I gusti degli italiani: salato batte dolce 3-1 e la pizza vince il campionato

Una ricerca della Cia sugli alimenti preferiti. La pasta è al secondo posto, l'olio all'ottavo, il vino solo al dodicesimo, staccate frutta e verdura, la carne rossa surclassa la bianca. E i piatti crudi sono la grande novità

P come pizza: si, è sempre la Margherita il nostro cibo preferito. P anche come pasta: lo spaghetto e i suoi fratelli sono infatti al secondo posto della top ten degli alimenti più consumati. Pizza e pasta, niente di nuovo dunque sotto il sole del Belpaese. Gli italiani sono pure più golosi di pesce che non di dessert. E ancora: il salato batte il dolce 3 a 1. Questo e altro in un sondaggio realizzato dalla Confederazione italiana agricoltori, utilizzando i principali social network presenti sulla rete. I risultati della ricerca sono stati presentati nel corso della quinta "Conferenza economica" che si è svolta a Lecce.
Ma oltre al gusto, il sondaggio evidenzia un dato preoccupante sotto il profilo della corretta alimentazione: solo per il due per cento delle persone il cibo preferito è la verdura. Ancora più bassa è la percentuale di chi non rinuncerebbe alla frutta. «Questo dato - ha sottolineato la Cia- fa purtroppo i conti con quello relativo ai consumi. Infatti, in vent'anni la spesa degli italiani per frutta e verdura è scesa di oltre il 18 per cento». A metà classifica si piazza invece la carne rossa, con particolari menzioni per la bistecca alla fiorentina. Fanalino di coda nelle preferenze degli italiani è la carne bianca. ritenuta «troppo piatta in termini di sapidità». All'ottavo posto di questa hit(o meglio, eat) parade del cibo troviamo l'olio extravergine d'oliva che ha raccolto molte preferenze, concentrate prevalentemente al sud.
Fuori dai primi dieci il miele, in tutte le sue declinazioni, che raccoglie i consensi soprattutto delle donne. Mentre, un po' a sorpresa, il vino si classifica solo al dodicesimo posto: il suo «elettorato» è diviso, tra uomini e donne, perfettamente al 50 per cento. Ma gli italiani danno le loro preferenze anche sui vari metodi di cottura. Il minor numero di voti è stato raccolto dal lesso e il maggiore dal fritto. La novità però viene dal crudo: negli ultimi cinque anni infatti sempre più persone amano realizzare carpacci di carne e pesce, oltre ai pinzimoni di verdure, quando dispongono di prodotti freschi e di qualità.
Per il sindaggio la Cia ha consultato solo persone sopra i diciott'anni. Sarà per questo che mancano dalla classifica snack, pop-corn, salatini e patate fritte. Prodotti che continuano a registrare fatturati imponenti.