CHI NON TIFA ITALIAPESTE LO COLGA

Marco Travaglio lo ammette: non tifo per l'Italia, ma per la Germania. Perché? Secondo il vicedirettore del Fatto quotidiano se vicnessero gli azzurri gli italiani si dimenticherebbero degli scandali del calcio...

Immagino che Marco Travaglio sarà scomunicato perché ha con­fessato durante una puntata di Un giorno da pecora ( programma ra­diofonico trasmesso da Radio 2) di ti­fare contro la Nazionale italiana di calcio, impegnata a farsi eliminare dai Campionati europei in corso. Il suo cuore, ha detto il famoso giornali­sta (vicedirettore del Fatto Quotidia­no ), batte per la Germania, soprattut­to, ma non solo. Perché? Se ho ben ca­pito, in passato non era così. Egli, per esempio, ricorda di aver sostenuto con entusiasmo gli azzurri quando erano guidati da Enzo Bearzot, Dino Zoff e Giovanni Trapattoni. Quello di Travaglio, quindi, non sa­rebbe un pregiudizio nei confronti della nostra rappresentativa naziona­le in genere, bensì di questa squadra agli ordini di Cesare Prandelli. Per un motivo preciso. Quale? Essa è il pro­dotto di un calcio malato, praticato da parecchi atleti corrotti, pronti a vendersi le partite per lucrare denaro attraverso scommesse sulle loro stes­se prestazioni. Su questo punto è difficile dare tor­to al vicedirettore, la cui mentalità, nota a chiunque legga i suoi sferzanti editoriali, è quella di un giornalista le­galitario, inflessibile e capace di co­niugare la propria rigidità morale con una prosa godibile, spiritosa. In­somma, l’uomo può essere antipati­co per le posizioni che assume - spe­cialmente in politica- ma sarebbe as­surdo negarne l’abilità. Detto questo, e precisato che cia­scuno è libero di pensarla come cre­de su tutto, incluso lo sport, non sia­mo d’accordo con lui su un particola­re. Sia chiaro, anche a noi non vanno a genio coloro che, ben remunerati, giocano al pallone non per vincere sul campo, ma al botteghino delle puntate. Ci mancherebbe. E ci augu­riamo che lo scandalo venga stronca­to. Il problema però qui è un altro. Sia­mo sicuri che la rosa a disposizione di Prandelli sia composta da farabut­ti? Non direi. Perché allora essere co­sì severi e ingiusti con loro, sperando addirittura che vengano eliminati, quando (per altro) saranno eliminati lo stesso senza le gufate di Travaglio? È vero che nel 2006 l’euforia per la vittoria degli azzurri ai Mondiali can­cellò le porcherie di Calciopoli. Peg­gio: alcuni cialtroni vennero perse­guiti, altri no, secondo il costume sportivo-giudiziario. Però non è scontato che un’eventuale (e impro­babile) affermazione di questa équi­pe­agli Europei trasformerebbe i pro­cessi in corso in una «festa del perdo­no ». Inoltre, non è lecito fare di ogni erba un fascio: la percentuale dei ma­riuoli con le scarpe bullonate è mini­ma rispetto alla totalità degli atleti. E coinvolgere nel disprezzo anche la maggioranza che tira pedate oneste non è un’operazione corretta. C’è poi un aspetto della questione che merita un discorso a parte. Il co­siddetto «tifo contro» sarà pure legit­timo, ma alimenta non solo la male­ducazione da stadio: anche la violen­za. Lo sport, almeno in teoria, dovreb­be essere scuola di lealtà. Nel calcio invece assistiamo a episodi disgusto­si. I supporter del Toro odiano gli ju­ventini. Quelli dell’Inter odiano i mi­lanisti, ampiamente ricambiati. La­ziali e romanisti non sono più signo­ri: ogni due per tre si menano per un corner. Il «tifo contro» è talmente acceso che gli appassionati godono di più per la sconfitta dei «nemici» che per il trionfo degli «amici». Un fenomeno assurdo, illogico, insensato. Non sap­piamo se sia soltanto italiano o se si re­gistri anche in Inghilterra, Francia, Olanda eccetera. Ma è certo che fa ri­brezzo e declassa lo spirito sportivo a sentimento abietto. Ahimè assai dif­fuso in vari ambienti. Rammento i pa­dani che, alcuni anni orsono, tifava­no contro l’Italia e a favore dell’Irlan­da perché aveva le maglie verdi, tan­to per citare una bischerata clamoro­sa. La nostra non vuole essere una le­zioncina a sfondo moralistico, per ca­rità, né un richiamo al patriottismo pedatorio. È solo un’osservazione. Il calcio, pur essendo la disciplina più popolare nel nostro Paese, fa di tutto per suicidarsi con l’aiuto di numero­si suoi protagonisti. Vediamo di non dargli una mano- e una penna di livel­lo - a realizzare l’insano proposito. A Travaglio chiediamo uno sforzo: quello di non essere ostile agli azzur­ri; basta l’indifferenza. E poi, Marco, la Germania no! Accontentati della Merkel.
Commenti

puntaala

Sab, 16/06/2012 - 19:23

Basta guardarono in faccia:quando uno nasce str..zo non si puo'sperare che migliori!!

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Sab, 16/06/2012 - 19:52

Feltri che tu fossi un *******e ne ero certo, ma ora lo dimostri a tutti. Possibile che in quel tuo cervellino secco e da demente non ci passi una buona volta l'idea che uno può tifare ciò che vuole senza che il prof di turno abbia qualcosa da dire?

C.teRamius

Sab, 16/06/2012 - 20:09

Evidentemente Travaglio ("un nome, una garanzia") ritiene che gli Italiani tutti siano dei perfetti idioti. Non mi sorprende, fa parte del mito della "superiorità morale della sinistra". Ma se questo figuro ritiene di essere circondato da una massa di beoti, si comporti di conseguenza: faccia le valigie e raggiunga la Carlà. In Francia prendono tutti, accoglieranno anche lui. Oppure si presenti al cospetto della Merkel, sicuramente sarà ricevuto con tutti gli onori. Come nel caso della prima signora citata, la sua dipartita non sarebbe conteggiata tra le fughe di cervelli. Oltre a questo, si libererebbe un posto di lavoro. Sarebbe interessante sentire il parere di uno specialista sul profilo psicologico di questo ceffo.

baio1969@libero.it

Sab, 16/06/2012 - 20:14

Quando una nazionale si permette di avere come capitano uno come Buffon, è abbastanza normale tifare per un'altra squadra. E mi fermo qui.

italianogrosso

Sab, 16/06/2012 - 20:18

Sarebbe buffo, se non fosse triste: se gli ultras si menano è un po' anche colpa di Travaglio che tifa contro la nazionale italiana, se invece i neonazisti aggrediscono a pietrate gli omosessuali non è per niente colpa di Cassano che tifa contro i *****... :-x

vince50_19

Sab, 16/06/2012 - 20:25

"non tifo per l'Italia, ma per la Germania. Perché? Secondo il vicedirettore del Fatto quotidiano se vincessero gli azzurri gli italiani si dimenticherebbero degli scandali del calcio..." Un'idiozia del genere non è commentabile, basta leggerla e compatire sto palloncino gonfiato di boria a 1000 atm. di pressione che ne spara quante più possibile pur di rimanere giornalmente all'onore delle cronache. Sarebbe utile che il Giornale lo ignorasse una volta per tutte.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Sab, 16/06/2012 - 20:26

Questo megalomane oltre che insopportabile è tutto scemo.

voce.nel.deserto

Sab, 16/06/2012 - 20:27

Mi dispiace Travaglio che sei di origine siciliana,messinese o forse calabrese. I cognomi Travaglio e Travaglianti sono diffusi abbastanza nel messinese. (in italiano:lavoro e lavoratori).Insomma Sicilia babba!

Massìno

Sab, 16/06/2012 - 21:44

E un chi se ne frega per la nostra nazionale di calcio e per tutte le altre 15 che giocano ? No eh.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 16/06/2012 - 22:07

#2 Gian Lore..Parlare e scrivere senza insultare non fa parte delle vostre caratteristiche precipue. Bell'esempio di tolleranza, da sincero democratico...Complimentoni...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 16/06/2012 - 22:01

#5 italianogrosso....Lei si che ha capito il senso dell'articolo!! E.A.

Walter68

Sab, 16/06/2012 - 22:47

Io non ho mai tifato Italia, perché la nazionale degli ultimi anni non mi rappresenta. I giocatori sono lì per interessi di procuratori e squadre. Gli italiani, quando c'è il calcio in tv dimenticano tutto il resto e questo è un altro motivo perché spero che l'Italia esca quanto prima. Padri di famiglia, persone anziane, quando c'è la nazionale va tutto bene e allora di cosa vi lamentate c'è la ns squadra che gioca e i problemi spariscono. Beati voi!!!

Ritratto di deliziosagrc

deliziosagrc

Sab, 16/06/2012 - 22:57

INCREDIBILE! Un personaggio del genere dice una cosa e Feltri ci fa un articolo. Immaginare il contrario è impossibile. Quelli dell'altra parte ignorano i sub-umani di destra; noi dovremmo fare lo stesso. Stimando Feltri soffro a vedere queste manifestazioni di un complesso di inferiorità ingiustificato.

delfino47

Sab, 16/06/2012 - 23:40

Vista la simpatia che nutro per il travaglio, ho piacere che tifi per i tedeschi, almeno non abbiamo nessun pensiero in comune.

GiuliaG

Dom, 17/06/2012 - 00:28

Probabilmente non accadrà, ma mi piacerebbe divertirmi con Travaglio tanto, ma tanto eh! come nel 2006 a prendere per il kulo, in diretta, Grillo che tifava per il Ghana sul suo blog adducendo le stesse motivazioni di Travaglio. Dio li fa e poi li accoppia per idiotaggine.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 17/06/2012 - 01:02

Nell'era delle comunicazioni totali trovano spazio e si affermano i trombettieri del nulla. Ora che ha sostenuto di non tifare per l'Italia dovrebbe andare a riguardarsi tutte le ca..te che sparò a suo tempo contro quelli della lega. Il furbacchione della carta stampata, questo nanetto arrogante, trova sempre il modo di stare a galla. Però si ricordi che solo gli str..zi galleggiano.

Davidedream

Dom, 17/06/2012 - 01:10

Chi vuol bene al nostro paese e al nostro calcio non può non tifare contro. Se l'italiano medio ama andare avanti a colpi di spugna, nel calcio come altrove non faremo mai progressi. E credo sia difficilmente contestabile che un'Italia vincente ridurrebbe tutto ancora una volta ad un finale a tarallucci e vino. No, sarebbe bene andare sino in fondo con Buffon & c. , una volta per tutte. E per favore, sig. Platini, emani una direttiva europea che preveda la radiazione a vita per chi commette illeciti: gliene saremo grati.

mila

Dom, 17/06/2012 - 04:32

Sarebbe meglio che gli italiani si interessassero un po' meno di calcio e un po' piu' della situazione disastrosa della loro economia.

linoalo1

Dom, 17/06/2012 - 06:57

Ma chi è questi tizio?Come si permette di dare giudizi?E' ,forse, meglio di Cassano?L'ignoranza è il cibo del popolino!Se un nessuno parla male di qualcosa o di qualcuno noto,allora tutti ad osannarlo!Lino.

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 17/06/2012 - 08:03

Questo signore è anche molto permaloso e presutnuoso, per questa sua affermazione , l'ho definito DISFATTISTA , naturalmene in senso ironico , dopo quel post mi hanno RADIATO dal sito del ODIO QUOTIDIANO !! Se provo ad accedere con il mio nick viene fuori la scritta "Il sito ti ha inibito l'invio di nuovi commenti." !! FULGIDO ESEMPIO DI DEMOCRAZIA E IGNORANZA !!

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 17/06/2012 - 08:38

Tipico pensamento comunista.Contro l Ítalia con la scusante come questa , che capita a fagiolo,per coprire i sentimenti antiitaliani.Quello che mi da fastidio di piu, e perche certi asini non vengono ignorati.Qesto pure sara un prodotto del collettivo rosso anni 68, cioe monnezza.

luiginaelena

Dom, 17/06/2012 - 09:02

Gent.mo sig Feltri,a parte la mia antipatia viscerale per il sig Travaglio,penso che costui ,come molti altri,da anni non tifa per l'Italia,ho l'impressione che provi un insano piacere ad osservare il suo paese affondare.Non sono tifosa ,ma secondo me in questi ultimi 30 anni e' mancato il senso di Patria,non lo abbiamo piu insegnato.....questo e' il risultato(comuque riguardo al sig Travaglio,sono convinta fermamente che la madre dei cretini sia sempre incinta!)

umberto schenato

Dom, 17/06/2012 - 09:10

Sig. Feltri! Non la riconosco piu'!!!! Si e' dato ora al calcio??????????

Sinistra al caviale

Dom, 17/06/2012 - 09:38

Un solo appunto: ma cosa c'entra Travaglio con il giornalismo??????? Di cosa stiamo parlando?? ...chiedete informazioni ai ..."dissidenti" del Fatto.

Mario-64

Dom, 17/06/2012 - 09:40

Bene ,un motivo in piu' per tifare ITALIA!!!! Ma perche' qualunque scemenza di Travaglio finisce sui giornali ,chi e' costui? IGNORATELO!!!!

astice2009

Dom, 17/06/2012 - 09:45

Travaglio e' un leghista a sua insaputa. Vorrei capire perche' quando lo disse il Trota "rubasoldi" Bossi lo avete difeso, qui attaccate. Mah, misteri della vita bananas

prodomoitalia

Dom, 17/06/2012 - 10:35

25 astice - ma lo sai che ho letto e riletto il tuo commento e non ci ho capito un..... tubo ?? Cosa volevi esprimere ? A parte che per te le banane sono un frutto proibito ?

alfa.omega

Dom, 17/06/2012 - 10:37

Travaglio parla a vanvera: non sa ( o fa finta di non saperlo) che anche in Germania si è appena aperta (un mese fa) una inchiesta sulle partite di calcio truccate. P.S.: Feltri, sei al corrente che anche in germania truccano le partirte di calcio?

tartavit

Dom, 17/06/2012 - 10:51

Mah! Sto Travaglio deve essere sempre in prima pagina? Non tifa per l'Italia? E chi se ne frega! Forse nemmeno lui. Ma guarda tu! Con tutti i guai che ci sono, dobbiamo pure appurare, altrimenti eravamo persi, che Travaglio non tifa per l'Italia. Ma andate tutti a giocare a scopa perdio!

Gianna Lorella

Dom, 17/06/2012 - 11:04

Mario, ma a và da via i cia...!

Gianna Lorella

Dom, 17/06/2012 - 11:12

Errata corrige Marco.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 17/06/2012 - 11:20

L'Italia del pallone ha diversi problemi, pure le scommesse. Uno è una Federazione pletorica, organigramma gigantesco, impicciona e padrona di stadi arbitri risultati e campionati. Gestisce con libidine la famelica brama del domenicale gettone arbitrale. La seconda sono i tifosi, violenti, scemi, gran lettori di giornali sportivi, culturi della parte propria e nemici dell'avversaria. Quando vedo ed ascolto, poco, uno come travaglio mi viene in mente un capo degli ultras. Urlante, a torso nudo e minaccioso. In asimmetria il nostro altro non è che un simil problema del nostro calcio e non il minore. L'agitatore di tifoserie scalmanate. Che poi faccia pure lo chifiltoso e tifi Germania .... è proprio di un tifoso acefalo. Faccia pure .....

roby55

Dom, 17/06/2012 - 11:23

Guai a contraddire Marco Travaglio, lui viene prima di Dio: giudica tutti e tutto secondo verità...tranne se stesso. Vada prima a farsi benedire.

Paul Vara

Dom, 17/06/2012 - 11:33

Non è certo tifando per una partita che si possa definire chi sia più Italiano o meno, la corruzione nel mondo dello sport è cosa nota, quelle che dovrebbero essere manifestazioni sportive ad alto livello sono costruite su mazzette e corruzione per gli organizzatori ed i paesi che le organizzano. Lo spirito di deCoubertin non esiste più da tempo. Tutto è mercato grazie a televisione e pubblicità. Essere Italiani vuol dire ben altro caro Feltri, gli attacchi personali a Travaglio potrebbe costruirli in maniera migliore invece di sventolare un patriottismo da quattro soldi...

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Dom, 17/06/2012 - 11:41

Feltri guardi che in italia il "tifo contro" è sempre esistito, soprattutto politicamente, ed il fratello del suo editore ne è sempre stato esponente impegnato (e non esitendo più il nemico lo è creato: per lui esistono ancora i coministi)

puntocomando

Dom, 17/06/2012 - 11:58

un giorno il signor travaglio,dato che se le va a cercare,troverà qualcuno che gli farà passare un brutto quarto d'ora.

andrea24

Dom, 17/06/2012 - 12:21

Caro Feltri,a meno che non ci sia una epidemia di peste bubbonica,che riduca le menti a polpetta,il "calcio"(su cui andrebbero fatte le dovute osservazioni),specie per i cittadini,sarebbe l'ultima cosa a cui pensare,specie in questo periodo,che tra l'altro,ci ha fatto aprire gli occhi su cosa sia l'Italia,cioè uno Stato da colosseo perenne e di arti culinarie varie,comprese quelle dei massoni.Chi "tifa" dunque,la peste ce l'ha già,e pure il tifo!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 17/06/2012 - 12:26

Messico 1970, Italia 4 Germania 3; Germania 2006; Italia 2 Germania 0! Und Italien Ist Weltmeister! Travaglio Prenditi Questa Senza Sputazza! Cretino Dei Cretini!.

PRIMAVERA

Dom, 17/06/2012 - 12:39

lui fa parte di COLORO che DENIGRANO l'ITALIA e che pensano che gli altri Paesi siano ANIME CANDIDE......si VERGOGNI.....non dico altro.....

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 17/06/2012 - 12:51

x27prodomoitalia-.Anche io non ci ho capito un cappio quello che avrebbe commentato 25 astice.I commenti dopo una bevuta.

LEO MENEGHIN

Dom, 17/06/2012 - 13:46

Che pena di articolo, Feltri. Io, da quando la "nazionale" è diventato solo un veicolo di bolsa retorica unitarista da parte dell'ancien regime di Stato e dei suoi presidenti, non la guardo più e spero perda sempre.

Agopaso

Dom, 17/06/2012 - 13:59

Ma che si fuma, questo?!! E noi che lo leggiamo.... E voi che ne scrivete? Ma a questo sine' ridotto il giornalismo? Forza, Italia!

davidebravo

Dom, 17/06/2012 - 14:11

Non capisco: se mi fa schifo questa nazionale capitanata da un delinquente sarei antiitaliano? Semmai sarà il contrario: per il mio Paese vorrei qualcosa di più.

Porrzuz1492

Dom, 17/06/2012 - 14:15

Travaglio é un idiota primo scandali riguardano anche il calcio tedesco secondo la nazionale di Bearzot era figlia del primo scandalo scommesse ricordate Paolo Rossi & c

Claudio Antonaz

Dom, 17/06/2012 - 15:14

Una partita internazionale è il momento meno adatto per boicottare il calcio italiano perché corrotto ed indegno. Che si pensi agli italiani che vivono all'estero e per i quali la squadra italiana è né piu' né meno una bandiera. Una bandiera a loro molto cara. E che è da onorare prescindendo dall'identità degli alzabandiera. Se certi giocatori, in Italia, accettano di "prostituirsi" per denaro, cio' avviene secondo me non solo per una gravissima mancanza di onestà, ma anche per l'assenza di un elementare senso di dignità e di lealtà verso i propri tifosi e verso l'Italia tutta. E la tiepida reazione di tanti nei loro confronti è dovuta ugualmente, secondo me, a questa mancanza di un senso elementare di solidarietà, dignità, onore nazionale: il famigerato amor patrio cosi' inviso a tanti italiani; anche in questo forum perché l'appello a boicottare la squadra che è simbolo dell'Italia - la nostra patria nel bene e nel male - rivela la grave debolezza del sentimento nazionale unitario.