"Non voteremo il Salva Raggi". Resa dei conti nel governo Lega-M5S

Domani il Cdm sul Salva Roma. È la resa dei conti. La Lega non vuole firmare il decreto. L'attacco dei 5S: "Gaffe di Salvini"

Il Salva Roma continua a dividere il governo. Da una parte i leghisti, dall'altra i grillini. Dopo l'inchiesta su Armando Siri e l'affaire Ama per la Raggi, con le relative richieste di dimissioni da parte dei colleghi di governo, ora la sfida Lega-M5S si gioca sulla norma in favore della capitale d'Italia.

Domani il consiglio dei ministri si riunirà e Conte, Salvini e Di Maio sono alla ricerca di una via d'uscita proprio sul Salva Roma. La disposizione, inserita nel dl Crescita, prevede la chiusura dal 2021 della gestione commissariale del maxi debito pregresso da 12 miliardi della Capitale. Il Movimento preme per manterla nel testo, la Lega invece vorrebbe stralciarla. Alla fine una soluzione potrebbe arrivare con l'allargamento 'dell'ombrello di salvataggio' anche agli altri Comuni a rischio dissesto. Insomma: non solo la Roma grillina. Il Carroccio vorreppe ma permettere a tutti i grandi comuni di rinegoziare i tassi di interesse sui vecchi mutui.

La tensione però è tanta. Oggi da Pinzolo Salvini è tornato all'attacco della Raggi: "A Roma mi sembra che ci sia un sindaco che non ha il controllo della città, dei conti, della pulizia, delle strade, delle case. Regali non ne facciamo". Fonti leghiste in serata fanno sapere che il Carroccio non ha intenzione di votare "norme che creano disparità". "Nessuna norma salva Raggi - sussurrano - Non esistono comuni di serie A e serie B. O si aiutano tutti i comuni e i sindaci in difficoltà o nessuno.Bene il decreto crescita con le misure per i risparmiatori truffati, per abbassare le tasse alle imprese, riduzione della burocrazia per gli enti territoriali".

All'indiscrezione trapelata da fonti leghiste rispondono subito quelle grilline. Che si scagliano contro il ministro dell'Interno: "Siamo di nuovo costretti a puntualizzare, perché la Lega con Matteo Salvini è inciampata in una grandissima gaffe senza saperlo - dicono - Il provvedimento di cui parlano, che loro chiamano salva-Roma, poi salva-Raggi quando capiscono che il primo epiteto non paga in termini elettorali, è totalmente a costo zero. Non andiamo oltre, ci fermiamo qui, sarebbe paradossale spiegare qualcosa che capirebbe anche un bambino". E ancora: "Forse non ha capito di cosa si tratta, visto che parliamo della chiusura di un commissariamento a costo zero che permetterà ai romani di non pagare più gli interessi su un debito vecchio di 20 anni che creò proprio il centrodestra con Berlusconi al governo. Piuttosto la Lega pensi a Siri e alle indagini sui fondi che riguardano anche il loro tesoriere, invece di fare di tutto per nasconderlo".

Commenti
Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 22/04/2019 - 23:23

A leggere i vostri giornali, questo governo sarebbe già arrivato al capolinea almeno 2.500 volte. Ma è ancora lì. Salvini sta cercando di arrivare alle elezioni europee, per fare i conti coi grillonzi con qualche numero in mano, ma loro vogliono far saltare tutto prima, dando però la colpa alla Lega. Non credo che ci riusciranno. Certo che se FI e F.d'I. avessero un minimo di furbizia, dovrebbero, almeno per un mese, piantarla di attaccare Salvini e cercare di arrivare a questo benedetto voto. Ma evidentemente non si rendono conto che in questo modo stanno solo facendo il gioco dei grillastri.

Ritratto di mailaico

mailaico

Lun, 22/04/2019 - 23:36

governeremo ancora per tanti anni ... le ultime parole famose del pagliaccio con la felpa.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 23/04/2019 - 01:13

wilegio - 23:23 Convengo. Tuttavia è probabile che, non tanto la Meloni quanto soprattutto Silvio chieda rassicurazione su futuri accordi di governo se si dovesse tornare al voto prima dell'estate, posto che i 5s non si accordino con il Pd anche al ribasso (sarebbero capaci pur di fare un "dispetto" alla Lega però ci credo poco). Se all'interno del governo si arrivasse ad un accordo, la Lega potrebbe sostituire Siri con altro politico ad hoc mentre per M5s perdere la Raggi sarebbe un ko esiziale. Gli accordi Silvio potrebbe facilmente trovarli se rinunciasse alla promessa fatta alla Merkel (ante elezioni) di frenare i sovranisti. Ma non ce lo vedo Salvini insieme a Silvio un'altra volta a livello nazionale. Proprio no, anche se "anything can happen".

porcorosso

Mar, 23/04/2019 - 04:49

Sono peggio di un bambino: cosa vuol dire "non pagare più gli interessi su un debito vecchio di vent'anni". Se hanno un debito devono pagare, non vedo come possa avvenire a costo zero.

FrancoM

Mar, 23/04/2019 - 07:15

La furbizia napoletana non basta. Il cinque stelle creato per realizzare i dettami del Bildenberg sfruttando la proverbiale furbizia napoletana, si è incartato; la furbizia si è un tantino rivoltata contro i padri nascosti del movimento. I "napoletani" hanno sì operato per impoverire il paese, ma con i metodi loro, facendo il gioco delle tre carte, quello che imbroglia (solo) i fessi. Hanno fatto il reddito di cittadinanza ma le condizioni imposte dai nordisti hanno solo evidenziato che il sud preferisce continuare con espedienti e ha risposto: diventare maturi, mai! Ora vogliono aprire una nuova falla con il debito dei romani pieni di quattrini (quelli che lavorano nelle cosiddette istituzioni) ma incapaci di governarsi. Beh, penso che Bildenberg debba con urgenza cambiare cavallo.

Duka

Mar, 23/04/2019 - 07:32

Come finirà? a TARALLUCCI e VINO ma dopo il voto di maggio per ora pensano di menar il can per l'aia. La dea POLTRONA ha sin qui sempre vinto e lo farà ancora. Troppo bello : Soldi ( 20.000/mese) viaggi, visibilità, ego appagato, recita del proprio magnificato giornaliero CHI MASI RINUNCEREBBE a tutto ciò? Degli italiani senza soldi e senza lavoro CHI SE NE FREGA!!!

VittorioMar

Mar, 23/04/2019 - 07:55

..se anche il M5S parlasse di : SICUREZZA E LEGALITA'...riprenderebbe CONSENSI e CREDIBILITA' invece del "BRACCIO DI FERRO" con la LEGA !!

INGVDI

Mar, 23/04/2019 - 08:01

Lo voteranno, lo voteranno.

Giorgio5819

Mar, 23/04/2019 - 08:30

Per quale motivo gli italiani dovrebbero "salvare Roma " ( pagare i debiti fatti da Roma)... la capitale dei lendenoni é sempre stata un buco nero dove sono spariti fiumi di denaro pubblico, con il risultato che tutti possono vedere, una fogna a cielo aperto... Si sveglino i romani e si facciano sentire, al voto ci sono andati loro e hanno scelto la comunista camuffata, problemi loro.