Scandalo in liceo di Pisa: studenti denunciano 6 prof per bullismo

Gli studenti del liceo pisano Galilei denunciano la condotta sospetta degli insegnati. Presunte frasi choc e offese denigratorie rivolte agli allievi. Aperta un'istruttoria

"Sei stupida, una stolta". E ancora: "Hai solo due neuroni, però non si incontrano e non ti permettono di ragionare". Sarebbero state queste, e molte altre, le espressioni ingiuriose che sei professori del Liceo Classico Galilei di Pisa avrebbero rivolto agli studenti denigrandoli, a più riprese, nel corso delle lezioni.

Insulti, epiteti della peggior specie e parolacce. A segnalare la condotta sospetta dei docenti sono stati proprio i destinatari delle presunte offese, liceali poco più che adolescenti. Certi di aver subito un torto, gli stessi non hanno esitato a denunciare i fatti alla preside dell'istituto che, incalzata dalle circostanze, ha avviato un'indagine per verificare quanto riferito dai giovanissimi denunciatari. Un atto dovuto a tutela sia nei confronti dei frequentati della scuola che del personale.

Così, mettendo tutto nero su bianco in una lettera, gli studenti del Galilei hanno trascritto le ingiurie propelate dai sei professori tacciati di bullismo. "Se un ragazzo ubriaco ti baciasse, la mattina dopo penserebbe di aver baciato una ringhiera", oppure, "Non realizzerete mai nulla nella vita" ed un'altra lunga serie di insulti ritenuti profondamente ridicolizzanti. Se la conclusione dell'istruttoria, al vaglio dell'Ufficio Provvedimenti Disciplinari, comprovasse le accuse in seno al documento di denucia, i docenti rischierebbero l'allontanamento dalla cattedra per circa un mese.

"Ho ricevuto il documento e sto facendo le opportune verifiche", ha confermato la dirigente dell'istituto, Gabriella Giuliani, al quotidiano Libero precisando che i fatti non sono stati ancora confermati. Ma la preside non è la sola a farsi carico della controversa questione. Ad interessarsi della vicenda anche il sottosegretario all'istruzione Peppe De Cristofaro che, con un post pubblicato su Facebook, prende parte al dibattito. "Un fatto gravissimo che va preso molto sul serio - scrive De Cristofaro - Ha fatto bene la dirigente ad aprire un'istruttoria, ma soprattutto hanno fatto bene i ragazzi che hanno usato le forme della partecipazione studentesca per esprimere il loro disagio".

"Se alcune delle frasi riportate fossero davvero state pronunciate, è quanto più distante da ciò che è al ruolo di guida e di esempio che un insegnante dovrebbe svolgere e questo richiederebbe provvedimenti opportuni", commenta invece la consigliera regionale Alessandra Nardini.

In attesa di stabilire la verità, ex studenti del liceo pisano non hanno esitato ad esprimere la propria personale opinione, rammaricati dalla infelice circostanza. "Credo sia oppurtuno circoscrivere l'accaduto - scrive su Facebook un ex allieva - Trovo ingiusto infangare i docenti che hanno insegnato in quella scuola neghli ultimi decenni con amore e preparazione. Posso dire di aver conosciuto professori severi, mediamente più severi e che si rivolgevano gli alunni con espressioni severe ma anche democratici, amanti del loro lavoro, incoraggianti, appassionanti e autorevoli".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

snow.white

Dom, 01/03/2020 - 12:18

Si tratta di un po' di umorismo toscano, suvvia...

munsal54

Dom, 01/03/2020 - 13:07

"Se le frasi dei prof. fossero confermate, sarebbero distanti da ciò che è il ruolo guida di un insegnante".Non sono un prof.,(di questi tempi e con questi studenti mi considero fortunato)ma una vera inchiesta di come vivono i prof a scuola e di come vengono (loro si ) bullizzati da studenti facinorosi, fannulloni, spesso con atteggiamenti ricattatori e da guappetti, ci ha mai pensato qualcuno nelle istituzioni? Per non parlare poi dei genitori di questi "piccoli geni" che alla prima insufficienza beccata, sfogano spesso la loro frustrazione sugli inermi docenti invece di dare un sacco di botte ai loro viziati ed immaturi pargoli.Neanche questo mi sembra segua il "ruolo guida"che studenti e genitori dovrebbero perseguire; e ciò non avviene sporadicamente, ma è routine nella scuola italiana, che ormai occupa uno degli ultimi posti tra le scuole della UE

frabelli1

Dom, 01/03/2020 - 14:00

A parte la vericidità dei fatti, mi pare che i ragazzi di oggi soffrano troppo di intoccabilità. Se non lo si coccolano pensano di essere trascurati, offesi, e vanno dalla mamma per essere consolati. Forse un po’ di spina d’orsale servirebbe di più. Come il farsi scivolare addosso le parole o rispondere al professore di turno.

fisis

Dom, 01/03/2020 - 15:35

La situazione dei minori in Italia è devastante: ragazzini iperviziati e ipertutelati. E' diffusissima la droga e l'alcool. Per non parlare dell' educazione , anzi la maleducazione, elargita da certe famiglie, dopo che la figura del padre è stata distrutta. Sicchè la situazione delle scuole riflette questo stato della società. Non voglio entrare nel merito del caso in questione. Ma bisogna vedere l'altra faccia della realtà: classi pollaio iper affollate, con "minori" maleducati, spesso con problemi di droga o alcool, che non tollerano nessuna autorità e anzi sono aggressivi e bulli nei confronti dei loro compagni e dei professori.

Redfrank

Dom, 01/03/2020 - 16:28

avete mai pensato che un insegnante ha uno stipendio modesto e viene spesso trattato come uno schiavo da questa genia di ragazzi ? .....io ero un giovanissimo insegnante e fui minacciato da un allievo ignorante e delinquente che mi minacciò di farmi passare un guaio se non gli avessi messo sette sul registro......non ho potuto mai dimenticarlo perchè ai miei ragazzi davo l'anima e la conoscenza.......

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 01/03/2020 - 17:42

Poveri cuccioli, bullizzati dai cattivi professori. Solo dieci anni fa, le migliori battute sarcastiche degli insegnanti erano registrate con cura e vivevano spesso per decenni, immortalate in graffiti nei bagni o nella memoria collettiva del corpo studentesco. Ma ai bambini di oggi è stato insegnato che solo lamentarsi paga, che chi fa la vittima è superiore a chi ha senso dell'autoironia, che il "bullismo" è una piaga sociale. Branco di mezze calzette, ora e da adulti.

ex d.c.

Dom, 01/03/2020 - 17:48

Se scuola e disciplina funzionassero bene i professori non avrebbero necessità di pronunciare frasi inadatte, avrebbero l'autorità per essere rispettati comportandosi meglio a loro volta

blu_ing

Dom, 01/03/2020 - 19:13

sono solidale con i prof, gli alunni di oggi fatte poche eccezioni, rasentano l analfabetismo e la colpa, deve ricadere solo su altri prof, quasi sempre di materie umanistiche che mettono voti pantagruelici a perfetti idioti, quando questi idioti si scontrano con l amara verità e realta', che cioe' alcuni prof li valutano correttamente e per quello che sono, ovvero idioti, ecco che scatta la denunzia... idioti, arrivano gli africani che li sostituiranno e questi idioti invece che studiare ragionano da idioti!

ESILIATO

Dom, 01/03/2020 - 19:13

Sant. Antonio....facci la grazia.... https://www.foxnews.com/health/pope-francis-cancels-audiences-for-3rd-day-with-apparent-cold

VittorioMar

Dom, 01/03/2020 - 19:56

...i ragazzi non si devono definire ASINI ma EQUINI a due zampe....e' meno aggressivo...

Redfrank

Dom, 01/03/2020 - 20:42

povera scuola....poveri professori.......ragazzi deviati da genitori deviati.......e vi meravigliate del degrado sociale che impera ovunque ?????????????????????????????????

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Dom, 01/03/2020 - 20:58

Meglio quattro schiaffoni...

necken

Dom, 01/03/2020 - 21:26

forse oggi gli studenti sono fragili, permalosi ed anche viziati? I professori non devono fare ironia o sarcasmo, meglio dire invece che i loro studenti sono intelligenti ma non si applicano, la verità fa male.....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 01/03/2020 - 23:56

@frabelli1 - centrato perfettamente il problema. Bravo.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Lun, 02/03/2020 - 07:35

Quello che questo mondo ipocrita non ha capito è che, purtroppo, la soluzione la si è già trovata: un po' di melina, qualche bel discorso pseudoeducativo e poi, sei, sette e otto a tutti, anche a richiesta dei genitori, come se piovesse. Tanto poi ci penserà la vita fuori a fare giustizia (forse!). Questa ormai è la strategia del 90% dei prof (forse non questi) per non avere rogne. Capisco il loro punto di vista, ma quando saremo gli ultimi in Europa anche in questo (INVALSI docet), e quando da questi bambocci uscirà la prossima classe dirigente del paese, non dovremo stupirci dei danni che subiremo tutti, prof inclusi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/03/2020 - 09:13

@Quintus_Sertorius - condivido e sottoscrivo tutto quanto hai scritto. Concordo in toto.