Democratici e Forza Italia trovano l'accordo sui nomi per la Consulta

Manca l'intesa con i grillini, che chiedono più terzietà. "Non si spartiscano le poltrone"

Arrivati a questo punto i tentativi sono ventotto. Il parlamento oggi proverà di nuovo a eleggere i tre giudici destinati alla Corte Costituzionale e le indicazioni che arrivano dall'aula sono quelle di un accordo tra il Partito democratico e Forza Italia, con anche Scelta civica.

Augusto Barbera, Francesco Paolo Sisto e Giovanni Pitruzzella. Sono questi i nomi su cui convergeranno centrodestra e centrosinistra, secondo l'indicazione che arriva da Ettore Rosato, capogruppo dei democratici alla Camera. A mancare è tuttavia un'intesa con il Movimento 5 Stelle.

Ai grillini non piace l'ipotesi di Augusto Barbera. Vorrebbero infatti "una diversa personalità, che oltre all'alto profilo scientifico risponda ai requisiti minimi di terzietà e indipendenza", laddove Barbera è invece stato parlamentare dal 1976 al 1994, con Pci, Pds, Ds e poi Pd. Trascorsi politici che al M5S non piacciono affatto.

Un post pubblicato dai parlamentari sul blog di Beppe Grillo mette bene in chiaro quale sia il punto dolente, la "vetusta logica di spartizione delle poltrone con la solita Forza Italia", a cui gli uomini del Movimento preferirebbero "un voto trasparente".

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Mer, 25/11/2015 - 15:17

Questa volta sulla Consulta sono giocoforza d'accordo con M5S. Di porcate costituzionali ultimaemnte la Consulta ne ha fatte veramente troppe per essere un Istituzione credibile. E' ora di finirla con i giochetti spartitori.

Fjr

Mer, 25/11/2015 - 16:13

Ma ancora sono in ballo,? ma che li paghiamo a fare , se volevo vedere dei clown andavo al circo