Pensioni, i conti di Di Maio non tornano. Ipotesi maxi tagli sugli assegni

Il taglio delle pensioni d'oro continua ad agitare il governo. Per ottenere un miliardo dai tagli alle pensioni è probabile un allargamento della platea o una sforbiciata più pesante oltre i 4500 euro

Il taglio delle pensioni d'oro continua ad agitare il governo. Dopo le parole del vicepremier Di Maio che annunciano il recupero di un miliardo di euro dalle sforbiciate, Repubblica ha di fatto avanzato l'ipotesi che il taglio possa essere anche sugli assegni da 3500 euro in su e non solo su quelli superiori a 4500 euro. Pornta la smentita dei Cinque Stelle che di fatto hanno ribadito la soglia inserita nel disegno di legge depositato alla Camera. Ma in realtà i conti continuano a non tornare.

Infatti se il ministro Di Maio stima in un miliardo il ricavo dall'operazione tagli per finanziare l'aumento delle minime, la strada più probabile è quella dell'allargamento della platea toccadno quindi anche assegni più bassi. C'è però un altro percorso che i grillini potrebbero scegliere per ottenere un miliardo dai pensionati: aumentare l'entità del taglio sull'assegno andando oltre la forchetta che va dal 3 al 20%. Una quota ben più alta che però potrebbe subire lo stop dalla Corte Costituzionale. E in questo senso sono utili le stime fatte dal presidente dell'Inps, Tito Boeri in audizione alla Camera. Secondo il numero uno dell'Istituto di previdenza sociale i tagli potrebbero riguardare 30 mila assegni con un ricavo di 150 milioni. Cifra bel lontana dal miliardo di cui parlano i grillini...

Commenti

Malacappa

Dom, 14/10/2018 - 15:48

Facile non manteniamo piu' gli invasori e altro che miliardo

boomer

Dom, 14/10/2018 - 16:30

Siamo investiti da un ciclone di kakka ogni giorno, con annunci e smentite, non se ne può più. E i due responsabili recitano la parte del poliziotto buono e di quello cattivo. Che schifo. Chi paga siamo TUTTI noi, non quelli delle pensioni d'oro, ma tutti noi. Basta. Fermateli voi che li avete sciaguratamente votati !

Silvio B Parodi

Dom, 14/10/2018 - 16:39

Malacappa; mi hai rubato la parola di bocca, anzi il mouse di mano!!buona domenica!!

Massimo Bernieri

Dom, 14/10/2018 - 17:57

Temo che prima o poi,torni la tassa sulla prima casa che non si può nascondere o portare all'estero come i natanti o gli aerei privati.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Dom, 14/10/2018 - 18:28

Caro Bibitaro partenopeo, rivolgiti ai sostenitori di felpini, quelli sono sempre pronti e ben disposti a fare collette. Poi il loro magnifico capo ha detto che siete seri ed affidabili quindi qualche buffo in più o in meno...

fenix1655

Dom, 14/10/2018 - 18:41

Invece dell'otto per mille fai il cinque per mille alla chiesa. Visto che per buona parte ci pagano stipendi e pensioni al clero, anche loro non hanno mai pagato contributi!!!!!

Marguerite

Lun, 15/10/2018 - 17:51

Non si deve dare niente alla chiesa....tanto è u a religione che non rispetta l’uguaglianza donna-uomo !!! Sarebbe già l’8 per mille in meno....paese laïco....NIENTE ALLE RELIGIONI !!!

noside863

Mer, 17/10/2018 - 08:00

Il nuovo che avanza. Sembra di vivere in un Paese comunista. Invece di far diventare tutti più ricchi, questi fanno di tutto per renderci più poveri e controllabili con l'aiuto di quelli " noi ce l'abbiamo duro", il cervello.