La Casa del jazz riapre il parco: Grossman, Gatto e Harrell le star

Riapre il parco della Casa del Jazz. Location perfetta per i concerti che dal 27 giugno al 30 luglio animeranno l’estate romana. Grandi artisti italiani e internazionali per un cartellone che offre il meglio che si possa chiedere in fatto di jazz. Roberto Gatto, Rosario Giuliani, Tom Harrell, Steve Grossman, Mark Turner: sono alcuni dei tanti musicisti che si alterneranno sul palco in un mese di concerti. Ci sarà anche spazio per i giovani talenti e per gli artisti legati alla sperimentazione.
«Inevitabilmente - spiega il direttore artistico Luciano Linzi - è un cartellone ridotto nel numero di appuntamenti rispetto agli scorsi anni. Non lo è assolutamente, però, dal punto di vista della qualità e del prestigio degli artisti proposti. Diciamo grazie ai musicisti che, comprendendo il difficile momento, hanno accettato di venire a esibirsi a condizioni davvero speciali, amichevoli, per manifestare il loro sostegno nei confronti della nostra struttura».
La nuova edizione di «Summertime» si aprirà domenica 27 con il «Franco Ferguson Improring Day». Sotto il nome Franco Ferguson si riunisce un collettivo di musicisti che condividono un approccio critico, creativo e non ortodosso al jazz e alle musiche a esso correlate. Sarà un happening dislocato in vari punti del parco, dalle 18 alle 24. Mercoledì 30 e giovedì 1 spazio ai «Giovani leoni europei», in collaborazione con le ambasciate olandese e svedese, per una panoramica sui più interessanti talenti del jazz del Vecchio Continente. Lunedi 5 sarà la volta del pianista Vijay Iyer, compositore tra i più innovativi della scena jazz attuale e recentemente in copertina sulle storiche riviste «Down Beat» e «Musica Jazz». Il 9 spazio al grande jazz italiano, con il quartetto di Rosario Giuliani, che presenterà il nuovo disco «Lennie’s Pennies». Con Giuliani saranno sul palco 3 giganti: Dado Moroni al piano, Joe La Barbera alla batteria e Darryl Hall al contrabbasso. Lunedi 12 spazio ai «Fly», con il sax di Mark Turner, il basso di Larry Grenadier e la batteria di Jeff Ballard, in una sintesi riuscita tra totale conoscenza del linguaggi improvvisativi e tecnica sopraffina. Martedì 13 Lorenzo Tucci presenta «Touch Three», progetto che coinvolge il tastierista Luca Mannutza e il sassofonista Paolo Recchia. Lunedì 19 il trombettista americano Tom Harrell con il suo quintetto, per la presentazione del disco «Roman nights». Il 20 un trio stellare, con David Kikoski al pianoforte, Eddie Gomez al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria. Lunedi 26 ci sarà il Portico Quartet, che ha pubblicato il secondo album, «Isla», per la «Real World» di Peter Gabriel. Gran finale il 30 luglio, con il quartetto del sassofonista Steve Grossman, già collaboratore di Miles Davis e Michel Petrucciani, tra gli altri.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.