Riforma del lavoro, Casini:"Uniti con il governo Montialtrimenti ci sarà vera crisi"

Il leader dell'Udc invita i partiti all'unità sulla riforma del lavoro. E avverte: "Se si continua così il governo prima o poi entra in crisi sul serio"

Prova a fare da paciere e cerca di richiamare gli altri partiti alla moderazione e alla convergenza sul tema infuocato della riforma del lavoro. Ma Pier Ferdinando Casini non si esime dal prevedere tempi bui, nel caso in cui questa convergenza non si realizzasse.

"Siamo nel mezzo di un’emergenza che non è finita. In qualche mese questo governo è riuscito a fare quello che gli altri governi, quelli del mitico bipolarismo, quelli di Prodi e Berlusconi, per anni non hanno fatto rinviando i problemi", ha detto il leader dell’Udc a margine del convegno Giovani e vocazione alla politica organizzato dal dipartimento Formazione dell’Udc, aggiungendo poi che "noi siamo impegnati dal mattino alla sera a fare gli sminatori per cercare di fare andare avanti tranquillo l’esecutivo perché c’è chi tira da una parte e chi tira dall’altra". 

Poi l'avvertimento: "Se si continua così il governo prima o poi entra in crisi sul serio e sarebbe un atto di irresponsabilità allo stato puro. Oggi è il momento di stare vicini a questo governo, di aiutarlo e di superare anche le difficoltà che ci sono".

Sul futuro politico, soprattutto del suo partito, Casini sembra avere le idee chiare e e preannuncia uno scioglimento dell'Udc: "Dopo la vicenda Monti, nulla sarà come prima e noi lavoreremo perché cambi nella sostanza la politica italiana e probabilmente, per fare questo, dovremo anche sacrificare il nostro partito, perché bisogna andare oltre quello che c’è, occorre creare qualcosa di nuovo".

Non poteva mancare poi l'elogio nei confronti del premier Mario Monti che "ieri mi è piaciuto molto perché ha fatto capire che è il momento della verità e delle responsabilità e non delle promesse".

Per combattare la crisi, Casini concorda con la ricetta dell'esecutivo e afferma: "La politica italiana ha detto troppi sì e ora occorre fare il percorso inverso. Occorre mettersi in testa che per curarsi bisogna assumere medicine anche amare e in questo periodo ne stiamo assumendo molte, e si fanno molti sacrifici. Medicine e sacrifici che servono per la guarigione del Paese".

Per questo, il presidente dell’Udc ha sottolineato che "c’è un’emergenza, siamo in recessione e il governo deve occuparsi della crescita".

Infine, per quanto riguarda il contestato articolo 18, Casini smorza i toni e dice: "Sento in questi giorni cose che non mi piacciono: gli imprenditori non sono cannibali che vogliono licenziare. L’imprenditore serio è quello che vuole crescere con la sua azienda e punta ad assumere e non bisogna demonizzare gli imprenditori come fossero usurpatori del denaro".

Ma è proprio su questo tema che l'opera di dissuasione di Casini difficilmente sarà accolta dagli altri partiti: Pd (al netto delle divisioni interne) e Idv in testa. Infatti, il presidente democratico, Rosy Bindi ha ribadito che "questa legge non potrà mai essere approvata così com’è. Questo articolo 18 rischia di incidere pesantemente nella vita dei lavoratori soprattutto quelli vicini all’età pensionabile, che si è allontanata con la riforma delle pensioni. Anche per riguarda i nuovi assunti abbiamo lavorato per il cosiddetto modello tedesco, nel quale spetta al magistrato decidere se i motivi economici sono reali e se i lavoratori hanno diritto al reintegro o all’indennizzo. Penso che su questi punti si debba lavorare in Parlamento e dobbiamo farlo con tutte le forze politiche, con quelle che sostengono il governo ma anche con le altre".

Ancora più dura la posizione dell'Italia dei Valori, che giorni fa ha annunciato che "ci sarà un Vietnam parlamentare". Il leader Idv, Antonio Di Pietro ha ribadito il proprio ostracismo nei confronti del governo, reo di difendere solo i poteri forti: "In questi giorni i ministri e il presidente del Consiglio hanno fatto a gara per spiegare le ragioni della legge sui licenziamenti facili che modifica e demolisce l'articolo 18. Hanno raccontato al Paese che questa controriforma del mercato del lavoro aiuterà gli investimenti stranieri, ridurrà il precariato, aumenterà assunzioni e protezione sociale. In realtà, siamo di fronte ad un elenco di bugie".

Sulla stessa linea anche il Carroccio. Per l'ex ministro dell'Interno Roberto Maroni, "questa riforma fa arretrare di 10 anni le riforme fatte con Marco Biagi".

Il Pdl invece continua ad appoggiare la riforma del lavoro, ribadendo il suo no a eventuali modifiche in Aula. "Il disegno di legge deve rimanere inalterato, modifica dell’articolo 18 compresa", ha precisato in una nota Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Dom, 25/03/2012 - 14:42

Fate una cosa utile, unitevi tutti, voi politicanti inutili e andate a zappare, naturalmente, dopo aver restituito il maltolto. Ancora state a giocare e non vi siete ancora accorti che gli italiani vi darebbero un bel calcio in quel posto, dopo anni di nullafacenza.

silvio frappa

Dom, 25/03/2012 - 15:06

Ancora Casini ? E' solo un poveraccio che ha il 5 0 6% dei voti e che li raccoglie tra la parte più inutile e retrograda del paese, cioè tra i preti e le monache ed i frati ed i loro dipendenti laici che vivono delle truffe del vaticano e dei suoi esercizi commerciali. Parla come avesse un partito di maggioranza, mentre è solo un nano della politica.

gbsirio_1962

Dom, 25/03/2012 - 15:10

ma tutti sti politici che ci hanno governato per anni...perchè non si licenzianao loro per primi ??!!!

Lucasartor

Dom, 25/03/2012 - 15:16

Caltacasini in delirio!rischiamo la vera crisi!?c'e' uno scollamento tra il paese e la sua classe politica: i primi a pagare i debiti...i secondi a riscuotere!aveva ragione berlusca...questa e' gente che non ha mai lavorato e non Sto arrivando! Nemmeno cosa voglia dire! Cosa ci ha regalato questo signore in 30 e passa anni da parlamentare? Lui come tanti altri li vorrei vedere fuori dal palazzo proporsi per un posto di lavoro!purtroppo non avremo mai questa soddisfazione... A meno che...!!!

Massimo

Dom, 25/03/2012 - 15:19

Casini: "Uniti con il governo Monti altrimenti ci sarà vera crisi". MAGARI !

bruna.amorosi

Dom, 25/03/2012 - 15:21

che paura!!!!!!!!!!!!!!! sarebbe ora che questi buffoni vadano via e al governo ci vada la sinistra .così questo povero STATOtanto bistrattato sia dai giornalisti che dai paesi esteri tornerà a volare come quando c'è stata la sinistra al governo . Naturalmente caro CASINARO tu dovrai dare una mano .

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 25/03/2012 - 15:32

Casini ha parlato, ipse dixit. Allora come la mettiamo? Si fa passare il testo Fornero, caldeggiato dal P/te Monti, o si offre spago a Bersanov, modificando il testo o quanto meno allungando i tempi di approvazione, in modo tale da favorire l’amico Bersanov? Casini ti aspettiamo al varco. Sei stato uno strenuo avversario di Berlusca imponendone la caduta, poi sei stato convinto sostenitore di Monti (anche se ha avuto il posto che speravi di occupare tu). Adesso cosa farai? Sarai coerente e voterai con fedeltà il testo di Fornero o favorirai i "ritocchi" comunisti e lo scorrere del tempo? Ripeto: ti aspettiamo al varco e penso di sapere cosa farai, dato che Bersanov è troppo importante per la tua aspirazione di essere il successore di Monti.

NYMB

Dom, 25/03/2012 - 16:06

Casini come al solito.

Polemyko

Dom, 25/03/2012 - 16:12

Politici squallidi come Casini dovrebbero vergognarsi di esistere invece di sproloquiare di cose che non conoscono.

megliosolo

Dom, 25/03/2012 - 16:28

Vai a lavorare...! parassita Il disastro Italiano è opera vostra.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 25/03/2012 - 16:36

SU QUESTO NON CI VUOLE FRETTA SIG CASINI Il Ministro della Giustizia, Paola Severino, lo aveva già annunciato la scorsa settimana: “Sulddl anticorruzione il governo agirà con grandissima cautela, cercando una soluzione che tenga conto di tutti i punti di vista”. Detto fatto. Martedì scorso l’esame del disegno di legge è stato nuovamente rinviato da parte dell’aula della Camera e fissato per il prossimo lunedì, ma probabilmente slitterà ancora di due settimane. VERGOGNATEVI SI FA PRIMA CON PENSIONATI E LAVORATORI A STI 4 IMBECILLI CHE FREGA DI LORO

mariorossi98

Dom, 25/03/2012 - 16:38

signor gzorzi.............sottoscrivo in pieno

Angelo Mandara

Dom, 25/03/2012 - 16:51

2) ITALIA : RISCHIO RISTRUTTURAZIONI A META' ? Tutto danaro che trova,in pratica, un unico pozzo...il più comodo...mentre la "soma" continuano a portarla i soliti male-stanti e gli eletti continuano a menar il can per l'aia. Ora domando : e se della riforma Lavoro se ne fosse trattato a fine mandato del Prof..con le Casse più pingui di altre entrate?L'anno che rimane a questo Governo volerà in fretta (..come sempre quando si hanno tante cose da fare...tra ferie, feste ed imprevisti) e molte riforme rimarranno incompiute, forse con complicità inaspettate? Quanto sarà nuovamente rimandato alla politica che tornerà...sarà ancora materia destinata ad un limbo da quantificare? Perchè da dividersi in "campi" toccati dal Prof e quelli no? Avremo così un'Italia bicolore? Saluti. Angelo Mandara

Angelo Mandara

Dom, 25/03/2012 - 16:53

ITALIA : RISCHIO RISTRUTTURAZIONI A META' ? Per l'augurio...che questo Governo non si areni alle prime pastoie di giochi politici, sempre in agguato, e non veda nel solo popolo il limone preferito da spremere, se a questo Esecutivo dovesse mancare l'autonomia necessaria ad espletarsi per non sentirsi al guinzaglio delle tre principali forze parlamentari che lo imbrigliano,visto il rumore sollevato da una di queste nel ricordare al Prof che lo stesso era lì soltanto per rimettere in sesto il soloaspetto economico della ripresa (accettando successivamente l'allargamento alla Giustizia). Come è possibile parlare di "crescita" quando si continua a convivere con forme di arcaismi come dazioni elettorali ai partiti ed altre forme di sussistenza? (segue) Angelo Mandara

GaeCig

Dom, 25/03/2012 - 17:07

Mi sembra che ci sia un quantità di gente molto piena di se stessa. Consiglio: PURGATEVI !!!!

cast49

Dom, 25/03/2012 - 17:10

casini, casini...anche tu hai sempre detto di no alle riforme di B., assieme a tutta l'opposizione, o no?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 25/03/2012 - 17:19

Ci accorgeremo a Giugno quanto a cuore questi professoroni hanno le sorti del paese. I partiti non hanno ancora capito quello che da un po' di tempo ha invece capito la gente. L'irrinunciabile ed eterodiretta mission di questo manipolo di grassatori e tagliagole è quella di creare, attraverso il prosciugamento del risparmio privato, le condizioni ottimali di svendita della nazione Italia. Abbiamo cominciato con la Ducati...ora le terme di Fiuggi e la serie è destinata ad allungarsi. Continuando di questo passo, salutata dall'entusiastico plauso dell'Europa, si aprirà l'asta fallimentare con la vendita del Colosseo. Chi scrive, non sarà male precisarlo, non è esattamente un "compagno".

piertrim

Dom, 25/03/2012 - 17:35

Casini ha lo stipendio assicurato ma non s'accorge di nulla e temendo per se stesso dice: "..uniti perché altrimenti ci sarà vera crisi" . Andiamo a votare che la crisi, al momento la paghiamo e la subiamo solo noi. A questo punto non resta che dire mal comune mezzo gaudio e cerchiamo di sloggiare i non eletti e loro simpatizzanti.

vittoriomazzucato

Dom, 25/03/2012 - 18:07

Sono Luca. A Casini vogliono rompere il giocattolo e lui mette sull'avviso i partiti. Ma se si andasse a votare, temerebbe di non essere sufficientemente considerato. E' il rischio della vita per chi fa politica e qualche volta non indovina. GRAZIE.

rege renato

Dom, 25/03/2012 - 18:34

Non o mai visto un imprenditore... tenersi un dipendente che va a farsi la spesa durante l'orario di lavoro,che timbra il cartellino di un altro,che abbandona il posto di lavoro...ecc..ecc...LICENZIATO...Lo statale tutto questo lo fa e rimane al proprio posto...Siate onesti a chi andrebbe applicato l'art.18...????

eglanthyne

Dom, 25/03/2012 - 18:57

Così sproloquiò Pierfrego in Caltagirone .

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Dom, 25/03/2012 - 18:58

Scusate, ma negli ultimi venti anni l'on. Casini dov'era? Non è forse stato al governo per almeno otto di questi anni (dal 1992 al 1994 come democristiano, dal 2001 al 2006 come berlusconiano)? O magari dormiva, abitudine, a quanto pare, assai diffusa nel Terzo Polo (vedi Rutelli mentre Lusi stornava i soldi, e Giangiuda quando il suo partito regalava al cognato una casa a Montecarlo)?

giancarlo busso

Dom, 25/03/2012 - 19:12

Il genero dei caltagirone immagino che stia tutto il giorno ad immedesimersi nella parte di chi non arriva alla fine del mese, infatti quelli dell'Udc li riconosci sempre perchè girano perennemente con un tozzo di pane in mano, pronti a fare la scarpetta al primo piatto succolento che gli capita a tiro.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 25/03/2012 - 19:18

Dopo Bersanov anche Casini ha parlato, ipse dixit. Allora come la mettiamo? Si fa passare il testo Fornero, caldeggiato dal P/te Monti, o si offre spago a Bersanov, modificando il testo o quanto meno allungando i tempi di approvazione, in modo tale da favorire l’amico Bersanov? Casini ti aspettiamo al varco. Sei stato uno strenuo avversario di Berlusca imponendone la caduta, poi sei stato convinto sostenitore di Monti. Adesso cosa farai? Sarai coerente e voterai con fedeltà il testo di Fornero o favorirai i "ritocchi" comunisti e lo scorrere del tempo? Ripeto: ti aspettiamo al varco e penso di sapere cosa farai, dato che Bersanov è troppo importante per la tua aspirazione di essere il successore di Monti.

enzo1944

Dom, 25/03/2012 - 19:27

casini,sei solo un BUFFONE!! Parla meno e fai togliere le tasse ai poveri ed ai pensionati!.....ma dov'eri tu quando con i tuoi amici fini l'infame,bottiglione,rutelli,bindi,napolitano e dalema succedeva tutto quello che ha portato l'Italia allo sfascio???..........Buffone!!

MauxWarp

Dom, 25/03/2012 - 21:08

Complimenti Ferdy...... E' cosi' che ti stanno a cuore gli Italiani e le loro Famiglie...???? Tranquillo... prendiamo nota.... poi ti presenteremo il conto.!!!! Non voglio infierire ulteriormente.... gli altri commentatori hanno gia' dato... o meglio...DETTO !!!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 25/03/2012 - 21:54

Casini impara da Bersani, onesto lavoratore e grande uomo di partito. Il PDL appoggia la riforma perchè il suo capo è un imprenditore che accumula denaro alla faccia dei lavoratori. Il PDL non è un partito indipendente ma succube di un uomo. Per fortuna questo partito è morto politicamente

Salmac

Dom, 25/03/2012 - 22:16

Casini, faccia da c...... è irresponsabile il governo con il suo burattinaio. I diritti dei Lavoratori non si toccano. Al popolo si dice sempre di si, altrimenti è dittatura. Eletto non significa che si diventa "sovrani"; questa democrazia è una truffa architettata dagli ex "nobili" per comandare in maniera occulta, a livello internazionale. Anche i burattini attuali, alti livelli dell'esercito, politici, industriali, a tempo debito, quando scopriranno l'inganno, saranno essi stessi scaricati.

Salmac

Dom, 25/03/2012 - 22:18

Cicchitto! torna a fare gli interessi di chi ti ha eletto e del popolo. Quando "yoda" cadrà (molti sanno chi è), il popolo vi giudicherà.

sorans99

Dom, 25/03/2012 - 22:30

Casini, Fini, Di Pietro, "Cicciobello" Buttiglioni e simili, tutti temono come la peste che decolleranno riforme che porranno fine a supercompensi/privilegi agli "onorevoli", che nuovi leggi elettorali faranno sparire quest'orrenda minestra di piccoli partiti ricattatori, proprio come 'sto Casini ora sta evidenziando con i suoi interventi. Mammamia, solo quella sua voce nasale mi fa schifo. Il suo simbolo mi fa ricordare gli orribili cattocomunismi, brrrr!

ilbarzo

Dom, 25/03/2012 - 23:00

Casini,sei un buffone.Non credi che i cittadini abbiano gia' dato abbastanza? Ora tocca a voi politici dare qualcosa,poiche' avete solo preso,soprattutto avete rubato, tutti d'accordo e, messo in ginocchio una nazione, perche' incapaci di governare .In poche parole siete dei falliti , che solo in politica potevate arrivare.Ogni giorno vi e' uno scandalo,sia da destra che da sinistra, e vi presentate in tv sorridendo , prendendoci per i fondelli. Avete la faccia come il c.lo.Inoltre hai anche la sfacciataggine di venirci a dire che ci sara' vera cresi,se non appoggiate questo governo di miserabili........ma vai a fatti i capelli pagliaccio.

duxducis

Dom, 25/03/2012 - 23:51

Cara Casta, siete finiti, non vi salva più neppure Monti, nessun fondo investe in un paese governato da gente talmente vecchia che si meraviglia di essere ancora viva la mattina.

bravo44

Lun, 26/03/2012 - 01:14

E' proprio vero che chi conta poco parla troppo.Il partito di Casini è ininfluente per la tenuta della maggioranza che sostiene il governo,eppure Casini parla come se non ci fosse lui il governo cadrebbe.Mi ricorda quell'aneddoto in cui si raccontava la storia di una mosca sopra un elefante,che dopo una giornata di lavoro diceva"Hai visto?,se non cero io non facevi nulla".Così e Casini,spero che Alfano lo lasci al PD,altrimenti sfascerà il PDL.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 26/03/2012 - 01:45

Anche di questo POSSIAMO farne a meno.

duxducis

Lun, 26/03/2012 - 02:25

"Merkel set to allow firewall to rise", per chi non capisce l'inglese questo vuol dire che ormai ci si aspetta il fallimento a catena di Portogallo, Spagna, Italia, Belgio, Irlanda, Ungheria e forse Olanda e Austria. Per far finta di poter reggere si alza il contributo al fondo salva Stati, ma la ridicolaggine è che dovrebbero essere gli Stati falliti a rimpinguare il fondo per autosalvarsi: gli Americano parlano apertamente di frode Europea. Casini, sei al posto sbagliato nel momento sbagliato. La colpa di tutto questo è vostra e dovete pagare. Gli investitori vi verranno a cercare con i BTP in una mano e la rivoltella nell'altra. Non c'e' posto sulla terra dove vi possiate nascondere, Napolitano l'ha capito e sta facendo le valige. Berlusconi è già lontano. Restituite i denari rubati al popolo italiano e chiedetegli di darvi una cella confortevole.

Ritratto di Piergiorgio Gelli

Piergiorgio Gelli

Lun, 26/03/2012 - 04:36

Bravo #25 enzo1944: concordo pienamente con il tuo punto di vista.Il BUFFONE Casini con quella faccia da cane infedele, per non dire altro sostiene che Monti e' riuscito a fare in poco tempo quello che a Berlusconi non e' riuscito dopo anni di governo. Lo credo adesso insieme a Fini, Bersani, D'Alema, non mettono piu' i bastoni tra le ruote al governo, ma giacciono prostrati ai piedi di Monti con la china e la testa bassa, aspettando tempi migliori per maturare i loro propositi di riconquista del potere perduto. E' gente che ormai fa politica per mestiere, ha il sapore maleodorante della muffa, zizzania da gettare.

sorans99

Lun, 26/03/2012 - 06:40

Casini, Buttiglione, Fini, Rutelli, Di Pietro e simili, temono come la peste ogni mossa che fa svanire la loro straprivilegiata esistenza da "onorevoli" in partitini inutili, se non addirittura dannosi per la società e l'economia. Casini afferma un'ovvietà come se fosse una sua scoperta. Invece pure un bambino capisce che PURTROPPO tenere in piede quest'antidemocratica situazione fino alle nuove elezioni è il meno peggio. Bisogna cambiare la legge elettorale in modo che spariranno questi dannosi cespugli che sovente si nutrono come ricattatori in coalizioni paralizzati. Casini vuole mantenere quella schifezza. Bisogna riformare questa Costituzione voluta da Togliatti, perché voleva un'Italia ingovernabile da consegnare all'amico Stalin.

Ritratto di Senior

Senior

Lun, 26/03/2012 - 08:23

Bersani attaccato da tutte le parti ha chiesto aiuto al soccorso rosso. L'aiuto è arrivato sotto forma dello stop a Monti acciocché non presentasse il provvedimento chiedendone la fiducia, e Napolitano, come Ponzio Pilato, che si rivolse alla folla tumultuosa ottenendo che questa gridasse: Barabba Barabba, così il Presidente ha fatto demandare il "responso" dell'articolo 18, al Parlamento, sperando che i Partiti lo modificassero acquisendone anche la responsabilità. Monti lenisce la ferita di essere stato frenato, dicendo che l'articolo 18 non si toccherà, ma se il Parlamento è sovrano (anche se in esilio) dopo le elezioni farà tirare un sospiro di sollievo alla sinistra. senior