Bassetti sul vaccino: "Così è inutile. Servono siringhe e personale"

Dopo gli affondi contro la gestione cromatica dell'emergenza sanitaria, il virologo si è espresso sul problema della campagna vaccinale

Ieri l'attacco al governo per la gestione dell'emergenza sanitaria con un'insensata ed incomprensibile tavolozza di colori sparati un po' a caso, oggi i consigli per ottimizzare la campagna vaccinale, così Matteo Bassetti si è espresso prima sui social network e poi ai microfoni di AdnKronos.

Il calendario delle festività appena trascorse lascia ancora degli strascichi di polemiche, in particolar modo per il continuo e mutevole orientamento cromatico imposto su tutta la Penisola dalla maggioranza giallorossa. "Italia zona rossa, poi arancione, poi gialla, poi di nuovo arancione, ma forse un arancione un po' più̀ scuro, quasi mattone, poi forse bianca. Non è la lotteria dei colori. È il modo di affrontare la pandemia dell'Italia. C'è confusione", aveva affondato su Facebook il direttore della Clinica di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova senza troppi giri di parole. Confusione che va ad aggiungersi ad una gestione grossolana delle vaccinazioni. "Unendo anche la lentezza della campagna vaccinale, se finirà la seconda, la terza ondata sarà̀ durissima", ha poi aggiunto Basetti, sottolineando il fatto che con questo metodo creato ad hoc per le festività si è perso il senso di quanto costruito fino ad ora. "Avevamo un sistema che seguiva un metodo scientifico con le differenze geografiche nei numeri dei contagi e dei ricoveri nelle varie aree. Era un sistema migliorabile e semplificabile, ma almeno seguiva principi di evidenza e di logica", ha puntualizzato il virologo. "Si è deciso di passare invece a un sistema su base politica dove i colori vengono decisi a livello nazionale per tutti uguali e non si sa su quali basi. Con tutta questa confusione e poca programmazione fatta con metodo, prevedo tempi nuovamente bui per la sanità̀ italiana".

Raggiunto da AdnKronos, il membro dell'Unità di crisi Covid-19 della Liguria ha commentato il tema "vaccini", spiegando che da solo il siero non è sufficiente a garantire una corretta gestione della campagna in corso. "Il vaccino è un 'pacchetto', non basta da solo ma servono le siringhe giuste e gli operatori per somministralo. Altrimenti è inutile", ha precisato Bassetti."Spero che i problemi riscontrati in alcune Regioni con siringhe non adatte vengano superati e si inizi a correre davvero".

Gli stessi ospedali non basterebbero, secondo il virologo, a gestire la situazione. "Per una vaccinazione di massa occorre aprire a più centri, non si può continuare a farla solo negli ospedali. Bisognerà far sì che più centri possano partecipare: farmacie, laboratori privati o strutture dell'Esercito", spiega Bassetti. "Questo se vogliamo arrivare ai numeri impressionati che stanno facendo altri Paesi: dobbiamo allargare e rendere tutto meno burocratizzato".

"È la campagna di vaccinazione più grande della storia e ci vogliono mezzi straordinari", afferma quindi in conclusione. "Oggi, ci dicono, che stiamo vaccinando più del resto d'Europa. ma se facciamo 30mila immunizzazioni al giorno quanto ci mettiamo? Dobbiamo viaggiare a 200-300mila per avere immunizzazione entro l'estate".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Albius50

Gio, 07/01/2021 - 13:26

Il bello deve ancora venire pensando che il LAZIO a fatto il primo giro vaccini x il 68%, e se poi Pfizer-BioNtech sospende gli invii quando riusciranno a fare il 2° giro di vaccini? o lo sostituiscono con MODERNA e fanno un bel minestrone.

glasnost

Gio, 07/01/2021 - 13:31

Ma pensate che continuando così, col beneplacito del Quirinale, non comincerà anche in Italia ad avvenire quello che è successo a Piazza Maidan (ucraina), negli USA o ad Hong Kong? Forza forconi!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 07/01/2021 - 14:05

grande Bassetti..

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Gio, 07/01/2021 - 14:31

ma i Farmacisti non hanno frequentato anche loro l'univarsità ?Perchè non si può delegare la farmacia con apposito decreto magari affrancandola con un medico associato ( tutte le farmacie ne hanno uno ) e fare quindi la vaccinazione in farmacia ?

ilrompiballe

Gio, 07/01/2021 - 14:46

L'unico modo per affrontare un problema è pianificarne la soluzione : allo stato delle cose non vedo chi sia in grado di farlo. Si va avanti col chiudo,non chiudo,forse chiudo ma anche no. Organizzare le cure domiciliari e le vaccinazioni forse è troppo difficile. Più facile mandare tutto in malora. Attenti alle forche però.

Cyroxy80

Gio, 07/01/2021 - 14:54

Dovremmo viaggiare a quasi 1 milioni di dosi al giorno per poter fare il richiamo a tutti in tempo.. 2 mesi per la prima vaccinazione ed altri 2 per il richiamo..

Giorgio5819

Gio, 07/01/2021 - 14:57

Se non smontiamo la macchina sconquassata di questo governicchio comunista abusivo, non arriveremo mai a nulla. Ed é quello che vogliono gli attuali parassiti al governo, continuare l'emergenza per non dover sparire da dove sono venuti.

Calmapiatta

Gio, 07/01/2021 - 15:05

Il problema fondamentale è che i nostri governanti non hanno ancora compreso che l'approccio stesso alla "pandemia" è sbagliato e che hanno perso il controllo della situazione per mera incompetenza. Il vaccino serve ai deboli, agli anziani ai fragili. Al resto dei cittadini servono regole certe per continuare a vivere. I continui lockdown le incertezze e i tentennamenti, in aggiunta lla crisi economica che questi hanno causato, sta provando la popolazione. Parliamo delle classi povere e meno abbienti.

kayak65

Gio, 07/01/2021 - 15:12

la matematica non e' un'opinione. se consegnano 400 mila dosi a settimana 1,6 milione al mese considerando che la meta' servono per il richiamo sono 800 mila al mese...quindi per vaccinare il 70% degli italiani servirebbero 6 mesi. ma stiamo parlando di numeri perfetti e buoni solo per giapponesi neanche tedeschi. per italiani con l'attuale sgoverno c'e' da augurarsi di arrivare per il 2022. fine anno ovviamente

Ritratto di wciano

wciano

Gio, 07/01/2021 - 15:32

Siamo i primi in europa con le vaccinazioni; meglio di Francia, Germania, Spagna etc...

ST6

Gio, 07/01/2021 - 15:35

Bassetti dice vaccino inutile senza medici come in Lombardia? Gesù, ma è un genio costui...

stefano.f

Gio, 07/01/2021 - 16:02

Personalmente non ci vedo nulla di strano: può essere che in questo paese,qualcosa che è attinente al servizio pubblico,possa davvero funzionare??? NO! Infatti hanno già previsto un 2021 di totali o semi totali chiusure ,questo nella migliore delle ipotesi.

Ritratto di HARIES

HARIES

Gio, 07/01/2021 - 16:04

@Albius50 Hai proprio detto giusto. Ma il bello è che il massimo organo di comunicazione di Stato, LA RAI, sta diffondendo la notizia che l 'ITALIA è la prima in Europa in fatto di vaccinazioni eseguite. Nel senso... ormai siamo i primi su tutto! Basti pensare che su reti unificate appare sempre lo Spallanzani e poi subito dopo la faccia di Zingaretti che sembra essere lui il primario di tale ospedale. Se cadesse la Luna sulla Terra, l'Italia sarebbe la prima a NON accorgersene.

rokko

Gio, 07/01/2021 - 16:08

Ma Bassetti lo sa che le dosi vaccinali non ce le abbiamo ?

Sicutnoxsilentis

Gio, 07/01/2021 - 16:20

200 - 300mila al giorno? Bassetti si ricordi che siamo nel Paese degli autoscontri con i banchi di scuola, e di Speranza e Arcuri al comando. La sua affermazione assolutamente condivisibile diventa motivo di ilarità

jaguar

Gio, 07/01/2021 - 16:37

E soprattutto servirebbe che molti di questi personaggi la smettessero di infestare i media e cominciassero a lavorare sul serio.

Divoll

Gio, 07/01/2021 - 16:59

Non se ne puo' piu' dei virologi in TV, quasi quanto dei politici e delle presentatrici dem tutte.

trazom

Gio, 07/01/2021 - 17:16

@kayak65 allora facciamo due conti 800.000x6=4.8 milioni=70% italiani ?????????? che sia allora la matematica una opinione?

Rugantino49

Gio, 07/01/2021 - 17:30

Purtroppo affidarsi alle farmacie non è affatto sicuro, dato che le stesse non sarebbero in grado di affrontare in tempo utile eventuali crisi di rigetto, per le quali occorre poter ricorrere in tempi praticamente immediati ad un medico rianimatore. Magari, invece, si potrebbe ricorrere al supporto della sanità militare, perfettamente in grado di far fronte agli eventuali problemi e che potrebbe pressoché raddoppiare la forza vaccinale dei soli ospedali.

Ritratto di sr2811

sr2811

Gio, 07/01/2021 - 18:48

ma veramente pensate che il vaccino risolva tutto? con l'influenza cosa a risolto? solo le vendite...