Così New York ha bloccato l'organizzazione benefica di Trump

Per la procura la charity del candidato coinvolta in caso di finanziamento illecito

Prima la questione della dichiarazione dei redditi e ora la decisione della procura di New York, che pone un nuovo problema finanziario per Donald Trump, ennesima tegola sulla sua campagna elettorale.

Il procuratore, mentre si discute di quell'escamotage che al miliardario avrebbe permesso di non pagare le tasse per gli ultimi 18 anni, ha ingiunto alla fondazione caritatevole a suo nome di cessare ogni attività di raccolta fondi, sostenendo che, non essendo registrata alle autorità statali, sarebbe di fatto un'attività illegale.

Da qualche tempo la procura della Grande Mela ha iniziato a occuparsi della Donald J. Trump Foundation. L'indagine era stata aperta a metà settembre, con il procuratore generale che già allora accusava la charity di non rispettare "le leggi sulle Ong" in vigore nello Stato di New York, dopo una serie di articoli pubblicati da quotidiani come il Washington Post e agenzie come l'Associated Press.

La notizia dell'inchiesta aveva portato a una risposta molto netta da parte della campagna di Trump. Il consulente per la comunicazione, Jason Miller, aveva accusato: "Questo non è che un altro lavoro di successo della sinistra per distrarre tutti dalla settimana disastrosa".

Intanto sotto il fuoco incrociato è finita anche una dichiarazione infelice del candidato repubblicano, che parlando dei reduci ha detto. "Quando torni dalla guerra e vedi cose che forse molti in questa stanza hanno visto molte volte, e sei forte puoi affrontarlo, ma molte persone non sono forti".

Un commento a cui ha risposto il vice presidente Joe Biden, il cui figlio è morto in Iraq. "Questo Paese ha un solo sacro obbligo - ha detto -. Prendersi cura di chi mandiamo in guerra e preoccuparci per loro e le loro famiglie quando tornano".

Commenti

Luigi Farinelli

Mar, 04/10/2016 - 10:17

Trump è sotto attacco da parte delle potenti Ur-lodges americane e del B'nai B'rith che vedono, specie dopo il risoluto clamoroso lancio della sua Pro-life Coalition anti-laicista, un ostacolo all'affermazione della Clinton, loro mosca cocchiera per portare definitivamente gli USA in mano al Potere ultra-mercantilista (neo-marxista), relativista, motore della globalizzazione selvaggia dove prevarrà il darwinismo sociale e anche fra le nazioni, con sopravvivenza del più forte (la "Repubblica Universale" in mano a pochi straricchi che decideranno tutto). Tra l'altro la Clinton è abortista e smaccatamente anticattolica,favorevole a tutto ciò che è nemico del cattolicesimo per cui la massoneria non può perdere quest'occasione per affossarlo definitivamente, neutralizzando prima Trump che invece è loro sfuggito di mano.

antipifferaio

Mar, 04/10/2016 - 10:46

Solita manfrina...il potere finanziario/bancario con l'acquisiszione della magistratura edei media si è scagliata contro il popolo che sostiene TRUMP. Lo scenario si ripete esattamente in Italia...Insomma, da copione: la sinistra o pseudo tale è solo spazzatura a qualsiasi latitudine del globo terracqueo...

giovanni PERINCIOLO

Mar, 04/10/2016 - 11:52

Direi che certa magistratura non conosce nazionalità, sono tutti quanti pronti a scendere nella lotta politica e sempre a senso unico!

ex d.c.

Mar, 04/10/2016 - 12:30

Anche in America queste vecchie strategie comuniste? Speriamo che gli americano siano informati su quanto è successo in Italia e tutto questo serva a portare voti a Trump.

Raoul Pontalti

Mar, 04/10/2016 - 12:39

Sommessamente: la magistratura novayorkese, dopo ripetute segnalazioni, ha rilevato che la fondazione di Trump non si era munita della prescritta autorizzazione statale e non risultava iscritta all'apposito albo, operando essa fondazione in modo non conforme alla legge. O i destricoli possono sempre impiparsene delle leggi che invece applicano, anche inventandosele, agli altri specie se stranieri?

giomag42

Mar, 04/10/2016 - 14:50

A quando una bella inchiesta sulla "Clinton Foundation"? Quelli si che sono veri benefattori!!!

agosvac

Mar, 04/10/2016 - 14:56

Vorrei fare presente a Biden che Trump non si riferiva ai morti nelle svariate guerre instaurate dagli Usa ma ai reduci da tali guerre. Si sa che la stragrande maggioranza di essi soffre di traumi, pochi riescono a reintegrarsi. La maggior parte viene abbandonata senza possibilità di recupero. Quel che sembra strano è che non si fa che attaccare Trump mentre quella che ha realmente commesso illeciti, anche gravi, è la signora clinton.

agosvac

Mar, 04/10/2016 - 15:07

Egregio pontalti, resto sempre "abbagliato" dalle sue dotte considerazione. Ma le vorrei fare notare che la procura di New York ha cominciato ad occuparsi della Fondazione Trump nello scorso Settembre. Non mi sembra ci siano state ripetute segnalazioni sennò avrebbero operato ben prima. Stranamente è proprio in quel periodo che Trump è diventato un pericolo per la signora clinton. Ma quel che mi rende perplesso è che lei parla sempre contro i destricoli e questo da parte di un ex assessore della città di Trento eletto con i voti di Alleanza Nazionale, partito che più di destra non si può, mi sembra alquanto strano. Cosa le è successo per farle cambiare idee politiche??? Oppure era già contro la destra quando si è fatto eleggere con i voti della destra??? Così, tanto per curiosità.

zucca100

Mar, 04/10/2016 - 15:13

La solita magistratura komunista

nunavut

Mar, 04/10/2016 - 15:33

@ agosvac ,il Pontalti é andato dove c'era da mungere per questo ora sfoggia idee da sellino-librandino, se osserva da buon sociologo culturale e filosofo sforna sempre articoli di legge in quantità astronomica perché sa benissimo che la maggior parte dei lettori sono operai e che non hanno e non hanno avuto la possibilità d'informarsi sulle numerosissime leggi che gestiscono la vita dei cittadini.Mi piacerebbe sapere che cosa é capace di realizzare di concreto oltre che pavoneggiarsi con la sua nota saccenza a parte la proposta sulla toponomia in quel di Trento (sempre parlando del Pontalti)

Andrea De Benedetti

Mar, 04/10/2016 - 15:52

Per combinazione il magistrato che indaga su Trump e` un democratico che sostiene Hillary . Nulla di nuovo sotto il sole. La via giudiziaria viene usata anmche negli USA

Raoul Pontalti

Mar, 04/10/2016 - 16:24

#agosvac nell'articolo si parla testualmente di "serie di articoli pubblicati" concernenti l'irregolarità de qua...Per il quesito ad personam: io militai nel MSI (dal 1970) e in AN (fino al 2005), ma mi guardai bene dal confluire nel partito dei ladri che imperversò dallo scioglimento di AN sino alle dimissioni di Silvio (con prosecuzioni di latrocini nelle Regioni e negli enti locali). Visto cosa avevano imparato a combinare taluni ex missini e alleantini alla scuola ladresca di Farsa Italia io me ne andai, rinunciando anche a ricandidarmi, ma a testa alta e potendomi sempre guardare allo specchio. Tutto qui. Consentimi pertanto di corbellare i destricoli che tradiscono nei fatti i proclami di onore, onestà, lealtà, rettitudine, correttezza con cui si sciacquano la bocca (restando loro però le mai sporche di...marmellata! PS io resto quello che sono e fui: fascista.

zucca100

Mar, 04/10/2016 - 18:00

Pazzesco. Pontalti ex assessore di an!!