Lo scaricabarile del premier a sua insaputa

Capo del governo a sua insaputa

Renzi ci tiene a far sapere che non conta nulla. Tutti quelli che temono la sua vocazione a occupare ogni spazio pubblico possono stare tranquilli. Matteo è un poveraccio, un nullatenente del potere, un prestanome, una controfigura, un premier prigioniero del suo cerchio magico e dintorni. Inconsapevole, distratto, marginale, in pratica un presidente del Consiglio e segretario del Pd a sua insaputa. Tanto che ci viene da fare un appello per liberarlo dalla sua prigione e da tutti i cattivi che firmano con il suo nome ogni azione politica. Renzi è un bonaccione. Non è stato lui infatti a siglare un patto con Verdini. Non è lui a blindare la maggioranza a destra per governare fino al 2018. Non è lui l'artefice del Partito della nazione. Queste sono tutte pensate irresponsabili di Luca Lotti, questo maneggione che oscura la trasparenza di Matteo, che non farebbe mai accordi sottobanco per rinnegarli quando gli elettori dichiarano di non apprezzarli. Solo il cartaro Lotti poteva partorire un progetto così lontano dall'anima della sinistra. Renzi l'ha scoperto a urne chiuse. L'unico italiano o quasi all'oscuro del soccorso fiorentino dell'Ala. Anzi, quando Lotti parlava di Ala Matteo rispondeva sempre con lo sguardo un po' confuso, non capendo se si parlasse di una compagnia aerea o di quella di Bernardeschi, esterno della Fiorentina.

Stessa storia per le tasse. La colpa è di Padoan che fa questi terribili conti con il Pil sempre più basso e la ripresa che non arriva. È colpa dei ragionieri di Bruxelles. Fosse per lui regalerebbe ogni giorno 80 euro a tutti, magari con prestiti agevolati di banche amiche degli amici.

Renzi non sa nulla neppure della riforma del Senato e di questo referendum che sembra debba svolgersi ad ottobre. Ne parlano tutti come di un voto fondamentale e per qualche motivo dal suo esito dipende anche il suo destino. Se vince il no, dicono, lui deve lasciare Palazzo Chigi, dove sta tanto comodo e si gioca bene. Questa delle riforme è una fissa di Maria Elena, che ne parla fitto fitto con quel vecchio signore di Napolitano. Quindi al massimo a casa andrà la Boschi, mica lui. E si porta pure Napolitano che sta sempre in mezzo.

Adesso, povero Matteo, lo accusano perfino di epurare i giornalisti scomodi. Ma lui non lavora in Rai. Non si occupa di queste cose. È quel dj di Campo Dall'Orto che smania per cancellare i talk show e trasformare la tv pubblica in una sorta di Mtv. A Matteo i reality show della politica piacciono tanto e non vede l'ora di partecipare di nuovo alla ruota della fortuna.

Commenti

unosolo

Gio, 09/06/2016 - 14:04

sostenevo che vive in un mondo a parte , si auto invita o lo fanno invitare per non fargli fare danni, insomma un prestanome almeno questo pensavo e ancora penso come per la modifica della legge Costituzionale , scritta da altra mano ma firmata da chi non l'ha stilata o redatta , quindi un governo di facciata che lavora per ? cultura , storia chissà se scopriremo il timoniere vero di questo governo.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 09/06/2016 - 14:36

Vuoi vedere che troverà un modo per eludere l'insuccesso facendo decadere il referendum ? Non so quali siano i meccanismi, ma cancellare / modificare una - o più di una - delle leggi sul quale saremo chiamati a votare non rappresenterebbe una buona scusa per abbrogarlo ?

timba

Gio, 09/06/2016 - 15:03

Tutti i sinistrati non sanno, o, di colpo, perdono la memoria, o, sicuramente non c'erano, e, se c'erano, erano girati dall'altra. Mai fatto una foto con tizio (è un montaggio), mai abbracciato caio (è lui che ha preso di forza), mai avuto rapporti con sempronio (era lui che chiamava..). E comunque non è come pensiamo. Prima dovevano vincere le comunali a man bassa. Adesso non sono più così importanti. Fra un pò anche il referendum non avrà quel peso che ci si immaginava. Verdini? E chi lo conosce...Ha salvato il governo negli ultimi due mesi, ma non è una stampella. Sia Chiaro. Papà Renzi fallisce e lo salvano banche e regione? Lui non ne sa niente.. La RAI è piena di sui fedelissimi che epurano? Non è così. E' tutto un complotto... E c'è ancora il 33% di pecore che gli vanno dietro...

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Ven, 10/06/2016 - 18:07

Quindi?Continuate a votare Pd.

masbalde

Dom, 12/06/2016 - 12:15

Renzi è da poco rientrato nelle grazie di Benigni, forse perché interpreta meglio di lui la parte di Pinocchio?

Altoviti

Dom, 12/06/2016 - 13:31

Un attore che rattrista l'Italia e la affligge di inumerevoli mali!

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Dom, 12/06/2016 - 15:58

Non sono un politologo ma penso che se Renzi il "poveraccio, un nullatenente del potere, un prestanome, una controfigura, un premier prigioniero del suo cerchio magico e dintorni" è diventato Capo del Governo la colpa è di coloro che hanno creato il vuoto intorno a lui. Oppure no?

moichiodi

Dom, 12/06/2016 - 16:58

"Se vince il no,dicono(chi?), deve lasciare palazzo Chigi" ma se è renzi che lo ha detto e lo dice. E viene anche rimproverato per questo.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 19/06/2016 - 10:14

è uno dei tanti pidioti che anche se provengono dalla vecchia dc per convenienza personale si sono abbracciati con i comunisti che cambiano continuamente nome ma non cambiano mai le teste

Una-mattina-mi-...

Dom, 19/06/2016 - 12:30

Bella la foto dell'articolo, EMBLEMATICA, ce ne sono di simili di zio Adolf, stessi pugnetti chiusi rivolti in aria. Paragone comunque improprio, trattasi comunque di una brutta imitazione: niente carisma e l'espressione mimica pare più che altro simile a Dallara quando cantava "Tu sei romantica".