgica, ormai il peso del décolleté le procurava dolori a collo e schiena. Ma ora è certa di non volerlo più fare, tutto lo staff medico che l'ha visitata conferma l'importanza dello stesso come protezione contro il forte impatto. Un vero e incredibile miracolo, che avrebbe potuto concludersi in modo drammatico. Tutti i presenti hanno potuto confermare la violenza della dinamica dei fatti, così impattante da spazzare via dalla Foster sia le scarpe che la parte inferiore degli abiti. La donna alla guida dell'auto non è stata incarcerata perché l'incidente è stato causato da condizioni anomale, ma la madre 28enne è stata risarcita con 5.000 sterline.