Giustizia, dalle adozioni gay ai clandestini le toghe dettano l'agenda a governo e parlamento

Il primo presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Canzio, inaugura l'anno giudiziario e striglia le toghe sulle troppe fughe di notizie. Poi detta l'agenda a parlamento e governo su numerosi temi: dall'immigrazione al terrorismo, fino alle adozioni alle coppie gay

Nella tradizionale cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario il primo presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Canzio, indica le criticità del Paese, viste sotto la lente della giustizia. Al contempo mostra, a parlamento e governo, la strada da seguire. C'è spazio anche per una dura strigliata ai pm, in merito alla fuga di notizie sulle indagini in corso e il (mancato) riserbo: "Fenomeno grave perché rischia di ledere il principio costituzionale di non colpevolezza, più volte viene invocato l’intervento del mio ufficio, che risulta quasi sempre sterile per la obiettiva difficoltà di individuare le singole responsabilità". Altro tema "delicato" sollevato da Canzio "è quello del riserbo, sul quale già l’anno scorso mi sono soffermato ricordando che la stessa Corte di Strasburgo ha ribadito che ai magistrati è imposta la massima discrezione anche là dove si sia trattato di sostenere pubblicamente le ragioni e la bontà dell’attività giudiziaria svolta".

Nell'aula magna del "Palazzaccio" sono presenti, come sempre, le massime cariche dello Stato, primo tra tutti il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il ministro della Giustizia Andrea Orlando, il procuratore generale della Suprema Corte, Pasquale Ciccolo, e il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini. Assenti, per protesta, i vertici dell’Anm (Associazione nazionale magistrati): il sindacato delle toghe manifesta in questo modo il proprio malcontento per il mancato rispetto, da parte del governo, di alcuni impegni su pensioni e trasferimenti dei magistrati.

"Il reato di immigrazione clandestina - osserva il presidente Canzio - si ribadisce l’inefficacia della risposta penale, mentre la configurazione di un illecito e di sanzioni amministrative, fino all’espulsione, darebbe risultati più concreti. Le Corti d’Appello - ricorda il primo presidente - denunciano un incremento esponenziale dei procedimenti legati all’ingresso di migranti, molti dei quali richiedenti protezione internazionale, insieme con la presenza di migliaia di minori non accompagnati. Il fenomeno nella sua complessità pone problemi di natura umanitaria, culturale, economica e sociale ma ha anche ripercussioni considerevoli a carico dell’amministrazione della giustizia, sia per la gravosa gestione dei procedimenti sia per gli alti costi che comporta. Da qui l’esigenza di un’urgente ridefinizione legislativa delle relative procedure in termini di semplificazione e accelerazione".

La Corte di Cassazione si sofferma anche sulle adozioni da parte delle coppie gay, dopo le diverse sentenze pronunciarte di recente."La Corte non può e non intende sottrarsi al dovere di apprestare tutela ai diritti fondamentali della persona". E arriva la strigliata al parlamento: "Ma domandare in via esclusiva alla giurisprudenza la soluzione di questioni che involgono scelte impegnative dal punto di vista etico-sociale non è la via preferibile, mentre sarebbe da privilegiare il percorso ermeneutico disegnato sulla base di una chiara ed esplicita volontà legislativa". In altre parole, osserva Canzio, noi facciamo la nostra parte ma voi (legislatori) dovete fare la vostra. Nel frattempo, su questo tema, si accende subito la polemica politica.

Capitolo terrorismo. "Per affrontare questa terribile minaccia - osserva Canzio - appare necessario perseguire una strategia di dimensione internazionale, diretta ad assicurare adeguate misure di polizia e di prevenzione, a rafforzare il coordinamento nella fase investigativa (anche con l'istituzione della Procura europea) e ad approntare un efficace sistema repressivo fino a configurare gli atti di violenza terroristica come crimini contro l'umanità". Sempre in tema terrorismo, in particolar modo riferito a quello di matrice islamica, Canzio sottolinea che "l'ambiente carcerario favorisce la radicalizzazione e l'indottrinamento dei giovani". E poi osserva: "Solo attraverso un trattamento carcerario umano e finalizzato all'integrazione può attenuarsi, almeno in parte, il rischio di pericolosi integralismi".

Canzio snocciola anche un dato molto interessante, che si riferisce alle prescrizioni: "Il numero è irrisorio (767, pari all’1,3% delle definizioni), apparendo comunque irragionevole che la prescrizione continui a proiettare gli effetti estintivi del reato nel corso del processo, pur dopo la condanna di primo grado, mentre sarebbe più corretto intervenire con misure acceleratorie sulla durata dei giudizi di impugnazione".

Quanto alla corruzione, per Canzio è molto diffusa la percezione che sia molto diffusa sia nella Pubblica amministrazione che tra i privati. Per il presidente però tale percezione è errata: "Non trova riscontro nelle rilevazioni delle statistiche giudiziarie. Il dato nazionale registra, infatti, un numero esiguo di giudizi penali per siffatti gravi delitti, con appena 273 procedimenti definiti nel 2016 in Cassazione, pari allo 0,5%". Per Canzio "occorre pertanto avviare un’approfondita riflessione sull’efficacia delle attuali misure, preventive e repressive, di contrasto del fenomeno, perché nei sia consentita l’emersione nelle sue reali dimensioni".

Commenti

Rossana Rossi

Gio, 26/01/2017 - 11:07

Certo...comandano loro, condizionano tutto, vita politica, processi, leggi, fanno il bello e il cattivo tempo a loro piacimento e non vogliono fughe di notizie altrimenti la loro dittatura verrebbe messa a rischio......e noi sopportiamo tutto.......

steacanessa

Gio, 26/01/2017 - 11:13

La corte costituzionale si è mai interessata del sindacati dei magistrati? Non sono già tutelati dal csm che è occupato da loro? È costituzionale che un cittadino soggetto a procedimento penale o parte in causa civile debba chiedersi di che colore è il magistrato? Mi sembra una follia, ma il grande costituzionalista numero uno del CSM non proferisce verbo.

grazia2202

Gio, 26/01/2017 - 11:24

andate in pensione a 67 anni come tutti. siete dei servitori dello Stato non una casta di storica memoria. fin quando avrete la opportunità di arrestare questi politici da avanspettacolo avete vita facile. ognuno fa il suo dovere tutti i giorni della settimana e senza scorta con la responsabilità dovuta. il resto è solo noia e mangime per i giornalisti e le TV che ancora vi corrono dietro per darvi quell'aurea che di certo non meritate.

glasnost

Gio, 26/01/2017 - 11:24

Ma basta! Trump sta cambiando il mondo e quì ancora a discutere sui privilegi maggiori o minori dei parrucconi superpagati! Se continuiamo con questo "all talk no action" andremo a finire veramente "a schifio".

elgar

Gio, 26/01/2017 - 11:44

La fuga di notizie in questi anni ha riguardato di solito i politici ed erano destinate solo a "certe" testate giornalistiche che sapevano certe informazioni prima di altri. Se si volessero tenere i segreti per davvero lo farebbero. Solo che funziona così da anni ormai e dispiace constatarlo. Dela serie "io ti mando l'avviso di garanzia, i giornali ne danno notizia tu politico ti dimetti e poi si vedrà...". E' un film già visto troppe volte.

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 26/01/2017 - 11:48

Sono mesi che gli italiani stanno aspettando questa sentenza, specialmente dopo aver visto non rispettato il proprio voto sul referendum... e questi giudici, tutti di parte PD e M5S, di che cosa si scandalizzano? """Ci sono state fughe di notizie"... la sorpresa avremmo dovuto darla noi in occasione dell'apertura dell'uovo di Pasqua, tra qualche altro mese!""

giovanni PERINCIOLO

Gio, 26/01/2017 - 11:50

Eufemismo parlare di "fuga di notizie", vogliamo precisare una buopna volta che invece che di fuga di notizie si é sempre trattato di volontaria diffusione di notizie coperte da segreto istruttorio ad uso e consumo dei soliti noti?? e che mai il csm non solo non ha mai sanzionato i responsabili ma non ha nemmeno mai cercato di individuarli?? Un vecchio detto popolare racconta che il pesce puzza sempre dalla testa!

giovanni PERINCIOLO

Gio, 26/01/2017 - 11:53

..."Assenti, per protesta, i vertici dell’Anm (Associazione nazionale magistrati)". Qualcuno vorrebbe aggiungere alla sigla della associazione una seconda "m", cioé ridefinirla come ANMM....

pinux3

Gio, 26/01/2017 - 11:53

@Rossana Rossi...Guarda che la critica alle "fughe di notizie" è rivolta NEI CONFRONTI DEGLI STESSI MAGISTRATI...Hai capito pomo per pero...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 26/01/2017 - 11:53

Ora siamo al puro paradosso le toghe che si lamentano di loro stesse! E quale sarebbe la soluzione? Creare un super CSM o una super corte? Raddoppiare i magistrati? Raddoppiare gli stipendi? Ai posteri l'ardua sentenza!

VittorioMar

Gio, 26/01/2017 - 11:57

..è iniziato il "CARNEVALE"? ...BIZANTINISMI INUTILI E CERIMONIE AUTO REFERENZIALI !!.....QUANTO CI COSTANO!!

Una-mattina-mi-...

Gio, 26/01/2017 - 12:07

MAMMA MIA, mentre in America sta diffondendosi il laser, questi combattono ancora con le baionette

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 26/01/2017 - 12:09

allora politica non serve più? comanda la magistratura? ma loro possono imporre le regole e poi infischiarsene se li riguarda? :-) e con quale diritto possono permettersi di imporre leggi e sistemi, con quello che noi paghiamo per loro? i magistrati spesso sono più pericolosi dei terroristi!!! perché sono anche legittimati in modo mafioso!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 26/01/2017 - 12:16

Bravo Canzio ... Ma se ci sei tu a che canzio serve tutto il carrozzone?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 26/01/2017 - 12:28

Solo per saperlo, ci mancherebbe altro che mancare di rispetto a Sua Eccellenza ... ¿¿¿ Ma sto Canzio é quello che appare in foto con il costume da buffone ???

lambi65

Gio, 26/01/2017 - 12:51

per 20 anni hanno massacrato Berlusconi, ne hanno fatto carne di porco, adesso che sono coinvolti 5stelle e PD, bisogna secretare, essere riservati, prevenire le fughe di notizie.

apostata

Gio, 26/01/2017 - 13:01

la foto è opprimente come i toni ossessivi della pittura nera di goya

squalotigre

Gio, 26/01/2017 - 13:02

Fintanto che a giudicare il comportamento dei magistrati è un organismo composto in maggioranza da loro stessi la giustizia non sarà mai credibile ed autorevole. Chi si farebbe operare da un medico che può ammazzarti senza avere alcuna condanna penale o civile, che viene giudicato da un organismo composto da colleghi eletti con il suo voto e che un domani potrebbe essere sottoposto al giudizio di colui che ha condannato? Non parliamo poi della produttività e dell'impegno lavorativo. Io rivesto un ruolo apicale in ospedale eppure striscio il mio tesserino all'entrata ed all'uscita. Perché questo non succede ai magistrati che pure sono dipendenti pubblici e alcune volte non riescono a mettere una firma su motivazioni dopo mesi consentendo il rilascio di assassini e delinquenti?

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 26/01/2017 - 13:03

GUARDO LA FOTO DELL'ARTICOLO E MI VIENE DA PENSARE SOLO UNA COSA....CHE SPRECO DI SOLDI....

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/01/2017 - 13:09

Ragioniamo sulle "direttive" impartite al governo. 1. RISERBO e FUGA DI NOTIZIE: giuste le osservazioni, anche se in realtà, in un "sistema" corretto, non ci dovrebbe essere il bisogno di dirlo. 2. IMMIGRAZIONE CLANDESTINA: fa piacere sentire che il vertice della magistratura dica ciò che pensa la gente, ma non fa comodo al potere politico di sinistra. 3. COPPIE GAY: concordo. 4. TERRORISMO: parte bene, ma poi il discorso sfuma dietro ai problemi carcerari, che sono gravi, ma arrivano dopo. 5. PRESCRIZIONE: un grave problema dato che spesso danneggia le vittime dei reati e premia i furbi; bisognerebbe fare come nei paesi seri dove la prescrizione non opera più dopo l’inizio dell’azione penale. CORRUZIONE: non voglio scoprire l’acqua calda, ma è il problema più grave del bel paese e comincia dall’alto; non bastano le chiacchiere: FATTI non PAROLE!

Giorgio Colomba

Gio, 26/01/2017 - 13:14

La riforma della Giustizia - di questa Giustizia adulterata e politicizzata a senso unico - è (sarebbe) la madre di tutte le riforme per consentire al Paese di entrare nel novero dei paesi civili. Per questo non si farà mai.

i-taglianibravagente

Gio, 26/01/2017 - 13:15

adesso che pizzicano amministratori sinistri un giorno si e l'altro pure, il magistrato "avverte" che postituire notizie ai danni degl'indigadati non e' esattamente un comportamento da ENTE TERZO........ carrozzone irriformabile.

Libero 38

Gio, 26/01/2017 - 13:33

Dopo averne combinato di tutti i colori ora fanno finta di pentirsi come fanno i lupi dopo aver scannato le pecore.

Giorgio Colomba

Gio, 26/01/2017 - 13:37

Il Regime Giudiziario in cui ci hanno precipitato una Costituzione "sovietica" ed i cascami ultrasettantennali della Resistenza "tradita" vive e lotta contro di noi.

ammazzalupi

Gio, 26/01/2017 - 13:40

Egregio primo Presidente della Cassazione, vorrei porle una domanda: perché su 55.000 ricorsi in Cassazione, i suoi uffici ne hanno cestinato la bellezza di 45.000 (dicasi qurantacinquemila!!!) tra i quali un mio ricorso che, in qualità di Parte OFFESA, secondo la legge italiana (con la quale voi vi pulite il sedere) avrebbe avuto tutto il diritto di essere ESAMINATO? Grazie per la risposta...

baronemanfredri...

Gio, 26/01/2017 - 13:56

CI SONO TRE POSSIBILITA'. LA PRIMA E' IL RAGGIUNGIMENTO DELLA SCONFITTA DI BERLUSCONI, LA SECONDA LA POSSIBILITA' DI UN RITORNO DI BERLUSCONI, LA TERZA E' ORMAI RAGGIUNTO LO SCOPO FAR UNA REPUBBLICA FONDATA SUL POTERE GIUDIZIARIO

silvano45

Gio, 26/01/2017 - 13:56

trovo che questo rito stride con la situazione della giustizia ingiusta del paese gestita da una casta che vive di privilegi che nonostante non siano stati eletti vogliono condizionare i rappresentanti del popolo che è vero hanno sempre dimostrato la loro nullità o peggio ma che sono stati democraticamente scelti

alby118

Gio, 26/01/2017 - 14:02

Che casta tragicomica !!!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 26/01/2017 - 14:17

Aria fritta e rifritta. E per questo molto maleodorante. Se c’è ancora qualcuno che non capisce per quale ragione l’Italia sia vicina allo sfacelo, gli basterà leggere o risentire la declamazione noiosa andata in onda durante quel particolare consesso tanto insulso quanto stomachevole.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 26/01/2017 - 14:17

Io penso che sia una supercasta con potere quasi illimitato. Secondo la Costituzione il popolo è sovrano, eleggono i politici, che però non hanno vincolo di mandato, q

kolton jones

Gio, 26/01/2017 - 14:31

Un caso unico al mondo in italia ci sono due magistrature: quella politica dell'ANM e quella politicizzata con tutti gli "autorevoli" di Canzio, manca quella istituzionale che dovrebbe garantire ai cittadini giustizia veloce, certezza della pena e punibilità ai giudici che sbagliano!Mr. Canzio lei e i suoi....dovrebbero proteggere come bene primario le libertà delle persone nel pieno rispetto dei nostri diritti e delle leggi,quelle vere,quelle che si applicano!!!!!Thank you

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 26/01/2017 - 14:42

e il "fattariello quotidiano" dovrà chiudere per mancanza di notizie ?

Ritratto di ilmax

ilmax

Gio, 26/01/2017 - 14:45

alcuni di voi si sono costruiti la loro carriera con questi mezzucci, contribuendo allo sfascio di questo Paese! Questa vostra ammissione di colpa è da condannare alla corte Europea e sbattervi in mezzo alla strada!!

elgar

Gio, 26/01/2017 - 14:46

Ormai dopo Tangentopoli la politica pavida ed impaurita si è consegnata mani e piedi alla magistratura perchè sulla scia emotiva di Mani Pulite si riformò il famoso art. 68 della Costituzione rivedendo la famosa immunità parlamentare, che i padri costituenti avevano giustamente considerato acciocchè non avvenisse quello che poi è successo. E quindi, da allora, la magistratura è diventata, di fatto il vero potere, anche se, formalmente, non sembra.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 26/01/2017 - 14:46

governi come gli ultimi 4 li metterebbe sotto anche il consiglio superiore dei salumiera , la consulta dei macellai , l'associazione nazionale fruttivendoli , non è che i magistrati sono forti , anzi , sono i politici che sono delle nullità .

Ritratto di enzo33

enzo33

Gio, 26/01/2017 - 15:19

E adesso chi lo reintegra Berlusconi infangato da toghe corrotte? chi gli restituisce l'onore?

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 26/01/2017 - 15:22

Quando la "politica" e' allo sfascio, la conseguenza e' quella che vediamo..la POLITICA la fanno i Magistrati..

agosvac

Gio, 26/01/2017 - 15:23

Ai "Magistrati" è richiesto il massimo riserbo! Ovviamente non si tratta dei nostri "magistrati".

gpetricich

Gio, 26/01/2017 - 15:34

Fanno finta di pentirsi, non si pentono davvero. Titolo da modificare.

settemillo

Gio, 26/01/2017 - 15:45

Pensate quanta gente paghiamo per fare NULLA! Solo a parlarne mi viene la pelle d'OCA. Questa misera repubblichetta è allo sbando ; in compenso, i responsabili del dissesto continuano a pontificare con discorsi pomposi.

Ritratto di emo

emo

Gio, 26/01/2017 - 15:54

Ma questa Marmaglia mafiosa e corrotta ancorché protetta da leggi che loro stessi si sono cuciti addosso non si vergognano di mostrarsi vestiti da pagliacci e con evidente disprezzo degli animali esibendo pellicce di ermellino ( animale in estinzione quando in estinzione dovrebbero esserci loro invece). Sono odiosi e solo il loro smisurato potere riesce a salvarli, ma la speranza di vederli distrutti è sempre più sentita da tutti. Fate schifo voi e le vostre massoniche cerimonie.

leopard73

Gio, 26/01/2017 - 16:31

NON HANNO Più NESSUNO DA SPREMERE E FINITA L'ERA BERLUSCONI NON SANNO Più DOVE ATTACCARSI I SIG. PADRONI DELL'ITALIA!!! POVERI NOI!!!

Mobius

Gio, 26/01/2017 - 16:49

Le carogne pentite mi fanno sempre paura...

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 26/01/2017 - 16:52

LORO LA SUONANO É LORO LA CANTANO!ORAMAI I DANNI FATTI DA QUESTA CASTA SONO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI! É NEPPURE IL PADRETERNO POTRÁ PERDONARE QUESTI CRIMINALI PER I DANNI ARRECATI AL NOSTRO PAESE!LORO HANNO CONDANNATO UN GALANTUOMO COME SILVIO BERLUSCONI! É LASCIATO LIBERO DI FARE OGNI PORCHERIA A DEBENEDETTI CHE NON SOLO HA RUBATO 600 MILIONI ALLA MPS! MA CHE HA ANCHE 600 PERSONE UCCISE A VADO LIGURE!IO NON SÓ COME QUESTA GENTAGLIA PUO DORMIRE LA NOTTE; MA SE LORO HANNO UNA COSCIENZA QUESTA É SPORCA ED E NERA COME LA PECE!.

claudioarmc

Gio, 26/01/2017 - 17:03

Ora ci arrivano quando i loro compagnucci sono schiaffo; solo tardi di comprendonio o veramente in malafede?

tonipier

Gio, 26/01/2017 - 17:26

" PROCESSI VOLUTAMENTE INCASINATI" Basta dirigersi più di una volta nei vari tribunali, basta assistere a più di una volta al solito processo in corso, per assistere ad una vera truffa nei riguardi del cittadino, rinvii su rinvii, cavilli, su cavilli, l'importante il rinvio ottenuto,con accumulo di date prestabilite,naturalmente al legale fa comodo questo giro ...altra parcella in vista... se poi il processo si chiude, altri tre mesi per ottenere la sentenza.. "una vergogna"realmente una presa per i fondelli per il disperato cittadino.

leopard73

Gio, 26/01/2017 - 17:49

SAREBBE ORA DI FARE UN RIPULISTIN IN QUEL VESPAIO!!!!

mezzalunapiena

Gio, 26/01/2017 - 18:18

perché tutti questi personaggi con super stipendi non fanno una ricerca circa la posizione che occupa la giustizia italiana nel mondo?

fedeverità

Gio, 26/01/2017 - 18:21

Avete rotto i c....i!!

lento

Ven, 27/01/2017 - 08:05

I magistrati Brutta razza.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 27/01/2017 - 08:40

Non capisco a cosa ci serve il governo,ci sono questi che fanno le leggi,le cambiano,le interpretano,sono gli unici che non pagano mai quando sbagliano,e se vengono incriminati sono giudicati dai loro compagni. Cosa vogliamo di più,risparmieremmo un migliaio di deputati e quattrocento senatori,più portaborse,più addetti alla sala, pulizie e storie varie.Ma domanda:gli ermellini non sono una specie protetta.............no? OK.

Tommaso_ve

Ven, 27/01/2017 - 08:45

"... più volte viene invocato l’intervento del mio ufficio, che risulta quasi sempre sterile per la obiettiva difficoltà di individuare le singole responsabilità". Se un medico mentre sta operando, un suo assistente compie una manovra improvvida, chi è responsabile? Il medico chirurgo o lo Spirito Santo? Se è un medico, il medico, se è un magistrato, lo spirito Santo. Amen!