I servizi segreti dopo Dacca cercano 007 nelle università

Non solo soldati, ora i nostri servizi segreti cercano agenti tra la società civile. Lo screening soprattutto alla Sapienza e alla Bocconi

Non solo i soldati possono dientare 007. Ora i servizi segreti cercano agenti anche nella società civile. Le competenze sono quelle che servono, soprattutto dopo gli ultimi attentati terroristici di Dacca e le altre sfide islamiste che si propongono.

La ricerca dei servizi segreti

Il comparto della sicurezza italiana, scrive il Resto del Carlino, ha capito che per far fronte alle nuove minacce è necessario investire. Ma poiché i fondi sono pochi (gli Usa investono 80 volte tanto il budget dell'Italia), è necessario puntare sulla qualità degli agenti. E così ora i nostri servizi guardano non solo a soldati e forze dell'ordine, ma anche alla società civile e, soprattutto, alle univesrità.

Nel 2009, racconta ancora il Carlino, fu fatta una convenzione con 29 atenei italiani: le Università segnalano giovani "capaci e vocati" i quali potrebbero finire a fare gli analisti per conto dei servizi segreti, oppure ottnere anche ruoli operativi. Come già successo in Afghanistan.

In particolare, i servizi segreti cercano economisti, analisti finanziari, esperti di energia e di informatica. Non solo la cybersecurity, ma anche linguisti capaci di parlare fluentemente l'arabo classico, il cinese e i tanti dialetti arabi, poi ancora il russo, il turco, urdu, dari e pashtun.

Tanto è l'interesse dei servizi alle Università che alla Sapienza e alla Bocconi sono stati anche organizzati corsi specifici durante gli anni accademici. Uno screening severo cui però hanno partecipato in tanti. Dal 2009, gli assunti nei servizi dopo questi screening sono circa 30 l'anno, anche se negli ultimi tempi il numero potrebbe essere cresciuto a 50 l'anno.

Commenti

Raoul Pontalti

Lun, 04/07/2016 - 11:22

Ma a cosa serve l'arabo classico agli spioni? L'arabo classico lo usano solo i professori dell'università al Azhar del Cairo e pochi altri studiosi del Corano (scritto in arabo classico, come peraltro tutta la grande e sterminata letteratura araba anche scientifica e filosofica fino all'età moderna).Servono piuttosto oltre che parlanti gli idiomi dei paesi e delle regioni da spiare, anche persone che conoscano la storia, gli usi e i costumi, la mentalità delle genti di quei luoghi e naturalmente la geografia (politica, etnica, economica, religiosa). In loco l'economista, l'informatico, etc. non servono a un fico secco se non sanno destreggiarsi e per contro il loro lavoro possono benissimo svolgerlo in ufficio o a casa.

Libertà75

Lun, 04/07/2016 - 12:22

@Pontalti, pur disquisendo correttamente (ma direi quasi inutilmente) sull'arabo classico (anche se l'articolo cita altri idiomi opportuni), tuttavia vorrei farle notare il solito scivolone. Quando si parla di informatici, si intende gente capace di organizzare una rete, trasferire dati criptati, decodificare, hackerare, backuppare server in poco tempo, ecc... Quando si parla di economisti, non si intende gente capace di fare analisi macroeconomiche, ma in grado di comprendere i comportamente microeconomici e gli umori locali (analisi sociologica di tipo induttivo, mentre dalla sua poltrona lei fa quella deduttiva)... Le consiglierei di frequentare l'università di Trento, può farlo gratuitamente se non ha intenzione di dare esami. Saluti

cgf

Lun, 04/07/2016 - 13:14

Non è tanto per lo stipendio che potrei prendere tante volte in + in qualunque posto se avessi i requisiti richiesti, ma è andare a far ammazzare per una sgregna qualsiasi o sedicenti 'ricercatori'? NO GRAZIE

cgf

Lun, 04/07/2016 - 13:16

"Non solo la cybersecurity, ma anche linguisti capaci di parlare fluentemente l'arabo classico, il cinese e i tanti dialetti arabi, poi ancora il russo, il turco, urdu, dari e pashtun." alla buon'ora! negli USA lo hanno capito subito dopo l'11 settembre (di quindici anni fa)

Una-mattina-mi-...

Lun, 04/07/2016 - 14:01

Spreco di tempo e soldi: la prevenzione si fa a monte, quando il fiume è uno solo, a valle ci sono troppi rigagnoli incontrollabili e incontrollati

cgf

Lun, 04/07/2016 - 15:38

Per la PATRIA si potrebbe anche fare e pure gratis, ma poi ti capita una giulaiana qualsiasi e... povero nicola, addirittura dal fuoco 'amico'.