Anche gli chef della Federcuochi rendono omaggio alle vittime del ponte Morandi

Ventimila cucine d'Italia si sono oggi fermate per omaggiare le 43 vittime del Ponte Morandi

Anche gli chef della Federcuochi rendono omaggio alle vittime del ponte Morandi

Una giornata di infinita tristezza quella che oggi ricorda le 43 vittime del ponte Morandi. Ed oggi si sono fermate anche 20mila cucine d’Italia, perché gli chef della Federazione Italiana Cuochi si sono uniti ad enti ed istituzioni per osservare 5 minuti di silenzio e rendere omaggio alle 43 vittime della tragedia che il 14 agosto dello scorso anno colpì la città di Genova.

"C'è un'Italia che non dimentica", ha dichiarato Roberto Rosati, responsabile del Dipartimento Solidarietà Emergenze della Federcuochi, nel lanciare l'iniziativa insieme al Presidente Rocco Pozzulo e al portavoce Alessandro Circiello. E ancora: "La Federazione da sempre porta il suo contributo concreto mobilitando mezzi speciali e cucine da campo sui luoghi di tragedie come questa, dove chef volontari si alternano giorno e notte per assicurare pasti caldi agli abitanti delle zone colpite".

Commenti