Francia, le chiese erano già state minacciate da un jihadista

Nel 2015 uno studente algerino di 24 anni era stato arrestato per l'omicidio di una giovane: in casa gli erano stati trovati piani per un attentato contro le chiese di Francia

La Francia ripiomba nell'incubo terrorismo. Se le prime ricostruzioni di polizia dovessero essere confermate, il raid omicida di questa mattina che è costato la vita a un prete e ad un fedele che assisteva alla Santa messa in una chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray, in Normandia, parrebbe proprio l'ennesimo attentato di matrice islamista.

Del resto non sarebbe la prima volta che la Francia cattolica finisce nel mirino dei tagliagole jihadisti che si rifanno allo Stato Islamico. Poco più di un anno fa la polizia francese aveva arrestato Sid Ahmed Jhlam, fondamentalista musulmano che progettava un attentato contro "una o due chiese".

Il ventiquattrenne algerino studente di informatica era in Francia da sei anni ed era già implicato nell'omicidio dell'istruttrice di fitness trentaduenne Aurélie Chatelain, ritrovata morta nella sua autovettura nell'aprile del 2015.

Proprio il ritrovamento del cadavere della donna - crivellato di proiettili e carbonizzato in un principio d'incendio - aveva condotto gli inquirenti ad un'altra macbra scoperta: nell'appartamento dove abitava il giovane, nella banlieue parigina, erano stati scoperti, oltre a diverse armi da guerra, anche alcuni documenti per progettare un attentato proprio contro le chiese.

Sid Ahmed Jhlam, peraltro, in passato si era anche recato in Turchia, forse con il proposito di unirsi alle milizie islamiste siriane insorte contro il presidente Bashar Al Assad.

Attualmente, il giovane si trova in cella d'isolamento nella prigione di Fresnes. Ma la Francia, figlia primogenito della Chiesa, piange i suoi martiri.

Commenti

handy13

Mar, 26/07/2016 - 13:41

...questa europa dura con i rispettosi,..e MOLLE con i già SEGNALATI.!!!!!....basta, al primo gesto vanno presi a casa e portati al loro paese.!!!..

giovanni PERINCIOLO

Mar, 26/07/2016 - 15:00

Pero' le autorità che spesso e a sproposito parlano e denunciano la islamofobia imperante non hanno nulla da dire riguardo alla dilangante e criminale cristianofobia che semina morti in mezzo mondo! Islamofobia e antisemititsmo sono i mali del secolo, se invece trucidano i cristiani al massimo si parla di gesti "sconsiderati"! Qualcuno sa spiegarmi il perché??

antipifferaio

Mar, 26/07/2016 - 15:01

"La Francia ripiomba nell'incubo terrorismo"...Errato!! Il terrorismo non ha mai abbandonato l'Europa e non lo farà finchè non vincerà. Abbandonerà solo se gli sganciamo una moltitudine di confetti a testate multiple nelle zone adatte e poi pulizia con la ramazza...in casa nostra.

marco.olt

Mar, 26/07/2016 - 16:32

Se l'europa non mette in chiaro i principi su cui si fonda e che sono i valori guida Cristiani, mettendo fuorilegge tutto il resto, siamo fottuti. L'ISLAM si muove grazie al buonismo, alle larghe maglie della giustizia e alla ingenuità degli europei, grazie ai soldi che gli diamo per vivere di sussidi, chiudere i rubinetti del denaro e fargli capire che l'islam non sta di casa in Europa ne mai lo sarà equivale a dirgli di adattarsi o andarsene.

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Mar, 26/07/2016 - 19:26

DEPORTARLI,liberare la Francia di questi soggetti