Colonia, le donne raccontano gli abusi: "Ci hanno toccato ovunque"

Dopo le vili aggressioni avvenute a Colonia, parlano le vittime e spunta un testimone: "A Colonia le donne mi chiedevano di proteggerle"

Colonia, le donne raccontano gli abusi: "Ci hanno toccato ovunque"

Nonostante siano state umiliate e aggredite, le donne tedesche non hanno voluto tacere e raccontano la terribile esperienza vissuta nella notte di Capodanno. A raccogliere le testimonianze, in un video, è la televisione tedesca N-TV che poi è stato ripreso dal Corriere. "Si sentivano onnipotenti e pensavano di poter fare qualsiasi cosa alle donne che festeggiavano in strada", racconta una ragazza.

Dal racconto di un'altra, invece, emerge una velata accusa nei confronti della polizia: "Cercavamo aiuto. Siamo corse verso le macchine della polizia ma li non c'era nessuno". "Sappiamo molto bene che la polizia in quel momento era carente e che non poteva affrontare questa situazione, che a noi donne poteva succedere una cosa del genere", prosegue sempre la stessa ragazza. Un'altra vittima, che ha voluto rimanere anonima, fa sapere di essere stata anche derubata oltre che molestata: "Hanno palpeggiato i nostri sederi, ci hanno toccato ovunque. La mia amica voleva scappare dalla folla. Quando mi sono girata un ragazzo mi ha strappato la borsa che avevo addosso", ha spiegato la vittima.


Molti si sono chiesti che fine avessero fatto gli uomini tedeschi nel mentre si svolgevano quei fatti, e non manca chi li accusa di non essere intervenuti. Di tutti i tedeschi presenti quella notte nessuno ha dato una sua versione dei fatti, a parte uno: si tratta del buttafuori Ivan Jurcevic, che lavorava in un hotel che si affaccia sulla piazza dove sono avvenute le aggressioni. Ivan dice di aver cercato di proteggere alcune donne che chiedevano aiuto dopo essere state aggredite e inseguite.

Commenti