Emilia, elettori M5S: "No asse col Pd". Cosa cambia per il centrodestra

Secondo l'ultimo sondaggio Emg Acqua per "Agorà", quasi sei elettori grillini su 10 bocciano l'alleanza con il Pd alle elezioni in Emilia-Romagna, dando così ragione a Di Maio. Intesa meno probabile e vittoria del centrodestra più vicina

Luigi Di Maio non è il solo ad essere allergico a una possibile, nuova alleanza con il Pd alle prossime Regionali in Emilia-Romagna e Calabria. Dopo la disfatta in Umbria, con il centrosinistra staccato di oltre 20 punti dal centrodestra e il Movimento 5 Stelle sprofondato a un imbarazzante 7,41%, anche gli elettori grillini considerano inutile, se non dannoso, l'asse con i dem. A dirlo non sono soltanto i circa 10mila cittadini umbri rimasti a casa per protesta contro il dietrofront di Di Maio pochi mesi dopo la sua frase choc contro i democrat ("Mai con il partito di Bibbiano"). Ma anche il popolo dei 5 Stelle, scettico sull'idea di ripetere l'esperimento umbro in Emilia.

Lo conferma l'ultimo sondaggio Emg Acqua presentato ad"Agorà", il talk-show politico di Rai 3 condotto da Serena Bortone. Alla domanda su cosa fare alle elezioni regionali emiliane del 26 gennaio, il 59% degli elettori grillini hanno risposto che il Movimento 5 Stelle "deve correre da solo". Solo il 27% di loro spinge per una nuova alleanza con il Pd, mentre il 5% chiede di apparentarsi con la Lega (il 9% preferisce non rispondere).

Numeri che non lasciano dubbi sull'umore del popolo pentastellato, d'accordo con l'ultima affermazione di Di Maio che ha negato l'esistenza di "presupposti per un'alleanza stabile con il Pd". Dunque - nonostante il pressing del governatore emiliano uscente Stefano Bonaccini che mercoledì, a Repubblica, aveva chiesto ai 5 Stelle "di essere protagonisti con me" - si va quasi certamente verso una corsa con tre cavalli: centrosinistra, centrodestra e Movimento, con la coalizione Lega-Fdi-Fi al galoppo verso una vittoria che rimane difficile, ma non impossibile alla luce degli ultimi sondaggi che danno in forte ascesa la candidata leghista Lucia Borgonzoni. Infine, tornando alla questione dei rapporti Pd-M5S in chiave elettorale, lo scetticismo degli elettori grillini nei confronti dei dem è confermato anche in ottica elezioni future. Infatti, per il 66% degli elettori pentastellati il Movimento 5 Stelle non deve allearsi più con nessuno, anche a costo di non governare. Meglio soli che mal accompagnati, questa la convinzione diffusa nel popolo grillino. Fedele alla "terza via" di cui parlava Norberto Bobbio e rilanciata da Luigi Di Maio dopo la recente umiliazione umbra.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 31/10/2019 - 10:26

io gongolo, non perché il centrodestra ha più probabilità di vincere le prossime partite, ma perché io sapevo di avere ragione, fin dall'inizio :-) i babbei sono tali finchè non ammetteranno di essersi sbagliati :-)

glasnost

Gio, 31/10/2019 - 10:32

Qui ad Imola i grillini coi quali parlo sono accesi nemici del PD ed hanno votato M5* appunto per cacciare il PD dal Comune. Molti sarebbero inclini a rapporti con la Lega che considerano un partner che vuole innovare e distruggere l'avvolgente sistema di potere del PD (e suoi predecessori).

ex d.c.

Gio, 31/10/2019 - 10:38

Divisi non hanno futuro. Inizialmente il loro programma escludeva qualsiasi alleanza ed rassicurava nessuno intervento televisivo. Per questo eravamo tutti tranquilli che non gli avremmo mai visti e soprattutto mai avuti al Governo. Purtroppo non hanno mantenuto niente

Altoviti

Gio, 31/10/2019 - 11:11

Se poi governano col Pd tanto vale la pena che lo dicano chiaramente facendo alleanza col PD sulle liste, altrimenti è solo una presa in giro degli elettori. l'M5 è alla basse un prodotto di marketing targato PD. Gli elettori non devono lasciarsi illudere, è dall'inizio del movimento che il PD si è guadagnato i 5 Stelle, lasciano Di Maio a capo solo per non far capire che PD = M5.

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 31/10/2019 - 11:43

mancava la domanda più importante : "TROVARSI UN LAVORO"

jav2

Gio, 31/10/2019 - 11:53

dovrebbero anche dire cos'hanno intenzione di fare dopo le votazioni, useranno i voti raccolti per sostenere bonacchini oppure no? se la bergonzoni iniziasse a parlare dei problemi della regione, anzichè riportare esclusivamente le parole di salvini, qualche possibilità in più ci sarebbe

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Gio, 31/10/2019 - 11:59

se corrono da soli in Emilia voglio proprio vedere cosa si inventano stavolta per giustificare la mazzata. Rischiano un testa a testa con LEU al 3%

glasnost

Gio, 31/10/2019 - 12:05

@Altoviti : hai ragione parlando per i capibastone, ma la base che li ha votati non condivide questo asservimento al PD, si considera proprio alternativa ai Piddini delle Banche

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 31/10/2019 - 12:14

@Altoviti 11:11...certo!

Giorgio Rubiu

Gio, 31/10/2019 - 12:41

Credo che il Centrodestra non potrà vincere in Emilia-Romagna anche se vorrei tanto che ci riuscisse; ma vedere, dopo soli due mesi di matrimonio d'interesse, la "separazione in casa" di questi due partiti con il crollo Umbro del M5* ad un miserabile 7,41% mentre alle elezioni di Marzo 2018 gongolava con un 34% (grazie al redito di cittadinanza che tutti si aspettavano di ricevere) del quale si avvale ancora per essere il partito con il maggior numero di parlamentari al governo, è pura gioia! Comunque vadano le cose!

Luigi Farinelli

Gio, 31/10/2019 - 13:02

A questo punto, PD e M5s avrebbero più vantaggi a sciogliere il sodalizio ed indire nuove elezioni come richiesto dagli Italiani, anche se per il PD conta di più il parere di Tedeschi e Francesi. Il M5S (se non si sbriga a farlo scompare) potrebbe tornare alla funzione di partito anti-élite al di fuori del sistema e il PD, rimandato Zingaretti (con le sue patetiche accuse di sbronze altrui e di "fascismo" visto dappertutto, tranne che nella sua casa, vedi ultimamente Birosvavo a Trento) a rimpinguare la serie del Commissario Montalbano, potrebbe riacquistare un poco della dignità completamente perduta per voler rimanere attaccato alla poltrona pur sapendo di essere un abusivo, rimasto lì perchè appoggiato da altri poteri (Europa, Quirinale, élite mercantiliste globaliste e antisovraniste) sostitutisi alla volontà popolare. E poi si dichiara pure "Democratico".

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 31/10/2019 - 13:33

Luigi Farinelli - 13:02 Condivido. Secondo me sono anche "eterodiretti" da una parte da Bruxelles, dall'altra dal noto duo che gestisce i 5s, non certo e solo per motivi politici.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Gio, 31/10/2019 - 13:37

La sinistra malefica vuole usarli solo come bancomat, se non riprendono la loro identità politica si liquifereranno

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 31/10/2019 - 13:52

... vedrete che alla fine si accorderanno... dicono ora così, perchè evidentemente hanno qualche cosa da chiedere in cambio di un'alleanza alle elezioni regionali in Emilia Romagna e nelle altre regioni dove presto si voterà. Sono ragazzi!

Fjr

Gio, 31/10/2019 - 14:15

Mandiamoli a casa pure in Emilia poi resta Toscana e Calabria e poi a casa pure il governicchio

flip

Gio, 31/10/2019 - 14:17

non fatevi illusioni! i grullini sono parenti stretti del pd. lo sono sempre stati!Se potete conrtrollare i i. sultati delle elezioni di ogni tipo.

Anselmo Masala

Gio, 31/10/2019 - 14:21

qualcosa mi dice che l'Emilia ha il pallino giusto in mano e se lo usa bene riuscira' a far cadere questi birilli che stanno al governo,ma ci vuole coraggio e determinazione! Speriamo!!!

timba

Gio, 31/10/2019 - 14:41

SE non sbaglio In Emilia Romagna alle ultime regionali il PD prese il 44%... Ritengo che, come in Umbria, parte dei lobotomizzati che da 50 anni votavano in quella direzione li lasceranno per l'indecenza di Bibbiano, le spese pazze, ed il resto. Ma purtroppo, come in Umbria, ci sarà ancora un 20-30% che voterà imperterrito il PD nonostante tutto. Ed a quel punto arriverà l'aiutino pentastellato. Tranquilli. CErto che se il cdx recuperasse i 20 di distacco... che goduria intergalattica!!

flip

Gio, 31/10/2019 - 14:48

Anselmo Masala. tUtto è possibile. guarda la arcirossa Umbria che ha dato un calcione sui denti ai komunisti!Cone dici ti, ci vuole CORAGGIO e DETERMINAZIONE e tanto buonsenso. SPERIAMO!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 31/10/2019 - 15:21

@Giorgio Rubiu 12:41...certo,vincere sarà impossibile,ma sarà una ulteriore bella spallata!

Ritratto di ...risorsediTaGlia

...risorsediTaGlia

Gio, 31/10/2019 - 15:51

MAI con quelli, DEL.pd

Ritratto di saggezza

saggezza

Gio, 31/10/2019 - 15:57

Non cambia nulla. pd e m5s per gli elettori intelligenti sono considerati la stessa cosa. l'uno vale l'altro ed insieme valgono come uno.

edo1969

Gio, 31/10/2019 - 19:04

piero pelù è uno SxxxxxO va bene?

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 31/10/2019 - 20:43

Cari Emiliani ora il "cerino" passa nelle vostre mani, spero sappiate liberarvi, dopo anni, dalle illusioni della sinistra e del "nuovo inciucione" M5S.

m.m.f

Ven, 01/11/2019 - 00:07

Conte e quell'altro manco so come si chiama a casa!!!

nopolcorrect

Ven, 01/11/2019 - 08:44

I grillini sono comprensibilissimi. Sia alleandosi con la Lega, sia alleandosi col PD perdono voti, non possono continuare sulla strada delle alleanze. Fra l'altro se vincesse la sinistra in Emilia-Romagna, il PD si intesterebbe la vittoria alla quale il M5S farebbe da pura spalla. Se invece perdesse il PD e vincesse la Destra, ai grillini farebbe comodo un compagno di governo spaventato e indebolito che sarebbe costretto a fare la politica del M5S.

gianni59

Ven, 01/11/2019 - 09:37

Ma si, dai...speriamo vinca Salvini tanto ne stanno uscendo poche di magagne sulla Lega...

Anselmo Masala

Ven, 01/11/2019 - 16:23

gianni59:meglio le magagne di Bibbiano vero????