Perquisizioni e sgomberi della polizia in via Gola

Da questa mattina gli agenti stanno effettuando controlli in una delle zone più problematiche di Milano. Teatro spesso di numerosi tafferugli e spaccio di droga

Fin dalle prime ore di questa mattina, martedì 18 febbraio, gli uomini della polizia di Stato stanno effettuando sgomberi e perquisizioni in diverse abitazioni site in via Gola.

Perquisizioni e sgomberi in via Gola

Sul posto, oltre agli agenti della polizia di Stato anche uomini della Squadra mobile, del Commissariato Porta Ticinese, della Polizia scientifica e del Reparto mobile. Numerose le case popolari di proprietà Aler che sono state occupate abusivamente in questa zona, ritenuta una delle più problematiche di Milano. Lo spaccio di sostanze stupefacenti e i vari tafferugli che spesso avvengono nel quartiere hanno contribuito alla triste nomea della zona. Per questi motivi si è resa necessaria l'operazione di questa mattina che ha portato alle perquisizioni e agli sgomberi di diversi appartamenti.

Vigili del fuoco aggrediti a Capodanno

La notte di Capodanno, quando i vigili del fuoco erano intervenuti per spegnere un rogo causato da rifiuti incendiati in mezzo alla strada, erano stati poco dopo aggrediti da sconosciuti e alcuni abusivi. I pompieri erano stati prima accerchiati e poi raggiunti da un lancio di bottiglie e petardi. Durante l’agguato erano anche state rubate le chiavi dell’autopompa, senza la quale risultava impossibile riuscire a domare il rogo. Solitamente i vigili del fuoco si recano in quel quartiere solo scortati dalle forze dell’ordine, ma quella notte, a cavallo tra il 31 dicembre e il primo giorno dell’anno nuovo, non vi era stato il tempo materiale per richiedere delle pattuglie. L’allarme era partito quando i pompieri già stavano subendo il duro attacco. Dopo circa 15 minuti erano arrivate le macchine della polizia e gli aggressori si erano dileguati in men che non si dica. A quel punto i vigili del fuoco avevano potuto finalmente, grazie anche all’arrivo di una seconda autobotte, svolgere il loro lavoro e spegnere le fiamme. Tra gli indagati erano risultati anche alcuni minorenni.

Pitbull a guardia dei fortini della droga

Sempre in via Gola, in più di una occasione, sono intervenuti gli agenti per perquisire abitazioni con al loro interno notevoli quantità di droga pronte per essere spacciate. Gli appartamenti in questione, dei veri e propri fortini dove nascondere cocaina e hashish, risultano solitamente occupati abusivamente. Spesso i pusher usano i cani, in particolare quelli appartenenti alla razza pitbull, per difendere l’abitazione da estranei e polizia. Nella mattinata di oggi un altro blitz delle forze dell’ordine, con perquisizioni e sgomberi, nella via di Milano tristemente nota per il degrado che da troppi anni l’affligge.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

manfredog

Mar, 18/02/2020 - 15:36

...eccola, l'italia che avanza, si, nel consumo di droga...però è un'Italia antifascista, si si, è passata dal fascio allo sfascio, dal fascio all'erba, si, erba di casa mia, venduta da chi di casa mia non è...che fenomeni!! mg.