Foibe, Anpi contro la mostra che ricorda Norma Cossetto

Partigiani all'attacco del Municipio 5 per "Foiba rossa". Fidanza: "Si accaniscono sulla memoria delle vittime"

Norma Cossetto a 23 anni

L'Anpi si scaglia contro la mostra dedicata alle foibe nel Municipio 5. E Fratelli d'Italia risponde accusando di negazionismo l'Associazione dei partigiani italiani. Nonostante il messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ancora una volta la storia divide. O forse qualcuno vuole che ci si divida anche nel ricordo degli italiani che furono perseguitati, cacciati e massacrati nel fronte orientale, durante la Seconda guerra mondiale e dopo, a conflitto finito, negli anni in cui si compì il drammatico esodo dall'Istria, dalla Dalmazia, dalla Venezia Giulia, sottoposte alle atrocità dei titini.

Le tre sezioni dell'Anpi del Municipio 5 hanno indirizzato al presidente del Municipio una lettera di protesta, definendo «grave e preoccupante» l'esposizione nei locali del Municipio del fumetto «foiba rossa», «per le calunnie - dicono - che insinua sulla lotta partigiana nel suo complesso». Per l'Anpi, il fumetto esposto è tratto da una pubblicazione di un editore legato a «Forza Nuova» e l'iniziativa viene definita «un'operazione di pura propaganda fascista, violenta e totalmente distorsiva della storia».

Dal Municipio si smentisce un legame fra l'editore e una qualche formazione di estrema destra. È Carlo Serini, consigliere municipale e presidente di commissione a farsi carico di una risposta. «Sono sempre stato io a proporre iniziative dedicate al tema in Zona 5 - spiega - e sono sempre state accolte perché ispirate a ragionevolezza. Anche stavolta, ho proposto questa mostra che racconta con mezzi diversi la storia di Norma Cossetto (la studentessa universitaria uccisa selvaggiamente nel 1943, ndr). Una storia a lungo negata, come tutta questa vicenda». «Questo vuoto, questo silenzio - dice Serini - è stato riempito con la legge. Io ricordo quel che disse il presidente Napolitano, e ho ascoltato l'attuale presidente, che ha descritto una vera e propria pulizia etnica anti-italiana, mentre la mistificazione consiste nell'affermare che si sia trattato di pulizia politica contro i fascisti». «L'Anpi non conosce la storia, c'è chi tende a ridurre tutto a questioni di bandiera e non sono io, sono loro che vorrebbero raccontarci come i titini si siano vendicati dei fascisti. La storia di Norma prova che non è così, Norma è un simbolo ma come lei ce ne sono state tante». «Avrebbero potuto confrontarsi - conclude Serini - invece di pretendere di stabilire cosa si possa dire e cosa no». E sul caso di Zona 5 interviene il deputato di Fdi Carlo Fidanza: «Ancora una volta - attacca - l'Anpi, che ormai abitualmente si esercita nel negazionismo e nel giustificazionismo, cerca di censurare il doveroso ricordo dei martiri delle foibe. Peggio dei carnefici ci sono solo gli aguzzini, come quelli che a distanza di decenni ancora non si rassegnano e si accaniscono contro la memoria di italiani innocenti».

Commenti

Trinky

Sab, 02/03/2019 - 09:06

Era ora che qualcuno notasse l'atteggiamento di questi conigli montanari.......

roberto.morici

Sab, 02/03/2019 - 09:27

Non capisto le starnazzanti proteste di tutti gli ultra novantenni Partigiani dell'AMPI. Sono, per caso, tutti ex combattenti titini?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 02/03/2019 - 09:29

la storia insegna ! eccome! i delinquenti comunisti dell'epoca erano i padri dei delinquenti di oggi, che si chiamano PD-M5S-LEU-ecc .... continuate a dire che il comunismo non c'è, continuate :-)

Libertà75

Sab, 02/03/2019 - 09:47

è sempre la stessa storia, più sei a sinistra e più sei vicino all'oblio e al terrore

Ritratto di teseiTeseo

teseiTeseo

Sab, 02/03/2019 - 10:47

Nella caserma dove prestai servizio c'era un bel cippo dove furono fucilati partigiani italiani dai titini... L'ANPI dovrebbe ricordarsi che nega anche la storia dei propri. Oppure sirinomini ad Associazione Nazionale Partigiani Rossi Italiani: ANPRI sarebbe più corretto.

Ritratto di Gio47

Gio47

Sab, 02/03/2019 - 11:23

mettete fuorilegge l'anpi, sono solo dei parassiti bugiardi

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Sab, 02/03/2019 - 11:46

certo che mantenere economicamente con denaro pubblico un ENTE che ha come scopo vitale quello di alimentare l'odio tra italiani e negare con sfrontatezza i fatti documentati, non fa onore ad un Paese civile !!!

steacanessa

Sab, 02/03/2019 - 12:08

comunismo rovina del mondo.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 02/03/2019 - 12:12

Perdindirindina, nel solo Municipio 5 ben tre sezioni ANPI; chissà se si autofinanziano. Sia come sia, . . . omissis . . .

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Sab, 02/03/2019 - 12:12

I SINISTRI: aguzzini durante la guerra, assassini a guerra finita, negazionisti oggi. C'E' forse un solo MAGIATRATO che abbia voluto fare chiarezza? Caro consigliere Carlo Serini, la storia, questa storia la conoscono molto bene. Ne sono loro i colpevoli protagonisti. Come potrebbero accettare di "confrontarsi"? SOLUZIONE: TOGLIERE all'Anpi ogni FINANZIAMENTO PUBBLICO.

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 02/03/2019 - 12:32

Orgoglioso di appartenere alla X MAS!

Wizzy13

Sab, 02/03/2019 - 12:39

Sui crimini commessi da nazisti e fascisti c‘e poco da commentare, si è scritto tanto. Adesso è ora che si faccia luce sui crimini commessi dai partigiani (soprattutto di un certo colore). Perché la pace vera ha bisogno di verità. Le menzogne raccontate da questi "eroi". Devono venire alla luce

REX5000

Sab, 02/03/2019 - 12:53

ANPI, fate pietà tanto siete meschini.

giovanni951

Sab, 02/03/2019 - 13:04

anpi? vedano a scopare il mare.

lonesomewolf

Sab, 02/03/2019 - 13:18

L'ANPI finge di non conoscere la Storia. Troppo comodo e anche vergognoso.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 02/03/2019 - 13:30

L'ANPI è una organizzazione criminale che dovrebbe venir vietata. E' intollerabile che un'organizzazione di assassini possa essere lasciata libera di farneticare e negare i crimini da loro commessi.

frabelli1

Sab, 02/03/2019 - 14:18

Ora l'ANPI TACCIA!!! Si vergogni degli atti criminosi commessi dai suoi adepti e non pronunci mai più parola su questi tristi fatti. Non la sopportiamo più, la si chiuda, la si abolisca, la si cancelli per sempre.

agosvac

Sab, 02/03/2019 - 14:19

Quando si parla dell'ANPI come di partigiani, non si è capito proprio niente. Gli associati all'ANPI sono solo i figli o i nipoti dei partigiani. Tra l'altro sono anche disonesti perché campano con sussidi sui quali non hanno alcun diritto. Uno Stato più serio ormai avrebbe sciolto questa organizzazione fraudolenta. Una magistratura più attenta li avrebbe messi sotto inchiesta per frode ai danni dei cittadini italiani. Sono una vera vergogna!!!

Ritratto di niki 75

niki 75

Sab, 02/03/2019 - 14:23

Di una simile ANPI si rivolteranno nella tomba i VERI PARTIGIANI.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 02/03/2019 - 14:35

Di partigiani ne sono rimasti ben pochi ormai tutti alle prese con incontinenza e quasi tutti in compagnia del sig.alzeheimer. L'anpi di oggi é composta dai figli e nipoti di questi disgraziati. Tutti cresciuti nelle sezioni e collettivi palmiro dove gli hanno raccontato la storia secondo i loro costumi. Sono cosí stupidi che per anni hanno creduto religiosamente al paradiso sovietico, alla liberazione di Budapest con i carri armati sovietici, al forza vivificatrice del muro di Berlino, a polpot e le sue stragi, al liberetto rosso, a quegli assassini del Che e di Fidel ecc. ecc. Ora pontificano e vogliono cambiare la storia. Depositari unici delle veritá assolute. Fanno pena per quanto sono buffoni.

odifrep

Sab, 02/03/2019 - 14:55

Perché l'ANPI, ancora oggi, continua a percepire contributi da parte dello Stato? Ci sono in giro ancora fascisti? Magari!