"Il lusso della semplicità", a Milano il primo ristorante di Borghese

"A cena si mangerà alla carta con circa 70 euro a persona. Mi sembra un prezzo giusto per questa zona", ha raccontato lo chef

Olycom

Settecento metri quadrati di spazio in zona CityLife, 50 coperti e cucina partenopea-laziale, che però guarda anche all’estero. Apre "Il lusso della semplicità", il primo ristornate di Alessandro Borghese a Milano.

Sarà un locale all'avanguardia, al primo piano del palazzo di Gio Ponti in viale Belisario 3, ha raccontato lo chef-star della tv al Corriere. "Nessuno in Italia apre un ristorante al primo piano. Succede solo a New York. Ma io voglio stupire. E far assaggiare qui ai milanesi la cacio e pepe migliore della città".

"Tavoli senza tovaglie, ma dove tutto è fatto su misura, in stile retrò anni Venti, da crociera - ha spiegato Borghese -. Del resto, sulle navi ho lavorato per molto tempo da ragazzo, mi sono rimaste nel cuore". Il ristorante di Borghese sarà unico nel suo genere. "Abbiamo usato colle naturali e luci che puliscono l’aria studiate dall’università di Manchester. Fuori dalla cucina, a vista sulla sala, un orto".

Un menù composto da cinque antipasti e altrettanti primi, secondi e dolci."I piatti cambieranno spesso", ha assicurato lo chef. "A cena si mangerà alla carta con circa 70 euro a persona. Mi sembra un prezzo giusto per Milano e per questa zona".

Borghese ha presentato un'altra novità. "Ci sarà il servizio di prenotazione all’americana, online con la carta di credito. Questo significa che chi decide di non venire all’ultimo minuto, come molti purtroppo fanno, dovrà pagare comunque il costo della mancata cena. In Italia nessuno fa ancora così, sarò il primo: con cinquanta coperti non ci si può permettere la disdetta tardiva".

Alessandro Borghese

Lo chef, 41 anni a novembre, nato a San Francisco e cresciuto a Roma, è figlio dell’attrice Barbara Bouchet e dell’imprenditore napoletano Luigi Borghese. A breve, Alessandro Borghese sarà di nuovo in onda con "4 Ristoranti" e "Kitchen Sound" e stupirà il pubblico con un nuovo programma da lui studiato, "Cuochi d’Italia".

Commenti

Gianca59

Dom, 08/10/2017 - 10:34

"Questo significa che chi decide di non venire all’ultimo minuto, come molti purtroppo fanno, dovrà pagare comunque il costo della mancata cena.": il ragazzo si è velocemente adattato all' aria che tira a Milano....prenoti e non vieni ? Paghi una "multa".

baleno

Lun, 09/10/2017 - 07:32

il centesimo locale nato sulle rovine di EXPO..ormai a Milano si mangia soltanto! Molto chic e prezzi shock ?