Romano (Pd): “Rispetto per decisione di Zingaretti. Ora apriamo discussione su futuro del partito”
Politica
Bertolaso:"Ad aprile con nuovi vaccini potremo coprire grandi numeri"
Politica
Il flashmob del mondo della danza a Montecitorio contro le chiusure. Lo speciale
Politica
Bertolaso: "Giusto chiudere le scuole a causa delle varianti del Covid"
Rc Auto, Farina (Ania) :"Media 6% veicoli non assicurati, punte di 9,4% al sud"
Elezioni amministrative rinviate, De Luca: "Decisione sbagliata che va contro le scuole"

Sbarcano a Palermo i migranti dal traghetto Rubattino

Sbarco dei migranti dalla nave "Raffaele Rubattino" a Palermo. Il traghetto è entrato in porto a stamattina alle 10 con a bordo i 146 salvati dalla Alan Kurdi della ong tedesca Sea-Eye e i 38 della Aita Mari: tutti hanno trascorso la quarantena a bordo e sono risultati negativi al tampone Covid-19. Le procedure di identificazione e ulteriori verifiche sanitarie sono finite nel tardo pomeriggio: il personale medico e sanitario della Croce Rossa ha lasciato il molo "Piave sud" mentre due pullman - uno proveniente da Benevento e uno da Salerno - sono entrati nella stiva del traghetto. I migranti dal ponte principale hanno raggiunto i quattro pullman da 50 posti.: operazione effettuata all'interno della nave. "Il completamento del periodo di quarantena, ed oggi dello sbarco dei naufraghi che erano stati salvati dalla Alan Kurdi, insieme all'equipaggio di quest'ultima imbarcazione, confermano che è possibile coniugare i diritti, primi fra tutti il diritto alla vita dei naufraghi, con il diritto alla salute e alla tutela sanitaria per le comunità che li accolgono - ha detto il sindaco Leoluca Orlando -. Lo sbarco effettuato al termine di una quarantena durante la quale i naufraghi e l'equipaggio sono stati sottoposti alle necessarie verifiche dello stato di salute anche con riferimento al Covid-19, ha mostrato che anche in una situazione eccezionale come quella vissuta dalla Sicilia in queste settimane è possibile restare umani, mantenere l'impegno delle istituzioni entro i giusti ambiti formali e sostanziali di rispetto di ogni diritto".