L'amatriciana di beneficenza fa scattare la rissa Pd-M5S

Polemica a Torino

L'amatriciana di beneficenza fa scattare la rissa Pd-M5S

Torino - Mentre in tutta Italia ci si industria per raccogliere fondi e portare aiuti alle popolazioni duramente colpite dal terremoto, a Torino anche la solidarietà diventa motivo di litigio tra il Pd, partito dell'ex primo cittadino Piero Fassino e il Movimento 5 Stelle che, dalle ultime comunali, governa la città con la sindaca Chiara Appendino.

Motivo di scontro è l'iniziativa lanciata da un gruppo di associazioni, raggruppate sotto l'egida della Protezione civile, che per oggi ha organizzato una spaghettata all'amatriciana in piazza San Carlo, con l'intento di devolvere il ricavato ai terremotati. Ad innescare la miccia è stata la notizia - falsa - che Appendino sarebbe stata ai fornelli. Come se non bastasse, a buttare benzina sul fuoco, un post comparso sulla pagina Facebook del Movimento 5 Stelle, in cui si invitavano i torinesi a partecipare all'iniziativa «organizzata dal Comune». Parole rettificate qualche ora dopo, specificando che la paternità della spaghettata pro terremotati è della Protezione civile, ma la guerra all'ultimo spaghetto tra Pd e grillini era già esplosa, con i dem torinesi che accusano i Cinquestelle di voler orchestrare una passerella sulla pelle dei terremotati. Lapidaria la risposta dei grillini, con il capogruppo Unia che fa girare su internet le foto dell'ex sindaco Fassino che serviva ai tavoli alle cene di beneficenza, con la scritta: «Deprecabile, vero?». Per meglio capire il tono dello scontro politico, nato da un evento di solidarietà, come se ne organizzano tanti in questi giorni in tutta Italia, basta leggere il post su Facebook dell'ex assessore Ilda Curti: «Mi infastidisce la volgarità caciarona e sciacalla, le campagne del grano, l'esibizionismo fintamente solidale». Anche il capogruppo a Palazzo Civico Stefano Lo Russo stigmatizza: «L'iniziativa dell'Appendino, se confermata, si commenta da sola. Vergognatevi». Con il passare delle ore però tra i democratici c'è anche chi fa un passo indietro e a denti stretti dice: «Abbiamo perso Torino con affermazioni snob ed elitarie come queste». Insomma tra le fila di Fassino, qualcuno parla di errore.

Taglia corto Silvio Viale, ex consigliere radicale, che annuncia la sua presenza e sottolinea: «Consiglio ai miei amici del Pd di venire: non facciano gli snob». La sindaca Appendino si limita ad un semplice Twitter: «La lodevole iniziativa della spaghettata non è né mia né del Comune ma della Protezione civile e avrà tutto il nostro supporto».

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica