Dopo aver dettato i tempi ai giudici, ora il Corriere vuole la testa del Cav

A luglio il Corriere della Sera dettava i tempi ai giudici per evitare la prescrizione. Adesso de Bortoli vuole le dimissioni del Cav: "Le sentenze vanno rispettate"

Il cerchio si è chiuso. Oggi Ferruccio de Bortoli ha chiesto le dimissioni di Silvio Berlusconi: "Il voto anticipato, come conseguenza di un giudizio personale, farebbe pagare al Paese intero pene accessorie tanto gravi quanto insopportabili e ingiuste". Dopo la sentenza dei giudici della Cassazione sul processo Mediaset, il verdetto del direttore del Corriere della Sera sul futuro politico del Cavaliere. C'era da aspettarselo. Chi non l'aveva messo in conto, è solo un illuso. Perché da quella stessa prima pagina era arrivata una ventina di giorni fa la soffiata alla Suprema Corte. Come nel dicembre 1994 fu il quotidiano milanese a dare il via alla carriera giudiziaria di Berlusconi, lo scorso 9 luglio fu lo stesso giornale a individuare una mina in grado di affossare il processo per i diritti tv e, quindi, a consigliare alla Cassazione ad anticipare la sentenza.

"Le sentenze vanno rispettate". Non è Ezio Mauro dalle colonne della Repubblica né la quotidiana reprimenda di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano. La sentenza arriva da via Solferino. Nell'editoriale di oggi, de Bortoli mette alle strette il Cavaliere: tira le somme di una condanna ingiusta e prettamente politica e chiede al leader del Pdl un passo indietro paventando un'incancrenirsi della crisi economica e un violento baratro istituzionale. Aldilà dell'epifania dell'Armageddon, l'ultimatum lanciato dal Corriere della Sera lascia il tempo che trova. Non è altro che l'ultimo capitolo di un agguato che si muove su tre piani: politico, giudiziario e mediatico. Non è infatti un caso che a mettere in moto la macchina della Cassazione, che è arrivata a condannare Berlusconi in tempi di record, sono stati proprio i cronisti di via Solferino scovando l'intoppo di cui neanche la procura si era accorta. Colpa della legge nota come ex Cirielli, che nel 2005 ha modificato le norme sulla prescrizione. Il più grave dei reati contestati al Cavaliere, la frode fiscale del 2002, avrebbe così rischiato di venire inghiottita dalla prescrizione già il prossimo settembre. A quel punto la Suprema Corte non avrebbe potuto ridurre di sua iniziativa la pena, ma sarebbe stata costretta a rispedire tutto a Milano per un ricalcolo. Era bastato un articolo sparato in prima pagina sul Corriere della Sera per attivare le toghe e affrettare il tutto. È così che si è arrivati alla condanna a quattro anni di carcere pronunciata giovedì scorso. "La saggezza dovrebbe consigliare a Berlusconi di accettarne le conseguenze", ha sentenziato de Bortoli invitando il Cavaliere a "dimettersi prima della presa d'atto dell'Aula".

Un editoriale di fuoco che punta a decapitare il centrodestra mascherandosi dietro all'appello alla responsabilità Eppure c'è davvero poco di che stupirsi.
I processi e gli attacchi giudiziari a Berlusconi hanno sempre trovato un'ampia eco sulla stampa. Fughe di notizie e fughe in avanti hanno, iunfatti, accompagnato tutti i procedimenti contro il Cavaliere. Dal caso Mills al Rubygate, dal processo Sme al causa sui diritti tv, più di una volta sono stati i giornaloni a influenzare le toghe o a fare da megafono alle toghe. Senza nulla togliere alle crociate di Repubblica o alle invettive del Fatto Quotidiano, è in via Solferino che tutto ha avuto inizio. Diciannove anni fa fu il Corriere a pubblicare lo scoop che avrebbe affossato il primo governo Berlusconi: l'avviso di garanzia che, mentre il quotidiano andava in edicola, un colonnello dei carabinieri portava all'allora leader di Forza Italia, proprio mentre sta presiedando il G8 a Napoli. Con le dimissioni chieste oggi da de Bortoli si è, infine, chiuso il cerchio.

Commenti

Anonimo (non verificato)

BTrac

Sab, 03/08/2013 - 11:15

De Bortoli per chi parla?

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Sab, 03/08/2013 - 11:16

Brutta persona,accidiosa e arrogante,da vent'anni con questa specie di giornale dei mieli e degli amari,sempre a braccetto con le procure per mantenersi al di sopra di eventuali "inchieste"non gradite.Per tanto che faccia e scriva,nei confronti con Berlusconi è un piccolo omuncolo.

Ritratto di sergio pianese

sergio pianese

Sab, 03/08/2013 - 11:25

Il direttore di una testata fallita con debiti allucinanti ma tenuto in vita da quei poteri marci che si erano venduti a MAGISTRATURA DEMOCRATICA nel 92 dice cazzate uomo viscido come i suoi padroni dico vai a fare in c..o

cast49

Sab, 03/08/2013 - 11:28

ALMENO CI SPIEGASSERO I MOTIVI, NOI SAPPIAMO CHE BERLUSCONI HA SULLA COSCIENZA, PER LORO, UN PECCATO, MA UN PECCATO VENIALE ED E' QUELLO DI ESSERE SCESO IN POLITICA ROMPENDO LE PALLE AI KOMUNISTI CHE ERANO PRONTI A PRENDERE IL POTERE DOPO TANGENTOPOLI E BERLUSCONI S'E' MESSO DI TRAVERSO. MA DA QUESTO AD ARRIVARE A FARE CIO' CHE QUEI GIORNALACCI HANNO FATTO E DETTO, CE NE PASSA... I KOMUNISTI SI SONO CAGATI ADDOSSO, CONSAPEVOLI CHE BERLUSCONI ERA ED E' TROPPO FORTE E COSI' HANNO COMPLOTTATO PER FARLO FUORI ANCHE CON L'AIUTO DEI GIORNALACI E DEI MAGISTRATI ROSSO SANGUE. IN GALERA DOVREBBERO ANDARCI I KOMUNISTI, ALTRO CHE L'ONESTO BERLUSCONI!!!

CALISESI MAURO

Sab, 03/08/2013 - 11:29

Caro de bortoli lei con la sua testata non era a capo della cordata del "fate presto"? Quella che ci ha portato a un governo che ha ammazzato l'economia e accelerato la morte della nazione. Lei e' uno dei responsabili di tutto questo lo sa vero? Certo che lo sa eccome, come sa che durante l'estate prima della caduta del governo ( un governo debole peraltro e ormai paralizzato )comunque i dati economici erano se non positivi almeno non negativi. Lei lo sa quante persone si sono tolte la vita per le nefandezze e incompetenze del governo monti, lo sa vero? O non lo sa?

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 03/08/2013 - 11:30

De Bortoli nelle tua vita non hai mai capito niente, quando ti alzi la mattina non sai quale strada prendere e voui dare dei consigli, a chi. Le sentenze si devono rispettare ed accettare se queste sono giuste e provate,ma quando SONO MANIPOLATE devono essere rigettate. Perchè i Giudici AMERICANI non processano OBAMA, il quale in una visita nello YEMEN i giornalisti informati, gli hanno detto: Cosa accadra all' Agente Snowuen. Obama a questa domanda rimase allibito e rimase sewnza parole. Al rientro negli USA si mise a litigare con tutta L'FBI per non essere stato informato. Perchè non ha subito processo con la motivazione: Non poteva non sapere. Chiudi la fogna De Bortoli e allarga il tuo orrizzonte di informazione prima di parlare.

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 03/08/2013 - 11:31

De Bortoli nelle tua vita non hai mai capito niente, quando ti alzi la mattina non sai quale strada prendere e voui dare dei consigli, a chi. Le sentenze si devono rispettare ed accettare se queste sono giuste e provate,ma quando SONO MANIPOLATE devono essere rigettate. Perchè i Giudici AMERICANI non processano OBAMA, il quale in una visita nello YEMEN i giornalisti informati, gli hanno detto: Cosa accadra all' Agente Snowuen. Obama a questa domanda rimase allibito e rimase sewnza parole. Al rientro negli USA si mise a litigare con tutta L'FBI per non essere stato informato. Perchè non ha subito processo con la motivazione: Non poteva non sapere. Chiudi la fogna De Bortoli e allarga il tuo orrizzonte di informazione prima di parlare.

att

Sab, 03/08/2013 - 11:31

..."La saggezza dovrebbe consigliare a Berlusconi di accettarne le conseguenze"... e questa "saggezza", ha un nome e cognome, egregio de Bortoli?....

acam

Sab, 03/08/2013 - 11:33

il cruccio de cav è pure il mio. non si riusciti ad eliminare una combriccola di figli non qualificati dalle facce pulite, pitturate di bianco sopra lo sporco del dentro, per marina al governo ci vuole uno speciale scafandro. l'italia? tutti e dico tutti gli i concittadini che contano i soldi ce l' hanno fuori quine non patiranno mai la fame, tirate le considerazioni, bisogna usare il tam tam, tv e giornali fanno troppo rumore, o usare i pizzini

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 03/08/2013 - 11:35

Leggo sul Corriere. ""Rivolta Pdl, Bondi esaspera i toni: «Soluzioni o sarà guerra civile»"". Se anche Bondi è sulle barricate e minaccia la "GUERRA CIVILE" (!!) significa che ormai hanno perso tutti la testa. Non vogliamo (e non è un plurale maiestatis) la "guerra civile", mentre auspichiamo che il governo Letta sia difeso indipendentemente dalla vicenda Berlusconi, nell’INTERESSE degli Italiani. La condanna può essere criticata, anche se a sinistra si pensa il contrario, ma va rispettata, nel senso che bisogna prendere atto del deliberato della (in)Giustizia. Ammesso che sia stato commesso un errore, non si può lavorare per farne un altro più grande, mostruosamente più grande, con tutto il rispetto per Silvio, che temo sia stato condannato non in base alle prove, ma a presunzioni di colpevolezza. La giustizia può sbagliare ed essere “ingiusta”, ma non parliamo più di “guerra civile” e chi lo fa sia allontanato per sempre.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 03/08/2013 - 11:36

Congratulazioni signor de bortoli! Se il buon Dio mi concederà di sopravviverle almeno di qualche giorno mi faro' un dovere di brindare a champagne la sua dipartita!

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 03/08/2013 - 11:41

come diceva il compianto grande INDRO ...penna venduta......Caro De Bortoli,prima o poi toccherà anche a lei. Una curiosità: per conto di quale padrone opera?????

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 03/08/2013 - 11:44

Ferruccio presto potrebbe rendersi conto che è solo ferraccio.

giovauriem

Sab, 03/08/2013 - 11:45

i padroni di de bortoli(i soliti molto noti)vogliono mano libero per l'assalto finale a ciò che è rimasta dell'economia italiana e usano la loro soldataglia zelante

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 03/08/2013 - 11:51

il corriere andrebbe chiuso! no sbaglio dovrebbe fallire! no non fallirà perchè i soldi li danno i poteri forti! quelli veri che tengono in scacco l'italia da anni!!!! non da 20 ma da ben di più!!!!!!!!!!

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 03/08/2013 - 11:54

de bortoli! Ma chi è costui?

Azzurro Azzurro

Sab, 03/08/2013 - 12:02

giornale komumista fa solo disinformazione spero fallisca. quando fallira' pravda-corriere stappero' un bottiglia di spumante

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 03/08/2013 - 12:07

A quando una bella denuncia con processo e condana per fuga di notizia ed altri reati connessi?? Giustizia ridicola!! Lui e piu vergine della vergini!!

giosafat

Sab, 03/08/2013 - 12:08

De Bortoli, anche i cittadini vanno rispettati: perciò non rompa i cog***ni.

Felice48

Sab, 03/08/2013 - 12:08

Come mi fanno pena questa nazione e anche le altre (s'intende) dove dettano legge un pò tutti, da dietro le quinte, vigliaccamente. Giornali, avvocati (quanto ci è costato il fu), ingegneri (che altro sfacelo), maniconi, lobby, sindacalisti gretti, idealisti fasulli di partiti, pm (forse i peggiori) e chi più ne ha più ne metta. Tutti alle spalle dei poveri cristi. E nessuno che li indaga per cose più orrende e costose per il pubblico denaro senza nemmeno essere indagati o se lo sono si insabbia tutto. Comunque penso che dietro a tutto ci siano i poteri fortissimi di solo pochi individui che menano il mondo. I direttori dei giornali amici ne sono il braccio armato.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 03/08/2013 - 12:10

Nessuno in Italia fa gli interessi degli italiani! Perche? Gli italiani hanno nel DNA l'invidia, arroganza, supremazia e tutto quello che e di negativo nel essere umano!

Ritratto di by Ciumbia

by Ciumbia

Sab, 03/08/2013 - 12:16

Il caso è chiuso. Anche il Financial Times non vuole Berlusconi a Roma.

INGVDI

Sab, 03/08/2013 - 12:21

Il corriere è il giornale dei poteri forti, della grande finanza, rappresenta per primo l'ipocrisia italiana. Il suo direttore un omuncolo da disprezzare.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 03/08/2013 - 12:21

Continuate a dire: "condannato perché "non poteva non sapere"" invece è stato condannato perché è stato provato che sapeva al punto tale che aveva ideato lui il tutto. La smettete di farneticare per difendere un delinquente?

beep

Sab, 03/08/2013 - 12:28

De Bortoli lavori e ti sei venduto ai poteri forti. Non potevi fare diversamente perché i tuoi padroni non minacciano a parole come fa quel povero fesso di Berlusconi, ma picchiano duro i loro avversari. Ci sono molte storie che si raccontano sui tuoi padroni , verrà il giorno che diverranno pubbliche. Un piccolo esempio di tanti anni fa: per quale motivo nel periodo dei rapimenti non è mai stato rapito uno della famiglia ....... Si dice che è stato rapito solo un parente alla lunga, di quella banda sono morte più di quaranta persone........ . Bravo De Bortoli continua a fare la pecora.

enzo1944

Sab, 03/08/2013 - 12:30

debortoli è solo il servo sciocco di bazoli e dei massoni della carta stampata,vicini a confindustria,società finanziarie,ebree, PCI-PD e sinistre,amiche di potere,governo,poteri forti e Banche d'affari USA e CEE!!....in altre parole vicinissimi alle lobbies d'affari mondiali(bilderberg,aspen institute,morgan stanley,goldman sachs)ed ebree comprese!

cicero08

Sab, 03/08/2013 - 12:31

Suvvia. ..ma se era stato lo stesso ex cav. A dire molto chiaramente che chiunque si fosse venuto a trovare nelle stasse medesime condizioni fiproposte dalla decisione della Cassazione che lo riguarda, non poteva non avere la decenza di farsi da parte.

gioch

Sab, 03/08/2013 - 12:36

DeBenedetti,truffatore incallito(la storia della Borsa italiana lo evidenzia),residente in Svizzera,osannato perchè tessera nr.1(ma soprattutto padrone del partito "Repubblica") e premiato dai "compagni"-sodali della magistratura con 570 milioni di euro del Cavaliere. Gli Agnelli potevano "non sapere" che Franzo Grande Stevens e Gabetti,condannati,manovravano senza pagare il dovuto allo Stato Italiano(e qui si parla di centinaia di milioni di euro e non di 7-?-)e si è continuato a foraggiarli con soldi nostri per mantenere la pace sociale.Salvo vederli arricchirsi fuor di misura senza restituire alcunchè. Va tutto bene perchè "LORO" non hanno fondato un partito che ha impedito ai comunisti di prendere definitivamente il potere. Il trionfo di Gramsci.

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Sab, 03/08/2013 - 12:38

ma de bortoli....è solo il tabacci dei giornalisti....al Korriere comandano i...grandi vecchi ke vi si insediarono nel 72...ai tempi di ottone.

michele lascaro

Sab, 03/08/2013 - 12:38

E invece, alla faccia sua, le elezioni anticipate ci saranno, e solo allora si accorgerà del suo fallimentare intrigo giornalistico.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 12:43

Prima di commentare la condanna di Berlusconi, ho dovuto mettere in ordine una ridda di pensieri pieni di sgomento, rabbia, incredulità, paura per il futuro, voglia di rivalsa... Avevo più volte scritto che non solo mi aspettavo, ma mi "sognavo" che Berlusconi venisse condannato. In realtà ero convinto che la solita vigliaccheria rossa avrebbe alla fine scelto la "non decisione" di semplicemente rimandare tutto indietro a Milano per rifare il processo di 2° grado e ottenere così il doppio vantaggioso risultato di non dare fuoco alle polveri e di riuscire a tenere inchiodato in tribunale Berlusconi per ancora qualche anno con ripresa del continuo infangamento, delegittimazione, mortificazione, ecc... Evidentemente non avevo sufficientemente considerato l'ossessione patologica di gran parte dei gerarchi rossi di disfarsi una volta per tutte e a qualsiasi costo dell'unico Italiano che è stato in grado di stoppargli il totale, incontrastato, micidiale, assoggettamento e la conquista definitiva di tutte le istituzioni, di ogni governo (nazionale e locale), di ogni potere dello Stato, con susseguente riduzione in schiavitù ideologica di ogni cittadino Italiano e occupazione-dissanguamento di ogni risorsa finanziaria-economica-patrimoniale-sociale nazionale. Vent'anni di accerchiamento giudiziario alla fine hanno ovviamente raggiunto il sognato risultato di eliminare (vedremo...) il "nemico" che non erano mai riusciti a cancellare nelle urne. Una spina nel fianco che li ha fatti uscire di senno, al punto da accettare di consegnare alla storia una condanna costruita sul "non poteva non sapere"! Sull'indecente pagina di in-giustizia ci sono mille altre cose da dire, e per fortuna moltissime voci si stanno alzando per stigmatizzare e spiegare tutto questo. A me interessa soprattutto il "dopo"; ciò che DOVREBBE e DEVE succedere da ora in avanti. La "politica dimessa", le "vibrate proteste", le "proteste simboliche" che hanno caratterizzato gli ultimi anni di contrasto al continuo e strisciante tentativo di golpe rosso, DEVONO essere completamente accantonate. "Si pace frui volumnus, bellum gerendum est" ("se vogliamo godere della pace, bisogna fare la guerra" - Cicerone; motto divenuto famoso anche come "si vis pacem, para bellum"). Siamo dal dopoguerra ostaggi sottomessi all'ideologia rossa in tutti i comparti della nostra società e la loro determinazione a eliminare il "nemico" deriva dalla triste ma evidente verità che una volta fatto fuori lui, ci vorranno decenni prima che un altro soggetto di pari potenza possa anche solo disturbarli. Nel frattempo avranno portato a compimento il completo prosciugamento di ogni bene e risorsa dell'Italia con inevitabile distruzione, saccheggiamento, annichilimento della Nazione e di tutti noi! Basta "confronto politico", basta "dialogo moderato", basta "opposizioni democratiche"... Da oggi, ogni parola, atto, progetto deve essere basato sul "tiro ad alzo zero"; gli Italiani devono essere messi davanti a scelte prive di qualsiasi compromesso e/o mediazione. Gli Italiani devono scegliere e assumersi TUTTI le conseguenze delle loro scelte. Deve essere ricondotto in ambiti democratici lo strapotere intoccabile della magistratura; devono essere rimossi tutti i legacci che impediscono all'economia di risollevarsi; deve essere adeguata ai tempi la Costituzione (cambiamento della forma di governo -che deve essere in grado di governare e dare risposte immediate alle necessità- e vincolo di mandato in primis); devono essere tagliati con l'accetta gli indecenti costi dello Stato; si devono ridiscutere tutte le regole europee franco/germano-centriche, e in caso di impossibilità a farlo si DEVE uscire dall'Euro (prima) e dall'Europa (poi ed eventualmente); l'immigrazione selvaggia DEVE essere completamente e con ogni mezzo fermata, così come l'islamizzazione strisciante della nostra società; la piovra rossa passata e presente deve essere finalmente denunciata, perseguita e condannata; il Popolo deve riprendersi il controllo della Nazione anche attraverso l'ammissione di referendum propositivi, deliberativi e legislativi. GIU' IL GOVERNO E VOTO SUBITO!!! E poi vedremo... vedremo anche il pronto inciucio Napolitano-Pd-M5S per fermare la minaccia (per loro) di sparire e dover finalmente entrare nei tribunali come imputati senza poter più contare su una magistratura complice.

CALISESI MAURO

Sab, 03/08/2013 - 12:44

Riky65: il corriere pieno di debiti quindi mal gestito non rischia di fallire, perche' i suoi debiti li ha con le banche, quindi soldi dei cittadini, pensionati compresi a questi signori piace giocare coi soldi ( e non solo ) degli altri:))

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 03/08/2013 - 12:52

Tipetto "fico" il de (de piccolo) Bortoli. Anche Gardini si presentava bene....

giruffon

Sab, 03/08/2013 - 13:27

perché Elkan si è affrettato a comprare le azioni rcs definendolo "core business" per la fiat??? forse perché margherita agnelli cercava chi aveva rubato i 2 miliardi spariti dai conti "NERI" del papa' gianni???? e la procura guardava da un'altra parte "arcore??" FORSE ABBIAMO CAPITO CHI COMANDA AL CORRIERE??? VERO DE BORTOLI?????

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:27

SINISTRI! Siete solo dei poveri cornuti cronici, pederasti conclamatii, sodomiti incorreggibili, negristi da strapazzo e traditori della patria. Prima o poi la vostra pacchia finirà! Si comincerà a mettervi in prigione, a farvi condannare per tutte le ruberie passate, e sarà solo l'inizio. Cosa avete portato all'Italia? Per prima cosa il tradimento per venderla ai Sovietici (Vedi pietro secchia e togliatti ecc.) , poi la corruzione e le bugie e menzogne continue, poi avete diffuso la pornografia, la droga coi vostri giovani tossicomani marci, il lazzaronismo dei vostri centri sociali, l'"amore libero" con le ammucchiate d'ogni tipo fra di voi sin dagli anni 60, la puttanaggine delle vostre donne ovunque e la felicità dei cornuti quali siete come mariti, gli incesti nelle famiglie e la libertà per tutti i delinquenti, la sporcizia nelle città e nelle strade, l'immigrazione più selvaggia e sbracata , la sodomia fatta legge e vita normale, la svendita della nazione a negri, cinesi, arabi, ed a chiunque pur di fare morire gli italiani,le vostre cooperative sempre fallimentari, il vostro odio per l'iniziativa privata, il vostro incitamento all'amoralità nelle scuole e ovunque, il materialismo più misero e rozzo, poi le porcherie nelle banche e le tasse ammazzatutto. Avete impoverito l'Italia derubandola in tutti i modi. Ricordatevi che il diavolo fa le pentole maa non i coperchi. Prima o poi dovrete rendere conto delle vostre azioni.

CALISESI MAURO

Sab, 03/08/2013 - 14:00

vero Aedo l'"altro" fa le pentole, ma non i coperchi, ben detto. sembra una ovvieta' invece essendo ormai alle fasi finali di questa societa' e' una verita' tangibile e anche una grande speranza.

gioch

Sab, 03/08/2013 - 14:06

Omar El Mukhtar--- Berlusconi è un pirla! Ha pagato 5 MILIARDI di euro di tasse E COSA FA? INVENTA UN MECCANISMO PER TRUFFARE 7(SETTE) MILIONI? E' decisamente un pirla o siete dei pirla in malafede voi che credete ad una magistratura che dimentica gli Agnelli e i DeBenedetti(dimentica di indagare)ma li gratifica in continuazione pur di danneggiare chi ha fondato il Partito che ha impedito ai sinistri di impossessarsi dell'Italia?Tasnto se la prendono in altro modo.Ma qualcosa si muove.

benny.manocchia

Sab, 03/08/2013 - 14:10

il corriere della serva e' ormai finito. un italiano in usa

@ollel63

Sab, 03/08/2013 - 14:26

ferruccio debortoli sappi che le sentenze giuste-provate-coerentemente-motivate vanno rispettate. Le fandonie ancorché scritte da magistrati politicizzati, quindi-indegni, farcite da fantomatiche opinioni del tipo del non-poteva-non-sapere NON SONO SOLAMENTE DA NON_RISPETTARE, ma assolutamente da RIGETTARE. E gli estensori di giudizi espressi sulla base di tali opinioni e pregiudizi debbono essere licenziati in tronco e soggetti al carcere a vita. E pure certi giornalisti che brigano con tali magistrati devono subire la stessa sorte, persino peggiore.

killkoms

Sab, 03/08/2013 - 14:29

felic epaese quello in cui un giornale,il corriere dei disastri,che svende le testate e mette in cig i giornalisti,si arroga il diritto di dettare la linea a giudici(che abboccano!)e politica!

Giuseppe Borroni

Sab, 03/08/2013 - 14:29

De Bortoli ha ragione. il cittadino Berlusconi e' ufficialmente un pregiudicato. Che rispetti la legge! Peggio per lui che non e' riuscito a farne una per scamparla un'altra volta

makeng

Sab, 03/08/2013 - 14:43

classico lecchino degli agnelli responsabili del degrado di torino e di tutto il piemonte. Ma che se ne stia zitto! tanto il suo parere vale come le suole delle mie scarpe rotte!

romacentro

Sab, 03/08/2013 - 15:00

Ho letto l'articolo di de Bortoli, e non faccio alcuna fatica a ritenere che le sentenze si debbano rispettare ma, al tempo stesso si possono non condividere e, in alcuni casi, contestare. Così come ha fatto con grande civiltà il prof. Coppi che ha sostenuto che i giudici di Cassazione si sono sbagliati. Cosa c'è di malevolo, di immorale in questa affermazione? Vorrei tanto che a de Bortoli capitasse quello che è accaduto a Berlusconi nella vicenda del Lodo Mondadori, quando un giudice "sbadato", per non dire altro (quello con i calzini celesti, per intenderci) lo condannò in primo grado a risarcire De Benedetti di 749 milioni di euro. Ma, come sanno tutti, il giudice si era sbagliato, poverino, anche perché, ostinato e pervicace, aveva rifiutato la consulenza dei tecnici. Il processo di appello sentenziò infatti che questo giudice aveva ecceduto (neanche fosse ubriaco nel momento dei conteggi) di qualcosa come 210 milioni di euro. Come dire, una bazzecola. Allora, vorrei chiedere al signor de Bortoli, che fa tanto il moralista per il "bene del paese", se fosse capitata a lui una vicenda simile, avrebbe rispettato quel giudice e quella sentenza? O si sarebbe incaz ...to almeno un po'?

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Sab, 03/08/2013 - 15:16

Chissà se un giorno qualcuno riuscirà a spiegarci il ruolo di certi giornalisti e di certe testate pseudoindipendenti che, invece, rispondono a gruppi finanziari e poteri forti? Da lì è partita la caccia a Berlusconi e da lì è partita la delegittimazione della cosiddetta "casta". Ma una politica debole a chi fa comodo? A chi fa comodo screditare i politici e sostituirli con i guitti? A chi fa comodo distrarre l'opinione pubblica affinché ignori il ruolo dei poteri finanziari? Chi vuole lo scontro perenne? E perché?

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Sab, 03/08/2013 - 15:18

korriere ke??....quello della prima pagina del giorno... seguente l'attentato a montanelli???

Ritratto di No Luigipiscio

No Luigipiscio

Sab, 03/08/2013 - 15:35

Beh se si vuol trovare a tutti i costi un'aspetto positivo della vicenda...almeno ora che tutti hanno preso posizione si è fatta definitivamente chiarezze e non ci possono essere più dubbi sugli schieramenti in campo..da una parte il Popolo e Berlusconi..dall'altra l' Establiscment conservatore: 1) Giornali di regime con a capo Repubblica e Corriere che appartengono a Banche o oligarchi nostrani (padroni del fu capitalismo famigliare italiano) 2) Sindacati dell'800 3) Pseudo intellighenzia organica al PD 4) PD partito diretto da rottami dell'Ex PCI - DC 5) Telekabul da secoli in mano al PCI-PD 6) La 7 okkupata dalla pseudo intellighenzia appecorata al partito che da loro da mangiare) 7) Magistratura sessantottina che lotta per conquistare definitivamente il Potere Esecutivo 8) Etc. Chi vuole il cambiamento sa da che parte stare..

abocca55

Sab, 03/08/2013 - 15:37

Questi sono gli industriali italiani che hanno mandato nell'abisso il Paese. Si faccia il raffronto con gli industriali tedeschi e soprattutto coreani, che hanno portato le loro imprese all'apice delle innovazioni e della redditività. Gli imprenditori mignon di casa nostra sono tutti di sinistra estrema, e come tali, nemici degli operai, dei lavoratori in genere, e dei pensionati.

abocca55

Sab, 03/08/2013 - 15:43

Chi c'è dietro la magistratura rossa? Sicuramente i sinistri di casa nostra, ma più di tutti, i servizi segreti di quelle nazioni che non sopportano un Berlusconi non allineato a Bildelberg, nè ai vertici massonici che muovono le fila del mondo. Per questo hanno tentato anche di farlo fuori fisicamente. Non sopportano un leader occidentale che sia amico di Putin. Non hanno sopportato i nostri interessi in Libia, e ci hanno preso a pedate.

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Sab, 03/08/2013 - 15:44

De Bortoli é davvero un mascalzone: chiedere a Berlusconi di rispettare le legge! Eh no, eh! Non si fa!

abocca55

Sab, 03/08/2013 - 15:52

Già dai primi anni del fascismo, i fascisti angli/americani avevano deliberato la colonizzazione dell'Italia. E così è stato. Berlusconi ha la colpa di non aderire alle direttive, come fece anche Mussolini.

steacanessa

Sab, 03/08/2013 - 16:12

C'era una volta un corriere serio, quello dei piccoli. Adesso é rimasto un intruglio di sinistrume indigesto. Direttori come ottone, mieli e l'attuale azzimato damerino hanno ridotto il primo giornale d'Italia ad una penosa caricatura dell'ignobile repubblica.

Ritratto di Claudio_da_PG

Claudio_da_PG

Sab, 03/08/2013 - 16:17

Sempre ritenuto uomo dalle tante e garbate pareolle ma privo di idee e di palle; oggi ennesima conferma

INGVDI

Sab, 03/08/2013 - 16:26

Ilsaturato descrive bene la situazione e il da farsi. Sottoscrivo

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 03/08/2013 - 16:28

Caro De Bortoli, sono stato una settimana all'estero (Grecia) ed arrivava,il giorno dopo, solamente il Correre della Sera, E' diventato un giornale scadente, peccato averlo ridotto così.... Comunque le sentenze si discutono eccome, in fondo sono fatte da persone equiparabili ai funzionari di una ARPA qualsiasi, concorso con annessa raccomandazione e come loro e come qualunque cittadino possono avere fatto delle grosse minchiate. La verità non è nè dei magistrati nè dei direttori di giornale nè di nessun altro.L'umiltà dovrebbe essere delle persone per bene, così come il rispetto per una persona ferita, ma lei con altri suoi colleghi e sodali non conoscete questo valore. Peccato.

frangr

Sab, 03/08/2013 - 16:30

adesso e' tutto piu chiaro.. ci sono gli Agnelli dietro a tutti questi venti anni di lotte a Berlusconi..nascondendosi nell'ombra. qualcuno con le palle ...indaghi su questa possibilita

unosolo

Sab, 03/08/2013 - 16:47

vanno rispettate le sentenze, se vere , questa su presunte ipotesi , sul doveva sapere o tante altre fantasie anche erotiche sono supposizioni , a volte caricate dalla satira ma sopra ogni cosa da certa stampe di sx , comici e personaggi pagati con soldi di tutti i contribuenti e utenti ad accusare senza alcuna prova , gente che prima dice che la giustizia deve essere al di fuori della politica e poi la sprona ad intervenire , la libertà di stampa vale solo se di sx , esperienza ce lo dice , questi sono fatti reali. A tirare troppo la corda si spezza .

Fracescodel

Sab, 03/08/2013 - 16:51

Il Corriere e' un organo di propaganda senza pudore, ed i giornalisti che ci scrivono sono dei vigliacchi senza anima. IlGiornale pero' deve stare molto attento perche' anche qui molti articoli puzzano di marcio. L'informazione e' altra cosa...si basa su notizie fattuali, dove un bravo giornalista costella con piu' risvolti circostanziali possibili, per arrivare a dare un'immagine completa...dove e' il lettore a crearsi un'opinione propria e scevra. Il Corriere, come Repubblica, sono di proprieta' di persone e gruppi che sono referenti principali di quel potere bancario che ci ha invaso, distrutto e depredato in Italia....tutti collusi nel piu' grande colpo di stato silente della nostra storia nazionale....tutti Traditori!

Ritratto di Markos

Markos

Sab, 03/08/2013 - 17:15

il peggiore giornale Italiano , comunista e carico di odio

@ollel63

Sab, 03/08/2013 - 17:24

Corriere dei piccoli debortoli..

filgio49

Sab, 03/08/2013 - 17:25

Non ho mai avuto dubbi su questo squallido personaggio, ora ne ho la conferma! E' una emerita testa di cazzo e a lui e a tanti altri bisognerebbe tappargli la bocca

Felice48

Sab, 03/08/2013 - 17:25

Perchè non si dimette lui e scende in agone politico a girare il minestrone. E' troppo comodo pontificare dall'alto del suo scranno retto da vigliacchi che altrettanto preferiscono l'ombra dall'affrontare gli avversari.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 03/08/2013 - 17:29

Le pastette sono finite. Molti provvedimenti all'esame del parlamento (ed in odore di essere approvati con delibere bipartisan) ora non passeranno più. Non fosse altro che per ripicca nei confronti della sinistra. Vedi la legge sull'omofobia e sullo ius soli guardate con sospetta benevolenza da alcuni rappresentanti del(sedicente)centro destra. Non sarei così rammaricato dalla sentenza della cassazione.

filgio49

Sab, 03/08/2013 - 17:30

De Bortoli..ma vai a cagare stronzo, il tuo giornale lo uso per pulirmi il sedere

barabba89

Sab, 03/08/2013 - 17:34

per troppo tempo Silvietto se l'è svignata utilizzando cavilli, prescrizioni e altre subdole macchinazioni di fattura dei suoi governi. adesso è il momento di pagare però!!!

unosolo

Sab, 03/08/2013 - 17:42

a pensar male a volte ci si prende , sotto sotto non è che queste persone che sbraitano per dimissioni da senatore e arresto subito , vogliono svendere altre aziende ? stiamo passando per ridicoli , ci prendono in giro , la sentenza senza certezza conferma l'inclinazione della corte e del capo , quanti di costoro possono dire di non aver rubato un centesimo allo stato ? i rimborsi gonfiati sono furto , eppure li fanno e ci meravigliamo , il pesce puzza si ma dalla testa .

Ritratto di kinowa

kinowa

Sab, 03/08/2013 - 17:51

Caro De Bortoli, hai perfettamente ragione le sentenze e la legge vanno rispettate e devono essere uguali per tutti. Anch'io desidereri vivere in una nazione siffatta, ma cosi come per Berlusconi vorrei che si usasse lo stesso metro con altri "evasori" dello sport e dello spettacolo ,verso i centri sociali, verso tutti quelli che delinquono e fanno della prepotenza la loro vita. Ora ti chiedo verso queste persone, si usa lo stesso metro??????

abocca55

Sab, 03/08/2013 - 17:54

Sono gli industriali del Bildelberg che stanno distruggendo il Paese.

Cosean

Sab, 03/08/2013 - 17:57

Guardate che tutto il Mondo sostiene che si deve dimettere da Senatore! Non il Corriere!

abocca55

Sab, 03/08/2013 - 17:58

DeBortoli, perché contro Berlusconi e non contro gli agnelli che hanno dissanguato il Paese?

Cosean

Sab, 03/08/2013 - 18:01

@ cast49 Guarda che Berlusconi ha frodato il Fisco! Sono occorsi tre gradi di giudizio per accertarlo! Basta con le tue seghe mentali!

angelomaria

Sab, 03/08/2013 - 18:08

i vomita sentenze se doveid=ssi dire cosa penso di loro violerei le leggi penali civili e webb credo di avere detto tuttoanche senza dire niente !!!!

angelomaria

Sab, 03/08/2013 - 18:12

cosa posso aggiungere meglio un morto in casa che un bortoli ALLAPORTA!!!

m.m.f

Sab, 03/08/2013 - 18:23

Basta pensare che un buon 30 % della crisi economica relativamente ai consumi interni del paese è grazie ALLA STAMPA! La Stampa italiana,con la solita palla del fare notizia ha creato un clima in Italia che non trova paragoni nel resto del mondo,avvalendosi del fatto che l'italiano medio è sotto istruito pertanto qualunque cosa gli racconti se la beve e........se la....crede ahahahahah Intanto i giornali vendono o e il paese sta fallendo!

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 03/08/2013 - 18:25

Visto che i mezzi di informazione televisivi italiani non lo hanno mai reso noto al pubblico, su youtube si può ancora vedere e ascoltare il deputato europeo Nigel Farage. Non è tempo perso.

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Sab, 03/08/2013 - 18:30

via i contributi all'editoria subito

tonipier

Sab, 03/08/2013 - 18:34

" SAREBBE UNO DEI VOSTRI" Comunque non bisogna meravigliarsi in tutte le categorie ci sono uomini viscidi.

Ritratto di drazen

drazen

Sab, 03/08/2013 - 18:43

Credo che De Bortoli sia la persona più ipocrita che esista al mondo, con quella sua aria spocchiosa e da "gatta morta".

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 03/08/2013 - 18:52

De Bortoli, un altro? Scusate eh, ma al corrierino, oltre ai "passacarte", come direttori, mettono adesso anche i "sussurratori"? Insomma, l'"omino che sussurrava ai somari"!? Complimenti corrierino di de-bortoli, congratulazioni per l'"evoluzione della specie"! --------

Giorgio5819

Sab, 03/08/2013 - 19:13

De Bortoli-Corriere-RCS-FIAT-Sinistra:cosa vi aspettavate?

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Sab, 03/08/2013 - 19:16

Bravo De Bortoli, io gli toglierei, pure, la patria podestá.

Mimmo Marchese

Sab, 03/08/2013 - 19:34

Tutta la vicenda Berlusconi non può essere ascritta soltanto a giudici di sinistra che, verificata in venti anni la incapacità del PD e associati ad offrire agli Italiani un progetto politico credibile, si sono presi in via autonoma questo incarico di sostituirsi al loro partito di appartenenza. C'è un disegno economico ben preciso con mandanti che vanno stanati e colpiti duramente anche perché è mia opinione che il reale e polposo obiettivo è quello di espropriare al Cavaliere Mediaset. I giudici stanno soltanto agendo - forse inconsciamente perché spinti dalla loro ideologia - a vantaggio di un progetto economico che è di pura ruberia. Troppo zelante mi sembra il Corriere, troppo schierata è Repubblica e la posta non è certo quella di mettere in galera un prossimo ottantenne!!!

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 19:34

e intanto la pubblicità su "il Giornale" diminuisce. La società della santanchè fa i debiti e una società la deve acquistare per non farla fallire. Ah, ma il corriere prima o poi fallirà eh, si si..

tartavit

Sab, 03/08/2013 - 19:37

Il povero Bondi non sa che ormai in Italia è il tempo in cui "le sciabole stanno appese e i foderi combattono. E come si sa, con i foderi, riesce male fare una guerra civile. Ma un consiglio al mite poeta va dato lo stesso. Perché non facciamo una bella guerra civile in brache corte o in mutande? E non è forse meglio farla addirittura nudi con i pistolini? Sarebbe una idea, no? Ma pensa tu, in un momento così difficile per l'Italia, sentire dire simili sconcezze da un personaggio che, a prima vista, sembrava l'emblema della mitezza, è veramente il colmo. Va là Bondi, chiedi scusa a tutti e rintanati in un mutismo riparatore e rigeneratore! E bene ha fatto il Colle a rimetterti in riga!

leonarmi

Sab, 03/08/2013 - 19:41

De Bortoli parla a nome del salotto buono (sic) o a nome dei suoi amici magistrati.Invece di dispensare consigli non richiesti e non graditi perché non si concentra a risollevare le vendite del suo giornale.Di tutti questi esperti e educati personaggi NOI possiamo fare a meno.Ma va la

Mimmo Marchese

Sab, 03/08/2013 - 19:41

Il FT definisce buffone Berlusconi. Bisognerebbe spiegare a questi altri soggetti che il potenziale re d'Inghilterra, il buon Carlo, ha avuto, pace all'anima sua, come moglie una sg...na, una pu...na, una pom...ra tutto certificato dalle memorie di chi ha beneficato delle sue grazie. Ma mai un giornale italiano l'ha chiamata con il suo nome e cognome Da quale pulpito, quindi, viene la predica ma i giornali italiani gongolano riportando queste autentiche merdate, come hanno gongolato per i sorrisini della Merkel e di Sarkozy, della copertina dei due clowns. Che il conte Leopold Von Masoch fosse italiano?

idleproc

Sab, 03/08/2013 - 19:44

Gli euroglobaltruffatori credono di aver fatto cappotto, non sarà il PDL che per due terzi è democristiano e senza una strategia a fargliela vedere ma il popolo italiano.

Ritratto di falso96

falso96

Sab, 03/08/2013 - 19:47

Noi abbiamo un metodo per rispondere .... NON LEGGIAMO , NEPPURE IN WEB il corriere .

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 19:56

IN ITALIA LA INQUISIZIONE CHE FU DI JAGODA, EZOV E BERIA. C´é troppa superficialitá e ignoranza che non sa e meglio detto non vuole collegare tra loro gli eventi. Succede cosi che la interpretazione della realtá é meschina, distorta e volutamente falsata. É menzogna al servizio della mafia piú autentica ... La Veritá é che la "giustizia italiana" alla caduta del Muro di Berlino serví ad eliminare il riformismo di Craxi e a subbissare di processi quel Centro Destra che si metteva in alternativa ad una Sinistra ortodossa che era quella che la caduta del Muro indicava dovesse essere riformata. La riforma della Sinistra comunista che avveniva in tutto il mondo, esemplare il caso della Cina di Mao, in Italia veniva impedita e non c´é mai stata. Al suo posto si, una reazione poliziesca che con la persecuzione prima di Craxi, poi di Andreotti e quindi di Berlusconi (in mezzo a quelle di altri infiniti sconosciuti) da 23 anni bussa forte alla porta del potere del Paese. La doverosa evoluzione che chiede la onestá intellettuale di un De Gregori non é quella retorica e formale dell´abbandono della dizione di "comunista" nel nome del partito ma quella sostanziale dell´abbattimento dello statalismo e quella del cambio radicale di tutti i suoi dirigenti che in Italia, unica Sinistra al mondo, non sono mai avvenute. Se c´é un significato nella caduta del Muro di Berlino che é stato colto in tutto il mondo, ma non si vuole in Italia, é quello che non si puó accettare che un apparato burocratico statale opprima e sottometta il Paese reale e i suoi Lavoratori, e addirittura per "legge". Questo é quello che avvenne nei regimi del socialismo reale, che decretó il loro fallimento, quello che sta avvenendo in Italia da 23 anni. Con una spesa e un debito pubblici di uno intoccabile stato burocratico, struttura mafiosa e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, sopra la voglia di vita e di futuro di tutto un Paese. C´é ancora chi non lo ha capito e chi si oppone con tutti i mezzi per affossare la Veritá. La Veritá in Italia é quella rivoltante di una inquisizione che con tutti i suoi mirabolanti pretesti é quella che fu di Jagoda, Ezov e Beria. Una inquisizione che da 23 anni avvelena il Paese, lo spinge alla cieca e totale distruzione... Ma la nuttata finirá... Brutte bestie rosse. (Intervento censurato da quelli del corriere)

Cosi_la_penso

Sab, 03/08/2013 - 20:05

Ben vengano le dimissioni di questi facinorosi ed eversivi pdellini , con restituzione dell'identificativo di parlamentare , e con revoca da parte dei presidenti di camera e senato di tutti i privilegi di cui godono tali soggetti , compreso stipendio,auto blu, scorte e quant'altro. Sarebbe troppo bello fare il dimissionario e restare a spese dei contribuenti senza rinunciare ai privilegi.

federico61

Sab, 03/08/2013 - 20:13

Silvio, porta le tue aziende all'estero e licenzia tutti!

Ritratto di giangilo

giangilo

Sab, 03/08/2013 - 20:19

de Bortoli, pensavo fossi un serio giornalista, invece sei alla stregua di marco manetta (travaglio), santoro, gomes e quel padellaro, tanto "ignorante" quanto sbruffone.

Luigi Farinelli

Sab, 03/08/2013 - 20:28

Il Corriere è ormai uno degli organi ufficiali della massoneria (congrega plurisecolare comprendente fra le sue fila banchieri, finanzieri, laicisti, giornalisti, scrittori, fondazioni varie, magistrati, nani e ballerine) una congrega che dirige le fila di tutto ciò che porti a destabilizzare il Paese per meglio inglobarlo nel processo di globalizzazione mondialista. Fa ridere quando addossano alla mafia e ai terroristi la responsabilità dei "fatti misteriosi" che costellano la nostra Storia recente: mafia e terroristi sono solo esecutori prezzolati che nella massoneria (fra un'invocazione a Lucifero e un articolo infamante sulla vittima di turno) trovano una perfetta società di mutuo soccorso, capace di garantire impunità come di distruggere, in tutti i sensi, chi si pente di esservi entrato. La massoneria europea ha trovato (non sempre, ma ora si) in Berlusconi un comportamento ritenuto inaccettabile per l'avanzamento del programma di "integrazione europea" (a livello politico, economico, sociale e strategico) programma che avanza con l'imposizione di diktat, crisi economiche e abbattimento degli antichi valori naturali: tutto per arrivare alla "Repubblica Universale", oggi chiamata dai massoni Nuovo Ordine Mondiale. Mussolini non aveva sbagliato mettendo la massoneria fuorilegge e considerando la Società delle Nazioni come il suo braccio operativo internazionale. Oggi ci sono l'ONU e la CE e la situazione è anche peggiorata visto come le idee mondialiste abbiano progredito, imposte spesso con la truffa e il raggiro di interi popoli (vedere conferenze del Cairo, di Rio de Janeiro, di Pekino). Comprare magistrature, soprattutto di dichiarata tendenza "progressista" è ormai un gioco da ragazzi per il vero potere che ci sta affossando per i suoi loschi fini mercantilisti e ideologici.

antes1

Sab, 03/08/2013 - 20:37

De Bortoli siamo matti? Come si può pretendere che il leader di un partito di governo, condannato in via definitiva per frode fiscale e quindi ladro ai danni dei tanti cittadini onesti che pagano le tasse, dia le dimissioni? Questo ha evaso cifre enormi mica bruscolini come la Idem che infatti, da pezzente comunista, ha ritenuto di dover dare le dimissioni da ministro.

Holmert

Sab, 03/08/2013 - 21:03

" Le sentenze vanno rispettate" dice quella faccia di clo, con il birignao da salotto. Ecco una chicca 16/10/1997:Corriere della Sera: Dario Fo: "quella sentenza Sofri e' una comica. Ne faccio una commedia e la mando ai giudici" Segue articolo sul Corrierone. Ora che ne pensa il saggio De Bortoli? il suo giornalone ospitava le dichiarazioni di uno che parlava di sentenze definendole delle comiche. che grande rispetto he, saputello di mamma sua! Siete tutti uguali , trasformisti e facce di clo da pachiderma. Eppure c'è gente che vi crede ciecamente . I soliti imbecilli trinariciuti, talebani del culto sinistronzo. Il male dell'Italia non sono i tanti cervelli che se ne vanno, ma gli imbecilli che vi restano in abbondanza.

Enzo Addari

Sab, 03/08/2013 - 21:16

Giustizia abbiamo fatto, "pensano i poveri scimuniti", in verita' Silvio Berlusconi e' piu' forte di prima, ora tutto l'elettorato non comunista e' di nuovo con lui, il povero De Bortoli e' scarso in aritmetica. Non hanno ancora capito che Berlusconi e' come la nazionale di calcio, quando scende in campo tutti ma proprio tutti tifano ITALIA. Enzo Addari

Altaj

Sab, 03/08/2013 - 21:32

Una magistratura di gentaglia faziosa, non va ne rispettata ne tollerata. Il caso Vendola, con assoluzione condita da cene in famiglia ne è l'esempio più vergognoso. Che vadano a farsi fottere!

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 03/08/2013 - 21:38

Dopo il famoso "passacarte", adesso, come direttore, c'hanno messo un "sussurratore", della serie, " L'omino che sussurrava ai somari" ... ahahahah dato che sei così in "confidenza", fagli anche un "servizietto" ad Hoc, se sussurrare è poco. - Che zerbino sto' corrierino.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Sab, 03/08/2013 - 21:42

De Bortoli ma non rompere più i coglioni!!!ti senti forte stando sotto braccio con i magistrati tuoi amici eh?!hai le spalle ben coperte!ma ricorda che nulla dura per sempre...

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Sab, 03/08/2013 - 21:46

"cast49" infatti!!!vigliacchi e infami!!magistratura e tutto l'emisfero comunista italiano contro UNA PERSONA SOLA!!!vi rendete conto?!vogliono fare lo stesso che fecero con il duce,stessa cosa...solo che non hanno notato essendo troppo stupidi,che il cavaliere non è il duce...ma per loro è l'unico ostacolo al raggiungimento totale del potere che ci porterà alla dittatura comunista in breve tempo

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Sab, 03/08/2013 - 21:48

Ma chi cazzo è De Bortoli!un direttore di un giornaletto carta straccia da 4 soldi che chiede le dimissioni di Berlusconi?De Bortoli sei un fallito!!non durerà all'infinito il tuo teatrino!

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Sab, 03/08/2013 - 21:53

Molta gente ce l'ha con il Cavaliere solo perché ha tanti soldi,e che volete che li desse a voi eh?!poveretti...brutta cosa l'invidia

CARLINOB

Sab, 03/08/2013 - 21:55

Andrea Indini : ma quanto ti ha dato di mancia per fare un articolo di questo profilo?? 5000 Euro come per una palpata alla Ruby?? M non vi rendete conto che il giudizio è stato emesso Dalla Cassazione ed è definitivo e in funzione di questo è stato condannato dai Rappresentantoi del Popolo Italiano e non dai balordi del PDL o sodales o come lei un mediocre scribacchino al soldo!!

Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 03/08/2013 - 22:05

Se è per quello il Corriere fu anche il postino dell'avviso di garanzia del 1994. Ma, quando i lecchini, sia pure paludati da grande testata, escono così spudoratamente allo scoperto, i casi sono due: o qualcuno gli da un’extra paghetta in nero, con relativa evasione, o hanno scheletri negli armadi e sono sotto ricatto.

Canaglia

Sab, 03/08/2013 - 22:16

Questi cattivoni del corriere...

janry 45

Sab, 03/08/2013 - 22:25

MA DE BORTOLO CHI CAXXO E'? COME NOME FA ANCHE SCHIFO

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 03/08/2013 - 22:25

Sarà che il debortolino ha paura che il suo pd faccia una misera fine alle elezioni? Sarà che molti voti passerebbero dal pd al m5s e forse molti di più tornerebbero dal m5s al pdl? Ma alla fine sono riusciti ad evitare la scalata di rcs?

Paulus sum

Sab, 03/08/2013 - 23:10

Caro de bortoli lei a differenza mia porta un nome senza il rispetto dovuto Povero lavoratore senza coscienza.

Paulus sum

Sab, 03/08/2013 - 23:14

Essere de bortoli e' molto piu' die un nome. Solo lei non l'ha capito povero cane .

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Sab, 03/08/2013 - 23:18

DOTT. BORTOLI LEI A MAI LAVORATO IN VITA SUA? DICO LAVORATO E NON SEDUTO PER CREARE FANTASIE MENTALI DA SCRIVERE IN QUEST'ULTIMO CORRIERE OPPURE PROVA INVIDIA DI NON AVERE UNA TESTATA TUTTA LIBERA ED INDIPENDENTE NEL CORRIERE BISOGNA ANCHE DIRE SI SIGNORE E SI SIGNORE O MI SBAGLIO?

mastra.20

Dom, 04/08/2013 - 00:14

Le sentenze vanno rispettate e io dico che certi direttori vanno presi a calci nel sedere, una volta c'era il corriere,oggi al servizio di. ....questa sarebbe libera stampa,i Rizzoli ne Sanno qualcosa di questa magistratura.che dio ci aiuti. Mi saluti gli Agnelli

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 04/08/2013 - 00:18

Tutti questi giornalistucoli che si accaniscono contro Berlusconi mostrano il loro vero volto di pavidi servi di una magistratura che ha perso il senso dello stato e delle istituzioni. TUTTI ADDOSSO A BERLUSCONI. NESSUNO DI LORO CHE DICA UNA PAROLA SUI VENT'ANNI DI PERSECUZIONE DI UN LEADER POLITICO. DE BORTOLI & Co. FATE SCHIFO.

gimuma

Dom, 04/08/2013 - 00:19

Le sentenze vanno rispettare quando ad emetterle sono dei giudici di specchiata e indiscussa onesta' intellettuale caro De Bortoli;non dei quaquaraqua'politicizzati che invece che rispettarli si dovrebbe prenderli a calci nel sedere.Ecco cosa succede quando si avanza in carriera per anzianita' anziche' per merito.Si mandano su quegli alti scranni delle vere e proprie nullita'.Ma tutto cio' e'il risultato che hanno sempre perseguito i sinistrorsi sin dalla prima ora;sinistrorsi che sono la vera cancrena del nostro sciagurato Paese!

battistafesta

Dom, 04/08/2013 - 00:47

@michageo: Penne vendute a De Bortoli? Lo scrive sul sito del Giornale? Cioà dalla patria delle penne vendute? Lei + il miglior comico sulla piazza, mi creda!!! Non ci sono penne vendute, se non qui, se ne renda conto, lei e tutti i poveretti come lei.

battistafesta

Dom, 04/08/2013 - 00:48

@michageo: Penne vendute a De Bortoli? Lo scrive sul sito del Giornale? Cioà dalla patria delle penne vendute? Lei + il miglior comico sulla piazza, mi creda!!! Non ci sono penne vendute, se non qui, se ne renda conto, lei e tutti i poveretti come lei.

Libertà75

Dom, 04/08/2013 - 01:05

Carissimi, ora parte la campagna per le dimissioni di Berlusconi, ebbene la sinistra dopo aver sbandierato il suo odio per SB non ha la forza di votargli la perdita del titolo di senatore, che può fare a norma dell'art 66 della Costituzione. Ma i sinistri si sono resi conto che facendolo rischiano di perdere il governo e di doversi imbarcare i M5S. Forza Silvio, non ti dimettere, fatti cacciare così la sinistra imploderà.

ciloit

Dom, 04/08/2013 - 08:13

Strano che uguale senso di responsabilità (nel suggerire a Berlusconi di dimettersi) non abbia avuto il dott. De Bortoli il giorno, in cui con un proprio scoop il Corriere della Sera allertava la Corte di Cassazione in ordine all’incombente prescrizione di uno dei reati, quello più grave, per cui Berlusconi era stato ‘ingiustamente’ imputato e condannato nei primi due precedenti gradi di giudizio sulla vicenda Mediaset. Cosa, che determinò l’immediata attivazione della Corte per la fissazione dell’udienza di discussione del ricorso, addirittura nel periodo feriale, con un’evidente frettolosa decisione da parte dei componenti il relativo Collegio, che nulla conoscevano ed evidentemente nulla o poco, e certamente male, avranno letto degli atti processuali, anche se durante una ‘farsesca permanenza in Camera di Consiglio di circa sette ore. A maggior ragione se, come dice, anch ‘egli tiene alle sorti del nostro Paese! Evidentemente anche la casta della di lui testata è partecipe e responsabile della denigrazione mediatica nei confronti di Berlusconi, operata dai giornalisti di matrice comunista e da quella parte peggiore della Magistratura Italiana, asservita ai voleri della sinistra italiana, dal giorno in cui (nel 1994) veniva pubblicata la notizia - guarda caso proprio dal Corriere della Sera - che nei confronti del leader della maggiore forza politica italiana, agli inizi della sua fulgida carriera politica, era stato notificato il primo avviso di procedimento penale a suo carico. Altro che dimettersi! Berlusconi, con i suoi collaboratori ed elettori, ha diritto di riscattarsi dalle ingiuste aggressioni sin qui subite, culminate nella propria perdita di ogni libertà personale e di ogni suo diritto civile. (Avv. Ciro Lombardi)

topogigio100

Dom, 04/08/2013 - 08:38

ragazzi ce poco da fare il,fatto che Berlusconi sia stato messo fuori gioco e un intrigo internazionale di qui fa parte gli USA. l inghilterra ,e francia , come al solito siamo una colonia di questi tre paesi, spero tanto che Snowden che adesso e ospite di Putin sveli qualche altro retroscena degli USA su Berlusconi e chi ce dietro questa macchinazione! per quanto riguarda i blogger rossi che scrivono sul blog e meglio stendere un ve

coccolino

Dom, 04/08/2013 - 08:54

Tutti conosciamo De Bortoli da quando stava al Sole 24 ore...e ci basta!

Holmert

Dom, 04/08/2013 - 09:03

Nel vedere la foto che campeggia l'articolo, mi viene subito in mente il fallo, non nel senso calcistico della parola, ma in quello anatomico. Ecco quello ha una faccia che somiglia perfettamente al fallo, una copia perfetta. Quando dice che le sentenze non si criticano e lo scrive sul Corrierone, dice una colossale czzata. Per avallare la mia tesi ecco una chicca del supergiornalone: CORRIERE DELLA SERA : Nella conferenza stampa il commediografo(Dario Fo) conferma che si battera' in difesa anche di Pietrostefani e Bompressi " vittime di una storia fascista " e FO RINCARAVA LA DOSE DICENDO CHE QUELLA SENTENZA ERA UNA BUFFONATA(quella su Sofri) E CHE NE AVREBBE FATTA UNA PIECE. E tutto questo compariva a più riprese sul corriere della sera, che ora dice per bocca del suo direttore che le sentenze non si criticano. Ma questa secondo voi è gente seria o sono delle banderuole senza alcuna dignità? Dario Fo: per Sofri accuso Borrelli e D' Ambrosio

charlybis

Dom, 04/08/2013 - 09:11

Ma chi è de bortoli. ci ha rotto al pari di scalfari, mauro,travaglio e tanti altri. tutte facce di m............quando andranno a morì ammazzati, visto che non si rottamano.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 04/08/2013 - 09:16

non è il corriere che lo dice ma le LEGGI ma a voi interessano solo quelle che salvano il condannato SILVIO

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 04/08/2013 - 09:20

pochi avranno notato i pacchi di 'repubblica' che vengono scaricati dal furgone davanti ad il corriere della sera; ecco, tempo fa potevi leggere un quotidiano con idee ed approfondimenti colti, mò leggi il riassunto, manco tanto coerente, di repubblica!

disalvod

Dom, 04/08/2013 - 09:20

VORREI RICORDARE A QUESTI SIGNORI GIORNALISTI CHE DALLA LORO PENNA NON DEVE E NON PUO' USCIRE INCHIOSTRO PER CALUNNIARE,DISTORCERE LA VERITA',SCRIVERE COSE PER TORNACONTO PERSONALE ECC.ECC. PERCHE' ANCHE LA PENNA,CON LA SOSTITUZIONE DELL'INCHIOSTRO, POTREBBE UCCIDERE COME LA SPADA O LA LINGUA.

Ritratto di utentegiornale12

utentegiornale12

Dom, 04/08/2013 - 09:24

Ma assulutamente niente dimissioni: stia li' una settimana a farsi cacciare di grillini che si prendono 10 punti percentuali dopo non aver fatto niente per tutta la legislatura. Pure il PD ringraziera' difronte alla scena che non gli costera' nulla.

pansave

Dom, 04/08/2013 - 09:27

Anche i bambini capiscono che se il suo padrone svizzero, odia il Cavaliere e senatore Silvio Berlusconi, anche lui, per necessità di sopravvivenza, deve farlo.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 04/08/2013 - 09:27

SU IDEAZIONE DEL gen-feb 2002, il compianto ILLUMINATO VINCENZO CAIANIELLO, Emerito Presidente della CONSULTA, nel suo dottissimo articolo :-GIUSTIZIA, Torniamo alla Costituzione-: .." .. Carlo Arturo Jemolo, la più alta coscienza morale del Novecento, ne parlò nel Convegno su 'Lo sperpero del danaro pubblico', a fronte di chi invocava un organo di autogoverno della Corte dei Conti. Jemolo rispondeva con riferimento al già costituito CSM -: Non nascondo che guardando la realtà italiana ogni auto-governo mi fa paura; non ho mai visto nè facoltà universitarie, nè ordini professionali non dico avere severità, ma esercitare il richiamo al senso del dovere verso gli appartenenti che sgarrano. Spossessare l'esecutivo, spossessare il Parlamento, mi sembra una distruzione dello Stato. Gli autogoverni generano le caste chiuse, le mentalità gelose dei propri privilegi, le paratìe stagne, per cui ci si separa dal sentire della massa, più ancora che non si resti separati in seno alla burocrazia o nell'ambito di Montecitorio. So di andare controcorrente (concludeva Jemolo) insorgendo così contro quelli che per molti miei amici sono valori della democrazia, e che per me sono gli idoli di una falsa democrazia; ma non mi è possibile tacere:-"- Continua Caianiello, Per essere organo di autogoverno, sarebbe stato necessario che i componenti del CSM fossero rieleggibili per avere il riscontro di fiducia dei loro elettori, che essi provenissero esclusivamente dal Corpo separato arroccato in se stesso, mentre la Costituzione prevede che il CSM sia composto anche da persone elette dal Parlamento ed estranee alla Magistratura. Dai lavori della Costituente emerge in modo nettissimo che questa commistione era stata concepita proprio per evitare che la magistratura si trasformasse in contropotere avulso dalle Istituzioni. Ma per porre altra barriera a questa allora solo paventata eventualità poi malauguratamente realizzatasi. La Costituzione definisce la Magistratura un ORDINE, giustapponendolo così nell'art. 104 agli altri POTERI. Cioè, a differenza dei secondi che sono un POTERE-APPARATO (in senso soggettivo), un POTERE-FUNZIONE, proprio come voleva Montesquieu. La trasformazione definita del CSM da organo di amministrazione della carriera dei magistrati, in ASSEMBLEA POLITICA, che pretende addirittura di condizionare ed interferire nella SOVRANA FUNZIONE DEL PARLAMENTO, attribuendosi compiti estranei a quelli previsti dalla Costituzione, e che, se compiuti da altri organi amministrativi, sarebbero reati (quis custodet custodes?), ha raggiunto le più alte vette per effetto della modifica del sistema elettorale a metà anni 70, da uninominale in proporzionale. L'organo di amministrazione delle carriere, è divenuto così il terminale delle correnti del sindacato di categoria. OLIGARCHIA AUTOREFERENZIALE DI QUALCHE CENTINAIA DI PERSONE CUI I MAGISTRATI NON POSSONO SOTTRARSI PERCHE' PERDEREBBERO I LORO REFERENTI NEL CSM PER I PROBLEMI CHE CONCERNONO LE LORO CARRIERE. Lo negano sempre i mestieranti di questa politica in sedicesimo, ma emblematica è la nomina di Primo Presidente della Corte di Cassazione, magistrato di eccezionale valore, NICOLA MARVULLI, avvenuta...CHI, in difesa dei magistrati, della loro indipendenza interna, del loro prestigio, osa stigmatizzare questa sconcertante occupazione della magistratura da parte dell'oligarchia sindacale, è accusato dal suo capo, come mi è accaduto in un recente dibattito radiofonico, di "fare la consueta requisitoria contro i magistrati". Frutto del delirio di onnipotenza dell'OLIGARCHIA che identifica se stessa con i magistrati. Chi difende i magistrati dall'OLIGARCHIA SINDACALE che li strumentalizza, E' NEMICO DELL'ORDINE GIUDIZIARIO. GLI OLIGARCHI si ritengono la Magistratura, in giro perenne tra convegni, tavole rotonde, dibattiti televisivi, per precostituirsi future carriere politiche, e coloro che attendono GIUSTIZIA si chiedono insistentemente dove poi trovino il tempo per svolgere le loro funzioni. Una occupazione che somiglia a quella degli HYKSOS che stava per condurre alla rovina l'Impero dei Faraoni, che riuscirono ad un certo punto a sottrarsi al giogo dei 're pastori'. Prenda esempio la stragrande parte sana dei magistrati. Anche nella articolazione organizzativa dell'ordine giudiziario, la Costituzione si ispira fortemente a Montesquieu, che nella sua concezione del Giudice, non poteva neppure lontanamente immaginare uniti in una stessa organizzazione i funzionari di accusa con il giudice. UNA INNATURALE COMMISTIONE dal punto di vista organizzativo di una delle parti del processo penale con il giudice, che vanifica la sua posizione di terzietà del secondo rispetto alle parti. Sorvolo (io Dario Maggiulli) su moltissime pagine SACRE. CAIANIELLO, nelle conclusioni :- Sono questi solo alcuni degli aspetti del marasma derivato dalla difformità del modello reale rispetto a quello voluto dalla Costituzione e che bisogna immediatamente ripristinare. ORDINE e non POTERE-CORPO SEPARATO; APOLITICITA' DELLA FUNZIONE DEI GIUDICI; DIVIETO DI ISCRIZIONE A PARTITI POLITICI E DI PARTECIPAZIONE O COLLEGAMENTO AD OGNI ATTIVITA' DI QUESTI ULTIMI; NATURA ESCLUSIVAMENTE AMMINISTRATIVA DELLE FUNZIONI DEL CSM ELENCATE NELL'ART 105, E DIVIETO DELL'ORGANO DI OCCUPARSI DI ARGOMENTI DIVERSI DA QUELLI SCRITTI IN COSTITUZIONE; ROTTURA DEL CORDONE OMBELICALE DI QUEST'ORGANO AMMINISTRATIVO CON LE CORRENTI DI POTERE DEL SINDACATO TORNANDO AL VECCHIO SISTEMA ELETTORALE UNINOMINALE SE MAI INTEGRATO DAL SORTEGGIO; NETTA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI DI ACCUSA DAI GIUDICI, SENZA MEZZI TERMINI, PURCHE' ENTRAMBE AMMINISTRATE DAL CSM IN BASE ALLA LEGGE ORDINARIA;..RESPONSABILITA' SE RESPONSABILITA' CIVILE DEL PUBBLICO MINISTERO NEL PROCESSO PENALE, ai sensi dell'art.28 della Costituzione come era prima del referendum in base all'art.74 cpc, che limitava espressamente la sua IRRESPONSABILITA' SOLO NEL PROCESSO CIVILE; UNA LEGGE DELLO STATO CHE DISCIPLINI I CRITERI DI PRIORITA' PER L'ESERCIZIO DELL'AZIONE PENALE, DA ATTUARSI SOTTO L'ALTA DIREZIONE DEL PROCURATORE GENERALE DELLA CORTE DI CASSAZIONE, E ATTUATA DAI PROCURATORI GENERALI, RESTITUITI ALLA LORO DIGNITA'. TUTTO QUESTO A COSTITUZIONE INVARIATA.-..- ISTITUZIONE DI UNA CORTE DISCIPLINARE INDIPENDENTE, SEPARATA DAL CSM, COMPOSTA DA PERSONALITA'-GARANTI DI ALTISSIMO PROFILO PER GIUDICARE IL COMPORTAMENTO DEI MAGISTRATI. -...- UNA VOLTA "un magistrato televisivo" disse che i politici sono tutti ricattabili. Come presagiva Carlo Arturo JEMOLO, fu assolto in sede disciplinare: Il Potere Politico non reagì come avrebbe dovuto.-------- HO SACRIFICATO PAGINE PREZIOSE, PER NON ABUSARE, più di tanto. DM --- Prego vivamente i consiglieri giuridici del Presidente Berlusconi, di avocare a sé, nel profilo riformista auspicato, questa pregevole dottrina consegnataci dal Nobilissimo Presidente Emerito della Consulta, Prof. Vincenzo CAIANIELLO.

Holmert

Dom, 04/08/2013 - 10:06

Nel vedere la foto che campeggia l'articolo, mi viene subito in mente il fallo, non nel senso calcistico della parola, ma in quello anatomico. Ecco quello ha una faccia che somiglia perfettamente al fallo, una copia perfetta. Quando dice che le sentenze non si criticano e lo scrive sul Corrierone, dice una colossale czzata. Per avallare la mia tesi ecco una chicca del supergiornalone: CORRIERE DELLA SERA : Nella conferenza stampa il commediografo(Dario Fo) conferma che si battera' in difesa anche di Pietrostefani e Bompressi " vittime di una storia fascista " e FO RINCARAVA LA DOSE DICENDO CHE QUELLA SENTENZA ERA UNA BUFFONATA(quella su Sofri) E CHE NE AVREBBE FATTA UNA PIECE. E tutto questo compariva a più riprese sul corriere della sera, che ora dice per bocca del suo direttore che le sentenze non si criticano. Ma questa secondo voi è gente seria o sono delle banderuole senza alcuna dignità?

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Dom, 04/08/2013 - 15:40

Dott. De Bartoli, chi crede di essere, il mamma santissima ? Lei per me è una mezza bic, potrà scrivere grammaticamente bene; però i suoi pensieri sono poveri e senza "contorno". Lei è solo abituati a dire sì signore e fare ciò che altri Le dettano. Quando abitavo a Milano dalla mia giovane età fino a 33 anni, compravo sempre ogni mattina questi giornali: IL GIORNO, IL CORRIERE E LA NOTTE. i direttori a suo tempo erano altre persone, con molta responsabilità ed etica pubblica. Non si buttavano in allineamento politico nemmeno se il loro padre padrone avesse tentato di licenziarli. Lei tutto ciò l'ho fa spensieratamente o qualcuno l'ha imposto ? Lei per me non é un uomo libero, non bisogna avere condanne di una Cassazione per essere liberi o meno liberi. Lei per me é un uomo senza "un nulla", in sostanza - mi scuso per la mia pessima espressione: LEI RAPPRESENTA UNA FINESTRA OVE NON C'E' NE CIELO AZZURRO NE NOTTE NERA PROFONDA, E SE SPORGE LA TESTA, SBATTE IL NASO". SI DIVERTA PURE A SCRIVERE SUL CORRIERE NE HA DIRITTO. F.to: IGNAZIO PICARDI

Angela P.

Dom, 04/08/2013 - 18:32

Perché De Bortoli non parla delle mancate condanne di Agnelli? Anche ultimamente abbiamo saputo dalla figlia di Agnelli che c'erano tanti milioni nascosti all'estero. Come è andata a finire? A tarallucci e insabbiature. A proposito perché il Corriere non ha avvertito i giudici che stava per decadere anche il processo Penatti? E poi de Bortoli guardi che sia lei che Travaglio avete la faccia talmente triste che presumo abbiate l'ulcera per l'invidia.

Ritratto di onollov35

onollov35

Ven, 17/04/2015 - 16:13

Spero che questo quotidiano che un tempo andato era sicuramente liberale,fallisca al più presto, perchè è diventato di Sinistra.

Ritratto di onollov35

onollov35

Ven, 17/04/2015 - 17:48

Per Dario Maggiulli. Leggendo il Suo commento, mi sento fiero di essere connazionale di persone come Lei. Bravissimo!! Tantissimi auguri. Gianni.