Sport

Juve-Inter, derby di guai. Agnelli stravede "rosso". Zhang va in tribunale

Andrea, bilancio da record: meno 254 milioni. Per Steven istanza delle banche cinesi a Milano

Juve-Inter, derby di guai. Agnelli stravede "rosso". Zhang va in tribunale

Si sapeva. Ma leggerlo nero su bianco fa comunque un certo effetto: la Juventus ha chiuso il bilancio 2021/22 con un rosso di «254,3 milioni di euro, con ricavi pari a 443 milioni di euro. In netto miglioramento la posizione finanziaria della società ma comunque da record per la serie A. Il bilancio in questione è ancora fortemente condizionato dagli effetti della pandemia che, auspicabilmente, sono alle spalle. La stagione attuale, pur influenzata da un contesto non favorevole, prevede un risultato in sensibile miglioramento». Per la società bianconera si tratta del quinto bilancio negativo consecutivo: dopo il tris di utili tra il 2014 e il 2017 quando si era registrato un utile di 42,6 milioni sono infatti arrivati il -19 del 2018, quindi il -40 del 2019, il -90 del 2020 e il 209,9 del 2021. Una situazione peggiorata di anno in anno, con in mezzo l'arrivo e la partenza di Cristiano Ronaldo ma anche la tempesta dovuta al covid, fino allo sprofondo attuale che sarà sottoposto all'assemblea degli azionisti in programma il 28 ottobre. Comunque sia, d'ora in avanti si tratterà di stringere la cinghia: nel prossimo esercizio si punta a ridurre le perdite del 50%, con inevitabili ripercussioni sugli stipendi dei giocatori in fase di rinnovo e con rigidi tetti da corrispondere agli eventuali nuovi arrivi. «Nel mese di giugno si legge inoltre nel comunicato della società - è stato approvato il piano triennale (2022-2025) che delinea le linee strategiche e operative della società. Tale piano conferma sostanzialmente gli obiettivi già contenuti nell'ultima revisione del 2021, quando la pandemia era ancora in pieno svolgimento».

L'atmosfera non è serena nemmeno all'Inter, dove i creditori inseguono Zhang numero uno nerazzurro - fino a Milano. Secondo quanto riportato da MilanoFinanza, la scorsa settimana sono infatti scaduti i termini per presentare ricorso a Hong Kong contro la sentenza che ha dato torto al presidente nerazzurro nella causa intentata da sette banche cinesi, intenzionate a recuperare 255 milioni di dollari di prestiti e un'obbligazione inadempiente che lo stesso Zhang ha garantito e successivamente rinnegato. Invitato nel frattempo ad andarsene dalla curva Nord, il presidente della Suning International dovrà presentarsi davanti al giudice il prossimo 8 marzo: i creditori hanno infatti deciso di tentare di rivalersi sui suoi redditi italiani derivanti dall'incarico di presidente dell'Inter. Zhang aveva dichiarato di ricoprire tale incarico a titolo gratuito, ma lo statuto dell'Inter non prevederebbe questa eventualità. I legali dell'istituto cinese puntano quindi a far invalidare la delibera nella quale si dichiarava che Zhang non avrebbe percepito emolumenti, per poi eventualmente cercare di aggredire le somme ricevute dall'imprenditore da parte della stessa società. La vicenda potrebbe condizionare le trattative per la cessione dell'Inter, cui sono interessati fondi americani.

Commenti