L'Inter cala il tris alla Sampdoria: 1-3 e diciotto punti in sei partite

L'Inter di Conte ha battuto per 3-1 la Sampdoria di Di Francesco e vola così al primo posto in classifica davanti alla Juventus. Non succedeva dal 1966-67 che i nerazzurri vincessero le prime sei di campionato

L'Inter cala il tris alla Sampdoria: 1-3 e diciotto punti in sei partite

L'Inter di Antonio Conte si conferma una squadra attrezzata per giocarsi fino alla fine lo scudetto con la Juventus di Maurizio Sarri. I nerazzurri hanno espugnato per 3-1, con autorità, il campo della Sampdoria di Eusebio Di Francesco con i gol di Stefano Sensi, Alexis Sanchez, espulso al primo minuto del secondo tempo per doppia ammonizione per simulazione, e Gagliardini con in mezzo il gol blucerchiato siglato da Jankto. L'Inter ha giocato un ottimo primo tempo, in scioltezza, e un secondo tempo di sofferenza ma comunque ha sempre tenuto in mano il pallino del gioco avendo più chance per segnare che di subire il pareggio da parte dei padroni di casa che restano mestamente a quota 3 punti, con i nerazzurri che invece ottengono sei vittorie di fila: non accadeva dai tempi di Helenio Herrera nel 1966-67. Nel prossimo turno la super sfida del Meazza contro la Juventus, seconda a quota 16 punti, dirà qualcosa in più sulle reali ambizioni di tricolore della squadra nerazzurra.

Le due squadre partono accorte nei primi dieci minuti e la prima azione da gol è per i nerazzurri con Bastoni che al 12' sfiora il gol di testa. Al 20' l'Inter passa in vantaggio con il tiro di Sensi deviato dalla schiena di Sanchez. Passano due minuti e gli ospiti raddoppiano con il cileno Sanchez che interviente sul tiro sbagliato di Sensi e batte ancora Audero. L'Inter è padrona del campo, continua a macinare gioco e si procura diverse azioni da gol e al 36' trova il 3-0 con Candreva ma l'arbitro annulla per la posizione di fuorigioco.

Nella ripresa ecco la situazione che potrebbe cambiare la partita al 46': Audero fa un miracolo su Lautaro, la palla arriva a Sanchez che cerca il rigore, simulando e trova invece l'espulsione per doppia ammonizione. La Sampdoria ne approfitta al 55' con il gol di Jankto che calcia di sinistro e trova una piccola deviazione che spiazza Handanovic. L'Inter non trema e sei minuti dopo trova il 3-1 con Gagliardini su grande imbucata di Brozovic. Audero respinge male con Gaglardini che al secondo tentativo segna il gol della tranquillità. All'85' Lukaku ha la chance per chiuderla definitivamente ma il suo tentativo di cucchiaio si spegne tra le braccia di Audero. In pieno recupero Viera chiama alla parata in angolo Handanovic e per poco Quagliarella non trova il gol del 3-2.

Il tabellino

Sampdoria: Audero; Bereszynski, Colley, Chabot; Depaoli (57' Bonazzoli), Linetty (73' Caprari), Ekdal (71' Viera), Jankto, Murru; Quagliarella, Rigoni.

Inter: Handanovic; Bastoni, De Vrij, Skriniar; Candreva (58' D'Ambrosio), Gagliardini, Brozovic, Sensi (65' Barella), Asamoah; Lautaro Martinez (56' Lukaku), Sanchez

Reti: 20' Sensi (I), 22' Sanchez (I), 55' Jankto (S), 61' Gagliardini (I)

Espulso Sanchez per doppia ammonizione.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Autore

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento