Caso Sallusti, la Cassazione conferma 14 mesi di carcere

Una vergogna, una dimostrazione di inciviltà giuridica. La Cassazione ha condannato a 14 mesi di reclusione Sallusti ritenendolo "colpevole" di diffamazione, ma la pena viene sospesa. Il direttore del Giornale alla redazione: "Non ho alcuna intenzione di chiedere misure alternative alla galera". Il figlio di Giovannino Guareschi: "Sallusti non subisca la stessa ingiustizia di mio padre"

Il direttore Alessandro Sallusti incontra la redazione

Una vera vergogna, una sentenza aberrante. Come nelle peggiori dittature, è arrivata la definitiva condanna alla libertà di espressione. Oggi pomeriggio la Cassazione ha, infatti, confermato i 14 mesi di reclusione in carcere al direttore del Giornale Alessandro Sallusti per diffamazione aggravata (leggi l'articolo). Subito dopo aver appreso la notizia, il direttore ha incontrato i giornalisti del Giornale per fare sapere che è intenzionato a scontare la propria pena: "Non ho alcuna intenzione di chiedere misure alternative alla galera".

La notizia è arrivata in redazione come una bomba. La magistratura italiana ha fatto calare l'ascia sulla libertà di espressione: una sentenza che getta vergogna su tutta l'Italia. Quattordici mesi di carcere per un articolo che l'allora direttore di Libero non ha mai scritto. È stato ritenuto responsabile dalla magistratura nostrana che ha deciso, oggi pomeriggio, di assestare l'ennesimo colpo politico. Proprio per questo Sallusti, incontrando i giornalisti nella sede di via Negri a Milano, ha detto chiaramente che non ha alcuna intenzione di "chiedere misure alternative di galera". Il carcere, quindi. Non solo. Con una nota dell’ufficio stampa della Suprema Corte, la Cassazione ci ha tenuto a dire che aspetti del processo non sarebbero stati esattamente evidenziati dalla stampa nei giorni scorsi. In realtà, oltre ad andare contro alla Corte di giustizia europea, secondo cui non si può mai mandare in carcere per quello che ha scritto, la sentenza della Cassazione dimostra a che punto siamo arrivati in Italia: adesso i giornalisti devono pagare con la propria libertà le opnioni che esprimono.

"Mi rifiuto di essere rieducato da qualcuno, credo che l’affidamento deve avvenire per qualcuno che spaccia droga magari anche per qualche politico che ruba", ha detto Sallusti ai giornalisti del Giornale spiegando per quale motivo non chiederà misure alternative al carcere né chiederà al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano la grazia: "Alcuni magistrati hanno voluto decidere quali dovevano essere i nostri primi ministro, i nostri ministri e governatori - ha aggiunto il direttore - adesso addirittura vogliono decidere chi debbano essere i direttori dei giornali". Un "gioco" a cui Sallusti ha deciso di non sottostare: "Vado in galera e non accetto alcun compromesso"."Domani farò il titolo più semplice della mia vita - ha continuato il direttore - Sallusti va in galera". Un titolo che nessun giornalista vorrebbe mai fare. Una notizia che nessun giornalista vorrebbe mai scrivere. Eppure, oggi è successo. Durante l'assemblea di redazione Sallusti ha comunicato la propria decisione di rassegnare le dimissioni da direttore del Giornale spiegando che non può fare il giornale da uomo non libero. Al direttore verrà "automaticamente" sospesa l’esecuzione della pena detentiva dal momento che non ha cumuli di pena né recidive. Il principio, però, rimane. Non cambia nulla, nemmeno se, poi, la magistratura ci mette sopra una toppa. A questo punto non resta che augurarsi che la politica prenda atto di quanto successo e riveda la legge riducendo la pena a pecuniaria.

Commenti

ClaudiaeFausto

Mer, 26/09/2012 - 19:02

Onore e rispetto per chi ha veramente le palle in questo paese. Sallusti, siamo con te!

maubol@libero.it

Mer, 26/09/2012 - 19:02

Italia dei cachi! Sempre due pesi, due misure! SEVERINO, a quando la responsabilità PENALE delle toghe. In Russia c'è più democrazia.

ClaudiaeFausto

Mer, 26/09/2012 - 19:02

Onore e rispetto per chi ha veramente le palle in questo paese. Sallusti, siamo con te!

ClaudiaeFausto

Mer, 26/09/2012 - 19:04

Onore e rispetto per chi ha veramente le palle in questo paese. Sallusti, siamo con te!

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 26/09/2012 - 19:06

E questo sarebbe uno Stato di diritto? Ma queste cose non succedono nemmeno nella Corea del Nord, neppure a Cuba. Roba da chiodi.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 26/09/2012 - 19:09

Solo nei Paesi dell'ex USSR potevano essere emesse sentenze come questa. E questa sarebbe una Democrazia? Ma questa é un fogna di Nazione altrochè.

ritardo53

Mer, 26/09/2012 - 19:11

Un giornalista esprime una sua opinione, un suo pensiero, e zackete viene condannato. Mentre un giudice emette un giudizio se pur errato e che gli si fa? Aumenta in carriera con stipendio appresso e celere pensione, ma mai esser condannato. Viviamo peggio che in una tribú di scimmie. Sallusti non si arrenda, siamo con Lei.

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Mer, 26/09/2012 - 19:11

L'Italia è diventata la repubblica dei giudici; merito dei kompagni, che faranno a loro volta la fine dell'apprendista stregone.

Ritratto di semiscopremiamoglie

semiscopremiamoglie

Mer, 26/09/2012 - 19:11

Come ricordava il dott. Feltri qualche giorno fa, purtroppo qui la colpa non è dei zelanti magistrati ma di chi, definendosi liberale, non ha mai fatto nulla per proporre una legge idonea a non giudicare penalmente un reato d'opinione... Purtroppo siamo un paese da terzo mondo!

MEFEL68

Mer, 26/09/2012 - 19:13

Sono senza parole. Ero convinto che alla fine tutto si sarebbe risolto con un nulla di fatto. Che ai nemici del centrodestra bastasse aver messo un po' di paura a chi gli è inviso. Purtroppo, stanno andando oltre Chi non è con noi è contro di noi, quindi, si deve, come minimo domettere. Ricordate? Feltri è stato avvertito per (mi sembra)6 mesi. Minzolini si è alla fine, dovuto dimettere da Direttore del TG1. Ora Sallusti. E avevano il coraggio di affermare che l'Italia era (anche qui mi sembra) al 74° posto nel mondo per la libertà di stampa. La Vergogna che non conosce Vergogna.

Ritratto di wtrading

wtrading

Mer, 26/09/2012 - 19:13

State pur certi che spunterà qualche cretino ( ne vengono pubblicati troppi !!, tipo luigipiso - il giusto - pinozzo e via inorridemdo )che vomiterà qualche raglio a favore della conferma emessa dalla Cassazione. Non dico altro. E' un momento di lutto profondo per la democrazia. Nel '78 ero, con una delegazione politico/commerciale, in Korea del Nord dove mi trattenni per 15 gg. Ecco, questo momento mi ricorda quel periodo. E' tutto dire!

claudio faleri

Mer, 26/09/2012 - 19:15

siamo una nazione di pezzenti, quello che ha ammazzato è fuori e sallustri per diffamazione va dentro, cos'è la diffamazioni? tutti gli italiani andrebbero in galeri ed anche tante autorità che diffamano..............è opera della della sinistra che si evidenzia sempre per le sue porcherie

danjelupo

Mer, 26/09/2012 - 19:15

Ehm Scusate ma una volta, penso tra il 1946 ed il 1948, qualcuno ha scritto un libretto, mi sembra si intitoli 'Costituzione della Repubblica Italiana" dove, sempre se non ricordo male c'è un articolo (il 21) dove si specifica che « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.. » Vabbè forse mi ricordo male..

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 26/09/2012 - 19:16

cosa si può pretendere :"La magistratura Italiana Si trova al 156° posto su 181 Paesi nel Mondo quanto a efficienza della giustizia. Addirittura viene dopo Angola, Gabon, Guinea, São Tome e prima di Gibuti, Liberia, Sri Lanka, Trinidad." Sole ventiquattrore, aggiungiamoci politici zerbini mezzecalzette e calabraghe..avremo un quadro completo..Direttore TENGA DURO..

otello1961

Mer, 26/09/2012 - 19:16

mi sembra che si sia esagerato . Forse l'articolo era diffamatorio ,ma visto che nessuno sa chi è poi questo giudice dov'è il reato , diffamazione credo che almeno in questo caso significhi diffamare mezzo stampa un soggetto che dalla stessa diffamazione riceve un danno alla sua onorabilità . ma credo che nessuno abbia mai indicato il giudice come assassino per la strada o all'interno delle sue frequentazioni , per cui non si capisce perchè la sua onorabilità sia stata disonorata per di più con tutte le cazzate che i giornali scrivono quanti giornalisti dovrebbero essere accompagnati nelle patrie galere ? mah.......ai posteri l'ardua sentenza

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 26/09/2012 - 19:17

Tutta la mia solidarietà a Sallusti. Spero che questa porcata serva come innesco per cominciare a fare un c.lo quadro a tutta la marmaglia politicizzata che ammorba le procure. E che dire : 60 anni di antifascismo? Sarebbe stato meglio 60 anni di antirepubblicademocraticafondatasulla resistenza. Una mer.da totale.

Giuseppe Borroni

Mer, 26/09/2012 - 19:17

Non sono mai stato un fan di Sallusti, non gli perdono infatti di essere allineato con il partito ed il leader che insieme hanno fatto piu' male al nostro paese sin dai tempi di Mussolini. Devo pero' riconoscere, una volta letto l'articolo incriminato, che questa e' una assurdita' di dimensioni galattiche, una vergogna per il paese al pari delle sceneggiate di Berlusconi e peggio per le conseguenze incredibili sulle spalle del Direttore del Giornale. Non si dimetta, tenga duro, le istituzioni si muoveranno per evitare un ulteriore scandalo.

matped

Mer, 26/09/2012 - 19:17

Ma perché non hanno arrestato le centinaia di penne rosse che in questi 18 anni hanno massacrato Berlusconi scrivendo tante balle come fossero Vangelo?! Che schifo!! Che vergogna!! Avanti Direttore con coraggio e determinazione!!!!!

Ritratto di giodessalvi@yahoo.it

giodessalvi@yahoo.it

Mer, 26/09/2012 - 19:18

E' UN PAESE MALATO, L'ITALIA E' DIVENTATO UN PAESE DOVE TRIONFANO E COMANDANO GLI ULTIMI, I LADRI, GLI ASSASSINI, GLI EXTRACOMUNITARI E I POLITICI CORROTTI. E' ARRIVATO IL MOMENTO DI SCENDERE IN PIAZZA PER RIPULIRE IL PAESE DA QUESTA FECCIA. VERGOGNA

Il giusto

Mer, 26/09/2012 - 19:22

Scusate ma 2 giorni fà non scrivevate che la colpa non era della magistratura ma dei governi che non vevano cambiato le leggi?Al solito non siete coerenti nemmeno...in galera!!!

Mario C.

Mer, 26/09/2012 - 19:22

Rispetto massimo per Alessandro Sallusti!

visani

Mer, 26/09/2012 - 19:23

e poi ci permettiamo di criticare le altre nazioni dove non c'è libertà di stampa, siamo un paese del quarto mondo

MC71

Mer, 26/09/2012 - 19:23

Sconvolto, sconcertato e disgustato, esprimo vivissima e cordiale solidarietà al grandissimo Direttore.

antonio11964

Mer, 26/09/2012 - 19:24

CHE SCHIFO DI PAESE....ogni giorno abbiamo un motivo in piu' per disaffezionarci alla patria..... come si fa ad essere orgogliosi di essere Italiani di fronte a questo schifo.... povera Italia...come ti hanno ridotto..... io amo il mio paese, nelle piccolezze, nelle grandezze, ma ogni giorno ci sono personaggi che affossano questo amore... vai direttore, questi ridicoli si stanno dando la zappa sui piedi.....

Ritratto di veon

veon

Mer, 26/09/2012 - 19:24

Già mi vergognavo di essere italiano. Ora decisamente disconosco lo stato italiano che non mi rappresenta e che anzi infanga il mio nome. Solidarietà al Direttore.

Walbert

Mer, 26/09/2012 - 19:24

Che schifo.....siamo arrivati alla frutta, ma quando ci svegliamo???

ABU NAWAS

Mer, 26/09/2012 - 19:25

A QUANDO LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA?? Una sentenza liberticida che segna una delle pagine più buie della magistratura italiana!! Il Pres. Napolitano dovrebbe fare un gesto : concedere immediatamente la grazia!

tommy1950

Mer, 26/09/2012 - 19:25

Sinceramente non ci sono più parole per manifestare lo sdegno degli italiani onesti.Questo è un brutto colpo per la democrazia, ma lo sapevamo ... i giudici hanno lo strabismo, per loro il nemico è la destra.

giumaz

Mer, 26/09/2012 - 19:25

Caro Sallusti, ben le sta. Così impara la lezione per un'altra volta. Si metta a scrivere "il Giornale delle Procure" e non le capiterà più nulla .... anzi. Potrebbe esser promosso tra i tanti ciarlatani che sproloquiano alla sera sulla Rai.

Clara Pedrelli

Mer, 26/09/2012 - 19:25

Bruti Liberati se la poteva risparmiare la precisazione che Sallusti non andrà in carcere.. se lo fa ancora si però e magari anche con la recidiva e così sconta anche questo abominio! le motivazioni della sentenza le leggeremo quando usciranno...intanto resta la condanna per reato di opinione come in Iran, veramente povera Italia! di male in peggio

Ritratto di flordluna

flordluna

Mer, 26/09/2012 - 19:25

Io Italiana con la rabbia e l'orgoglio di esserlo...mi vergogno di essere italiana dopo che la cassazione ha confermato per Sallusti, quella che e' una condanna politica.....la liberta' e' morta con questa sentenza....ma non mi arrendero' e lottero' con tutte le mie forze contro il marcio che sta dilagando...non solo quello di portafogli ma anche e soprattutto di quello morale, Questa sentenza e' un insulto oltre che un'umiliazione immane per tutti gli italiani onesti.....ed e' la vera sconfitta dell'Italia.............

goods

Mer, 26/09/2012 - 19:27

ma non eravate voi a dire che solo i magistrati rimangono impuniti nello svolgimento del loro lavoro? volete rubargli il privilegio? Sallusti ha sbagliato, paghi, a causa poi di una legge cara al cavaliere.

antonio11964

Mer, 26/09/2012 - 19:27

ELIO E LE STORIE TESE... la terra dei cachi... .. che vista lunga ...

Ritratto di randel

randel

Mer, 26/09/2012 - 19:28

La galera è esagerata....ma l'articolo scritto è indecente. Andatelo a leggere.

Ritratto di marystip

marystip

Mer, 26/09/2012 - 19:28

Che vergogna, che vergogna!! E' inutile, aveva proprio ragione un certo cavaliere che voleva cambiare il paese e attaccava la magistratura (lettera minuscola) politicizzata (cioè tutta). Per questo i professionisti della politica l'hanno ingabbiato. Gentaccia come Fini e Casini sono i veri responsabili di questo dramma. Vergogna. Non posso crederci!!!

lo zio di zio fester

Mer, 26/09/2012 - 19:30

In galera!!! punto e basta.

Idel

Mer, 26/09/2012 - 19:30

Ho sentiro adesso la notizia che la Procura di Milano nella persona delProcuratore che "disdice" il carcere per Sallustri in quanto non ha precedenti penali. Ma non lo sapevano già prima ? Oppure a Milano (oltre ad altre procure) si divertono a "rompere" quando si tratta del Berlusca e... dintorni ???

Arrigo d'Armiento

Mer, 26/09/2012 - 19:32

CHI TOCCA I GIUDICI MUORE - Beh, non muore, la pena di morte non c'è. Ma viene condannato. Lo so, la legge lo prevede e i giudici non fanno altro che applicarla. Ma certe volte, invece di applicarla, la interpretano in modo innovativo. Stavolta non se la sono sentita di innovare. Forse hanno fatto bene, così costringeranno finalmente il parlamento a modificare una legge che, a parole, tutti i partiti vogliono modificare. Spero che riescano a mettersi d'accordo per farlo prima di quattordici mesi, in modo da arrossire un po' meno quando Sallusti uscirà di galera. Totale solidarietà al direttore. Arrigo d'Armiento - Roma

Seawolf1

Mer, 26/09/2012 - 19:33

C'era da aspettarselo, com'è ovvio la libertà di stampa ce l'ha solo la sinistra.

meloni.bruno@ya...

Mer, 26/09/2012 - 19:33

Appunto in un mio commento precedente non mostrato commentavo che siamo in un paese di dittatura (democratica)

martin99

Mer, 26/09/2012 - 19:33

Massima soidarietà ad un ottima persona.Quello che succede ormai in italia alle brave persone è vergognoso

Ritratto di Manieri

Manieri

Mer, 26/09/2012 - 19:33

Viva Sallusti, viva il suo coraggio, viva il suo articolo incriminato e i sacrosanti principi che in esso difendeva. Abbasso la magistratura iniqua, schierata, politicizzata, corrotta, golpista, liberticida, stalinista, OMICIDA.

dome71

Mer, 26/09/2012 - 19:34

Se avevamo bisogno di una conferma che siamo in un paese da dittaura dei magistrati...ecco servito! Forza Sallusti a testa alta!

veliaplatto

Mer, 26/09/2012 - 19:34

Caro Direttore noi siamo con Lei! Questa è l'ennesima vergogna per il nostro Paese! Coraggio Direttore!

martin99

Mer, 26/09/2012 - 19:35

Massima soidarietà ad un ottima persona.Quello che succede ormai in italia alle brave persone è vergognoso

dome71

Mer, 26/09/2012 - 19:35

Se avevamo bisogno di una conferma che siamo in un paese da dittaura dei magistrati...ecco servito! Forza Sallusti a testa alta!

otello1961

Mer, 26/09/2012 - 19:35

Sembra incredibile ma è accaduto , consiglio :lasciamo questo paese non democratico . La libertà di pensiero.... va' sempre rispettata è un diritto previsto dalla Ns. costituzione non si può andare in carcere per un reato di opinione

Poliparo

Mer, 26/09/2012 - 19:36

Vedo come al solito poca verità da queste parti, eppure basterebbe leggere le motivazioni della sentenza, Sallusti va (se ci andrà) in carcere perchè ha DIFFAMATO un giudice oltre ad aver pubblicato una notizia FALSA, nel perfetto stile del suo giornale. Sapete cosa vuol dire FALSA?

Idel

Mer, 26/09/2012 - 19:36

Ho sentiro adesso la notizia che la Procura di Milano nella persona delProcuratore che "disdice" il carcere per Sallustri in quanto non ha precedenti penali. Ma non lo sapevano già prima ? Oppure a Milano (oltre ad altre procure) si divertono a "rompere" quando si tratta del Berlusca e... dintorni ???

Antonio379

Mer, 26/09/2012 - 19:37

una vergogna colossale, un precedente scandaloso. VERGOGNA, VER-GO-GNA. In galera voglio vedere andare gente che ha rubato e sta rubando milioni di euro ai contribuienti, vessati ed oppressi fino al suicidio, per fare i loro comodi personali. Invece, Sallusti va in galera per un reato di opinione, mentre chi ha rubato cifre irripetibili, ci sorride in TV dicendoci che va tutto bene. Questo stato assomiglia sempre di piu ad una dittatura.

eglanthyne

Mer, 26/09/2012 - 19:38

Che SCHIFO e che VERGOGNA ! Coraggio Signor Direttore , i suoi lettori Le sono vicino .

Claudio Chiffi

Mer, 26/09/2012 - 19:39

E' il "regime" dei giudici ... VERGOGNA!!!

st.it

Mer, 26/09/2012 - 19:39

Se questa è la giustizia in italia,c'è da essere fieri di essere italiani.E'UNA VERGOGNA ASSOLUTA.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 26/09/2012 - 19:40

Non può essere sfuggito il fatto che, da qualche tempo, la magistratura ha alzato il tiro contro politici e stampa non di sinistra. Ridimensionato il pericolo primario Berlusconi ora l'obiettivo è incarcerare, screditare e zittire il centro-destra.Non pensate che, alla prima occasione, anche Grillo avrà la sua. Intimidire chi non è di sinistra d'altronde, è un metodo che alla magistratura non costa nulla. Intanto si condanna e, possibilmente, si colpisce nel portafogli l'avversario, giusto per dissuaderlo dall'intraprendere eventuali azioni quali ricorsi, controdenunce, ecc..E' un metodo che conosco bene anche perché anch'io, nel mio piccolo, ne sono stato vittima. Nel caso del Direttore è peraltro evidente l'intenzione di portare un clamoroso esempio intimidatorio nei confronti di tutti coloro i quali avessero, sai mai, l'ardire di criticare o peggio, di contrastare, un magistrato ! Come nel film di Benigni Jhonny Stecchino: " ...se vai a Palermo non toccare le banane.."

onofri

Mer, 26/09/2012 - 19:40

tifosi da bettola...

donato85

Mer, 26/09/2012 - 19:41

so cundend !!!

Ritratto di marmolada

marmolada

Mer, 26/09/2012 - 19:41

Ma Signori mieiiiiii dimentichiamo chi è la parte offesa? E' un magistrato, dunque un uomo di potere puro appartenente a una casta di "intoccabili" praticamente la mafia più pericolosa che ci sia nella ns società! I magistrati stabiliscono tutto, da cosa dobbiamo mangiare, a chi ci deve governare, se e con chi ci possiamo sposare, tra poco saranno loro ad autorizzarci a fare un figlio (quasi ci siamo). Non solo è allucinante e schifosa questa cosa, ma è il pericolo più grande per la ns democrazia malata! Un magistrato si sente offeso e condannano per il pensiero un direttore di una testata di cdx. I giornaletti sinistrati e sinistroidi hanno infangato per mese e mesi la presidenza del consiglio sputt.....doci in tutto il mondo e questi invece vengono premiati. Ora sarà chiaro anche agli indecisi da che parte viene il pericolo per la democrazia italiana!!! FORZA SALLUSTI SEI TUTTI NOI!!!!!!!!

GIPICHE

Mer, 26/09/2012 - 19:41

La liberta di pensiero in Italia si paga con la galera. Per ogni altro malaffare in particolare politico non ci sono pene ma premi in poltrone di velluto. Direttore il suo coraggio e deteminatezza a subire fino in fondo questa INGIUSTIZIA sarà un esempio concreto per tutti i gionalisti attuali e futuri che amano veramente il loro lavoro. Sallusti non la lasceremo solo e condivido: "SIAMO CON TE".

Giancarlob

Mer, 26/09/2012 - 19:42

E poi ci chiediamo perché stiamo precipitando nel terzo mondo (ma meglio sarebbe dire quarto ...): con una giustizia così non siamo credibili agli occhi di nessuno !

churchill

Mer, 26/09/2012 - 19:42

Adesso é il momento per tutte le persone liberali, per bene e veramente italiane nel senso piú patriotico e non ideologico di andare in piazza a milioni! E' l'occasione per l'italia migliore di fare sentire la propria voce per un paese migliore contro questo sistema oligarchico di giudici, politici, sindacati, media politicizzati e governo mercenario al soldo di Bruxelles. E' questo il momento per la classe media di combattere per la sua democrazia e per un paese incui lo stato é al servizio dei cittadini e non il contrario!!! Tutti i piazza e una petizione al presidente del consiglio, al parlamento e al presidente della Repubblica. É l occasione giusta, facciamolo!!!

Walter78

Mer, 26/09/2012 - 19:43

E in tutto questo l'articolo in questione continuate e non pubblicarlo... Coda di paglia eh?

paomoto

Mer, 26/09/2012 - 19:43

Uomo con le palle, fino in fondo coerente, con se stesso con le sue battaglie con i lettori del Giornale.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mer, 26/09/2012 - 19:44

Non c'è problema, ci restano per fortuna Repubblica, Unità, il Fatto e il Manifesto, giornali onesti che non diffamano mai nessuno, sempre al vaglio attentissimo di tutte le Magistrature d'Italia.

handy13

Mer, 26/09/2012 - 19:45

...meno male che NON ci sono i GULAG in Italia....

Ritratto di GAETANO EMANUELE

GAETANO EMANUELE

Mer, 26/09/2012 - 19:49

Questa si chiama dittatura, sentenza politicamente schierata che mette il bavaglio all'informazione.... Sarà felice il signor giudice, che dopo anni passati chissà dove..., si gode il suo momento di popolarità. Vai avanti DIRETTORE, siamo con te.

niz

Mer, 26/09/2012 - 19:49

VERGOGNA!!! Poi non lamentatevi se tutto il mondo ride alle vostre spalle!!Siete un paese del terzo mondo.

Ritratto di alviseza

alviseza

Mer, 26/09/2012 - 19:50

hanno toccato il fondo. credo sia ora di agire contro il vero male di questa italia.magistrati giudici banchieri e l illustrissimo presidente .era tutto scritto mancava poco ad un italia federale (e allora via silvio )le banche erano in crisi di liqudita (arriva l amico monti )hanno demolito la lega ora tocca al pdl e il gioco e fatto onore a SALLUSTI IN TANTI SONO CON TE

cesar

Mer, 26/09/2012 - 19:53

la diffamazione è un reato grave a mio modo di vedere e dovrebbe essere perseguito sempre dalla Magistratura e non solo quando ad essere toccato è uno dei suoi pupilli(magistrati)....spesso la stampa sfregia l'onorabilità di persone oneste e la magistratura che fa ?? se ne frega....paradossalmente per la prima volta in Italia si fa giustizia contro una casta che si sente onnipotente (i mass media)...speriamo che la magistratura applichi lo stesso zelo quando si tratta di dare giustizia ai normali cittadini........

Sandro68

Mer, 26/09/2012 - 19:55

Godo come un riccio!!!

EccezZziunale

Mer, 26/09/2012 - 19:55

Allucinante...Forza direttore!

angelo70

Mer, 26/09/2012 - 19:56

assurdo,in un paese dove nessuno va' piu' in galera,ladri,corrotti,mignotte ecc ecc,ci mandiamo i giornalisti! neanche fossimo in cina! massimo rispetto per Sallusti! siamo con tè!

altair1956

Mer, 26/09/2012 - 19:56

Queste cose succedono solo nei paesi dove governano i comunisti oppure i fascisti, da noi i fascisti non governano più (1943) quindi a voi la risposta.

anwood

Mer, 26/09/2012 - 19:57

Un fatto in più per vergognarsi di essere italiani. Mobilitiamoci per il direttore Sallusti e mandiamo in galera, invece di una persona che fa onestamente il suo lavoro, i politici ladri che intascano i nostri soldi!!

reverenge

Mer, 26/09/2012 - 19:59

Mi sembra che ci sia un pò di confusione: i magistrati hanno semplicemente applicato una legge sbagliata, quindi la colpa è di chi fa/ha fatto le leggi e non di chi le applica...e se non sbaglio negli ultimi 20 anni la maggioranza in Parlamento è quasi sempre stata di destra, quindi inutile lamentarsi dell'"Italia Paese del terzo mondo", quando invece bisognerebbe ammettere che "chi è causa del suo male pianga sè stesso". Magari tra una legge ad personam e l'altra avrebbero potuto anche trovare un pò di tempo per eliminare questa stupida legge.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 26/09/2012 - 20:00

La democrazia è morta! Viva la dittatura! Domani mi aspetto che la bandiera rossa sventoli sul Colle. Ora il golpista può anche rendere l’anima a Max. Ha assolto al suo compito. Immagino i suoi kompagni nel chiuso delle loro botteghe oscure come brinderanno ad ostriche e champagne, mentre in pubblico alzano i loro farisaici alti lai. Anche se Sallusti dovesse ricorrere alla corte di Strasburgo, sono sicura che tale corte confermerebbe la sentenza. Anche là sono “tutti de loro”. Caro dott. Sallusti, malgrado l’indignazione mi soffochi, vorrei giungesse a lei e alla sua famiglia tutta la mia vicinanza e a Dio tutta la mia accorata preghiera perché, oltre a sostenere lei nella prova, si ricordi di dare un’occhiata alla mia Patria. Una Patria calpestata da troppo tempo da chi amministra la Giustizia in modo spudorato, a seconda del colore delle parti in causa. Se mi dovessero arrestare per queste mie parole sarò onorata di condividere il carcere con lei. Con stima -Rosella-

gianni gigli

Mer, 26/09/2012 - 20:00

Oggi la Costituzione è stata abrogata.

antonin9421

Mer, 26/09/2012 - 20:00

Il giusto.. faresti meglio a tacere e rinchiuderti. VERGOGNA.

ABU NAWAS

Mer, 26/09/2012 - 20:00

DIMISSIONI DA RITIRARE!!! L'Italia ha proprio bisogno della sua lucida e sferzante penna e, soprattutto, di un Giornalista con la G maiuscola e con le p...e!!

altair1956

Mer, 26/09/2012 - 20:01

I giudici ? Gli intoccabili.

antonin9421

Mer, 26/09/2012 - 20:02

E il napolitano che fa? VERGOGNA.

Il giusto

Mer, 26/09/2012 - 20:03

Comunque,lo ripeto per i "corti"...in tutte le nazioni la diffamazione è reato(guardate il vostro amico putin con le pussiryot)!Qui dovevano giudicare un recidivo GIA' CONDANNATO che aveva DIFFAMATO!Non è colpa dei giudici se lui è RECIDIVO!!!

Seawolf1

Mer, 26/09/2012 - 20:04

i soliti magistrati sinistrorsi

mekong43

Mer, 26/09/2012 - 20:04

Era il 1881 quando Carlo Lorenzini detto Collodi scrivendo “Storia di un burattino”, rappresentò come una vecchia bertuccia il giudice che infligge la galera a Pinocchio perché ha commesso il reato di farsi derubare….chiaroveggenza?...mah.

Enzolino

Mer, 26/09/2012 - 20:05

Il titolo mi sembra un po troppo marcato.Con tutta la solidarietà,e sono sincero,che una sentenza cosi provoca,e non mi limito solo a Sallusti,rimane un fatto che dà molto da riflettere.D`altra parte non si deve dimenticare che ancora checchè se ne dica esiste una legge e va rispettata.Ai Giudici non rimane altro che applicarla,con quale metro poi è un altro discorso.Saluti.

Roberto Casnati

Mer, 26/09/2012 - 20:06

Suggerisco all'ordine dei giornalisti d'indire immediatamente uno sciopero di solidarietà per Sallusti.

caio_

Mer, 26/09/2012 - 20:06

sono un elettore di sinistra e aggiungo la mia solidarietà al Vostro direttore ...come diceva Voltaire ...non condivido la tua oponione ma........

Dario40

Mer, 26/09/2012 - 20:08

per FAVORE, Dott. Sallusti, non si dimetta. Deve rimanere al suo posto a combattere contro i cialtroni che comadano! E continuare a chiedere che anche le toghe se sbagliano devono pagare !

Alberto Tumiatti

Mer, 26/09/2012 - 20:08

Una vergogna, una dimostrazione di inciviltà giuridica. La Cassazione ha condannato a 14 mesi di reclusione Sallusti ritenendolo "colpevole" di diffamazione. Il direttore del Giornale alla redazione: "Non ho alcuna intenzione di chiedere misure alternative alla galera". Il figlio di Giovannino Guareschi: "Sallusti non subisca la stessa ingiustizia che subì mio pade". Il sottotitolo la dice tutta, caro direttore sono con Lei e con tutal la redazione - poichè la libertà di espressione non deve avere bavagli, di nessun tipo. Rimango sconcertato del silenzio della Severino, "la cosa e molto sprca" così come tutta la giustizia, perchè piccola, fatta da uomini piccoli nonchè ladri e bugiardi. Condivido quanto detto dal figlio Guareschi. Le assurdità di questo paese sono infibite, rimane comunque un grande sudiciume.

anwood

Mer, 26/09/2012 - 20:08

Presidente Napolitano, non Le sembra il caso di intervenire perché la giustizia in Italia si occupi finalmente di cose serie? Non ne possiamo più di questi giudici intoccabili, faziosi, presuntuosi, politicizzati. Credo che la situazione della giustizia in Italia sia diventata davvero insopportabile e semplicemente vergognosa. Non si sente in imbarazzo a rappresentare un simile Paese? Sallusti, La stimo e sono con Lei!

angelo70

Mer, 26/09/2012 - 20:08

direttore,ho appena sentito il suo discorso di comiato con la redazione! le faccio i miei piu' sentiti complimenti per la sua dignita' e la sua forza! gli Itaiani,quelli veri,sono tutti dalla sua parte! ha tutta la mia stima!

guidoc

Mer, 26/09/2012 - 20:09

Direttore...sono molto triste. mi associo a chi l'ha gia' incitata a tenere duro. anche se non sono più sicuro che lottare per sani principi in questo paese serva a qualcosa...

resegone

Mer, 26/09/2012 - 20:09

Una cosa è la libertà di stampa e di opinioni, una cosa ben diversa è distorcere la realtà di un fatto di cronaca al solo scopo di infangare e discreditare una persona. Quanti tra quelli che scrivono hanno letto l'articolo "anonimo" uscito su LIBERO e gli articoli pubblicati da tutti gli altri giornali in cui veniva spiegata chiaramente cosa hanno deciso il giudice e la mamma della ragazza e la decisione della ragazza stessa. Certo il carcere, state sicuri che il direttore non ne farà neanche un giorno, è un po' troppo. Ma non si può utilizzare la propria posizione di giornalista per infangare e chiamare con epiteti MOLTO FORTI una persona solo perchè non ha il tuo stesso pensiero e si comporta come prescrive la legge voluta DAL POPOLO ITALIANO.

sevlui

Mer, 26/09/2012 - 20:13

Sono incazzato nero. Non é possibile. In questo paese, ormai, gli unici che possono fare quel che cazzo vogliono sono i magistrati.

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Mer, 26/09/2012 - 20:14

Sono molto indignato e dispiaciuto per Sallusti trattato peggio di uno scippatore. Ora voglio vedere i suoi colleghi scioperare ed agitarsi per la libertà di stampa. Soprattutto quelli di Skay, che mentre in Italia listavano a lutto i loro servizi per protesta contro la legge sulle intercettazioni facili, in Inghilterra facevano gli sciacalli delle intercettazioni.

Ritratto di menconifilippo

menconifilippo

Mer, 26/09/2012 - 20:14

I veri delinquenti sono fuori come i politici sono fuori ! per avere distolto soldi pubblici che potevano essere usati per ospedali e scuole…

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 26/09/2012 - 20:16

Non condivido le dimissioni. Lei, Direttore, ne esce vincente. Noi la vogliamo Direttore del Giornale. Mi pare che tutta l'Italia sia con lei, come mai si è verificato in passato. Le dimissioni sembrano anche stonate, oltre al fatto che sanno di vittimismo. Volti le spalle alla vicenda, lei è un gentiluomo, se lo può permettere. Il tempo è galantuomo. Non abbandoni questa poltrona. Ritiri le dimissioni e stenda un velo pietoso (anche web) su tutto. Testa alta ed al timone.

Noodies

Mer, 26/09/2012 - 20:20

L'ho già scritto qualche mese fa che in Italia non c'è democrazia, non c'è libertà e non c'è assolutamente rispetto da parte delle istituzioni verso i cittadini. Il potere giudiziario poi, in questo paese è assolutista, è al di sopra persino della legge stessa, e questo lo sanno anche i signori politici che fanno finta di niente perché a loro conviene. Quanto sta accadendo al Sig. Sallusti è quando già successo ad altre persone di questo paese, trattati con disumana ingiustizia (vedi in particolare il caso Tortora) senza che nessuno di questi signori "sic" della magistratura, fautori di quelle sentenze, rivelatisi poi ingiuste, ne abbia pagato poi delle consequenze. Se tutto questo lo permette la nostra costituzione bisogna che chi di dovere, e di competenza, intervenga immediatamente per un radicale cambiamento delle norme attualmente esistenti e di pari passo fare una profonda riforma della giustizia, delle leggi che la riguardano e del codice penale. Bisogna scrivere la parola fine a questo sconcio giudiziario e smetterla una volta e per tutte di usare solo inutili paroloni all'occorrenza. Bisogna invece intervenire e SUBITO!!!!!! Al Sig. SALLUSTI va la mia più sincera solidarietà e l'unica cosa che mi sento di dirgli è: TIENI DURO, LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI E'CON TE. Un abbraccio affettuoso. Noodies

alessacava

Mer, 26/09/2012 - 20:22

salve, lei ha tutta la mia stima e solidarieta', se puo' servirle sono disposto a donarle un giorno della mia liberta', non si faccia intimidire da questa frangia di togati cancrenitici. alessandro

guidoc

Mer, 26/09/2012 - 20:24

se ci sono persone che hanno il coraggio di commentare "Godo come un riccio" significa che meritiamo la fine che stiamo facendo.

luigiB3

Mer, 26/09/2012 - 20:24

Ho gia' espresso la mia solidarita' al DIRETTORE SALLUSTI, pero' con molta amarezza e disgusto dentro l'animo ripeto un principio che ripeto appunto da troppo tempo e che forse ora si comprendera' nel senso: LA SACRA (santa) INQUISIZIONE NON E' MAI MORTA..! Poi vado in un altro angolo del nostro comune vivere e tocco l'argomento CENSURA di cui noi lettori/opinionisti da strada o da cortile a volte siamo vittime. Cioe', senza velleita' noi qua diciamo piu' o meno bene le nostre idee: non censuratele se non hanno termini e sensi "VIETATI". Se no fate come e ne piu' e ne meno di quelli la': uomini rossoneri. Non sporcatevi le mani per un non nulla..! Concludo: siamo in uno stato KOMUNISTA e kosi' la va..!! O servono diapositive per farlo capire..? Saluti

fiducioso

Mer, 26/09/2012 - 20:24

Nessuno mi toglie dalla testa che c'è il preciso disegno di far diventare l'Italia come la Corea del Nord o come cuba. Se non ci si ribella un amaro futuro toccherà ai nostri figli e nipoti. Il dott. Sallusti diventerà il simbolo della malagiustizia.

charly73

Mer, 26/09/2012 - 20:25

Totale e peina solidarietà a Sallusti, senza ulteriori commenti, che avrebbero senso solo se fossimo in Corea del Nord.

Willy Mz

Mer, 26/09/2012 - 20:26

come volevasi dimostrare! caro direttore, se scrivevi su repubblica questo non sarebbe mai successo. ma purtroppo questa è l'italia e questi sono i nostri emeriti magistrati. così lo potete pubblicare.

fabio lomonaco

Mer, 26/09/2012 - 20:28

Solidarietà a Sallusti e paura per i passi indietro dell'Italia.

entropia_italia

Mer, 26/09/2012 - 20:29

Questo ormai è un paese impazzito sia nella politica e sia nella magistratura. A un giornalista viene confermato il carcere per 14 mesi nell'ultimo grado di giustizia perchè la sentenza d'appello non accoglie le attenuanti in quanto definito "socialmente pericoloso " . Dopo che la "Suprema Corte" sentenzia "IN GALERA" arriva il procuratore e dichiara ""Sallusti non va in prigione perchè non ha precedenti " . Ma non era un tipo socialmente pericoloso ?? Per i magistrati si è socialmente pericolosi a momenti alterni . E' forse per questo che molti delinquenti (tra questi anche i politici) sono liberi e chi non "incensa" i poteri costituiti va in galera !! Sallusti mi dispiace per lei ma questa condanna vale forse più del migliore articolo che ella abbia mai scritto. Gli articoli infatti si ricordano per pochi giorni, questa sentenza rimarrà nella storia.

daniela

Mer, 26/09/2012 - 20:29

Avevo condiviso in pieno l'articolo incriminato.......ora rischio di finire in galera pure io????? Vergogna Vergogna Vergogna!!!!!!!!!!!!!!

ciannosecco

Mer, 26/09/2012 - 20:29

Chissà,caro Direttore che questa non sia la Caporetto della Magistratura italiana.Finalmente,lo sdegno bipartisan ci fa sperare in una completa e incisiva riforma della Magistratura, madre di tutte le caste.Si respira la stessa aria della vicenda Tortora,che sia finalmente arrivata l'ora funesta per questi pagliacci togati?Lo spero vivamente.In ogni caso,per il solo fatto non avere piegato la testa davanti ai potentissimi magistrati,avrà la mia eterna stima.Un abbraccio e sia certo che tutti noi saremo sempre con lei,dovunque lei vada.ciannosecco.

rokko

Mer, 26/09/2012 - 20:30

Molti qui non hanno afferrato il concetto. Il problema non è la magistratura, ma la nostra politica da repubblica delle banane. Tanta solidarietà a parole, ma nessun fatto: sarebbe bastato un decreto di tre righe che sancisse che per i reati di opinione non c'è il carcere, e si sarebbe evitata questa figuraccia internazionale nonché scempio dei più elementari principi relativi alla libertà di informazione. I politici (tutti, nessuno escluso, a partire dai cosiddetti "amici" di Sallusti Berlusconi e Alfano e per finire con Bersani) si sono ancora una volta rivelati del tutto inefficaci ed inutili.

Ritratto di jagomar

jagomar

Mer, 26/09/2012 - 20:31

I giudici applicano le leggi.

Massìno

Mer, 26/09/2012 - 20:31

E' vero è una vergogna. Di chi doveva riformare le leggi e non lo ha fatto parliamo un altro giorno.

Rosario46

Mer, 26/09/2012 - 20:32

Sembra che i magistrati non vogliono mandare Sallusti in galera per mancanza di precedenti penali. Cosi si salvano la faccia e contemporaneamente raggiungono il loro scopo principale: terrorizzare il ns direttore in modo che non farà più articoli contro la super casta. In fondo l'importante era "rieducare" Sallusti. E questo serva di esempio anche per altri direttori (Bel pietro?). Saluti

simonetta della...

Mer, 26/09/2012 - 20:33

Solidarietà al Direttore

MassiLasa

Mer, 26/09/2012 - 20:34

Direttore non si dimetta lo faccia per tutti i Suoi lettori che sono certo saranno sempre al Suo fianco.

Dinmau

Mer, 26/09/2012 - 20:35

Sono andata a leggermi l'articolo incriminato..BELLISSIMO! Chiunque l'abbia scritto, merita un elogio...e loro mettono in galera Sallusti! Bell'Italia e bella prospettiva ci si presenta, abbiamo un governo senza averlo votato, abbiamo i giudici che vogliono governare per non farci più votare. Ho quasi paura ad esprimere la mia opinione, non è che ora cercheranno di fermare anche i blog?

pitomaz

Mer, 26/09/2012 - 20:36

Ho letto, su siti meno "allineati", che la legge che farà (forse) finire Sallusti in galera è una legge varata dal centro-destra, che prevede non vi siano attenuanti in caso di recidiva di reato. Quindi... chi è causa del suo mal, pianga se stesso!

endrius79

Mer, 26/09/2012 - 20:38

Come al solito vedo che i fatti vengono deformati pur di colpire la magistratura....e che tanti commentatori non hanno capito proprio nulla. Vorrei sottolineare che la colpa non è dei giudici e dei magistrati ma dei governi che non hanno cambiato una legge ormai vecchissima e inadeguata. E chi ha governato per gli ultimi 17 anni su 20? Bah...

Nunzio Nicita

Mer, 26/09/2012 - 20:39

Una osservazione: è vera la motivazione della Cassazione?; se NO: VERGOGNA!!! se sì: vai e comincia a pagare anche tu, non capisco perchè occorra salvare per forza un reo, uno che si permette di giudicare gli altri e non vuole essere giudicato; anche in questo caso VERGOGNA!!!

giottin

Mer, 26/09/2012 - 20:39

Ho scritto un commento moltissimo durissimo che non è stato pubblicato e di questo ne vado fiero, del resto non posso dire altre cose rispetto a ciò che avevo scritto in prima istanza, vuol dire che ho colpito nel segno. Spiacente ma io non posso scrivere cose che in questo momento mi fanno sentire non solo incazzato, ma molto di più. Tutta la mia massima solidarietà a Sallusti. 3° tentativo.

mangoose

Mer, 26/09/2012 - 20:43

una sentenza dove un potere dello stato dimostra la sua miopia e la sua impotenza nel non condannare i mafiosi per paura e la sua protervia nel condannare gli onesti in quanto tali. Troppe volte la magistratura si maschera dietro i nomi di Falcone e Borsellino per poi dimostrare con sentenze o comportamenti da quarto mondo la pochezza dei suoi membri. Auguri Direttore, il suo errore e' di essere onesto e di essere amico di Berlusconi.

Ritratto di claudio52

claudio52

Mer, 26/09/2012 - 20:46

Volevate il comunismo eccoci serviti. Come chiamate voi far governare un presidente imposto,e controllare la stampa con la galera per i giornalisti?........... Finalmente si sono scoperti. In italia c'è il comunismo! E adesso?????????????????????????

altair1956

Mer, 26/09/2012 - 20:50

jagomar, i giudici applicano le leggi ? Si, quelle che vogliono.

Roberto C

Mer, 26/09/2012 - 20:55

Il giusto, mi scusi ma non si può difendere l'indifendibile. Comunque oggi sentivo dire in TV che la sospensiva di un mese è stata concessa in quanto Sallusti non era mai stato condannato per lo stesso reato, dunque dove sarebbe la recidiva? Ma anche se fosse, si parla di un giornalista che ha espresso un'opinione. Stia tranquillo che nei paesi cui lei fa riferimento (quelli civili e democratici almeno, non prenderei la Russia di Putin, la stessa che manda i carri armati in Cecenia e che si oppone ad intervenire in posticini come la Siria o l'Iran quale modello) sanno distinguere fra il reato di diffamazione (da perseguire) e i reati d'opinione (che nel mondo civile non sono reati). Saluti

Ritratto di Fradrys

Fradrys

Mer, 26/09/2012 - 20:58

E adesso che la magistraura si è AUTO-DIFFAMATA che facciamo? Mandiamo in galera tutti i magistrati che hanno giudicato Sallustri? Ahahah... peggio che nella ex URSS! E pensare che un certo Fini disse che "la libertà di stampa non è mai troppa": a proposito qualcuno lo ha sentito dire qualcosa adesso? Ah, sarà sott'acqua con una tal vagonata di scorte che non si è accorto di nulla... La vera piaga italiana è la magistratura, pulita questa, tutto il resto si pulisce poco dopo!

Ennio Dinacci

Mer, 26/09/2012 - 20:59

Ho una visione della politica molto, ma molto distante da quella del Quotiniano che ospita questo mio commento. Ho tuttavia sentito il bisogno di creare un account espressamente per esprimere, fra le tante, anche la mia solidarietà al Direttore. Trovo totalmente fuori di senso che si possa rischiare la galera per avere espresso opinioni, come quella di cui si è fatto interprete l'Autore dell'artico incriminato. Men che meno poi, per essere il Direttore di un Quotidiano che si "macchi" di un simile reato. Ovviamente, ho in uggia anche modalità diverse con cui si cerca di limitare o bloccare il dissenso, in vario modo espresso o manifestato, come ad esempio, l'uso delle denuncia finalizzata proprio allo scopo di evitare una stampa realmente libera. Credo che la tutela reale della libertà sia un bene per tutti, perfino per quanto si oppongono ad essa. Oggi, credo sia toccato al Dott. Sallusti e, senza se e senza ma, meriti una difesa netta. Cordialmente. Ennio dinacci

Ritratto di martinitt

martinitt

Mer, 26/09/2012 - 21:01

Solo i post comunisti possono aggredire ed insultare i loro avversari politici senza conseguenze. A Sallusti sarà difficile fargli il lavaggio del cervello, come quei milioni di italiani che non si sono inchinati alle bandiere rosse.

SANDRO74

Mer, 26/09/2012 - 21:01

"La notizia pubblicata dal quotidiano diretto dal dottor Sallusti era falsa. La giovane non era stata affatto costretta ad abortire, risalendo ciò a una sua autonoma decisione, e l'intervento del giudice si era reso necessario solo perché, presente il consenso della mamma, mancava il consenso del padre della ragazza, la quale non aveva buoni rapporti con il genitore e non aveva inteso comunicare a quest'ultimo la decisione presa" Bisogna che sappiamo tutti che l'Italia sta affondando perchè sono anni che chiunque debba dire o scrivere una cazzata (leggi notizia falsa, opinione non circostanziata, menzogna creata ad hoc, ecc.) lo può fare davvero liberamente e impunemente. E' ora di smetterla di dire che tutte le opinioni sono uguali e hanno diritto di espressione : questa non è la verità ma solo un concetto molto ignorante.

ghibli10

Mer, 26/09/2012 - 21:02

purtroppo in Italia siamo in mano ad una magistratura di parte, che non si assume mai responsabilità e che difende i suoi affiliati con sentenze di questo genere. la democrazia è morta grazie anche a questa magistratura che regolarmente dichiara incostituzionali tutte le riforme che si fanno nei suoi confronti e condanna sistematicamente chi non la pensa come lei

Ritratto di nontelomandoadiretelodico

nontelomandoadi...

Mer, 26/09/2012 - 21:03

SIAMO DIVENTATI UNA SOCIETà INDEGNA DELLA SUA STESSA STORIA, LA MIA DISISTIMA E SFIDUCIA CRESCE OGNI GIORNO DI PIU' NEI CONFRONTI DI TUTTA LA P.A. GLI ASSASSINI AL MARE E GLI OPINIONISTI IN GALERA MAH!.

guidode.zolt

Mer, 26/09/2012 - 21:07

Italia Patria del DIRITTO...., ma forse non lo e' piu'...devo essermi sbagliato...eppure...mi sembrava....devo averlo letto da qualche parte, ma forse era la patria del dritto di sx...

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Mer, 26/09/2012 - 21:09

ora si che posso afferma con convinzione di vergognarmi di essere Italiano

guidode.zolt

Mer, 26/09/2012 - 21:11

Finalmente, salendo dal basso, naturalmente, abbiano raggiunto il livello della giustizia bulgara...ed e' gia' qualcosa...visto lo stato in cui versa la giustizia italiana...! in marcia verso l'Europa...? no..no.. verso il Burundi...!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 26/09/2012 - 21:15

Mi iscrivo oggi per esprimere la mia solidarietà al direttore Sallusti. VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA!!!

killkoms

Mer, 26/09/2012 - 21:25

@jagomar,i giudici a qualcuno applicano la legge e a qualcun altro la interpretano!

analistadistrada1950

Mer, 26/09/2012 - 21:29

Non è: "come in una dittatura", è una dittatura. Slo che è subdola, strisciante ed è nata indietro nel tempo, la censura è uno degli elementi più palesi. Al prossimo colpo ci sarà l'impossessamento od il condizionamento occulto dei mass media; dovremo aspettarci il protocollo da rispettare imposto al "giornalista fedele al regime?". La differenza fra una vera dittatura e questa serpe velenosa che colpisce uno, per punirne cento..., è che non ha un dittatore da abbattere, sono tanti e molto ben nascosti, come è tipico dei sistemi viscidi. Direttore, la dimostrazione di vicinanza e rispetto sono nulla rispetto a ciò che sicuramente sta vivendo. Ma, a quanto pare, come hanno detto altri commentatori, l'omicidio con l'autovettura sotto l'effetto di stupefacenti e/o alcool, deve essere compreso, siccome, poverino, è vittima della società e quindi deve essere messo in libertà. Difficile fare il giornalista se non ci si dedica al gossip... e si esprimono idee diverse da coloro che giudicano. Un avvocato, ha distutto la mi Famiglia, denunciato alla Procura ed all'Ordine, si sono messi a ridere, ma noi siamo rovinati; chi conosce di diritto penale, dovrebbe chiedersi come mai non sono stato querealto per diffamazione; bisogna chiederlo alla elasticità della Giustizia.

lucioc

Mer, 26/09/2012 - 21:29

Sono distante anni luce da Sallusti, specie dopo aver sentito le sue cosiderazioni sui "responsabili" nel video della redazione, ma la legge va cambiata per i reati d'opinione, che il reo si chiami Sallusti, De Bortoli o N.N. E il parlamento lo può fare subito.

giovannibid

Mer, 26/09/2012 - 21:30

E' UNA VERGOGNA NAZIONALE SIAMO SOTTO DITTATURA DELLA SPECIE PEGGIORE QUELLA SUBDOLA MASCHERATA DA GIUSTIZIA CHE NON E' GIUSTIZIA MA INGIUSTIZIA. IO FAREI LEGGERE A QUESTI NERI/ROSOO TOGATI LA BIBBIA AL LIBRO DEI GIUDICI LA PARTE FINALE. SICURAMENTE ARRESTEREBBERO CHI HA SCRITTO LA BIBBIA VERGOGNATI ITALIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Charly

Mer, 26/09/2012 - 21:33

Spero che che il popolo si è accorto che in Italia la democrazia non esiste più...si vive in un regime non si ha diritto neanche ad esprimere una idea?e poi certe menti sono capaci di parlare di terzo mondo altri paesi??? l'italia è tornata indietro alla santa inquisizione o peggio...ma che vergogna c'è da avere schifo ad essere italiani.....e come l solito la gente il popolo se ne starà zitto....caro direttore per quello che è possibile starle vicino ....

rokko

Mer, 26/09/2012 - 21:38

Ma perché molti commenti indicano il problema nel "comunismo"? Vi devo forse fare un disegnino schematico di quello che è successo ? Cosa c'entra? Boh

brunog

Mer, 26/09/2012 - 21:40

Vediamo che tessera hanno questi giudici e la risposta verra' a galla da sola. Dopo 40 anni di governance comunista non ci si puo' aspettare diversamente.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mer, 26/09/2012 - 21:42

Non so se Sallusti meritasse la condanna, ma non credete nemmeno per un istante che possa esistere una "solidarietà bipartisan", come ho dovuto leggere in qualche commento. Ingenui. La "solidarietà bipartisan" è solo una presa in giro. Metà degli ipocriti che ora sembrano sinceramente stupiti e dispiaciuti in realtà stanno festeggiando. Non credete mai ad una cosa del genere. Non esiste in Italia.

uprincipa

Mer, 26/09/2012 - 21:54

Voce contro-corrente : qui non si parla di reati di opinione. L'articolo era completamente falso e chi lo ha approvato (il direttore che è responsabile delle notizie pubblicate sul suo giornale) ne deve rispondere. Che poi la legge sia sbagliata o troppo severa è un'altra cosa...per come è fatta adesso la condanna non è da criticare.

Ritratto di niki 75

niki 75

Mer, 26/09/2012 - 22:05

Non occorre fare riferimento alle dittature di altri paesi visto che il nostro viene , di fatto, sottoposto a quella di una MAGISTRATURA, che quale CASTA intoccabile, detta ormai la politica etica, danitaria, scolastica, industriale, ecc...

simcap

Mer, 26/09/2012 - 22:07

Anche a me pare una sentenza assurda... ma non ho capito bene una cosa: la condanna non è per un "reato d'opinione" ma per il fatto che la notizia pubblicata era falsa. Qualcuno può spiegare meglio il tutto?

mateph

Mer, 26/09/2012 - 22:09

FORZA DIRETTORE NON MOLLI !!!!!!!!!!

edo1969

Mer, 26/09/2012 - 22:09

... Siamo tutti Sallusti?? Io NON sono Sallusti.

sicsic3

Mer, 26/09/2012 - 22:15

Solidarietà al direttore SALLUSTI...sentenza allucinante, da paese del quarto mondo...una vergogna TUTTI IN PIAZZA per difendere la libertà

Nemoweiss

Mer, 26/09/2012 - 22:17

Ti esprimo, direttore, la mia solidarietà di vecchio giornalista.

Boccalone

Mer, 26/09/2012 - 22:23

Visto che siete potenti come giornalisti e che la pena è stata sospesa, dovreste essere contenti. Un comune cittadino si faceva i 14 mesi, altro che sospensione! Aringraziate chi sapete voi

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mer, 26/09/2012 - 22:24

Basterà questo sconcio perchè una parte importante degli italiani si tolga le fette di salame dagli occhi? Quattordici mesi sono la zappa sui piedi della magistratura (e del suo capo supremo Re Giorgio) e valgono quattordici medaglie d'oro per il Direttore Sallusti che non deve dimettersi. E' lui il vincitore della partita: è scritto nella sentenza ed ancor più nella richiesta di 30000 euro aggiuntivi della parte avversa per ritirare la querela (Cocilovo: nel nome l'uomo). Per i sinistri è un autogol, lo si evince dai loro commenti, dovuti ed a denti stretti. Saluti

roberto.morici

Mer, 26/09/2012 - 22:25

Da sempre mi è piaciuto ripetere che "solo chi ha visto poco si meraviglia molto". Mi mancava di assistere a questa vergogna. Adesso, a 80 anni, posso dire di aver visto di tutto...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 26/09/2012 - 22:29

Egr. Direttore. Io sono spesso stato critico nei suoi confronti ma Le dico che ho il massimo rispetto per Lei e per la sua lezione di dignità data in queste ore. Comunque vada questa vicenda, sappia che è una battaglia perduta in cui è il seme di vittorie future.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 26/09/2012 - 22:32

che dire di giornali tipo Repubblica.... non se ne salverebbe uno lì... quanto sta succendendo è la prova del marcio che esiste in seno alla magistratura. E' gravissimo. Comunque vada. Anche se per qualche stratagemma la casta dovesse salvare Sallusti. Tutto ciò è INAUDITO. Massimo rispetto per Sallusti. Vittima della neo unione sovietica.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 26/09/2012 - 22:35

Neppure in Corea del Nord.

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Mer, 26/09/2012 - 22:43

Buonasera Direttore, Le esprimo tutta la mia solidarietà e stima. Lo faccio con l'orgoglio di lettore venticinquennale di questa testata e come Suo estimatore personale. Lei è stato condannato, con la scusa della diffamazione, per un reato di opinione; il resto sono chiacchiere. Vorrei però dare una breve risposta ad alcuni amici che, con i loro commenti, hanno tradito la loro appartenenza: cari "il Giusto" (beato Lei che si sente tale, evidentemente è sicuro del favore Divino!), "goods", "lo zio di zio Fester", "Poliparo", "donato85", "Sandro68" ricordatevi che, andando avanti così, l'Italia diverrà un paese talmente invivibile che, per salvarlo, sarete costretti perfino voi ad invocare riforme liberali e a darci ragione. Quel giorno potrebbero essere altri ad essere "cundend" o a "godere come ricci" ripensando a certe vostre battute. Pensateci e, se ne siete capaci, arrossite.

zipala'

Mer, 26/09/2012 - 22:50

Mettetelo in galera, insieme ad altri direttori e poi buttate la chiave.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 26/09/2012 - 22:51

il 68 ha partorito il peggio. E' stato l' accelerazione di una crisi di lunga derivazione in realtà ma ha dato la svolta al peggio.

Luigi Fassone

Mer, 26/09/2012 - 22:59

Anche se ritengo non serva ricordare che il Direttore Sallusti "non aveva scritto" il pezzo che ha fatto andare in balla un Magistrato,perchè se uno è "responsabile"...non posso fare altro che scrivere qui : VERGOGNA,VERGOGNA,VERGOGNA ! ma non solo tre volte,come ebbe a fare appunto uno di essi (i Magistrati) a Milano,INFINITE VOLTE,fino a che il marchingegno che avete lì,nella Redazione del Giornale non si stufi e vada in balla anch'esso.termino così : VERGOGNA !

ciannosecco

Mer, 26/09/2012 - 23:00

" endrius79 " Di deformato qui , esiste solo la sua ignoranza.Due giudici hanno applicato la tanto vituperata Legge,uno ha comminato 5.000 euro di multa ed un'altro un'anno e due mesi di carcere senza condizionale.Quindi il problema non sta nella Legge,ma nell'ampia discrezionalità dei Magistrati.Li straparla di un'argomento che non conosce e del quale neanche s'informa come dovrebbe.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 26/09/2012 - 23:03

Anche volendo mandare un commento , non riesco a capire dove rimangono.Ho solo detto voglio vedere come si comportano i masnadieri di Strassburgo adesso. Forse e meglio pensare che siamo gia al peggio.se capi?

emulmen

Mer, 26/09/2012 - 23:05

Roberto C - fai forse finta di non capire che la sentenza ufficiale è stata quella di sbattere in galera Sallusti per 14 mesi senza condizionale, proprio per evitare che potesse ripetere il "reato". Se hanno ritardato di un mese è perchè tutti hanno capito che sarebbe bastata la pena pecuniaria, sic stratura ha smarronato: da che mondo è mondo c'è sempre stato il reato di diffamazione, ma fino ad ora era solo un reato economico. Trasformare ora un reato di presunta "diffamazione" per cui sarebbe bastata la pena pecuniaria in un reato di opinione crea un pericolosissimo precedente che convincerebbe certi giudici ad arrestare chi non la pensa come loro, ovvero la magistratura vuole trasformare la nostra repubblica in una dittatura giudiziaria che punisce chi non la pensa come loro...

federicosardelli

Mer, 26/09/2012 - 23:21

Non si tratta affatto di «inciviltà giuridica», come scrivete voi, bensì di applicazione della legge: non si può ingiuriare, pubblicare il falso, diffamare e minacciare impunemente a mezzo stampa. Sallusti faccia meno la vittima e voialtri siate osservanti delle regole.

scric

Mer, 26/09/2012 - 23:25

Sallusti, non ti dimettere, non possiamo stare senza i tuoi editoriali. Con oggi e' finita la libertà' di stampa.RESISTI SIAMO TUTTI CON TE, pronti per la piazza

Ritratto di rigoletto2

rigoletto2

Mer, 26/09/2012 - 23:50

Napolitano se ci sei(?) batti un colpo.Presiedere il CSM e non accorgersi che i magistrati sono i padroni dell'Italia, è una vergogna che solo un comunista non può vedere.Prosit

Ritratto di il bona

il bona

Mer, 26/09/2012 - 23:58

Era naturale, con la dittatura giudiziaria che abbiamo! Il fatto sconcertante é che per un reato piu grave, come lo spaccio, la pena é minore. Una sentenza cinese!

soldellavvenire

Gio, 27/09/2012 - 00:08

bravo, sallusti! si dimetta e vada in galera, e prometto che sarò in piazza a chiedere l'abolizione della legge fascista che l'ha condannato

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Gio, 27/09/2012 - 00:30

A POLIPARO ....LE NOTIZIE FALSE I GIORNALI DI SX SONO 50 ANNI CHE LE DANNO EPPURE NESSUN GIORNALISTA O DIRETTORE E' MAI FINITO SOTTO PROCESSO ....SVEGLIATI !!!!!!!!!!!!!!

Gadget Kitsch

Gio, 27/09/2012 - 01:05

10 100 1000 Sallusti. Piena solidarietà.

no b.

Gio, 27/09/2012 - 01:07

pubblicate l'articolo originale integralmente. Così la gente potrà veramente capire quanto è stata falsata la realtà. La condanna non è sull'opinione, ma sulla falsificazione e la diffamazione. Giusta quindi

mahatma49

Gio, 27/09/2012 - 04:09

Via internet leggo un po' tutti i quotidiani per farmi un'idea non di parte. Mi ero riproposto di non leggere più il Fatto Quotidiano perchè fazioso. In quest'occasione ho voluto ricollegarmi e leggendo i post mi è venuta la nausea. Tutti contro Sallusti. La cosa potrebbe anche essere normale per un quotidiano che vede in Sallusti, Feltri, Belpietro i loro nemici, ma mi meraviglia la cattiveria ed il tono maleducato dei post. Ho provato a rispondere ad alcuni ma nessuno dei miei post è stato pubblicato. Eppure il FQ fa la campagna per la libertà d'opinione, purchè sia condivisa dai loro moderatori. Addirittura c'è chi accusa Travaglio di essersi schierato dalla parte di Sallusti dimenticando che Travaglio è stato condannato una decina di volte per diffamazione solamente a pene pecuniare e quindi è logico che sia contrario al carcere. Io non ho mai usato toni offensivi ma ho solamente risposto con evidenza dei fatti ed in maniera garbata. Penso che non mi collegherò più al FQ perchè lo ritengo il giornale meno liberale che ci sia in Italia.

gdan

Gio, 27/09/2012 - 05:52

Ma chi sta criticando la sentenza si e' letto l'articolo incriminato? Un quotidiano nazionale pubblica sotto pseudonimo un articolo nel quale si affermano cose assolutamente false col solo scopo di attaccare una legge dello stato (quella sull'aborto) e, in generale, chi di quella legge si avvale o della cui esecuzione si assume l'onere. L'articolo afferma falsamente che in Italia esiste l'aborto coattivo e cioe' si puo' obbligare in tutta tranquillita' una persona a abortire contro la sua volonta'. In questo articolo sotto pseudonimo sono false le accuse al magistrato, false le accuse alla famiglia, false le motivazioni attribuite a entrambi, falsa la visione della vita attribuita al magistrato e alla madre, false le conseguenze sulla ragazzina. Sarebbe bastato verificare i fatti, ma cosi' facendo sarebbe stato impossibile per il quotidiano dietro pseudonimo proseguire la propria battaglia puramente ideologica e politica. La sproporzione tra le falsita' espresse con dolo da parte del quotidiano sotto pseudonimo e la possibilita' per magistrato, famiglia e ragazzina di far conoscere e valere la verita' dei fatti e' gigantesca e insormontabile. Qui non si tratta di un reato d'opinione, ma di un'operazione congegnata ad attaccare una legge dello stato, la sua esecuzione, le persone che di detta legge esercitano il diritto e quelle che vigilano sulla sua corretta e legale applicabilita'. Bene e' venuta una condanna al carcere.

CALISESI MAURO

Gio, 27/09/2012 - 05:59

Ora tutti in piazza! E' ora di cambiare le cose in questo paese.

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 27/09/2012 - 06:58

siamo credo tutti indignati per questa assurda condanna di stampo stalinista-beriano. So che certamente a sinistra sono in molti quelli che si rallegrano di questa condanna assurda , ingiustificata e comunque già indegna per il pagamento che Sallusti aveva già docuto sostenere per obbedire ad un tribunale di parte: la giustizia in Italia è in mano a pubblici ministeri a volte indegni di essere riconoscoiti come talli e la cassazione in maniera analoga dimostra di essere di stamo beriano

BRAMBOREF

Gio, 27/09/2012 - 07:34

VERGOGNA, è ora che la Signora Guardasigilli metta la mordacchia a questa magistratura (minuscolo) ridicola ed incapace.

DubitoErgoSum

Gio, 27/09/2012 - 07:41

Ok, Sallusti ha scritto una cavolata, non era la prima volta e non sarà l'ultima, ma il diritto dei giornalisti di far sentire la propria voce non può essere messo in discussione. La condanna è inevitabile perchè esiste una legge in proposito, non perché un giudice si è alzato una mattina col piede sbagliato. Evidentemente la legge va rivista. Personalmente ritengo che la galera non dovrebbe essere contemplata dalla legge in casi del genere. Il giornalismo è una risorsa indispensabile alla democrazia di ogni Paese; se poi è fatto bene o male, saranno i lettori a deciderlo. Pene pecuniarie? Certo. Sospensione? Nei casi più gravi ed eclatanti, se ne può ragionare. Galera? NO, neanche per un Sallusti che spara titoloni per il puro gusto del sensazionalismo. Rivedere la legge, subito.

Ritratto di lorel

lorel

Gio, 27/09/2012 - 08:04

ASSURDO...tutto ciò è assurdo!!!! non ho parole per esprimere lo schifo e lo sdegno che provo verso questi "figuri" mine vaganti!! Ma dove ci stanno portanto?? Dove, se da oggi avremo meno "libertà di pensiero, parola, espressione" grazie a questa casta?? E quanti di loro emeriti...omissis (!)...dovrebbero essere condannati per diffamazione verso cittadini comuni o Berlusconi di turno?? Loro...gli intoccabili...e si difendono tra di loro! Ma è grave..gravissimo quello che è successo e quello che scaturirà da questa sentenza! Un abbraccio AL NOSTRO DIRETTORE non si faccia MAI dico MAI scoraggiare da certa gentaglia...avanti dritta e...l'aspettiamo di nuovo al Suo posto! Proviamo solo pena e rabbia verso i togati...

Edgar83

Gio, 27/09/2012 - 08:05

Domanda (probabilmente riceverò n-mila commenti negativi ma tant'è): ma è giusto o sbagliato a vostro avviso il reato di diffamazione? capisco che sia giusto modificare la legge e non abbia senso che si finisca in galera per questo ma la condanna è indubbiamente giusta secondo me. Sallusti ha detto che il giudice aveva "costretto ad abortire" una ragazza di 13 anni, quando questi aveva semplicemente autorizzato la madre a far abortire la figlia e impedito al padre di mettersi in mezzo. C'è differenza direi. Per quel che riguarda la pena... come sarebbe a dire "siccome non ha cumuli di pena ed è incensurato non va in galera"? Scusate ma se io scrivo che pinco pallo è un ladro e mi condannano io finisco in galera o no? altrimenti comincio a diffamare in giro, tanto niente carcere dato che sono incensurato...

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Gio, 27/09/2012 - 08:13

Solidarietà a Sallusti. Rimane il fatto comico nella sua tragicità che è stato condannato per una legge del periodo fascista e non mi sembra che i governi di CDX che si sono succeduti per quasi 10 anni si diano dati molto da fare per cancellarla, anzi....

nino47

Gio, 27/09/2012 - 08:19

Massa di ITALIOTI! Avete finalmente capito chi comanda in Italia?

pippu

Gio, 27/09/2012 - 08:21

Sono con tè Direttore Solo in Italia succedono certe cose "VERGOGNA"

Ritratto di johnsmith

johnsmith

Gio, 27/09/2012 - 08:28

Egregio Sig. Sallustri, poiché tutti sanno che la stragrande maggioranza degli italiani sono delle pecore! Che non hanno rispetto, ne tanto meno sentimento, per quella che dovrebbe essere la patria, la fede, la nazione. Faccia come me, diventi apolide e lasci quella terra gestita da falliti. Non meritano attenzione ne sacrifici di persone rette, quale elle è. E' il paese dei furbi! Io al posto di Melchiorre l'avrei già trasferita da tempo l'azienda all'estero, poiché come ha sottolineato nel suo discorso di ieri: "A volte mi sono chiesto se ne valga la pena. Mi sono chiesto che senso abbia fare tutto ciò per un Paese che non apprezza, che spera nei miracoli di un investitore straniero, che ci dipinge come sfruttatori e incapaci…. e qualunque altro insulto vi venga in mente." Ogni ulteriore commento è superfluo. Congratulazioni! E complimenti comunque, per il Suo alto senso di responsabilità e coerenza. Lei è ancora una di quelle ultime persone, che l'Italia suicida sacrifica, per la propria imbecillità! Chissà se i giudici che l'hanno condannata, sono dei simpatizzanti si sinistra.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 27/09/2012 - 08:30

EVVIVA; LA LIBERTÁ DI ESPRESSIONE É DI OPINIONE IN ITALIA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA! ED EVVIVA; IL COMUNISMO NELLA MAGISTRATURA ITALIANA! CHE LASCIA LIBERI; GLI ASSASSINI E MAFIOSI E METTE IN GALERA LA GENTE ONESTA!.

Ritratto di martinitt

martinitt

Ven, 28/09/2012 - 20:53

L'unica cosa per sapere la verità di questo fatto, è di interpellare i genitori della ragazza che era finita in manicomio dopo l'aborto, (stando a quanto scritto da un'altro giornale di Chiesa), Mi sembra in ogni caso una condanna esagerata per avere riportata una notizia pubblicata il giorno prima dal giornale La Stampa.