Whitney Houston e sua figlia Bobbi Kristina Brown assassinate?

Whitney Houston e sua figlia Bobbi Brown sono morte entrambe annegate in una vasca da bagno dopo aver perso i sensi per un mix fatale di droghe. Ma per la sorella di Chris Brown non si tratterebbe di due tragici incidenti ma di duplice omicidio

Whitney Houston e sua figlia Bobbi Kristina Brown assassinate?

Whitney Houston e sua figlia Bobbi Kristina Brown sarebbero state assassinate. Questa la teoria del complotto lanciata dalla sorella di Chris Brown, il rapper che sposò la star e con lei concepì l’unica figlia.

Bobbi Kristina è morta a 22 anni il 26 luglio 2015 in ospedale, dopo sei medi di coma dopo essere stata trovata priva di sensi nella vasca da bagno del suo appartamento di Atlanta. La madre era invece morta l’11 febbraio 2012, annegata accidentalmente, sempre in una vasca da bagno, in un hotel di Los Angeles. Due morti molto simili e per la sorella di Chris Brown, Leolah Brown. Troppo simili.

Sui social parla chiaramente di duplice omicidio perché proprio la somiglianza tra i due decessi sarebbe la prova che dietro si nasconderebbe la mano di un unico colpevole. Leolah Brown sostiene su Facebook che le due donne siano state lasciate morire, dopo un mix letale di droghe fornite loro da Nick Gordon, ex fidanzato di Bobbi Kristina da lei accusato d’essere uno spacciatore senza scrupoli che, preso dal panico dopo aver venduto roba troppo forte a Whitney e Bobbi, avrebbe simulato l’annegamento delle due donne, trascinandole lui in quelle vasche da bagno dove, una volta persi i sensi, sarebbero entrambe morte affogate.

Ora che Nick Gordon, è stato del tutto scagionato, è tornata alla carica, promettendo anche di scrivere presto un libro sulla misteriosa vicenda perché sarebbe sempre convinta che sia proprio lui il colpevole e ha assunto nuovi investigatori. Il fratello Chris Brown l’avrebbe invitata più volte a tacere, ma inutilmente. Così l'ha allontanata e pubblicamente accusata di essere solo a caccia di notorietà.

Leolah non era infatti in buoni rapporti con la famiglia di Whitney Houston, tanto che le fu chiesto di lasciare il funerale della cantante durante la funzione perché interruppe più volte l’elogio funebre di Pat Houston, sorella di Whitney. E al funerale di Bobbi Kristina non è nemmeno stata lasciata entrare perché accusata di rilasciare alla stampa teorie assurde.

Su Whitney e Bobbi Kristina i loro familiari vogliono solo che cada il silenzio e possano finalmente riposare in pace.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?