"Noi non possiamo più rischiare": i vertici della Tecnis studiavano un piano di fuga
Ragusa: così il medico compiacente intascava il denaro
Esami gratis a parenti e amici al Grassi di Ostia: 141 medici e paramedici denunciati
Coronavirus, Conte: "Massima prudenza, fidatevi di indicazioni ministero della Salute"
Coronavirus, Conte: “Adottata nuova ordinanza, quarantena obbligatoria contatti”
L'uscita degli arrestati dalla Questura di Palermo

Il cimitero di Totò e Caruso abbandonato nel degrado

Siamo a Poggioreale, a due passi dall’aeroporto di Capodichino, nella zona di Santa Maria del Pianto, dove procedono i lavori sotterranei della metropolitana Linea 1. Gli operai scavano ininterrottamente da mesi sotto il muro perimetrale del cimitero e a quanto pare proprio queste operazioni avrebbero provocato il crollo di alcune nicchie, con la fuoriuscita delle ossa dalle tombe. L’incidente si è verificato lo scorso 3 febbraio, provocando la reazione sdegnata e preoccupata dei cittadini. A distanza di dieci giorni varchiamo la soglia del cimitero alla ricerca del “fondo Desiderio”, l’area in cui le tombe di marmo si sono spaccate in più parti, lasciando i loculi scoperti all’intemperie, con le ossa dei defunti ben visibili.

Calendario eventi