Mattarella con i giudici: "Basta discredito sulle toghe"Sgomenti, clima pesante contro di noi"

Magistrati e Presidenza della Repubblica in coro: "Siamo affranti e sgomenti, ma bisogna porre fine al clima pesante che si è instaurato contro la magistratura"

È una ferita profonda, per la magistratura italiana: questa mattina un uomo ha aperto il fuoco al Tribunale di Milano, uccidendo tre persone e ferendone un'altra.

Tra i morti per la sparatoria il giudice fallimentare Fernando Ciampi, ucciso in un'aula al terzo piano del Palazzo di Giustizia del capoluogo ambrosiano. Immediate le reazioni di cordoglio di tutta la magistratura italiana.

A partire dal primo magistrato d'Italia, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "I magistrati, come i responsabili di altre funzioni, sono sempre in prima linea, e ciò li rende particolarmente esposti. Anche per questo va respinta con chiarezza ogni forma, anche strisciante, di discredito nei loro confronti", ha denunciato il Capo dello Stato parlando al plenum straordinario del Csm a Milano.

"È con grande commozione che prendo parola in questa seduta straordinaria, dopo l'assurda vicenda accaduta questa mattina al Tribunale di Milano - ha dichiarato commosso Mattarella che, ricordiamo, ha lavorato per anni come magistrato prima dell'elezione al Colle - Siamo qui per onorare la memoria di Fernando Ciampi, giudice probo rigoroso e intransigente. Un altro magistrato, l'ennesimo, caduto nell'esercizio delle sue funzioni. Esprimo solidarietà ai feriti, ai familiari dell'avv. Lorenzo Claris Appiani, che stava svolgendo l'importante funzione di testimone, e a quelli dell'altra vittima, Giorgio Erba, prendendo parte al loro terribile dolore. Dolore tanto più lacerante in quanto gli assassinii si sono verificati in un luogo dedicato al rispetto della legge e all'affermazione della giustizia"

L'Anm, dal proprio profilo Twitter, ha espresso "profondo sgomento e dolore" per i fatti di Milano, mentre il presidente Rodolfo Sabelli ha chiesto di "non sollevare polemiche" rispetto alla questione della sicurezza. L'uomo infatti si sarebbe introdotto all'interno del tribunale con una pistola: rimane ancora da chiarire la dinamica con cui l'arma è stata introdotta all'interno del Palazzo di Giustizia.

L'ex magistrato Gherardo Colombo, intervistato da Sky, si è detto "frastornato e sconvolto" dall'accaduto: "Conoscevo personalmente il giudice Ciampi, che si possa morire così, mentre si sta svolgendo il proprio lavoro, è assurdo - ha spiegato l'ex toga - Questo episodio è rivelatore di un clima che c'è oggi contro la magistratura. Non dico che vi sia un collegamento, me ne guardo bene, ma certamente questa continua sottovalutazione del ruolo, di svalutazione dei magistrati, contribuisce a creare un clima."

Interpellato in merito alla questione della sicurezza, Colombo ha detto di "non riuscire a spiegarsi" la vistosa falla nei controlli: "Sia l'entrata per il pubblico, sia quella per avvocati e magistrati sono controllate in modo rigoroso."

Nel pomeriggio, a chiedere di non alimentare polemiche sul tema della sicurezza è stato anche il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini: "Questo è il giorno del dolore, non delle polemiche su come è potuto accadere un fatto di tale gravità, su come è stato consentito a una persona di entrare nel Palazzo di giustizia e colpire mortalmente", ha detto il magistrato.

"Quello consumato oggi è un atto criminale gravissimo. Soprattutto per il luogo nel quale è accaduto: un tribunale della Repubblica tra i più frequentati è stato incredibilmente violato nel corso di un'udienza celebrata per amministrare giustizia in nome del popolo", ha dichiarato il numero due del Consiglio Superiore, invocando il diritto alla sicurezza per tutti gli operatori della giustizia. Contestualmente la toga ha annunciato che domani una delegazione del Csm parteciperà all'assemblea indetta a Milano dall'Anm.

Commenti
Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 09/04/2015 - 13:16

Ma questo Colombo che fa? Alice nel paese delle meraviglie?

squalotigre

Gio, 09/04/2015 - 14:03

Adesso mi aspetto che tutti quei magistrati che disonorano la toga che indossano promuovendo processi farlocchi con prove inesistenti, che non pagano come i comuni cittadini per i loro orrori giudiziari, si facciano scudo del magistrato ucciso per dimostrare il pericolo che corrono nello svolgimento del loro lavoro. Pericolo che non è né maggiore né minore di quello che corrono tutti i cittadini, dal medico che può essere infettato dal paziente, all'operaio sulle impalcature. Con la differenza che il medico e l'operaio non gode delle garanzie e della protezione di cui godono i magistrati.Dovrebbero chiedersi, invece, da che cosa derivi il clima di discredito che investe la magistratura e fare un mea culpa collettivo ed individuale.

freud1970

Gio, 09/04/2015 - 14:52

Cari signori della casta, andate nelle strade, e capirete lo sdegno che la gente ha per voi. il popolo e' stanco di subire.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 09/04/2015 - 14:56

"Assurdo morire così, mentre si sta svolgendo il proprio lavoro. Questo episodio è rivelatore di un clima che c'è oggi contro la magistratura"! Massimo rispetto per l'uomo morto mentre svolgeva il suo lavoro. Per quel che riguarda invece il "clima" che c'é oggi contro la magistratura é proprio sicuro Gherardo Colomba che la casta non abbia colpe??? Sicuro che la difesa ad oltranza della non responsabilità civile dei giudici sia normale?? vuole forse affermare che i giudici di tutti i paesi dove la responsabilità civile é in vigore senza drammi siano meno onesti di quelli italiani?? Sicuro che la carriera ambivalente e il passaggio da "avvocato dell'accusa" a giudice e viceversa, anomalia tutta italiana, sia il top della giustizia??? sicuro che le "logiche deduzioni" e i teoremi del tipo del "non poteva non sapere" siano quanto di meglio per amministrare la giustizia??

tonipier

Gio, 09/04/2015 - 16:16

X Freud 1970 sono d'accordo con Lei, Le aggiungo basterebbe che qualcuno mi viene a trovare per potergli mostrare in che STATO di melma vive un cittadino ITALIANO..... oggi ci troviamo circondati da CRIMINALI corrotti........tutti sanno, tutti fingono di essere dei vergini.

Ritratto di SARITA0151

SARITA0151

Gio, 09/04/2015 - 18:17

Siete voi magistrati che vi fate odiare dai cittadini, equità nel giudicare l'avete dimenticata? "LA LEGGE E UGUALE PER TUTTI' non vi dice niente? Nelle sentenze cercate di non menzionare "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO"perché coinvolgere il popolo nelle vostre personale sentenze con scopi politici, un Magistrato deve essere al di sopra delle parti non di parte, meno politica piu giustizia equa.

Happy1937

Gio, 09/04/2015 - 18:52

Mi sembra che il discredito delle toghe non c'entri per niente. C'entra invece l'imbecillità di procedure che consentono ad un pregiudicato di entrare in un Tribunale con pass falso e armato di pistola.

pastello

Gio, 09/04/2015 - 18:52

Come volevasi dimostrare: tutto il male non vien per nuocere.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 09/04/2015 - 18:53

il discredito sulla magistratura non ci sarebbe stato se: 1) i magistrati nel 1992 avessero indagato e condannato anche i politici del PCI e poi successivi partiti di sinistra, 2) avesse evitato la persecuzione su berlusconi e su tutte le sue amicizie vere o presunte, 3) evitasse di condannare innocenti e di salvare i delinquenti !!! mattarella, lei è un presidente comunista, come tutti gli altri, non vuole vedere dove tutti vedono!!

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 09/04/2015 - 18:56

Si sono screditati con il loro operato da Mani Pulite in poi, inutile difendere l'indifendibile, è sotto gli occhi del mondo lo schifo della giustizia italiana.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 09/04/2015 - 18:56

Bravo, bravissimo. Comincia bene.

Opaline67

Gio, 09/04/2015 - 18:58

il clima pesante attorno alla magistratura finirà [se mai finirà] quando la magistratura comincerà a comportarsi rispettosamente verso le vittime e non verso i delinquenti.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 09/04/2015 - 18:58

A quello che ha scritto giovanniPERINCIOLO aggiungo: sicuro, Colombo, che la giustizia abbia bisogno di delinquenti per funzionare? Mi riferisco ai vari pentiti di mafia che vengono ritenuti credibili come testimoni a carico o discarico (secondo opportunità) nei vari processi. E adesso cito Trilussa:" Er lupo disse a Giove:

mifra77

Gio, 09/04/2015 - 19:00

Mattarella sarebbe meglio che ricordi ai magistrati che loro dovrebbero essere l'emblema dell'onestà e rettitudine; ed invece.... A Milano poi, dovevano saperlo che a qualcuno poteva saltare il raziocinio! Non vi pare che chi è causa del suo male... pianga!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 09/04/2015 - 19:04

...e nell'aria sento già echeggiare il latrato dei mastini, sempre pronti e mai stanchi: "Alfano si deve dimettere!". Scommettiamo?

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 09/04/2015 - 19:11

ma non sraebbe piu' comodo, con computer che oramai fanno MILIARDI DI OPERAZIONI AL SECONDO elaborare un protocollo di giudizio, il computer elaborerebbe subito la sentenza(a differenza dei pelandroni giudici) si leggerebbe e rileggerebbe il codice ad hoc in pochi secondi e vaglierebbe le tesi degli avvocati in accordo conla legge..senza discrezionalita' senza fisime, ideologia..ecc

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 09/04/2015 - 19:14

allora ricapitoliamo hanno saltato il metal detector..che per gli avvocati parela norma(guarda caso molti avvocati hanno il porto d'arma..) ed e' successo il fattaccio, colpita la magistratura piu' lassista del pianeta...ora si spera che rinsavisca circa l'applicazione delle leggi

Ritratto di Maurizio Accica

Maurizio Accica

Gio, 09/04/2015 - 19:17

Non so proprio con quale "faccia" possano lamentarsi dopo l'ennesimo figurone del fattaccio di Perugia ... Tuttavia penso che il "lamento" sia solo pretestuoso come penso che la mummia non poteva mancare all'appello (rif. alla foto).

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 09/04/2015 - 19:18

no Colombo e' frutto dell'idiozia della mancanza di controlli e procedure cialtronesche nella sicurezza del tribunale!!! se vi e' un metal detector vuol dire che e' contemplata la presenza di gente disperata, arrabbiata, o che puo' comunque fare quello che ha fatto..e svegliatevi una buona volta!!!! vivete su marte!!! siete mortali anche voi..

papik40

Gio, 09/04/2015 - 19:18

Caro Presidente non e' che i magistrati si sono resi colpevoli dello "strisciante discredito nei loro confronti" per l'uso politico della Giustizia per la spettacolarizzazione di alcuni processi alimentati proprio dagli stessi magistrati per avere visibilita' con lo scopo di incarichi politici senza neppure entrare nel merito dei tanti (a mio parere troppi!) errori giudiziari? Cio' che oggi e' avvenuto a Milano non ha nulla a che fare con il loro essere "in prima linea" e con il "discredito strisciante" nei loro confronti! Si tratta solo di un'azione di un pazzo

pinosan

Gio, 09/04/2015 - 19:18

.Prima le toghe cerchino di essere all'altezza del loro compito e non facciano giochi di parte e siano meno protagoniste.Dal presidente voglio sentire questo e non banali dichiarazioni che screditano anche lo stesso presidente se si schiera da una sola parte.I cittadini per bene ne hanno piene le tasche di questa magistratura incapace, arrogante ed intoccabile. Prima di sentenziare"BASTA DISCREDITO" pensi a tutte quelle persone condannate e poi risultati innocenti.Dica anche basta condanne inventate,la vita delle persone non può essere rovinata da giudici incapaci,e dico incapaci per non dire altro.Caro Presidente ha perso una buona occasione per stare zitto.

paolo1944

Gio, 09/04/2015 - 19:22

Ora cadono tutti dal pero. Ma il rispetto e il consenso si guadagnano sul campo, non con leccamenti reciproci da casta a supercasta. Ne con attestazioni eclatanti e autoreferenziali. Quei disgraziati che passano dai tribunali, anche solo per un divorzio, quelli che ri-incontrano i propri aguzzini liberi e sfrontati, quelli stritolati da leggi assurde e "interpretazioni" anche peggiori,quelli che osservano le derive ostentatamente politiche di tante inchieste, cosa dovrebbero fare: applaudire "a prescindere"? Ovviamente questo non ha nulla a che fare con la tragedia odierna.

pinosan

Gio, 09/04/2015 - 19:25

abraxasso.Ma cosa dice; Alfano poveretto non può interessassi di queste cose.E' seduto sulla sua sedia e non può muoversi.Se si alza la perde.

Alessio2012

Gio, 09/04/2015 - 19:27

Mattarella... avete cominciato voi!

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 09/04/2015 - 19:32

basta discredito sulle toghem quando le toghe non si discrediteranno coi compèortamenti, senno' discredito a fiumi !

Klotz1960

Gio, 09/04/2015 - 19:35

E' un atto criminale come tanti altri, e non puo essere vergognosamente strumentalizzato per impedire le sacrosante critiche alla magistratura, che 'e' la prima a non rispettare le sue stesse sentenze, stravolgendole ad ogni grado di giudizio.

Ultima chance

Gio, 09/04/2015 - 19:42

curioso di vedere come verrà giudicato questo Italiano. A Kabobo tutte le attenuanti per " il disagio sociale", chissà se considereranno le attenuanti sociali???

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Gio, 09/04/2015 - 19:42

Colombo, piantala e scendi dalla pianta!

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 09/04/2015 - 19:42

paolo1944 Gio, 09/04/2015 - 19:22 , condivido in toto quello che ha scritto. Aggiungo che questa gente si sente talmente intoccabile che finiscono per credersi invincibili. Tutta l'ipocrisia che sento uscire fuori dopo il fattaccio fa veramente paura per la mancanza di realtà.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Gio, 09/04/2015 - 19:44

Mattarella è apprezzabile quando tace o va a Palermo in "visita privata".

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Gio, 09/04/2015 - 19:44

Mattarella è apprezzabile quando tace o va a Palermo in "visita privata".

Ritratto di Sniper

Sniper

Gio, 09/04/2015 - 19:46

Mattarella faccia mettere fuorilegge il Giornale, covo del discredito verso le toghe, faccia arrestare il Direttore e l'Editore, come mandanti morali della strage. Per difendere un delinquente seriale che ha (s)governato per dieci anni e che dopo vent'anni tiene ancora in ostaggio il Paese, hanno creato questo clima tossico dalle pagine del Giornale, diventato un covo della peggior marmaglia fascista, razzista, xenofoba, anti-legge, apologeti di reati gravi, e cosi via delinquendo. (E vediamo se mi pubblicate).

torodamonta

Gio, 09/04/2015 - 20:08

Sniper vai a vivere a cuba cina corea tra i tuoi simili

Roberto Casnati

Gio, 09/04/2015 - 20:08

La magistratura italiana, casta d'intoccabili, s'è ampiamente meritata il totale disprezzo dei cittadini!

Triatec

Gio, 09/04/2015 - 20:24

Sniper @ Si calmi e riduca l'uso di sostanze psicotrope, capaci di alterare l'attività mentale.

Mr Blonde

Gio, 09/04/2015 - 21:02

colpa delle toghe colpa del giornale colpa della crisi SNIPER E MR CAVALACAVIA ma sparatevi! qui c'è un pazzo che ha deciso di farla pagare ai suoi soci per una disputa che ha portato la società al fallimento

Mobius

Gio, 09/04/2015 - 21:35

E perchè mai, caro Sniper (19:46) non avrebbero dovuto pubblicarla? ha detto tali caxxate che non farle godere anche a noi sarebbe un peccato. Caro cecchino, quando arma il fucile faccia attenzione a non spararsi sui piedi.

Perlina

Gio, 09/04/2015 - 21:35

Sig. colombo, ma sono i magistrati che si svalutano, con comportamenti che lasciano basiti. Quindi basta con questi piagnistei, guadagnatevelo il rispetto se ne siete capaci.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 09/04/2015 - 21:36

Presidente, mi preoccuperei di ricordare alle Toghe che Giudicano in Nome del Popolo Italiano e NON con altri ideali. Mi piacerebbe leggere un Suo intervento a favore degli ITALIANI, delle Forze dell'Ordine, delle Forze Armate e di tutti coloro che si prodigano per la salvaguardia del Cittadino. Questo Suo intervento, oggi, suona STONATO!!!

roberto zanella

Gio, 09/04/2015 - 21:41

...ma Mattarella la finisca di raccontare frottole...io sono curioso di capire perchè quell'imprenditore ha deciso quello che ha fatto...ma io e da anni che lo dico...io non so cosa ci sia dietro le indagine verso l'imprenditore...lo dico da tempo che certe reazioni ci sarebbero state...già successe una mezza rivolta in quel tribunale nel Lazio dove i familiari di qualcuno deceduto per incidente stradale credo dopo la sentenza hanno disfato il tribunale...per cui sentenze assurde , incapacità professionali, vere e proprie assurdità,provoca zioni di sentenze da far schifo...ripeto io non so perchè si è vendicato in quel modo...dico che gli imprenditori veneti hanno tolto il disturbo da soli , costui di origine meridionale , si è vendicato a modo suo....ma è evidente che c'è qualcosa di questo Paese che non va più se viene assaltato un Tribunale...

roberto zanella

Gio, 09/04/2015 - 21:42

...adesso questi magistrati si fanno scudo del collega morto..IPOCRITI FANNULLONI E INCAPACI...

nonnoaldo

Gio, 09/04/2015 - 23:27

Sniper. Ti hanno pubblicato, per tuo discredito...

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 09/04/2015 - 23:53

E cosa vi aspettate dal fratello di un magistrato morto ammazzato? Vuoi vedere che adesso salta fuori che Giardiello è un grande amico di Berlusconi? In effetti, chi, se non lo stesso Cav. (sempre colpevole di default) è sicuramente responsabile di tutto ciò. Stanno girando in rete ipotesi di un coinvolgimento di un antenato di Silvio... tale Ponzio-qualcosa, in un famoso fatto di cronaca di molti anni fa.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 09/04/2015 - 23:56

E bravo il nostro signor Mattarella che si sta rivelando la fotocopia del suo predecessore comunista e golpista. MICA SI PREOCCUPA DI SAPERE L'ORIGINE DEL DISCREDITO SULLA MAGISTRATURA. Sarebbe suo compito accertarlo in quanto capo della magistratura ma preferisce FARE LO GNORRI COME FACEVA IL COMUNISTA ORA IN PENSIONE.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 10/04/2015 - 00:03

Sniper scrivi come uno che ha assunto sostanze tossiche, da esaltato.

Maura S.

Ven, 10/04/2015 - 01:50

questo nuovo presidente sembra uscito dal paese delle meraviglie. Sig. president scenda nelle strade per accertarsi del malessere del popolo che dovrebbe presentare. Se la magistratura si comportasse veramente = nel nome del popolo italiano = ci sarebbe piu' rispetto a loro rigurado

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 10/04/2015 - 04:59

"Sgomenti, clima pesante contro di noi"??? Il clima pesante i giudici se lo sono costruito da soli e adesso si lamentano pure!!! Chi semina vento raccoglie tempesta.

Iacobellig

Ven, 10/04/2015 - 05:33

Quello che accade, la disperazione della gente, non è altro che il prodotto degli atti e delle numerose sentenze sbagliate fatti dalla gran parte dei giudici. Comincino a pagare questi giudici le loro incapacità così come pagano tutti gli altri, anche con il licenziamento!

vinvince

Ven, 10/04/2015 - 06:19

Caro Presidente, credo che il clima pesante contro le toghe, altro non sia che il frutto , il risultato di decenni di sentenze e giudizi, mille miglia lontani dal pensiero degli italiani. La spettacolarizzazione dei processi, la ricerca di notorietà, i commenti e le interviste rilasciati, l'assurda ostentata appartenenza politica che li esclude dall' imparzialità di giudizio, questo ed altro, hanno fatto si che toghe e popolo italiano vivono in mondi lontani e con pochi punti di contatto.

Ritratto di lettore57

lettore57

Ven, 10/04/2015 - 06:44

@nonoaldo Sono daccordo con lei circa la pubblicazione del post demenziale di sniper. Spero che certi post si autodistruggano nel tempo perchè non oso pensare il giudizio di chi, tra 1.000 anni li possa leggere

vince50_19

Ven, 10/04/2015 - 07:24

Sniper - A parte la scemenza provocatoria, mega galattica che ha scritto e che va contro il dettame costituzionale afferente la libertà di stampa, ringrazi il moderatore se qui dentro riesce ad esprimere un'opinione "sui generis" come quella che ha scritto. In altri giornali con cui collima il suo "acuto" pensiero politico non avrebbe sicuramente avuto la medesima opportunità.

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Ven, 10/04/2015 - 07:47

Ha ragione il Presidente della Repubblica. E' ora che i magistrati, con il loro comportamento, la smettano di gettare discredito sulla magistratura. Siamo stanchi di leggere di gente perseguitata per pochi euro e gente scarcerata, con reati di sangue, per "cavilli giuridici". Siamo stanchi di procedimenti lampo, come dovrebbero essere tutti, ed altri che restano per anni ad impolverarsi. Basta con una magistratura che forza la legge per condannare i nemici e la reinterpreta per salvare gli amici.

Happy1937

Ven, 10/04/2015 - 07:47

Mi sembra che in questo fatto "il discredito delle toghe" c'entri come i cavoli a merenda. Sono le toghe che si sono autodiscreditate con procedure di accesso al Tribunale di Milano a maglie insensatamente molto larghe.

Efesto

Ven, 10/04/2015 - 08:21

È un tragico incidente sul lavoro, del tutto identico allo spazzino che contrae la leptospirosi. Il lavoro del giudice incontra purtroppo e naturalmente astio da parte dei condannati. Il pazzo esiste sempre. Mi associo al dolore della famiglia come mi associo a quello del camionista che muore nell'incidente stradale. Tutti hanno contribuito, ed in modo assolutamente eguale, al mantenimento della società.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 10/04/2015 - 08:24

Che pena ieri vedere in TV questo ennesimo sepolcro imbiancato leggere a stento il solito "foglietto" a commento di quanto accaduto a Milano!

hectorre

Ven, 10/04/2015 - 08:26

che squallore...un uomo spara ad un giudice ed è subito emergenza, un kobobo qualsiasi ammazza a picconate dei comuni mortali e l'assassino diventa un povero disadattato.......ora chi oserà parlare di riforma della giustizia verrà tacciato come nemico della magistratura, che fomenta l'odio nei confronti dei "servitori" dello stato e arma le mani di uomini spietati...blablabla........quando gli imprenditori si suicidano va tutto bene, purtroppo questo ha deciso diversamente.........si chiama in entrambi i casi disperazione.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 10/04/2015 - 08:38

Chi avrebbe mai scommesso per il contrario? Cioè che Mattarella dovesse essere contro i giudici o la magistratura? Se così fosse, sarebbe stato come essere contro se stesso. La casta si protegge e vuole a tutti i costi trovare il responsabile. Chi potrà mai essere? Ma il solito utile idiota di turno, no. Alfano, il poltronaro a tutti i costi, il traditore per eccellenza. E poi, caro presidente, il credito o il discredito un individuo o una categoria se lo crea da se stesso e coi suoi comportamenti. Non cade dal cielo. Il credito o il discredito è come la dignità. Se la si perde, non la si ritrova facilmente o basta che lei lo vieti o lo richieda. Il popolo è saggio nei suoi giudizi e sentimenti. Finora ha subito sempre i più grandi dolori in mezzo all'indifferenza delle vostre caste. Ora forse tocca a voi e sicuramente non avrete il popolo dalla vostra parte. Come ebbe a dire il deputato Leonardo Sciascia durante la tempesta del brigatismo, "Né con lo Stato, né con le BR".

giovauriem

Ven, 10/04/2015 - 08:41

il nuovo(?!) presidente mattanapolitarella , queste sono sconcezze !

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 10/04/2015 - 09:08

Faccia allora il necessario perche la giustizia faccia giustizia senza ricorrere troppo spesso ad interpretazioni di fatti che meriterebbero giudizi appropriati alla realtà delle prove: se pensano che condannare un Corona a dodici anni equivalga alla condanna a 20 anni di un Obobo che ha assassinato tre persone,o alla condanna assurda di un Berlusconi che deve essedre condannato per poterlo eliminare daslla scena politica a favore di incapaci e pensino che la maggioranza dell' opinione pubblica sia soddisfatta si sbagliano! ed il Presidente ne deve prendere atto!

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 10/04/2015 - 09:57

Benvenuti in Italia, signori giudici, quello che provate ora i comuni cittadini lo subiscono da anni, anche per causa vostra, vediamo se tratterete anche questo assassino con i guanti di velluto che avete usato per Kabobo.

Giorgio Colomba

Ven, 10/04/2015 - 11:12

Strumentalizzare e mistificare sono da sempre tratti distintivi della sinistra, ma che il gesto isolato di un folle (a proposito, chi li chiuse i manicomi?)venga pretestuosamente definito "episodio è rivelatore di un clima che c'è oggi contro la magistratura" (copy: Gherardo Colombo)col partecipato avallo di un Capo dello Stato sempre assai parco di parole,la dice lunga su quanto aveva ragione Ignazio Silone sostenendo che "non c'è peggior regime di quello che si ignora".

tonipier

Ven, 10/04/2015 - 11:32

" MA QUALE DISCREDITO" Lei Signor Presidente, sarà sicuramente in buona fede, sulle toghe, sull'avvocatura, ci sta molto da dire....oggi siamo nel 2015 avvengono cose impossibili ed immaginari, le posso assicurare che il cittadino vive in un paese disastrato sotto il profilo giustizia...mi mandi una persona all'altezza della situazione le potrei far vedere realmente dal vivo quello che succede in questa bella ITALIA Grazie.

buri

Ven, 10/04/2015 - 12:00

tante volte o magistrati a discreditono da soli senza bisogno di aiuto

Ritratto di Zione

Zione

Ven, 10/04/2015 - 22:48

Vergognatevi; ignobili Cialtroni e FELLONI giudiziari, del passato e del presente. Avete immiserito e ASSASSINATO il Paese e il POPOLO. -- Miserabili Vermi, è solo un titolo d'onore per voi, CRIMINALI del temerario e Folle BRIGANTAGGIO tribunalizio. -- A.V.G. -- (Associazione VITTIME del GIUDICIUME) -- (ruotologiu@libero.it).