"Mi hanno tagliato la gola": il racconto choc della donna aggredita

La vittima aggredita da uno straniero in pieno centro a Milano aveva avvertito sua figlia. Una testimone: "Usciva tantissimo sangue"

Emergono i primi dettagli relativi all'aggressione di poco fa in largo la Foppa. L'assalitore è un 31enne originario del Bangladesh e attualmente si trova in Questura per gli accertamenti di rito; diversamente da quanto scritto in precedenza da diverse fonti, al momento non è ancora scattato a suo carico l'arresto. Federica, la donna sorpresa all'altezza del civico 4 tra Brera e Moscova, è stata sottoposta a un intervento chirurgico.

La confessione

A descrivere precisamente la scena è stata Ola, una ragazza di 36 anni che lavora in un centro yoga: "Avevamo paura che svenisse e abbiamo pensato che, prima che ciò accadesse, dovevamo metterla in contatto coi parenti. Allora ha parlato al telefono con, credo, sua figlia e le ha detto 'mi hanno tagliato la golà"".

La russa è stata una delle prime a soccorrere la vittima: "Ero al bar 'Prestige' a prendere un cappuccino quando ho sentito delle persone che urlavano 'la sta uccidendo'. Ho preso la borsa e sono uscita. Qualcuno cercava di metterla in piedi, ma non ci riusciva. Abbiamo provato a tamponare il sangue con della carta presa al bar ma era impossibile. Usciva tantissimo sangue. Lei, ogni tanto, diceva 'mi alzo e vado in ospedale', ma non ce la faceva. A soccorrerla con me c'erano un ragazzo olandese e un polacco. Solo io parlavo italiano e capivo quello che diceva. In Italia, forse hanno paura del sangue. Il turista olandese diceva che dovevamo stare calmi".

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Lun, 12/08/2019 - 17:15

Domani libero cosi può continuare a pagarci la pensione. Avanti coi taxi dall'Africa

Arnyarny

Lun, 12/08/2019 - 17:25

Caro magistrato di turno,non azzardarti nemmeno a metterlo in galera