Aeroporti Tariffe più alte, multati tre tassisti e 13 autisti Ncc

La guerra annunciata dalla giunta Alemanno ai tassisti e autisti Ncc (noleggio con conducente) disonesti e agli abusivi comincia a dare i suoi frutti. Questa volta nel mirino degli agenti del Gruppo pronto intervento traffico della polizia municipale (Gpit), sono finiti tassisti a autisti con tanto di regolare licenza. Credevano di fare i furbi e di riuscire a farla franca, dopo aver preteso da ignari turisti cifre, a volte per un semplice tragitto dagli scali della capitale fino in centro, superiori di 15, 20 euro rispetto alla tariffa unica progressiva approvata nell’agosto scorso dalla giunta comunale.
Cinque in totale i pulmini sequestrati ieri dagli agenti del Gpit, tre tassisti e tredici autisti di auto Ncc denunciati, per avere preteso tariffe più alte per le corse da e per gli scali di Fiumicino e Ciampino. I tre tassisti sono stati fermati perché avevano trasportato clienti chiedendo loro più di quanto dovuto. Il primo, M.T., di 52 anni, una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, è stato colto in flagrante in largo dei Colli Albani mentre riceveva 20 euro da due straniere appena giunte a Ciampino. L’uomo per trasportare le due turiste per una manciata di chilometri si era fatto pagare, ma senza avere messo in funzione il tassametro. La corsa in realtà sarebbe costata alle due clienti circa la metà di quanto erano state costrette invece a sborsare. Tra i «furbetti» poi non manca una tassista in gonnella. Si tratta di P.M., 51 anni, bloccata ieri mattina vicino al Colosseo. Aveva appena trasportato dall’aeroporto di Ciampino due turisti inglesi, chiedendo loro 45 euro al posto dei 30 euro previsti. Il terzo tassista, S.N., di 49 anni, invece è stato intercettato a Fiumicino; i due turisti a bordo, per la corsa dalla stazione Termini all’aeroporto, avevano pagato 50 euro invece che 40. Per quanto riguarda i cinque pulmini sequestrati, sempre nello scalo romano, erano condotti da stranieri che svolgevano la loro attività in modo totalmente abusivo, senza licenza o autorizzazione. I 13 autisti di auto Ncc sono stati, infine, sanzionati per indebito procacciamento o trasporto di clienti. In questa prima settimana di settembre sono stati, inoltre, controllati più di 120 tassisti e 180 noleggiatori e accertate complessivamente 87 violazioni.
Soddisfazione per l’esito dei controlli è stata espressa, tra gli altri, dal consigliere della commissione Mobilità del Comune di Roma Maurizio Berruti. «Il proseguire dei controlli ad opera del Gruppo pronto intervento traffico della polizia municipale sta scoperchiando una pentola di illegalità da me e dalla giunta Alemanno ormai da tempo denunciata - ha detto Berruti -. Soprattutto i controlli negli aeroporti mettono in luce come avessi ragione a sollecitare un’attenta repressione di quel fenomeno che vede una trentina di tassisti fare degli scali di Roma terra di nessuno a discapito dell’utenza, dell’immagine dei tassisti romani e della stessa capitale».

Commenti

Grazie per il tuo commento