La polizia sorveglia la casa di Leonid Volkov dopo l'aggressione a martellate

Gli agenti della polizia pattugliano vicino alla casa di Leonid Volkov, uno stretto collaboratore del defunto leader dell'opposizione russa Alexei Navalny, a Vilnius, Lituania. Mercoledì Volkov ha incolpato il governo del presidente russo Vladimir Putin dopo essere stato attaccato con un martello e gas lacrimogeni fuori dalla sua casa vicino alla capitale lituana, dove vive in esilio.

ilGiornale.it Logo Ricarica