"Nostre dosi efficaci su ragazzi di 12-15 anni". Pfizer pronta per l'autunno

Per fermare la pandemia e riaprire le scuole sarebbe necessario poter vaccinare almeno gli alunni più grandi

"Nostre dosi efficaci su ragazzi di 12-15 anni". Pfizer pronta per l'autunno

"Il vaccino Pfizer/BioNtech ha un'efficacia del 100% sui ragazzi dai 12 ai 15 anni" a dare la notizia è stata la stessa multinazionale farmaceutica in una dichiarazione nella quale sono stati presentati i risultati relativi ai test (Fase 3) condotti su 2.260 adolescenti americani.

IL vaccino Pfizer efficiente al 100% sui ragazzini

Dei 2.260 adolescenti coinvolti nello studio, 1.129 hanno ricevuto un placebo e 1.131 il vaccino. In totale sono stati registrati solo 18 casi di Covid-19 e tutti negli adolescenti che hanno ricevuto il placebo. I dati devono ancora essere sottoposti a revisione paritaria e non sono stati pubblicati su alcuna rivista scientifica. Il vaccino avrebbe anche mostrato lo sviluppo di robuste risposte anticorpali. Si tratta di una serie di sperimentazioni mirate a una possibile approvazione per la somministrazione in vista del prossimo anno scolastico. Infatti, riuscire a vaccinare almeno i bambini più grandi sarebbe un grande aiuto per fermare la pandemia e poter riaprire le strutture scolastiche. Una bella notizia quindi quella data dalla Pfizer, considerando anche che la maggior parte dei vaccini contro il coronavirus in uso nel mondo sono per gli adulti, che rischiano maggiormente di contrarre il virus. Riuscire però a vaccinare i bambini di ogni fascia di età sarebbe molto importante anche in vista della riapertura delle scuole e del nuovo anno scolastico. Almeno per quanto riguarda quelle frequentate dai ragazzini più grandi e poter così ritornare alla quasi normalità.

Lo studio di cui ha parlato Pfizer è stato condotto su 2.260 adolescenti Usa di una età compresa tra 12 e 16 anni. Secondo quanto emerso da dati preliminari, non sarebbero stati registrati casi di Covid-19 fra gli adolescenti che hanno completato l’intero iter vaccinale. Per quanto riguarda poi gli effetti collaterali riscontrati nei giovani, l’azienda ha reso noto che quelli riportati dai ragazzini erano simili a quelli registrati in adulti giovani. Ovvero: dolore al sito dell’iniezione, febbre, raffreddamento e affaticamento, soprattutto in seguito all’inoculazione della seconda dose. Nelle prossime settimane, Pfizer e il partner tedesco BioNTech hanno in programma di chiedere agli enti regolatori di Stati Uniti ed Europa di approvare l'uso di emergenza del loro vaccino a partire dai 12 anni, che al momento è già autorizzato a partire dai 16 anni di età. Sarebbe un bel passo avanti, dato che a febbraio si era ancora il alto mare.

Studi su bambini sempre più piccoli

Albert Bourla, ceo di Pfizer, ha dichiarato: "Condividiamo l'urgenza di estendere l'uso del nostro vaccino", e ha poi espresso"la speranza di cominciare a vaccinare questo gruppo d'età prima dell'inizio del prossimo anno scolastico" negli Stati Uniti. Ugur Sahin, ceo di BioNTech, ha affermato: "I primi risultati che abbiamo visto negli studi sugli adolescenti suggeriscono che i bambini sono particolarmente protetti dalla vaccinazione, il che è molto incoraggiante date le tendenze che abbiamo visto nelle ultime settimane per quanto riguarda la diffusione della variante B.1.1.7 del Regno Unito". Pfizer/BioNTech hanno avviato una sperimentazione clinica del vaccino in bambini sotto i 12 anni d'età e hanno iniziato le vaccinazioni nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni solo la scorsa settimana. Gli scienziati prevedono di iniziare a testare il vaccino la prossima settimana anche nei bambini più piccoli, quelli di età compresa tra 2 e 5 anni e a seguire si prevedono studi su bambini di età compresa tra 6 mesi e 2 anni. Comunque, l’azienda farmaceutica Pfizer non è l'unica che sta provando ad abbassare il limite d'età per il suo vaccino. Presto dovrebbero arrivare anche i risultati di un altro studio sempre statunitense, relativo al vaccino prodotto da Moderna. La ricerca ha riguardato dei ragazzini tra i 12 e i 17 anni.

Autore

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento