Ragazzina abusata allo stadio: branco allontana i soccorritori

Il branco avrebbe accerchiato l'auto di servizio della polizia locale per impedire le operazioni di soccorso. La ragazzina è stata poi accompagnata in ospedale

Ragazzina abusata allo stadio: branco allontana i soccorritori

Una ragazzina di 13 anni sarebbe stata vittima di un abuso sessuale sulle tribune dello stadio Novi Sad di Modena. All'arrivo della polizia locale, sollecitata dai volontari delle Guardie Zoofile "Fare Ambiente", il branco ha accerchiato la volante nel tentativo di interdire le attività di soccorso. Per fortuna, l'adolescente è stata tratta in salvo e accompagnata con l'automedica in ospedale.

La violenza choc sulle tribune dello stadio

Secondo quanto riporta l'edizione odierna de La Gazzetta di Modena, la presunta violenza sessuale si sarebbe consumata sulle tribune dello stadio Novi Sad di Modena nella giornata di sabato 6 novembre. Ad allertare gli operatori delle Guardie Zoofile "Fare Ambiente" - un gruppo di volontari che da circa un anno presidia il Novi Sad - sarebbe stato un passante che ha notato la ragazzina in evidente stato di sofferenza fisica e psicologica. Accertata la veridicità della segnalazione, le guardie si sono attivate per richiedere l'intervento della polizia locale e dei soccorsi sanitari. In men che non si dica, è accaduto l'imprevedibile.

La reazione del branco

All'arrivo della locale, il branco ha accerchiato l'auto di servizio dei vigili. Stando a quanto ricostruisce il Corriere.it, il gruppo - verosimilmente ne avrebbero fatto parte ragazzi di età inferiore ai 14 anni o giù di lì - si sarebbe scagliato contro le autorità. Dapprima le aggressioni sarebbero state verbali, con insulti e minacce, poi il branco avrebbe "fatto barriera" per impedire agli operatori di prelevare la vittima dagli spalti. Per fortuna, la ragazza è stata tratta in salvo ed è riuscita a salire a bordo dell'automedica che, durante il parapiglia, era sopraggiunta sul posto.

La violenza

La tredicenne è stata accompagnata in ospedale per gli accertamenti di routine. Dai primi riscontri sembrerebbe che abbia abusato di alcolici, circostanza tale da spiegare almeno in parte il suo malessere. I medici avrebbero riscontrato sul corpo della ragazzina segni compatibili con un abuso sessuale. Sulla vicenda sono in corso degli accertamenti; le indagini sono affidate alla Polizia di Modena.

Commenti