Un governo inviso agli elettori: gli italiani bocciano il patto Pd-5S

Il sondaggio Noto: gli elettori negativi sull'accordo tra Pd e Movimento guidato da Conte. E il centrodestra ha la maggioranza

Un governo inviso agli elettori: gli italiani bocciano il patto Pd-5S

Il governo targato M5S e Pd nasce come la più classica manovra di Palazzo. Niente di irregolare, per carità. Ma il Conte Bis, con i grillini impegnati a cambiare il verde con il rosso, piace agli italiani? Secondo il sondaggio condotto dall'istituto Noto, no. La magioranza degli elettori boccia l'inciucio ancor prima del giuramento dei ministri nelle mani di Mattarella.

I dati parlano chiaro. La Noto sondaggi ha chiesto di dare un giudizio al governo M5S/Pd guidato dall'avvocato del popolo. Per il 44% degli intervistati il responso è negativo, con solo il 32% che lo valuta positivamente e un 24% di elettori senza opinione. Diverso, ovviamente, il sentire all'interno dei partiti che si apprestano a formare la nuova maggioranza: se tra gli elettori Pd il 75% si dice favorevole all'inciucio, nel M5S i giudizi positivi sono al 61% (un dato in linea o quasi con quanto emerso dalla piattaforma Rousseau).

Interessanti sono anche i dati che riguardano in generale la crisi di governo. Per il 62% degli elettori il comportamento dei leader è stato "irresponsabile" e il 58% ritiene che Salvini abbia fatto "male" a rompere il contratto con i grillini. Singolare, invece il risultato dato dagli intervistati a due domande tutto sommato simili, ma non identiche. Per la maggioranza degli elettori (il 46% contro il 41%), per l'Italia sarebbe più utile la formazione di un nuovo governo. Quale? Non il Conte bis, visto che la maggioranza lo valuta negativamente. Ma neppure uno istituzionale. Se il premier incaricato non dovesse riuscire a formare l'esecutivo, infatti, per il 55% sarebbe preferibile andare alle elezioni anticipate.

Per quanto riguarda i partiti, ecco le intenzioni di voto. I nuovi alleati Pd-M5S non hanno l'appoggio della maggioranza degli elettori. Se si votasse oggi, infatti, il Pd raggiungerebbe il 23% e i grillini il 20%. I totale fa 43%. Il centrodestra invece tocca quota 48,5%, con la lega Lega al 35%, Fdi al 7% e Forza Italia al 6,5%. Per batterli M5S e Pd dovrebbero formare un'armata Brancaleone con il 2% di +Europa, il 2% de La Sinistra, l'1% di Potere al Popolo e l'1,5% dei Verdi (totale 49,5%).

Commenti