Volete andare in ferie a giugno? Occhio al meteo

Le alte temperature di maggio si preparano a cedere il passo a una fase altamente perturbata che potrebbe insistere per tutto il mese di giugno

Volete andare in ferie a giugno? Occhio al meteo

Chi pensava che la stagione estiva, dei weekend al mare e degli aperitivi all'aperto fosse ormai iniziata dovrà ricredersi. Le alte temperature anomale di maggio, causate dall’anticiclone africano che da giorni stanzia sul nostro Paese potrebbero essere solo un ricordo nelle prossime settimane, almeno stando ai modelli previsionali recentemente elaborati che, già dalle prossime ore, indicano un'inversione di tendenza. Brutte notizie per chi aveva intenzione di prenotare le ferie a giugno e soprattutto per chi le ha già pagate.

Già da lunedì arriveranno sull'Italia le prime perturbazioni, che avranno come effetto quello di abbassare sensibilmente le temperature su tutto lo Stivale, specialmente al nord dove negli ultimi giorni si sono registrate punte fino a 35 gradi. Un'inversione di tendenza attesa dagli esperti, che potrebbe non essere passeggera ma perdurare almeno fino a metà giugno, rovinando i piani di chi già pregustava un assaggio d'estate sulle spiagge italiane, ancora non troppo affollate dal turismo di massa. Ma si sa, il clima è volubile e così quest'anteprima di maggio potrebbe restare solo un assaggio in attesa di condizioni più idonee alle vacanze al mare, che potrebbero non verificarsi fino alla fine del mese di giugno.

Da lunedì 23 maggio inizierà la discesa delle temperature in tutto il Paese e già a metà della settimana si potrebbero registrare valori fino a 10 gradi più bassi rispetto a quelli segnati finora dai termometri, accompagnati da temporali e piogge, anche di forte intensità. I modelli, infatti, segnalano forti perturbazioni in transito sul nostro Paese che, anche se con modalità diverse, colpiranno tutta l'Italia, isole comprese. La settimana successiva, quella che va dal 30 maggio al 5 giugno, non sarà molto diversa ma si prevede una maggiore intensità di fenomeni al centro sud e, soprattutto, sulle due isole maggiori. I fenomeni potrebbero perdere di intensità nella settimana che va dal 6 al 12 giugno ma questo non esclude che possano comunque verificarsi eventi temporaleschi.

Chi ha già fatto i bagagli dovrà mettersi l'anima in pace. Se proprio non ha intenzione di rinunciare alle sue ferie di giugno, dovrà quanto meno rimettere mano per modificare il contenuto. Oltre ai costumi e ai capi leggeri previsti per le calde giornate di mare e relax, è bene mettere anche qualche giacchino e almeno un ombrello. Meglio essere previdenti.

Commenti