Zaia: "Test sierologico ai turisti? È impossibile"
Von der Leyen: “Next generation Eu è investimento nel bene comune europeo”
Coronavirus, Von der Leyen: “Piano rilancio coraggioso da 750mld”
Salvini: “Serve sforzo economico ulteriore su Cig, o si rischia tensione sociale”
Salvini: “Da Commissione UE mi aspetto fatti non parole”
Salvini: “Stop contributi Italia a Oms se non tutela salute cittadini italiani”

Sequestro di beni per oltre dieci milioni di euro all'armatore Morace

Maxi operazione che ha visto il sequestro di beni mobili ed immobili, terreni, quote azionarie e rapporti finanziari, per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro dalla Dia di Trapani all'ex armatore Vittorio Morace, ex proprietario della compagnia di navigazione "Liberty Lines spa" ed ex presidente della squadra di calcio trapanese. Il provvedimento è stato emesso, su richiesta congiunta del Procuratore della Repubblica di Palermo Francesco Lo Voi e del direttore della Dia, Giuseppe Governale, dal Tribunale di Palermo, sezione misure di prevenzione. Il beni sequestrati sono quasi tutti riconducibili a Morace, si tratta di quote della Liberty per cinque milioni e mezzo di euro, conti correnti per due milioni e 300 mila euro, immobili per due milioni e 400 mila euro. Al figlio di Morace, Ettore, vengono invece sequestrate quote della Liberty lines per 175 mila euro.

Calendario eventi