Donnarumma, ennesima papera e i social non perdonano

Gigio Donnarumma si è reso protagonista di un grave errore contro la Turchia, ma anche di tre grandi parate, con i social che l'hanno investito di critiche e insulti

Donnarumma, ennesima papera e i social non perdonano

L'Italia di Roberto Mancini ha vinto per 3-2 in Turchia ma quello che è balzato agli occhi di tutti è stato l'errore di Gianluigi Donnarumma sul primo gol dei turchi siglato da Cengiz Under dopo soli 4 minuti. La sfera calciata dall'ex giocatore della Roma, infatti, è passata sotto le gambe dell'ex portiere del Milan che si è dimostrato ancora una volta non impeccabile nella circostanza, un po' come sul tiro di Trajkovski contro la Macedonia del Nord.

Social roventi

A onor del vero, durante la partita contro la Turchia Gigio Donnarumma si è reso protagonista di almeno tre grandi parate ma questo non gli è servito a scacciare le aspre critiche social con i suoi ex tifosi del Milan davvero impietosi nei commenti:

C'è chi parla di karma: "Certo che Donnarumma deve averla veramente combinata grossa a giudicare da come il karma lo sta prendendo a pugni senza pietà e guardando pure i chili in più. Affamati di soldi = brutta fine. È matematico", e chi invece parla della eccessiva protezione mediatica a favore di Gigio: "Donnarumma ha 23 anni e 300 partite da professionista alle spalle, ma media e addetti ai lavori ne parlano come se fosse ancora il 16enne imberbe gettato nella mischia tra i grandi. La protezione mediatica estrema e la ricerca ossessiva dell'alibi non gli fanno bene. E si vede", uno dei tanti commenti su Twitter.

Un tifoso ha voluto buttarla sul ridere pubblicando una foto di Paolo Maldini, Zlatan Ibrahimovic e Frederic Massara che se la ridono di gusto con la seguente didascalia: Attenzione, siamo live da casa Milan. Donnarumma mi ha chiesto 12 milioni annui!"

A onor del vero c'è anche chi ha preso le parti del portiere del Psg ricordando come sia stato decisivo nella finale di Euro 2020 parando tre rigori a Jadon Sancho, Saka e Marcus Rashford: "Quando saranno vecchi e avranno esaurito la spocchia e l’euforia da primi peli sul petto, ti ringrazieranno Gigio, perché l’unico trofeo della nazionale di cui avranno memoria, sarà grazie alle tue manone. Grazie

Commenti