Vuol far spostare un'auto. Sindaco preso a schiaffi

Il sindaco di Massalengo, Severino Serafini, è stato aggredito per aver denunciato l'abbandono di un'auto in strada. "Ma non mollo", dice a ilGiornale.it

Vuol far spostare un'auto. Sindaco preso a schiaffi

Aveva denunciato su Facebook l'abbandono di un'autovettura di cui, da tempo, sollecitava la rimozione ai leggittimi proprietari ed è stato malmenato in strada dal papà dell'intestaria del mezzo. Vittima dell'aggressione è Severino Serafini, 36 anni, sindaco leghista della città di Massalengo, in provincia di Lodi. L'aggressore è un noto imprenditore della zona che, stando a quanto si apprende da fonti a vario, pare sia già noto alle forze dell'Ordine. "Per fortuna sto bene, ho rimediato solo due schiaffi", dice a ilGiornale.it il sindaco Serafini.

Il post e poi l'aggressione

Tutto cominicia con un post su Facebook, quello in cui Il sindaco di Massalengo, Severino Serafini, denuncia lo stato di degrado in cui versa una vettura ferma in strada da tempo nella piccola cittadina del Lodigiano. In precedenza, il primo cittadino aveva chiesto alla proprietaria dell'auto di provvedere alla rimozione del veicolo attraverso una telefonata. L'invito è rimasto inascoltato fino a quando, nella giornata di ieri, Serafini è stato aggredito in strada dal papà della ragazza. "Per fortuna sto bene, ho rimediato solo due schiaffi", dice alla nostra redazione. Poi continua: "Nonostante l'aggressione e le minacce sto benone e non intendo arretrare di un solo centimetro. Non ho mai tollerato certi atteggiamenti e non inizierò certo ora. Invito tutti a fare altrettanto e a denunciare ogni comportamento illegale, intimidatorio e di violenza verso cose o persone. Mi auguro che tutto questo faccia riflettere. Lo dico a tutti i cittadini, a tutte le persone: oltre al muro dell'omertà sempre".

Immediata è stata la reazione di solidarietà da parte dei suoi compagni di partito che pare abbiano intenzione di presentare un'interrogazione parlamentare. "Ringrazio davvero di cuore a tutti i cittadini e al movimento in cui milito per la solidarietà e la vicinanza dimostrata", conclude Serafini.

La solidarietà della Lega

"Se questa è la reazione ad un richiamo al rispetto delle regole, da parte delle autorità deve essere fatta la massima chiarezza per accertare l'accaduto" ha commentato l'assessore regionale della Lega Pietro Foroni, residente a Massalengo. Gli fa da eco il senatore lodigiano Luigi Agussori: "Ho appreso da Roma quanto occorso questa mattina - scrive in un post su Facebook - Esprimo tutta la mia solidarietà al primo cittadino. È inaccettabile che ancora oggi possano esistere persone che preferiscono l’intimidazione fisica al dialogo ed al confronto civile". Il senatore ha annunciato anche un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno Luciana Lamorgese.

L’aggressione al Sindaco di Massalengo Severino Serafini è un fatto gravissimo ed inaccettabile. Ho manifestato a lui,...

Pubblicato da Luigi Augussori su Mercoledì 12 maggio 2021

Commenti

Grazie per il tuo commento