Sacconi scrive alla Fornero:"Altro che esodati, a rischioci sono 700mila lavoratori"

L'ex ministro del Lavoro, sul suo sito, propone tre linee guida sul tema della flessibilità previdenziale e del lavoro

La crisi economica attanaglia l'Europa, il tema della riforma del lavoro tiene sempre banco nel dibattito politico italiano e il capitolo degli esodati infiamma la discussione con tanto di scontro tra il ministro del Welfare, Elsa Fornero e i vertici dell'Inps.

In questo contesto si inserisce il monito dell'ex ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi. Che, nel suo sito, non si esime dal criticare Fornero e dal suggerire al governo la strada giusta da seguire.

"L’azzeramento senza uguali di ogni gradualità nel cambiamento dei requisiti di accesso e calcolo della pensione, si giustificò implicitamente anche con il disegno – in linea teorica condivisibile – di modificare la composizione della spesa sociale, spostando risorse dalla previdenza alla protezione sociale", scrive Sacconi.

Che poi continua: "Operazione in corso di realizzazione con la riforma degli ammortizzatori sociali che tuttavia, nel tempo della grande crisi, sottrae a molti non solo la pensione, ma anche l’ indennità di mobilità. Ora il nodo degli “esodati” rivela il più ampio problema di una significativa area di persone – calcolabili tra 500 e 700 mila in base alla serie dei pensionamenti di anzianità – a rischio di povertà, perché potrebbero rimanere privi di salario, sussidio, pensione nei prossimi anni. Penso in particolare a donne oggi ultracinquantenni, cui è stata improvvisamente innalzata l’età di pensione di cinque anni con l’esito di un differenziale di ben dieci anni rispetto al più generoso sistema previdenziale tedesco".

Per questi motivi, l'ex ministro chiede "non solo una soluzione contingente per coloro che in buona fede e sulla base della regolazione previdenziale al tempo vigente, hanno accettato di uscire dal rapporto di lavoro in termini volontari, ma una più generale correzione della riforma senza metterne in discussione la sostenibilità finanziaria".

E infine Sacconi espone tre linee guida per introdurre forme di flessibilità previdenziale onerosa nei percorsi lavorativi: "una disciplina più equa delle totalizzazioni contributive e dei versamenti volontari, utilizzando anche il TFR; una regolazione del riscatto dei periodi di laurea che lo consenta variabile oltre una determinata soglia; la estensione – per arco temporale e soggetti – della possibilità di pensionamento anticipato a determinati requisiti e sulla base del meno conveniente calcolo contributivo".

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 20/06/2012 - 13:38

"Esondare" si riferisce alle onde escono dal loro alveo. Invece "esodare" é da intendere nel senso che hanno dato fuori di testa, come Bersani, Tartaglia o Celentano. Poi ci sono gli esodanti cronici che son quelli che continuano a dare fuori di testa. Come Di Pietro, o Grillo.

massimo canistrà

Mer, 20/06/2012 - 13:41

Mandiamo a casa qesti saccenti somari.. compreso il loro capo, somaro dei somari, Monti e il suo sponsor Napolitano e consiglieri crema della crema....

lucioottavio

Mer, 20/06/2012 - 13:50

Come si può pretendere di creare posti di lavoro in Italia, quando c'è un ente statale che eroga fondi per le imprese che vogliono delocalizzare all'estero???? Siamo alla follia pura. Questo ente ( che non mi ricordo il nome) è passato recentemente sotto la gestione della CDP ( cassa depositi e prestiti ).

deluso

Mer, 20/06/2012 - 14:04

ci sono 700mila a rischio e te e il tuo partito in 10 anni al governo per loro non avete fatto NIENTE!

Ritratto di scriba

scriba

Mer, 20/06/2012 - 14:18

ROTTAMARE LA FORNERO. Sembra essere la prima mossa da fare per togliere la zattera "mondo del lavoro" dalle rapide in cui l' ha infilata questa bidellina dal dito maestro. L' Inps era stato risanato, l' Italia aveva il più moderno e costoso stato sociale del mondo, mancava solo di riavviare l' economia dopo il ciclone spread patrocinato da molti di coloro che oggi si offrono come salvatori della patria, e invece che ti inventa il dito della Fornero? Gli esodati cioè i dipendenti in esubero da parcheggiare, dopo due annualità anticipate, sul groppone dello Stato. La poveretta però non si è accorta e non si è resa conto che intanto mario-netta ed essa stessa avevano allungato i tempi della pensionabilità oltre le due annualità regalate. Ecco sulle mani di chi sta l' Italia. Dilettanti allo sbaraglio o professionisti della fregatura?

rickyced

Mer, 20/06/2012 - 14:13

Adesso riescono fuori tutti questi campioni che fino a 8 mesi fa ci stavano portando alla rovina in tutti i campi. quello del lavoro con capitan Sacconi non era escluso. Non mi pare che all'epoca aveva ricette per risolvere la situazione.Non facesse ridere

ripper

Mer, 20/06/2012 - 14:21

per lucioottavio ...si chiama simest

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 20/06/2012 - 14:33

Sacconi è meglio che non parli perche la signora Fornero, prendendopne atto, mentre accompagna i suoi tre coccodrilli al guinzaglio, per la città, potrebbe chiedere alla Merkel di prestarle auschwitz dove in pochissimo tempo, hitler era riuscito a redimere una enormità possibili , a quel tempo, futuri pensionati: comunque la Merkel, sta gia studiando e sperimentando in Grecia la cosa sembrerebbe , ma tutto è da controllare, con discreti risultati: a Monti ha dato ordini precisi ed a noi non resta che aspettare perche la speranza è l' ultima a morirte

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 20/06/2012 - 14:37

se cio che sacconi dice fosse vero la signora fornero ci impiegherebbe circa 10 anni a convincersene ne frattempo, approfittando di qualche dose di macabra fortuna, gli esodfati potrebbero anche morire di fame: che si sarebbe di male ?' la merkel sta sperando imn una soluzione di questo genere per la spagna e sta anche accelerando il suo intervento per ottenere dei risultati secondo lei, positivi, fin da subito

Cinghiale

Mer, 20/06/2012 - 14:34

A dare i numeri a quanto pare non sono solo Fornero, sindacati e INPS! Adesso sono 700.000?!?! Un anno fa saranno stati un pò meno ma non credo nessuno. Sono un cattolico credente, ma ormai non so più a che Santo votarmi.

luigi civelli

Mer, 20/06/2012 - 14:37

Ma questo Sacconi che difende i lavoratori è lo stesso che da ministro del governo Berlusconi si schierò a fianco della Fiat contro la CGIL, colpevole di difendere i posti di lavoro degli stabilimenti fiat italiani? L'astinenza forzata dal potere gioca dei brutti scherzi.

veradestra

Mer, 20/06/2012 - 14:48

lega e pdl uniti oggi hanno proposto e votato a favore di un emendamento che fa slittare il taglio dei parlamentari! vergogna!

giovanni.ceriana

Mer, 20/06/2012 - 15:01

Sacconi ha il coraggio di parlare di riforma del lavoro e tutela degli esodati? proprio lui che con il suo accolito e sodale Tremonti ha avallato e sponsorizzato la legge truffa 122/010 sul ricongiungimento dei contributi del settore pubblico al privato, obbligando chi aveva regolarmente versato i contributi come dipendente pubblico a pagare somme esorbitanti per poterli cumulare a quelli maturati come dipendente privato? Ce ne vuole di faccia tosta a salire in cattedra a dare lezioni dopo performances così brillanti. E' proprio vero che la classe politica che ha mal governato in passato e che attualmente ci opprime ha finito tutto, pure la vergogna.

ALASTOR

Mer, 20/06/2012 - 15:21

Anche il signor Sacconi ,dopo anni di governo,pontifica magniloquente sugli errori altrui. Ma onestà vuole che ci si ricordi anche dei suoi atti di governo, tutt'altro che efficaci e lungimiranti.

Cinghiale

Mer, 20/06/2012 - 15:36

#14 ALASTOR - E' una storia vecchia è sempre colpa di un altro. Sacconi non sarà certo l'ultimo della fila.

GilbertoVR

Mer, 20/06/2012 - 15:50

l'ex Ministro Sacconi ha perso una altra occasione per tacere. La sua gestione ministeriale è stata improntata , soprattutto assieme al suo portaborse segretario Tiraboschi, nel favorire le multinazionali dell'interinale e nel spendere soldi dei cittadini per creare un totalmente inutile portale del lavoro , che oltre a non servire a nulla, crea confusione e millanta posti di lavoro inesistenti. I danni fatti dalla sua gestione ricadono pienamente nell'attuale gestione, peggiorata oltremodo dall'approssimazione di alcuni dirigenti ministeriali. Ricordiamo inoltre che il Ministro Sacconi ,con i due sindacati complici, ha fatto finta di credere che la Fiat investiva defnitivamenete in Italia . Sappiamo bene che anche Pomigliano, nonostante i milioni di Euro spesi per la propaganda, produce auto non vendibili e che finirà , presumbilmente di produrre entro 3 o 5 anni.

Rossana Rossi

Mer, 20/06/2012 - 16:00

Tranquillo Sacconi , sono in arrivo 20.000 libici...........

nonmi2011

Mer, 20/06/2012 - 16:37

Sono certo che qualcuno ha dimenticato o fa finta di dimenticare. Il bel tipo fotografato qui sopra è stato ministro per molti anni ed è tra i responsabili, se non il primo responsabile, del disastro del lavoro in Italia. Evito, per carità di patria, di riportare le decine di strafalcioni delle norme sue (partire dalla 276/2003) e dei suoli più stretti collaboratori, che credo abbia scelto andandoli a cercare con il lanternino0. Ricordo anche alcune interviste trionfalistiche con dietro il nulla (questo signore ha sostenuto, con tanto di nota scritta e firmate e senza scoppiare a ridere, che il LUL avrebbe fatto risparmiare alle imprese 4 miliardi di euro) tanto per dirne una. In conclusione, maurizio sacconi farebbe un gran piacere all'Italia intera se, per almeno una decina di anni, si ritirasse in un convento senza blog e senza mail . E sono certo che, così facendo, farebbe un piacere anche a se stesso, ai lavoratori ed alle imprese italiane.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mer, 20/06/2012 - 16:49

Mi spiace per gli esodati, i soldi sono però finiti e chi andrà in pensione tra 20 anni avrà un trattamento pensionistico ben più basso di quello che prenderanno questi - pur sfortunati - signori. Non possiamo più pagare per loro, andassero all'agenzia entrate ad aprirsi una partita iva e si mettessero a lavorare per il periodo che gli manca ad arrivare alla pensione.

ke giornale

Mer, 20/06/2012 - 16:49

il governo Monti è la sana proseguzione del governo precedente....portano avanti cio che il governo Berlusconi a promesso all'europa niente di più! quindi è inutile contestare Monti, sta facendo quello che si doveva fare nei 10 anni precedenti ...niente di più!!!!

gattocucu

Mer, 20/06/2012 - 17:05

Ecco un bronto-sauro che ha grande pancia e POCO CERVELLO. Se ci sono esodati (termine bruttissimo) questi sono stati creati dalla politica creativa del b che con 3m ha causato un sistema dove chi aveva più fantasia gestiva più potere.Il ns/scordatore ne faceva parte e che parte visto che era ministro del lavoroe quindi questa forma di accordo-licenziamento in prospettiva di......era la prassi molto seguita dalle grosse aziende ex-statali.

Cinghiale

Mer, 20/06/2012 - 16:59

#20 ke giornale - Negli ultimi 15 anni 8 anni di dx e 7 di sx, ha notato differenze?

Giulio42

Mer, 20/06/2012 - 17:49

Mi piacerebbe leggere che qualche ministro chiede di abolire il cumolo delle pensioni per i parlamentari, che bisogna eliminare i senatori a vita e che per andare in pensione servono gli stessi anni di lavoro degli altri mortali. Che lo stipendio, deve essere calcolato in funzione delle presenzae in Parlamento e a 65 anni in pensione come tutti.

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 20/06/2012 - 18:11

SACCONI parla del contratto fiat di TORINO !!!!!!!!!!!!

Ermocrate

Mer, 20/06/2012 - 18:49

L'unico che non rischia e' SUO FIGLIO assunto in ALITALIA quando ne sono stati cacciati altri a pedate sul fondo schiena....

Ermocrate

Mer, 20/06/2012 - 18:54

Solo per la redazione; fatevi un giretto in quel di Fiumicino aeroporto, ci sono delle storielle veramente interessanti relative al pilota assunto un po' di anni fa' quando Alitalia licenziava, e le carriere lampo in azienda

pasquale_tibur

Mer, 20/06/2012 - 19:07

Magari, farebbe più bella figura tagliare i telefonini dei parlamentari e del loro contorno di parassiti.