Strangolata in un gioco erotico: donna muore in hotel
Coronavirus, Fontana: "Garanzie per le aziende colpite"
Coronavirus, Gallera: "Non c'è una pandemia"
Stupra per anni una bambina e la mette incinta. Prete si giustifica: "L'amore non ha età"
Sequestra giovane compagna che lo vuole lasciare, la pesta e la stupra: nigeriano alla sbarra
Allarme Coronavirus, flop dell'ambulatorio aperto in Toscana: Lega prepara esposto

Viaggio a Morsano, il paese dove nessuno (per ora) vuole fare il vigile

MORSANO AL TAGLIAMENTO - Ci avevano fatto credere che strada e marciapiede fossero un tutt'uno, che distinguere le auto in movimento da quelle parcheggiate in divieto di sosta sarebbe stato impossibile, che le strisce pedonali scomparissero sotto le gomme di un trattore dimenticato da Dio e che i conducenti sfrecciassero come in un gran premio di Formula 1. Ci avevano fatto credere tutto questo, alcuni colleghi di un quotidiano locale friulano. Ma se parlare di anarchia ci sembra esagerato, una cosa è certa: chi lascia la macchina dove non deve non troverà al suo ritorno il più detestato dei volantini infilato tra il parabrezza e il tergicristalli, perché qui a Morsano al Tagliamento, paesino di neppure tremila anime in provincia di Pordenone dove la flemma regna sovrana, di un vigile non vi è nemmeno l'ombra.

Calendario eventi