Sigaro, birra e pillole: il video choc su Maradona qualche giorno prima dell'operazione

In Argentina è stato trasmesso un video in cui si vede Diego Armando Maradona intento a cantare insieme ad un suo amico qualche giorno prima dell'operazione al cervello. Sul tavolo si notano sigaro, birra e alcune pillole

Sigaro, birra e pillole: il video choc su Maradona qualche giorno prima dell'operazione

Sono passati 18 giorni dalla morte di Diego Armando Maradona ma in Argentina continuano a divampare aspre polemiche sulla figura del Pibe de Oro. Dai "misteri" sulla sua morte fino ad arrivare alla battaglia legale per l'eredità ne stanno uscendo fuori di tutti i colori sull'ex fuoriclasse del Napoli e del calcio mondiale. L'ultima novità su Maradona riguarda un video trasmesso in esclusiva dalla tv argentina El Nueve durante il programma Confrontados.

In questo video si vede Diego insieme al suo amico Mariano Castro mentre cantano delle canzoni qualche giorno prima dell'operazione al cervello, avvenuta nei primi giorni di novembre. In tanti, però, hanno notato come sul tavolo ci siano un sigaro, un bicchiere di birra e un tubetto con all'interno delle pillole. Ovviamente questa notizia ha avuto molto risalto in Argentina con tanti detrattori del Diez che hanno commentato in negativo il modo di vivere di Diego.

Cellulari sotto controllo

Proseguono nel frattempo le indagini sulla morte del Pibe con le autorità che nei prossimi giorni inizieranno delle accurate perizie sui cellulari dei due medici indagati e ritenuti responsabili della sua morte. Al vaglio degli inquirenti, infatti, ci sarebbero alcune chiamate intercorse tra il medico Leopoldo Luque, grande amico di Maradona, e la psichiatra Agustina Cosachev. Entrambi sono accusati di negligenza con il primo che è già stato accusato di omicidio colposo

“Da quanto ho potuto constatare io, tra la mia cliente e gli altri specialisti che seguivano Maradona c’era una comunicazione costante e fluida. Il coordinamento tra medici, infermieri e famiglia è sempre stato massimo", questo il commento di Vadima Mishancuk, il legale della Cosachov.

Le ricchezze di Diego

A breve inizierà anche un'aspra battaglia legale per l'eredità ma in Argentina si parla di un ripostiglio, una sorta di cantina, nella località di Beccar dove pare che l'ex di Napoli e Barcellona nascondesse oggetti e beni di valore. Dai regali che gli furono consegnati da diverse celebrità e personalità di tutto il mondo, fino ad arrivare ad una lettera scritta a mano e firmata Fidel Castro.

Non solo, perché è stato rinvenuta anche la chitarra con cui Andres Calamaro gli compose una canzone: "Maradona non è una persona qualsiasi, è un uomo legato a una palla di cuoio, ha il dono celestiale di trattare ottimamente il pallone", questo il titolo della canzone in onore del Diez. Il suo legale Matias Morla, inoltre, ha anche rivelato che ci sono ancora tesori nel resto delle proprietà di Maradona, come una collezione di auto fra cui una Rolls Royce Ghost del valore di circa 300.000 euro e una BMW i8 valutata circa 145.000 euro.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?