Audi gialla ancora in fuga: tre banditi dell'Est seminano il terrore

I tre malviventi immortalati durante un rifornimento. Anche gli elicotteri li cercano in tutto il Nordest. Folle corsa in contromano in autostrada e sparatorie. Morta una donna

Audi gialla ancora in fuga: tre banditi dell'Est seminano il terrore

La banda di criminali del'est, forse albanesi, forse di origine nomade, sta sfidando il sistema di sicurezza dell'Italia nel Nordest. La caccia all'Audi gialla che da una settimana sta terrorizzando automobilisti e cittadini. Ora sono trapelate le immagini che immortalano i tre banditi in volto. Non solo. La tranquillità con cui girano tra Padova e Venezia gli permette anche di fermarsi a fare rifornimento senza avere l'accortezza di coprirsi il volto.

Da ieri sono state allarmate tutte le pattuglie di polizia e carabinieri del Nordest. Gli elicotteri stanno pattugliando la zona per trovare l'Audi gialla che scompare e ricompare ad intermittenza nelle telecamere di autostrada e strade provinciali. (guarda il video)

La vicenda

La polizia sta dando la caccia da 7 giorni ad una Audi R6 gialla, con targa svizzera, rubata dai tre banditi nella notte di natale a Malpensa (Mi). Domenica i criminali hanno tentato un furto in appartamento ad Albano Terme. Scoperti i malviventi hanno aperto il fuoco contro la volante delle forze dell'ordine. Mercoledì l'auto è stata avvistata in provincia di Vicenza, mentre giovedì segnalazioni del suo passaggio sono arrivate dalla polizia di Gorizia. Anche in questo caso ne era nato un inseguimento, ma i 560 cavalli della Audi hanno fatto la differenza. L'Audi gialla, capace di sfiorare i 300 km/h, appare ogni tanto in autostrada, poi sfreccia nelle strade provinciali di Padova, Venezia, Treviso, Vicenza e Trieste. Una fuga senza fine. E al momento senza che nessuno sia riuscito a bloccarla, nonostante polizia e carabinieri abbiano tentato alcuni inseguimenti. Nel frattempo i malviventi riescono a mettere a segno anche alcuni colpi a San Donà, svaligiando la casa di un ex consigliere regionale Diego Cancian e in un'altra casa. Per un bottino complessivo che si aggira intorno ai 70mila euro.

Poi l'auto è stata avvistata a Padova Est dell'altro ieri. Alle 17 di giovedì era a Livenza e alle 17.30 è stata intercettata a Redipuglia, in direzione di Trieste. La polizia, poi, è riuscita a incrociarla intorno alle 18 a Prosecco (Ts), ma anche in questo caso sono riusciti a fuggire aprendo il fuoco contro le forze dell'ordine. Alle 22 la polizia di Jesolo ha intercettato i banditi al casello di Noventa: a quel punto inizia la folle corsa a 260km/h in autostrada, velocità grazie a cui riesce a seminare la volante. Poi numerosi ulteriori avvistamenti, fino alle 1 di ieri notte. Quando l'Audi viene vista sulla A4 in direzione di Milano. Sul passante di Mestre fa inversione a U, manovra che ha costretto una vettura a tentare di evitare la collisione. L'auto si è schiantata e una donna è morta sul colpo. La vittima è la 58enne russa, Elena Alexadrova Belova, che era alla guida della sua Opel Astra: per schivare l'Audi dei banditi ha tamponato un furgone ed è rimasta incastrata nell'abitacolo.

Alle 18 di ieri, mentre le forze dell'ordine la cercano disperatamente, l'Auto ricompare intorno alle 18. Poi più nulla. Si teme che i banditi abbiano una base in zona. (guarda le foto dei banditi)