Spese pazze, Chiodi si scusa: "Quella notte con la ragazza è stata solo una debolezza"

Il governatore accusato di aver favorito una ragazza dopo aver passato una notte con lei in un albergo romano: "Provo pure una grande amarezza"

"Ho fatto un errore, una cosa che è finita lì, ma ora provo pure una grande amarezza, perché qui mi si vuol far passare per uno che ha fatto la cresta alle spese, che ha chiesto rimborsi che non gli spettavano e che si è approfittato in tutti i modi del suo ruolo pubblico, del suo potere". Il governatore dell'Abruzzo Gianni Chiodi respinge tutte le accuse. Non ci sta a finire nel tritacarne mediatico. E così decide di fare chiarezza: "Quello di cui si parla non era un concorso pubblico e che quella persona, che oggi prende 200 euro al mese per il suo incarico, io non l’ho mai favorita. Il suo curriculum, piuttosto, fu valutato da una commissione regionale di cui facevano parte pure i sindacati".

In una intervista al Corriere della Sera, Chiodi ammette apertamente che portare quella ragazza in hotel è stata una "debolezza". Una "debolezza" che però esclude qualsiasi aiuto o aiutino nell'ottenere l'incarico pubblico quadriennale alle Pari Opportunità alla Regione Abruzzo. Il governatore è accusato, al pari di altri 24 tra consiglieri e assessori, di truffa, peculato e falso nell'ambito dell'indagine sui rimborsi spese regionali. Stando alle carte dell’inchiesta dei pm di Pescara, Chiodi avrebbe passato la notte del 15 marzo 2011 in un albergo a due passi dal Pantheon in compagnia di una donna. Due mesi dopo il curriculum della ragazza verrà scelto, tra altri 22, per un incarico pubblico quadriennale alle Pari Opportunità regionali. La nomina arriverebbe dal dicastero del Lavoro. "Ho fatto un errore, lo ripeto, una cosa che è finita lì, ma ora provo pure una grande amarezza", si è sfogato Chiodi dalle colonne del Corriere della Sera.

Finito nel tritacarne mediatico, il governatore dell'Abruzzo è stato subito annoverato nella Casta che fa la cresta alle spese, che chiede rimborsi che non le spettano e che si approfitta della poltrona su cui siede. "Quello di cui si parla non era un concorso pubblico e che quella persona, che oggi prende 200 euro al mese per il suo incarico, 200 euro ho detto, io non l’ho mai favorita", assicura Chiodi ricordando che il curriculum della donna fu valutato da una commissione regionale di cui facevano parte anche la Cgil. "Voi immaginate che io possa andare dalla Cgil a chiedere di favorire una persona...", chiede increduto il governatore.

Nell'inchiesta sono rimasti invischiati diversi assessori. Da Mauro Di Dalmazio (Turismo) a Nazario Pagano (Salute), fino a Mauro Febbo (Agricoltura),. La procura pescarese ha messo sotto la lante d'ingrandimento un lungo elenco di hotel a cinque stelle, voli transoceanici e estratti della carta di credito regionale a troppi zeri. Nel calderone anche l’ex assessore alla Cultura Luigi De Fanis che mise a contratto la segretaria per fare sesso almeno quattro volte al mese. "No, vedrete, questa storia si sgonfierà come le altre - assicura l'assessore all’Agricoltura Mauro Febbo all'Huffington Post - non siamo mica una Giunta di mandrilli, anche se oggi, a Pescara, i colleghi mi prendevano in giro e mi dicevano: beato te che a casa non hai problemi, perché viaggiavi solo con tua moglie... Oh beninteso: le spese di mia moglie erano sempre a carico mio".

Commenti

andrimail

Mer, 29/01/2014 - 11:11

,.ma si scusa de che,.??;..hai fatto bene, e questi sono cazzi tuoi non dei magistrati,..Mettiamo le telecamere ed intercettiamo tutti i magistrati italiani, e vediamo i loro giochini,..

STEFANOT1960

Mer, 29/01/2014 - 11:13

Chiodi,non ti può crede neanche Babbo Natale, si sa benissimo che basta entrare anche a Euro 200,00 per poi avanzare. Comunque che fortuna su 22 candidati, ed accettando di venire in camera è stata scelta.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 29/01/2014 - 11:20

allora fai il tuo lavoro di uomo politico d'onore dai le dimissioni come farebbero in Germania se hai onore.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 29/01/2014 - 11:22

andrimail difendi i fuorilegge e gli scandali ? si vede sei il tipico italiano.

luigi civelli

Mer, 29/01/2014 - 11:53

Il tono garbato e assolutorio dell'articolo,fa sorgere il dubbio che si parli di un politico del PdL,annotazione non riportata per comprensibile pudore.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 29/01/2014 - 12:04

Quando la politica è fatta solo per tornaconto personale e goduria dei propri sensi, ecco la figura che si fa! Da vero peracottaro quale Chiodi è, ad evidenza!! Un abruzzese come me che purtroppo ho votato alle ultime regionali perchè pensavo fosse una persona seria, ma che così non si è dimostrato!

Ritratto di Dossi Giacomo

Dossi Giacomo

Mer, 29/01/2014 - 12:06

franco-a-trier_DE: se non ti va bene il sistema del nostro Belpaese perche` leggi i giornali italiani? Guarda in casa tua che sicuramente hai tanti panni sporchi da lavare. Inoltre, cosa vuoi dire con: "si vede sei il tipico italino." Si noi fieri e orgogliosi di essere italiani : disordinati, donnaioli, sfaticati, mafiosi, spaghettari, pizzaioli, polentoni e molto altro. In ogni caso orgogliosi di essere italiani!

Orson

Mer, 29/01/2014 - 12:12

Se occupi un ruolo pubblico non basta essere irreprensibile, lo devi anche sembrare e senza alcuna ombra di dubbio. Quando entrerà questo concetto banale nelle vs teste di mer.en.da?

Pinozzo

Mer, 29/01/2014 - 12:15

@franco-a-trier non offendere tutti gli italiani, andrimail non e' il tipico italiano e' il tipico bananas pi.la che vota il pregiudicato e non ha alcun senso della morale o etico. @luigi civelli si e' del pdl come ha fatto a indovinare? Altro dettaglio omesso e' che l'albergo lo ha pagato 340 Eu in contanti per poi farseli rimborsare dalla Regione! Cioe' noi gli rimborsiamo pure la camera dove porta le amanti (!) che tralaltro costa (la doppia piu' cara) 170 Eu a notte quindi o ha fatto la cresta o la sua "debolezza" e' durata tutto un weekend. Ma poi gente come andrimail giustifica tutto.. Puah!

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 29/01/2014 - 12:18

Si, luigi civelli, hai purtroppo ragione. Chiodi è il governatore d'Abruzzo eletto nelle file del PDL. Però è vero che per pochi euro perdi la faccia come Chiodi, appunto. Ma mi dici a che punto si trova l'indagine secretata dai solerti magistrati di Siena relativa allo scandalo MPS, scandalo di ben 28 miliardi di euro che fa impallidire quello Parmalat? In Italia siamo alle solite. Si mette in galera chi ruba una mela ma la fa sempre franca chi si macchia di delitti rilevantissimi ed odiosissimi perchè, come al solito, la legge in Italia per i potenti (soprattutto di sx) si interpreta mentre per tutti i meno fortunati non appartenenti a chi conta, si applica alla lettera!

Franz52

Mer, 29/01/2014 - 12:25

Macché scuse a casa b falso

angelomaria

Mer, 29/01/2014 - 12:30

quanto meschini possano essere non spetta piu' a me di dirlo!!!

Ritratto di Teramaners

Teramaners

Mer, 29/01/2014 - 12:40

«Una debolezza quella ragazza in hotel. ma non l’ho aiutata al concorso» Il governatore Chiodi: ho spiegato tutto a moglie e figlie LA FATTURA PER IL RIMBORSO - Chiodi è anche pronto a documentare il suo racconto, dice che la stanza d’albergo la pagò lui stesso in contanti (340 euro) e che poi presentò - come sempre - al suo ufficio in Regione la fattura per il rimborso, «ma il foglietto era chiaro - puntualizza il Governatore - indicava che la camera era stata occupata da due persone, perciò non so se la cosa sia sfuggita all’ufficio regionale o alla Ragioneria, stiamo ricostruendo, TOCCAVA A LORO DECURTARE DAL RIMBORSO LA SPESA SOSTENUTA PER L'OSPITE» (29 gennaio 2014 - Fabrizio Caccia - http://www.corriere.it/cronache/14_gennaio_29/debolezza-quella-ragazza-hotel-ma-non-l-ho-aiutata-concorso-0f741112-88af-11e3-9f25-fc2a5b09a302.shtml). LO STIPENDIO DA PRESIDENTE DI REGIONE FORSE NON BASTA PER PAGARSI UNA "DEBOLEZZA", ECCO PERCHE' E' STATO RICHIESTO IL RIMBORSO ALMENO PER UNA PERSONA

moshe

Mer, 29/01/2014 - 12:57

"Provo pure una grande amarezza" ..... ..... ..... è lo stesso sentimento dei milioni di disoccupati italiani che non sanno come tirare fine mese! .....

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 29/01/2014 - 13:04

Anche qui non si puo criticare , questo inutile approfittatore di provincia.Se non si dimette ,fatelo dimettere di parassiti ne abbiamo a bizzeffe qui in Italia.

silvano45

Mer, 29/01/2014 - 13:06

le dimissioni questi beceri imbroglioni di politici mai vero!!!!!!!!!!!!

roberto87mi

Mer, 29/01/2014 - 13:23

Ragazzi la prossima volta che andate a prostitute mandate il conto ad "andrimail" e al signor "Dossi Giacomo" visto che sono contenti di pagare le prostitute degli altri....contenti loro contenti tutti....

Ritratto di SergioRAME

SergioRAME

Mer, 29/01/2014 - 15:28

La cosa peggiore è che continua a prenderci per il c...... Ma i politici che ci hanno preso per dementi? Che la Giustizia faccia il suo dovere.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 29/01/2014 - 15:29

Il malcostume...impazza, e le loro "debolezze umane" continuiamo a pagarle noi.Anche le "debolezze umane" dovrebbero avere un limite, pagandole di tasca vostra!! BASTAAAAA!!

Rossana Rossi

Mer, 29/01/2014 - 16:06

Certo che arrivare ad un posto di amministratore locale è meglio che vincere una lotteria, hai tutto, soldi facili ,donne ,cene, auto. appartamenti e chi più ne ha più ne metta.......e io pago..........che schifo........

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Mer, 29/01/2014 - 16:18

proprio ieri sera è venuto fuori in un salotto televisivo, mi pare Ballarò, che la Regione Abruzzo ha creato una miriade di aziende partecipate con soldi pubblici dove ha piazzato decine e centinaia di persone inutili a produrre niente ma pagate con soldi di tutti e dopo aver creato ammanchi enormi si è giustificata dicendo che non poteva chiuderle le partecipate per non aumentare il tasso di disoccupazione della regione. Ora si scopre che per vincere i concorsi in codesti incarichi si passava prima dal letto del politico di turno. Che schifo!! Non sarebbe più semplice dare un sussidio di disoccupazione come tutti i paesi civili anziché creare questi scompensi enormi dando un potere assoluto a certi figuri della politica che non sanno fare nulla se non spendere e spandere i nostri quattrini a loro insindacabile piacere.P.S. L'ente Regione Abruzzo è da chiudere con tutte le sue partecipate i cittadini che lavorano sono disposti a dare un sussidio di disoccupazione ai cittadini che non lavoro per un tempo ragionevole e alla luce del sole.

Albaba19

Mer, 29/01/2014 - 17:09

onestamente chissenefrega se era del PDL (anche se come al solito lo avete volutamente omesso), importa che è una persona che si è comportato male, non ha onorato l'incarico che i cittadini gli hanno demandato pertanto scuse o non scuse, mi dispiace ma non è idoneo a coprire quel ruolo. le scuse sono accettate ci mancherebbe ma da li se ne deve andare punto, poi il resto se la dovrà vedere lui con la sua famiglia e sopratutto con la sua coscenza; questo dovrebbe essere in un paese non dico civile ma per lo meno rispettoso del ruolo che si è investiti, ma siamo in italia e purtroppo le cose non funzionano così....

berserker2

Mer, 29/01/2014 - 17:25

Lui, del PdL (adesso FI o NCD?) è proprio un miserabile. Se avesse dignità ed onore, oltre che chiedere scusa alla moglie, dovrebbe dimettersi.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 29/01/2014 - 19:29

Amarezza un corno! Tutti quanti siamo andati a puttane, ma solo quelli come Chiodi lo han fatto con i soldi pubblici.

nonviinvidianessuno

Mer, 29/01/2014 - 19:45

,.ma si scusa de che,.??;..hai fatto bene, e questi sono cazzi tuoi non dei magistrati,..Mettiamo le telecamere ed intercettiamo tutti i magistrati italiani, e vediamo i loro giochini,..

moshe

Mer, 29/01/2014 - 20:05

Quello che fa incazzare è che abbia fatto lo schifoso A NOSTRE SPESE!