Si sente male a scuola: muore bimbo di 11 anni

Il piccolo alunno ha perso i sensi mentre si trovava in palestra con i compagni di classe. Trasportato in codice rosso all'ospedale Grassi di Ostia, è morto poco dopo

Tragedia alla scuola media di via Mar dei Caraibi a Ostia. Un alunno di 11 anni si è sentito male mentre si trovava nella palestra dell'istituto ed è morto poco dopo il suo arrivo in pronto soccorso.

Il giovane studente aveva raggiunto la palestra della scuola con i suoi compagni di classe per l'ora di educazione fisica. All'improvviso però ha iniziato ad avere difficoltà a respirare e si è subito accasciato a terra, privo di sensi. Un malore inaspettato, da cui il bimbo non si è mai più ripreso. Gli insegnanti hanno subito dato l'allarme e in pochi minuti i soccorritori del 118 sono giunti sul posto.

I medici hanno cercato di rianimare il piccolo a terra per oltre un'ora: come spiega il Messaggero, il bambino riprendeva ritmo cardiaco e lo riperdeva subito dopo. Infine le sue condizioni sono state stabilizzate e, senza perdere tempo, è stato trasportato in codice rosso al vicino ospedale Grassi di Ostia. Poco dopo l'arrivo al pronto soccorso però il piccolo ha riperso il battito e un'ora dopo circa ha smesso di respirare.

Le indagini

Sul caso stanno ora indagando gli agenti del commissariato di Ostia, coordinati dal dirigente Eugenio Ferraro. Gli agenti, per fugare ogni dubbio, stanno cercando di ricostruire se i macchinari medici (i defibrillatori, ad esempio) presenti nell'istituto scolastico erano disponibili e pronti all'uso. Le indagini si stanno concentrando anche sulle cartelle cliniche del giovane: pare che negli ultimi cinque mesi il bimbo di 11 anni sia stato sottoposto a diversi esami. In più di un'occasione la vittima era svenuta sotto sforzo, ma non erano emerse patologie cardiache.

Altri episodi

Incidenti mortali come questo che purtroppo accadono spesso. A ottobre, una studentessa di 16 anni di Salerno è deceduta in classe dopo aver accusato un malore: la giovane si trovava alla lavagna per una interrogazione quando improvvisamente ha perso i sensi ed è crollata a terra sbattendo con violenza la testa contro la cattedra. Subito soccorsa dal docente e dai compagni, per la giovane non c'è stato nulla da fare.

Altro caso, a fine ottobre, a Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso. A perdere la vita un alunno 14enne che si è sentito male durante la lezione di educazione fisica. Nonostante i disperati tentativi da parte dedgli insegnanti e degli operatori del 118, anche per lui non c'è stato niente da fare. Vite portate via troppo presto, che lasciano intere comunità sotto choc.

Commenti
Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Ven, 06/12/2019 - 01:37

R.i.p.