Siluro di Capello su CR7: "Ecco qual è la sua colpa più grande"

Capello ha accusato il portoghese in occasione del secondo gol subito dalla Juventus: "CR7 che salta e si gira in barriera. È un errore imperdonabile che non ha scusanti"

Siluro di Capello su CR7: "Ecco qual è la sua colpa più grande"

La Juventus non ce l'ha fatta a superare lo scoglio Porto in Champions League. La squadra di Sergio Conceincao ha fatto così lo sgambetto alla Vecchia Signora che è ormai a secco da 25 anni in questa competizione. Assente ingiustificato nella mesta serata dello Stadium Cristiano Ronaldo che in oltre 130 minuti di gioco ha avuto una sola chance per colpire cestinandola malamente di testa al minuto 79'. Sui social l'ex United e Real Madrid ha subito aspre critiche ma anche Fabio Capello non è stato tenero nei confronti del fuoriclasse di Funchal.

https://www.ilgiornale.it/news/sport/furia-cieca-nedved-ecco-cosha-fatto-leliminazione-juventus-1930049.html

Grande colpa

Secondo Capello la grande colpa di CR7 è quella di aver saltato in barriera in occasione del 2-2 siglato da Sergio Oliveira. Ecco le sue parole a Sky Sport: "Cristiano Ronaldo che salta e si gira in barriera. Chi sta in barriera non può aver paura di subire un colpo. È un errore imperdonabile che non ha scusanti", la sentenza di Don Fabio. L'ex allenatore di Milan, Juventus e Roma ha poi analizzato anche l'errore commesso da Merih Demiral in occasione del calcio di rigore: "Il primo gol nella prima partita è un regalo, grande disattenzione nel secondo, non si possono subire certi gol. Il calcio di rigore stasera è un altro regalo. Troppo ingenuo Demiral, non si può cercare l'anticipo, è un gravissimo errore".

Pirlo deluso

Andrea Pirlo ha risposto in maniera pacata, come di consueto, alle domande post eliminazione: "Da questo momento se ne esce cancellando questa partita. Dobbiamo mentalizzarci sul campionato, siamo a marzo, ci sono ancora partite e dobbiamo farle al meglio per risalire la classifica. Io in questo momento sono allenatore della Juventus, è solo l'inizio di un progetto più ampio. Questo è solo il primo anno. Ho parlato con il presidente Agnelli, non mi ha rassicurato di niente perché ero già tranquillo, da qui ripartiamo".

Capello ha poi punto ancora la Juventus e i suoi uomini in barriera con Pirlo che ha risposto così alla stoccata di Don Fabio: "Li scegliamo noi (gli uomini in barriera, ndr), non era mai successo di girarsi. Forse non erano collegati alla pericolosità del tiro e pensavano di non dover reagire. E' stato fatto un errore e in Champions questo errore lo paghi. Non hanno capito l'importanza del tiro e si sono girati".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?