Intellettuali fanno i "prof" di morale: "Le politiche di Salvini inaccettabili"

L'appello di insegnanti, docenti universitari, scrittori, artisti, attori, registi, economisti, membri della società civile a Mattarella contro Salvini e Di Maio

Si muovono gli intellettuali, categoria quanto mai aleatoria dove chiunque, volendo, vi si potrebbe auto-inserire. Le truppe cammellate di "insegnanti, docenti universitari, scrittori, artisti, attori, registi, economisti, membri della società civile", ovviamente, ce l'hanno con Matteo Salvini (e Di Maio, per non lasciare indietro nessuno). L'accusa, ormai noiosa e un po' ripetitiva, riguarda le famose politiche migratorie del duo giallo-verde. Non l'hanno proprio digerita, la chiusura dei porti. E così hanno deciso di scrivere una letterina a Sergio Mattarella, chiedendogli di rispedire al mittente tutti i porovvedimenti incostituzionali che l'esecutivo emanerà.

Nulla che il Capo dello Stato non sappia già di poter fare. Il fatto è che gli oltre 200 professori e docenti firmatari dell'appello (rilanciato - guarda caso - da Repubblica) vorrebbero che Mattarella fermasse tutti i provvedimenti ispirati a "discriminazione etnico-razzista o lesivo del diritto d’asilo". La domanda sorge spontanea: quali sono le misure razziste? Chi sarà a definire la linea, sottile, tra xenofobia e lecita richiesta di regolamentazione delle migrazioni? Chissà. Di certo c'è la sentenza, inappellabile, del gruppo di intellettuali contro la chiusura dei porti imposta da Salvini: "Denunciamo come anticostituzionale - si legge nell'appello - moralmente inaccettabile e contraria ai più elementari diritti umani la politica sull’immigrazione del governo Salvini-Di Maio".

Posto che ognuno pensa e dice ciò che vuole, ma è davvero "moralmente inaccettabile" impedire che trafficanti di esseri umani facciano affari milionari, evitare che organizzazioni private dettino la linea della politica migratoria di uno Stato o spingere l'intera Ue a farsi carico degli immigrati dopo anni di scaricabarile sul Belpaese? Per i "professori" sì. Non solo. Affermano che i "flussi migratori sono naturali ed essenziali per le civiltà umane" (dimenticando che anche la sinistra, ai tempi dell'immigrazione albanese, mise in campo un vero e proprio blocco navale). E assicurano che "nel futuro non assisteremo senza opporci con tutti i possibili mezzi legali al respingimento di navi umanitarie, alla minaccia di 'censimenti' di tipo etnico-razzista o ad altri fatti di questa gravità". Senza dimenticare - per carità - la denuncia contro l'"ugualmente pericoloso, incostituzionale e inaccettabile" asse "politico europeo di orientamento razzista e nazionalista cui questo governo guarda ideologicamente". Il riferimento è ai Paesi di Visegrad, Orban, Kurtz, Marine Le Pen e via dicendo. Sarà forse meglio mantenere accordi con Macron che non apre le porte a Ventimiglia e la Spagna che spara ai migranti a Ceuta?

Gli intellettuali nel loro appello chiedono "il rispetto della diversità culturale, del diritto d’asilo e del diritto all’integrazione, principi duramente conquistati dall’Europa con la sconfitta del nazifascismo". La definiscono "l’unica strada che è necessario regolare e percorrere, naturalmente a livello europeo". Amen.

Commenti

19gig50

Gio, 28/06/2018 - 12:50

In Italia gli intellettuali hanno sempre fatto casino in quanto altro non sono che dellegranditestedicazzo!!!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 28/06/2018 - 12:58

Buffoni, traditori e venduti , i 200 della vergogna !

il corsaro nero

Gio, 28/06/2018 - 13:01

Non ho capito perchè questi geni(si fa per dire) non hanno criticato mai la stessa politica attuata da Francia, Spagna e Germania!

jaguar

Gio, 28/06/2018 - 13:04

C'è un problema, questa lista di moralisti rappresenta una esigua minoranza del popolo italiano, quindi con poca voce in capitolo, lasciamoli sbraitare.

Silvio B Parodi

Gio, 28/06/2018 - 13:07

piu sono intellettuali??? piu sono cxxxxxi!!! io li chiamo **Intellettualoidi** campano sparando cxxxxxe, e il popolo bue (pd) li segue e li paga anche ahahahahahahahahaha

agosvac

Gio, 28/06/2018 - 13:14

Intanto è una balordaggine che basta essere un docente universitario per considerarsi un intellettuale! Ce ne sono tanti che, a parte ciò che insegnano, sono dei veri ignoranti. E poi dire che le migrazioni contribuiscono allo sviluppo della civiltà poteva essere vero nei primordi dell' Umanità. In quei periodi ormai lontanissimi quando una popolazione raggiungeva un punto di sviluppo che il territorio occupato non bastava più alle loro esigenze, una parte di essa migrava vero altri territori portando con sé le conoscenze acquisite. C'era tantissimo spazio disponibile! man mano che il territorio diminuiva le migrazioni ,pur continuando, divennero guerre di conquista e non più migrazioni pacifiche. Oggi il mondo è più che popolato, anzi in molte zone, come l'Europa, è sovrappopolato. Pertanto le migrazioni sono vere e proprie invasioni che non portano ad altro che alla distruzione delle civiltà precedenti.

congonatty

Gio, 28/06/2018 - 13:20

Silvio Parodi. Invece fare una piccola riflessione, concedendo magari che le persone con piu' cultura ed educazione di lei abbiano almeno un po di ragione. L'ignoranza e' facile da gestire.

antoniopochesci

Gio, 28/06/2018 - 13:30

Manca qualcuno all'appello? Sì...il Popolo Italiano. E poi politologi, opinion makers, tuttologi o meglio nientologi continuano a spremersi le meningi e a rompere i nostri zebedei sul perchè Salvini miete voti e gli piace.. vincere facile

Fox67

Gio, 28/06/2018 - 13:36

Gente venduta,traditori,antitaliani,un consiglio perché non vi trasferite in Africa,cosi vi integrate bene voi intellettuali,magari con un leone nelle vicinanze

Ritratto di savio67

savio67

Gio, 28/06/2018 - 13:43

Chi fermerà invece questi intellettuali - professori di varia specie che durante l'insegnamento e contro la legge divulgano la loro fede politica esentandosi dal commentare i fatti come sono accaduti e non solo dalla parte della sinistra..vergognatevi...manca solo che qualche genio della sinistra affermi che alle prossime elezioni (tra tanto, tanto tempo) verrà concesso di votare solo alle persone di una certa cultura e titolo di studio poiché gli altri non sanno quello che fanno ...andate a cacare

giagir36

Gio, 28/06/2018 - 13:48

Bisognerebbe inserire nella denuncia dei redditi un quadretto da sbarrare e accanto mettere la scritta: “Sono d’accordo per l’accoglimento dei migranti e sono disposto a pagare un’addizionale del 10% quale contributo per il loro mantenimento”

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 28/06/2018 - 13:48

gli "intellettuali" di sinistra sono un cocktail di ignoranza , tanta stupidita' e molta ipocrisia. Non chiamateli intellettuali e' un offesa a chi ha veramente il cervello fino.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Gio, 28/06/2018 - 13:52

Intellettuali ? Non possono definirsi tali coloro che sono stati e continuano ad essere organici alla sinistra disastrosa che ha impoverito 5 milioni di italiani, quella che si è suicidata da sola per troppa caciara, alla quale hanno partecipato pure loro, berciando con sussiego in tutte le TV okkupate dalla loro casta. Sarà meglio che comincino a definirsi degli Asinuali, visto che la maggioranza degli italiani stremati non è d'accordo, avendo bocciato le LORO idee e i loro VALORI in cabina elettorale. Questa è la democrazia BELLEZZE, fatela finita e mettetevi a cuccia.

Ritratto di Zaakli

Zaakli

Gio, 28/06/2018 - 13:52

Non trattandosi di politiche di "Salvini" ma di politiche che il popolo Italiano, forse di nuovo e finalmente Sovrano, vuole, evidentemente, chi non è contento di stare con una maggioranza di persone di siffatta specie può benissimo cambiare paese, continente e magari, visto che è così intelligente, anche pianeta!!! Vivremo lo stesso, anzi, magari è la troppa intellettualagine che ci ha impedito di realizzare le cose "semplici " che volevamo: una famiglia, un lavoro, poter stare tranquilli a casa nostra e quant'altro. Andate serenamente....

Ritratto di Fulcanelli1839

Fulcanelli1839

Gio, 28/06/2018 - 13:57

Questo piccolo gruppo di "intellettuali" vorrebbe interferire sulle scelte di un governo eletto democraticamente, e poi fanno la morale...

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 28/06/2018 - 13:58

19gig50 - 12:50 Aggiungerei che costoro amano giocare con il c@@@tto altrui: il loro lo tengono rigorosamente al riparo. Il P.d.R., oltretutto, ai sensi dell'art. 90 non può intervenire sulla politica governativa. Questi signori con la puzzetta sotto il naso, se ritengono che sussistano violazioni legislative possono fare una bella denuncia circostanziata e vedere come andrà a finire.

Ritratto di luca_di_sanremo

luca_di_sanremo

Gio, 28/06/2018 - 13:59

@"il corsaro nero" delle 13.01: la risposta è semplice, si chiama "intelligenza col nemico" (cioè proprio Francia, Spagna e Germania).

ilpassatore

Gio, 28/06/2018 - 14:08

intellettualita' sinonimo di inutilita'.

ilpassatore

Gio, 28/06/2018 - 14:11

Non vogliono capire o non ci arrivano - se gli scurotti prendono il sopravvento ci fanno a pezzi.

24agosto

Gio, 28/06/2018 - 14:21

Dimenticare di chiosare che gli "intellettuali" e affini attuali sono emerite teste vuote, ignoranti e anche arroganti in quanto hanno le chiappe con su, in una impressa la P e sull'altra la D. Ora hanno il terrore di dover rientrare nelle stalle che loro competano.

adal46

Gio, 28/06/2018 - 14:34

Intellettuali e insegnanti che di fronte all'evidenza di una tratta schiavista procedono col prosciutto sugli occhi la dice lunga sulla loro onestà intelletuale (o presenza dell'intelletto); si palesa la necessità che cambino settore di appartenenza....

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Gio, 28/06/2018 - 14:38

la nausea per il pd e per la sinistra aumenta sempre di più.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 28/06/2018 - 14:43

pensano di essere qualcuno e di rappresentare qualcosa. viceversa, rappresentano solo il vuoto cosmico che hanno all'interno della scatola cranica

acam

Gio, 28/06/2018 - 14:49

Gli intellettuali dovrebbero usare l'intelletto secondo la logica delle possibilità d'accoglienza o investire i loro soldi in opere adatte ed insegnare ai migranti i nostri pricipi di civiltà se non ci riescono dovrebbero andarsene dal paese.

Ritratto di Evam

Evam

Gio, 28/06/2018 - 14:55

Perché, le loro invece sarebbero accettabili? Ma da dove traggono le loro convinzioni, forse dal libro delle favole?

Reip

Gio, 28/06/2018 - 14:56

GRANDE SALVINI NON MOLLARE! SEI L’UNICO CHE PUO’ SALVARE L’ITALIA E GLI ITALIANI DALL’INVASIONE DI MILIONI DI FINTI PROFUGHI CLANDESTINI VOLUTA DALLA SINISTRA DALLE MAFIE E DALL’EUROPA.

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 28/06/2018 - 15:00

chiudiamo le frontiere.....lasciandole aperte solamente per chi se ne vuole andare dall'Italia, senza ritorno.

Tip74Tap

Gio, 28/06/2018 - 15:01

Controllare subito la loro carriera e il concorso con il quale hanno ottenuto il posto.

Giorgio Colomba

Gio, 28/06/2018 - 15:03

Quando arrivano i moralisti, la moralità fugge.

Ritratto di Mariopp

Mariopp

Gio, 28/06/2018 - 15:06

La cosa interessante è che il termine "intellettuale" è stato usato dal Giornale nel titolo e nell'articolo, ma i firmatari della lettera non hanno usato questo termine. Si definiscono "insegnanti, docenti universitari, scrittori, artisti, attori, registi, economisti, membri della società civile". Frasi tipo "Si muovono gli intellettuali, categoria quanto mai aleatoria dove chiunque, volendo, vi si potrebbe auto-inserire.", visto che in questo caso nessuno si definisce tale.

Italiano_medio

Gio, 28/06/2018 - 15:11

Vuol dire SOLO che si va nella giusta direzione.

Libertà75

Gio, 28/06/2018 - 15:11

ma il diritto d'asilo non è in discussione, ora la domanda nasce spontanea: "come fa uno a definirsi intellettuale se non ha conoscenza dei termini che usa?"... comunque fanno bene, aiutano il PD a perdere altri voti

Ritratto di elkld

elkld

Gio, 28/06/2018 - 15:15

- - e bla bla bla- - tutte chiacchiere- - basta raga- - il popolo ha eletto Salvini- - punto e basta- - SWAG

Rocco2009

Gio, 28/06/2018 - 15:40

DA UN MESSAGGIO SCRITTO ALLA CEI : In un momento così serio e anche insicuro per la nostra storia, anche i cattolici non praticanti sono presenti e non latitanti, solo che - chi macella, fa a pezzi e butta nell’immondizia una nostra ragazza, - chi si permette di violentare le turiste sulle spiagge di Rimini, - chi tenta di violentare la signora che cristianamente l’aveva anche ospitato nella sua casa - chi malmena anche i nostri Carabinieri, - chi si permette di aggredire perfino i preti nella mia provincia, li porterei tutti in Campo dei Fiori per far compagnia a Giordano Bruno, del resto la Chiesa non è stata da meno, con i tanti roghi della SANTA inquisizione………… MA IN QUALE MONDO VIVONO QUELLI CHE AFFERMANO DI FAR FUNZIONARE IL LORO INTELLETO

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Gio, 28/06/2018 - 16:23

Anche Onefirsttwo è un intellettuale : ma non è cammellato perché ragiona(si ragiona con le meningi) e risolve(si risolve con la logica) al contrario dei cammellati . In Italia ci saranno 3 o 4 intellettuali non cammellati . Anche Onefirsttwo vede il pericolo , però a differenza dei cammellati ha la soluzione e non prende in giro il popolo . Il piano 48-ore di Onefirsttwo è la soluzione . Onefirsttwo ama il popolo e vuole tutti felici e contenti . Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Gio, 28/06/2018 - 16:50

Questi intellettuali dovrebbero essere disconosciuti formalmente come tali. Essendo che hanno agito uniti, come in una sola mente. nell'elaborare un tal documento palesemente intriso di rappresentazioni sconnesse e confusioni di merito, mi verrebbe di valutarli come gravemente insufficienti. Già la tendenza a dare delle rappresentazioni corali mi sa tanto di pecorume, se poi, tali rappresentazioni, seppure corali, ovvero con ampio contributo d'insieme, sono corposamente miserrime nel risultato(stereotipi, nient'altro che stereotipi,)mi sa tanto che la definizione di intellettuali sia non poco posticcia. Ebbene si! Si potrebbe dire che sono intellettuali "posticci".

Maver

Gio, 28/06/2018 - 17:01

Non è così semplice. Lo sappiamo tutti a chi è in mano la cultura di questo paese. Non fosse stato per la rete il resto dei media era ed è tuttora per la maggior parte, compatto contro Salvini il che non deve certo costituire un pretesto per sdoganare la lagnanza persecutoria (male endemico di questo paese). Tuttavia è bene che questo esecutivo non s'illuda di costruire il proprio futuro semplicemente sulla governance, perché passata l'emergenza immigratoria (posto che ciò avvenga) se non sarà capace di dar vita ad una nuova stagione culturale (con un nuovo linguaggio, parole altre), non reggerà al revanscismo sinistrorso tutto incentrato sulla richiesta mai sazia di diritti (individuali e per le minoranze in genere) in ciò supportato dagl'interessi della finanza globalizzata. La partite è tutto fuorché conclusa.

dalla spagna

Gio, 28/06/2018 - 17:40

Questo è il loro vero sentire democratico: 200 valgono più di 60.000.000 milioni. Quello che a loro importa ed essere un seletto club di "principi" che illuminano le tenebre della plebe, primo fra tutti re Giorgio.

dalla spagna

Gio, 28/06/2018 - 17:41

Questo è il loro vero sentire democratico: 200 valgono più di 60 milioni. Quello che a loro importa ed essere un seletto club di "principi" che illuminano le tenebre della plebe, primo fra tutti re Giorgio.

paco51

Gio, 28/06/2018 - 17:59

a breve il giusto rapporto intellettuali-Fascismo! sarà un remake; da assistere in prima fila.

Divoll

Gio, 28/06/2018 - 18:03

Come mai tutti questi saputoni non dicono lo stesso a Micron, alla Merkel e a tutti gli altri che, in questi giorni, hanno detto NO alle navi ONG? Ignoriamoli, non meritano altro.

baio57

Gio, 28/06/2018 - 18:09

"Conosco molti furfanti che non fanno i moralisti,ma non conosco nessun moralista che non sia un furfante " (I.Montanelli)

Ritratto di perSilvio46

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 28/06/2018 - 18:17

Intellettuali? Ma non facciamo ridere sono solo delle cheerleaders che hanno sempre ballato e ballano per i sinistri per quattro monete. Gentaglia miserabile e squallida come sempre. Non si prendono in considerazione cialtroni simili.

Maver

Gio, 28/06/2018 - 18:21

La battaglia culturale dovrebbe iniziare denunciando e respingendo la distorta interpretazione che il progressismo dà del voto popolare al Governo 5 Stelle - Lega. Non per paura, ma per senso della continuità con la storia di questo paese (anche solo implicitamente avvertita). Il Progressismo trasversale alla Sinistra e a una parte non marginale del Liberalismo (in adorazione della finanza globalizzata), concepisce il futuro come impegno a far tabula rasa del passato. La Sinistra in particolare ha una profondità storica che non retrocede oltre la Resistenza (arrestandosi ad essa) e non si avvede come ha chiarito Marcello Veneziani nell'introduzione a "Contro i barbari", che: "Noi civiltà siamo mortali" parafrasando Paul Valery. Senza la percezione di questo rischio, senza legame con il passato, questa smania di gettarsi ciecamente nel futuro è come lanciarsi in volo senza paracadute.

marcodifabbrica

Gio, 28/06/2018 - 18:44

200 puzzoni, piu macron 201, più la moglie 203 (vale doppio perchè attempata), più sanchez 204, più la merkel 207 (vale triplo perchè è culona e attempata)... e se prima eravamo in 200 a rompe il caxxo agliii italianiiii adesso siamo in 207 a rompe il caxxo agliii Italianiiiii!

Fearlessjohn

Gio, 28/06/2018 - 18:45

Quando all'Uomo è stato distribuito il cervello, questi devono essere arrivati in ritardo. Quasi un mese è passato, ma non si sono ancora resi conto di aver perso le elezioni. E di averle perse proprio perché il Popolo italiano si è rotto della loro imbecillità politica in Europa, e della loro tracotanza e supponenza, ma soprattutto perché hanno quasi rovinato il Paese facendolo invadere illegalmente da miriadi di immigrati clandestini. Non depone a favore della loro intelligenza il tentativo di modificare il programma di questo governo. Anche perché fin che il governo si atterrà al sentimento del Popolo (anche apparentemente di parte del popolo della sinistra) questo governo avrà percentuali bulgare di gradimento. Questi cialtroni imparino le regole della democrazia invece di berciare come delle papere.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 28/06/2018 - 18:48

Caro Salvini non ti curar di loro ... Questi sudicioni ottusi, ladri, ignoranti e prepotenti sono gli autentici fascisti

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 28/06/2018 - 18:48

Sì ma aldilà di concetti avulsi dalla realtà non vanno

steacanessa

Gio, 28/06/2018 - 19:08

Branco di fancazzisti, che vadan a da dû cü.

MOSTARDELLIS

Gio, 28/06/2018 - 19:17

Perché questi fetenti (solo così possono essere definiti) non si chiedono che cosa pensa il 99% degli italiani su questa faccenda? Ma sicuramente lo sanno benissimo. Questa è gentaglia con il DNA anti-italiano. E' la nuova razza a pensiero unico (becero). Sono gli intellettuali del cavolo, che di intellettuale non sanno nemmeno il significato, ma si atteggiano a tali, pur essendo semplicemente dei poveracci ignoranti, che ignorano completamente la realtà del popolo italiano.

steacanessa

Gio, 28/06/2018 - 19:26

Zucche vuote pance piene. Attenti al lupo, molti trinariciuti dell’obbedienza cieca, pronta e assoluta sono defunti o rinsaviti, adesso anche i vostri posaculi dorati sono a rischio.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 28/06/2018 - 19:35

200 imbecilli che hanno usato la carta igienica Repubblica...

MaxZiewsky

Gio, 28/06/2018 - 19:37

I clown si danno da fare

Anonimo (non verificato)

caren

Gio, 28/06/2018 - 19:53

La parte di umanità a cui appartengono questi sedicenti progressisti e buonisti da mercato rionale, è stata colpita dal batterio mangiacervello, che non lascia scampo.

Cosean

Gio, 28/06/2018 - 20:21

Morale è solo un termine per indicare il comportamento dell'essere umano rispetto al bene ed il male. Che lo vogliate o no, abbiamo tutti una morale. E' quello che maggiormente ci differenzia dagli animali! Ed è anche il termine più innocuo che ci sia.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 28/06/2018 - 20:23

QUESTE GRANDISSIME TESTE DI CxxxO SCORDANO CHE SALVINI E` STATO MESSO LI` DALLA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI, CHE LA PENSANO ALL'OPPOSTO DI LORO!! Se ne facciano una ragione e facciano un' "opposizione responsabile" oppure VADANO A FARE I FUORIUSCITI ALL'ESTERO. Se restano qua e continuano a sparar cagate, prima o poi (piu` prima che poi) qualcuno SI STANCA DAVVERO E FINISCE MALE. Ma e` possibile che, i "comunisti", che hanno fatto della "Storia" la loro religione, NON SI RENDANO CONTO DI QUANTO LE LORO AZIONI ABBIANO CREATO UNA SITUAZIONE STORICA SIMILE AL PRIMO DOPOGUERRA? E che stanno continuando in un'azione tipo "esercito delle 12 scimmie"?

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 28/06/2018 - 20:33

Ma dai, alla fine, va benissimo. Sono quattro gatti spelacchiati che fanno un grandissimo rumore, e di conseguenza aizzano la gente proprio contro le idee che propugnano. Quando saremo stanchi dei loro berci scomposti, bastera` una bella secchiata d'acqua fredda a zittirli.

killkoms

Gio, 28/06/2018 - 22:06

il mantra degli ottimati ipocriti!

pastello

Gio, 28/06/2018 - 22:20

Anni fa chiesi al mio collega Franco, uomo di buone e infinite letture, di definirmi il termine intellettuale. La sua intelligente risposta è tuttora valida anzi, validissima. A domani

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 28/06/2018 - 22:41

Tutti questi parrucconi komunisti, che si ritengono intellettuali, mentre sono soltanto dei volgari somari ciarlatani, come al solito sono contro la democrazia, vogliono comandare senza essere eletti, come sempre. Dicano la loro durante le elezioni e si facciano votare. Dopo che hanno preso una cantonata, perchè la gente rinnega gentaglia del genere, soprattutto radical chic (portafoglio gonfio e gli altri nella m., giusto perchè samo tutti uguali per loro), potranno dire la loro. Ora meglio stiano muti, continuano a calare i loro consensi. E pensano d iessere intelligenti.

Ritratto di euklid

euklid

Gio, 28/06/2018 - 22:52

Ci sono anche professori universitari?! Non vorrei che sono come quelli che conosco io, con curriculum chilometrici costruiti con la politica.

Ritratto di euklid

euklid

Gio, 28/06/2018 - 22:58

Questi sbraitano solo perché il vento sta per cambiare ed hanno paura di perdere le loro rendite di posizione e che possa arrivare il momento in cui debbano dimostrare il loro effettivo valore. Insomma, sbraitano perchè si sono accorti che la pacchia sta per finire pure per loro. Viva la Lega, forza Salvini! ...e da buon napoletano: Forza Napoli sempre!!!

Royfree

Gio, 28/06/2018 - 23:01

I pezzenti che in vita loro non hanno prodotto un solo centesimo parlano ancora. Sono degli idioti alla stregua dei sindacalisti, parlano parlano e non producono niente.

Ritratto di euklid

euklid

Gio, 28/06/2018 - 23:14

Però, pensandoci bene, non è poi del tutto negativo che ci siano soggetti come costoro a propugnare stoltaggini già ampiamente bocciate dagli italiani. Più continuano così e più voti perdono i partiti che li rappresentano. D'altronde, la loro incapacità di analisi ha condotto la sinistra fino a qui, perseverando la porterà all'estinzione. "Dio mio, se proprio devo avere dei nemici nella vita, conservami in buona salute questi che ho adesso che sono tanto stolti" (antica preghiera dei Testimoni di Geova) .

Teobaldo

Gio, 28/06/2018 - 23:24

ho controllato l'elenco per vedere se conoscevo qualcuno; l'unico nome di cui so qualcosa è Luigi Vavalà che è un insegnante che ha avuto in tempi recenti l'onore di essere pubblicato per ben due volte da U. Galimberti (bono quello!) nella sua rubrica su Repubblica. Pubblicato sì ma per essere poi definito un gran bischero dal professorone in questione; ed eccolo qua il Vavalà...e ti pareva che potesse mancare?

Drprocton

Gio, 28/06/2018 - 23:24

APPELLO a tutti gli intellettuali sinistroidi italiani. È inutile che rosicate e abbaiate. Il vento è cambiato e fatevene una ragione. Chi non accetta il voto popolare può sempre cambiare aria. Meno intellettuali in giro meno problemi per l'Italia. Più abbaiate e più la gente s'incazza e più gli animi si esasperano. Per i prossimi dieci anni se sarete bravi farete opposizione abbaiando. Mi auguro che invece siano venti. Bau bau bau

yorick

Ven, 29/06/2018 - 02:42

Ogni Paese,Italia compresa,ha bisogno di una classe intellettuale, fatta di personaggi di alto sentire,che elabori il pensiero che interpreta e costituisce la comunità nazionale.Poi ci sono gli azzeccagarbugli che si ammanicano a questo o quel padrone e strillando alla luna,cercano di raspare anche solo un poco di notorietà.Uno degli sport più in voga è la stesura di un Manifesto e la raccolta delle firme;firmaioli di professione.Mussolini,che se ne intendeva,aveva costituito l'Ordine dei Giornalisti,per tenerseli buoni,con buoni stipendi e posto sicuro.Per svuotare questi simpaticoni basta lasciarli ragliare senza parlarne,tanto nessuno ormai li caga più!

Antonio Chichierchia

Ven, 29/06/2018 - 03:19

Come direbbe Bennato " Dotti medici e sapienti al capezzale di un malato terminale.." c'è solo una persona di basso ceto il quale dice " a mio avviso l'unica speranza per questo malato è di scappare da voi !!!" E poi a dar retta a loro i flussi migratori ... guardassero i Romani per mille anni hanno cacciato i barbari al di la dei loro confini senza neanche chiudere i porti, ma con un piccolo strumento:il Gladio

pier1960

Ven, 29/06/2018 - 06:12

chi critica il blocco all'invasione appatiene a una di qeste catgorie: -si è ingrassato a spese degli italiani e non ha problemi di come far quadrare il magro bilancio familiare -è fuori dalla realtà, privo di buon senso e ancora preda delle fandonie che la cricca catto comunista ci ha propinato

pier1960

Ven, 29/06/2018 - 06:14

congonatty un nome una provenienza....magari qualche tornaconto lo hai dall'invasione indiscriminata

pier1960

Ven, 29/06/2018 - 06:17

i più elementari principi (buonsenso, senso della realtà, concretezza) impongono a chi governa un popolo con oltre 5 milioni di poveri di impedire che l'invasione incontrollata e indiscriminata di milioni di persone faccia collassare questa povera italia

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Ven, 29/06/2018 - 07:32

Questi non sono dei semplici membri. Questi sono dei grandissimi membri...della società"civile".

mifra77

Ven, 29/06/2018 - 08:02

Gli intellettuali? Stanno perdendo i privilegi e quindi "le staffe" .Si agitano ma non vogliono accettare che il settanta percento degli elettori italiani sono favorevoli agli eventi politici che i partiti di governo stanno intraprendendo. Certo che se scendessero un po' per strada a guardare con occhi non da privilegiati, o da baronetti, la vita reale di un paese, capirebbero che certe forme di distacco, non sono più accettabili. Di finti intellettuali e baronetti universitari oltre che di professorini schizzati che usano la cattedra per nascondersi e fare i loro comodi,non se ne può più.

Papilla47

Ven, 29/06/2018 - 08:40

La carica dei 200. In realtà non sono solo prof.scrittori, artisti ecc. ma anche titolari di qualche privilegio elargito dall'estinto PD. Se qualcuno va a scavare li troverà titolari di qualche scranno.

routier

Ven, 29/06/2018 - 09:01

I sedicenti "intellettuali" sinistroidi con il loro patetico politicamente corretto, mi fanno tenerezza. L'essere intellettuale è una nobile condizione dell'individuo non un titolo accademico. Poi bisogna dimostrarlo con i fatti non con le chiacchiere da talk show, altrimenti si passa per dei volgari e supponenti barbassori.

tonipier

Ven, 29/06/2018 - 09:35

" I PIU' GRANDI ANALFABETI, NELLA LORO VITA CONOSCIUTI DAL SOTTOSCRITTO CHE SI RITENGONO "LORO" SAPIENTONI? NON CONOSCO NEMMENO LA LORO STRADA PER RIENTRARE NELLE LORO ABITAZIONE"?" Hanno vissuto sotto questa forma per una intera vita, sarebbe ora di andare in pensione è godersela.. a spese dei contribuenti Italiani....La pacchia sta finendo?.

Ritratto di Mike0

Mike0

Ven, 29/06/2018 - 09:41

La scuola forma solo su idee di sinistra e sull'odio mentre se ne frega di chi ha dato la sua vita in passato per difendere le nostre frontiere e per permetterci le libertà di cui godiamo ora, ma che sicuramente non si saprà conservare. Questa cieca dottrina sinistrata ha installato il paraocchi per non vedere le disumanità che lascia nel cammino, come i 32k morti in mare, violenze, stupri e rapine perpetrate in Italia, terrorismo importato in tutta Europa (dopo qualche anno di permanenza e organizzazione) e italiani ridotti a mendicare cibo o a suicidarsi. Parlano di nazifascismo guardandone i nefasti effetti senza studiare ed informarsi sulle origini e sulle cause; sono esattamente queste politiche di sinistra, senza regole, senza legalità, con grandi differenze sociali e disuguaglianze di trattamento che hanno scatenato il razzismo e lo spostarsi vero estremismi pericolosi; questo nelle scuole andrebbe studiato, se si vuole imparare dalla storia!