Gozi alla corte di Macron: è l'ariete di Parigi in Italia

Da sottosegretario democratico ha avuto in mano diversi dossier bollenti. E adesso va a lavorare al servizio di Parigi

Cosa ci faccia il dem Sandro Gozi all'interno del governo francese è un dubbio che adesso scatena il dibattito politico. Perché il rappresentante del Partito democratico, ex sottosegretario con delega agli Affari Europei con Matteo Renzi, ha ottenuto la stessa nomina che aveva in Italia: ma questa volta all'Eliseo. Prorpio alla corte di quell'Emmanuel Macron che ha ingaggiato da tempo una battaglia senza tregua con l'attuale governo italiano. Ed è chiaro che questa nomina, soprattutto in un momento in cui i rapporti tra Roma e Parigi non sono idilliaci, ponga degli interrogativi. Domande poste soprattutto da Movimento Cinque Stelle, Lega e Fratelli d'Italia, che adesso chiedono al Pd e agli esponenti dei vecchi governi di centrosinistra di spiegare perché Macron abbia voluto a corte Gozi. Non un uomo qualsiasi di En Marche (il partito per cui si è candidato alle europee), ma proprio il presidente francese, che da Parigi non fa altro che dare bordate all'Italia in tutti i dossier principali della nostra strategia.

E in effetti i dubbi restano. Il governo chiaramente cavalca la notizia, con Matteo Salvini che si esprime in maniera molto netta: "Gozi, già sottosegretario agli Affari europei con Renzi e Gentiloni, con la benedizione di Macron viene ora nominato, stesso ruolo, nel governo francese. Immaginate di chi facesse gli interessi questo personaggio quando era nel governo italiano... Pazzesco, questo è il Pd". Un affondo durissimo che si unisce a quello del Movimento 5 Stelle che parla di una nomina dai "connotati inquietanti". Mentre Giorgia Meloni non solo ricorda come l'ex sottosegretario Pd sia stato candidato nelle liste di Macron, ma mette anche in dubbio i veri interessi che tutelava Gozi quando era a Palazzo Chigi.

Le domande su Gozi

E quel dubbio resta, sopratutto perché i dossier passati tra le mani di Gozi quando governava il Partito democratico hanno interessato eccome l'Italia in Europa. Anche nei rapporti con la Francia. C'era Gozi, come ricordati dai vari esponenti del governo, quando l'Italia perse la corsa per la sede dell'Agenzia del Farmaco. Una vittoria praticamente constata: eppure quella sede andò ad Amsterdam. Con sgomento di Milano che pensava di avere la vittoria in tasca.

Ma Gozi non è stato solo l'Agenzia del Farmaco. È stato anche l'uomo che, nel momento di crisi fra Italia e Francia per quanto accadeva in Libia, chiedeva al governo giallo-verde di sostenere una strada di piena collaborazione con Parigi. Un'idea che è giusta nella teoria, ma anche nella pratica non poteva non essere vista come uno smacco nei confronti non tanto dell'esecutivo guidato da Giuseppe Conte, quanto proprio nei confronti dell'Italia, visto che il nostro Paese sta subendo proprio le conseguenze peggiori da quanto realizzato dalla Francia in questi anni. Ed è chiaro a tutti che Macron abbia, come i suoi predecessori, l'obiettivo di far fuori Roma dall'influenza su Tripoli e dintorni. Tanto è vero che è stato proprio l'Eliseo a bloccare la condanna verso il generale Khalifa Haftar.

La domanda a questo punto non può che tornare: da che parte sta Gozi? L'uomo che piace così tanto ai francesi da premiarlo come Cavaliere delle Palme accademiche nel 2007 e con la Legion d'Onore nel 2014 è diventato sottosegretario con due dei premier italiani più filo-francesi di tutti, Renzi e Paolo Gentiloni. Ed è amico di un altro cervello in fuga a Parigi: Enrico Letta. Il suo partito è quello che ha siglato il Patto del Quirinale fra Italia e Francia, che ha fatto sì che il tessuto industriale italiano venisse invaso dai francesi. Questo Pd aveva un sottosegretario che adesso è al governo di Francia in attesa di essere parlamentare a Strasburgo... è evidente che qualcosa non torna.

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 30/07/2019 - 19:51

se dicessi quello che penso di questo individuo verrei certamente censurato

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 30/07/2019 - 20:16

Resterá scornato.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 30/07/2019 - 23:44

L'italia s'è desta? Macchè: ci pensa certa bella addormentata del Pd ad affossarla proditoriamente cum magnum gaudium del figlioccio di Attali.

Luchy

Mar, 30/07/2019 - 23:44

Ritirare l'Ambasciatore sarebbe il minimo.

Amazzone999

Mar, 30/07/2019 - 23:57

Perché non viene indagato?

gianrico45

Mar, 30/07/2019 - 23:58

Non facciamoci fregare dal nuovo Cavour, che ci rifilò come re un vassallo della Francia. Che i padroni dell'Italia dopo 150 anni stiano uscendo allo scoperto,significa che qualcosa gli incomincia ad andare storto.

UnBresciano

Mer, 31/07/2019 - 00:03

Ma il reato di alto tradimento non esiste più?

zen39

Mer, 31/07/2019 - 00:03

La GF cominci a controllare i suoi conti. Sovente oltre alla possibilità di avere maggior potere ci sono di mezzo i soldi. Se ci sono precedenti per cui il nostro paese ha subito dei danni per colpa sua "... l'Italia perse la corsa per la sede dell'Agenzia del Farmaco. Una vittoria praticamente scontata: eppure quella sede andò ad Amsterdam. Con sgomento di Milano che pensava di avere la vittoria in tasca." indagare e punire come alto tradimento. Comunque è lampante: chi si allea con Macron diventa automaticamnte membro del NWO i cui diabolici progetti sono ormai noti. Questo signore è tutt'altro che eurpeista è un "narcisista perverso" .

Royfree

Mer, 31/07/2019 - 00:15

Buon sangue non mente. Siamo conosciuti come una paese di sporchi traditori e quest'uomo ne persegue orgogliosamente le caratteristiche.

Montesquieu2000

Mer, 31/07/2019 - 00:18

Sandro Gozi resterà cittadino italiano? Me lo domando perché leggo nel sito www.esteri.it della Farnesina INIZIO " Perdita della cittadinanza Il cittadino italiano può perdere la cittadinanza automaticamente ovvero per rinuncia formale. A. Perde la cittadinanza automaticamente: 1. il cittadino italiano che si arruoli volontariamente nell’esercito di uno Stato straniero o accetti un incarico pubblico presso uno Stato estero nonostante gli venga espressamente vietato dal Governo italiano (art. 12, comma 1 legge n. 91/92)" ecc. ecc. FINE A quanto pare se il Governo italiano si impuntasse l'Italia avrebbe un cittadino in meno e l'aria più pulita.

hectorre

Mer, 31/07/2019 - 00:34

forse non sa di aver scelto un'altro cavallino bolso...

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 31/07/2019 - 00:46

Gozi, più latte e meno cacao.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 31/07/2019 - 00:50

E'uno dei tanti personaggi della politica filomondialista kippata infiltrati nelle cariche istituzionali del paese, che lavorano per gli interessi della loro confraternita e non per gli interessi dello stato e dei suoi cittadini..... Si intercambiavano prima a livello locale e ora sono passati al livello superiore.... internazionale

Brutio63

Mer, 31/07/2019 - 01:13

Carne venduta!

Marcolux

Mer, 31/07/2019 - 01:22

Che schifo, che schifo, che schifo! Non aggiungo altro!

moichiodi

Mer, 31/07/2019 - 01:31

Il giornale ha trovato una nuova panda rossa. Tutto il resto può attendere.

Luigi Farinelli

Mer, 31/07/2019 - 02:12

Sarebbe anche da indagare su chi avesse proposto l'idea di vendere alla Francia un pezzo di Mediterraneo con acque nostrane.

Klotz1960

Mer, 31/07/2019 - 03:03

Non esistono Italiani piu' disprezzabili di quelli colonizzati ed asserviti ai Francesi, e purtroppo la sinistra italiana ne e' strapiena. Fanno veramente schifo. Sono traditori integrali.

Ritratto di pigielle

pigielle

Mer, 31/07/2019 - 05:46

Tranquilli. E' un traditore e come tale verrà preso in considerazione da quel "furbone" di macron ...aspettiamo insieme il finale ...

fgerna

Mer, 31/07/2019 - 05:58

Negli ultimi 10 anni il PD non ha mai fatto l'interesse dell'Italia, ci hanno tradito e continuano a farlo, Alle prossime votazioni si facciano votare dai francesi

Dordolio

Mer, 31/07/2019 - 06:28

La Quinta Colonna non è accettabile quando è di destra ed è a Madrid negli anni 30. Piace molto invece quando è di sinistra ed è in Italia negli anni duemila.

michele lascaro

Mer, 31/07/2019 - 07:04

Non è quel tipo che rappresentava l'Italia quando l'Olanda ci ha scippato l'EMA (Agenzia europea del farmaco)? Bel rappresentante, ora è tutto chiaro! PD, tienilo a mente!

domenico.fumante

Mer, 31/07/2019 - 07:05

Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello! SCIMMIETTA DOVE SEI??????????????????????'

steorru

Mer, 31/07/2019 - 07:09

Ina ragione in più per non votare il PD

Ritratto di ocampo

ocampo

Mer, 31/07/2019 - 07:11

non è il primo politico venduto, anche altri e ben più noti hanno avuto riconoscimenti dalla francia...

giolio

Mer, 31/07/2019 - 07:19

lo ha fatto anche Schröder ...dopo essere stato Bundeskanzler della Deutsche Republik se ne e andato al servizio dei russi (compagnia petrolifera di stato) SI SI!! lui era anche socialdemocratico

Fiorello

Mer, 31/07/2019 - 07:20

Il redivivo Giulio Cesare alla conquista della Gallia. Una nuova era per Roma.

il gatto nero

Mer, 31/07/2019 - 07:54

Questo signore ( si fa per dire ) in qualsiasi Stato che si rispetti verrebbe trattato come un traditore della Patria e come tale giudicato. Ma qui siamo in Italia, ormai terra di conquista. Pensate un po’ se un tedesco o un francese fosse venuto a fare parte del Governo Italiano !!... pensate a cosa avremmo assistito !!..

Albius50

Mer, 31/07/2019 - 07:58

L'EU ormai è solo UTOPIA, in Germania i soliti CANCELLIERI con solo la voglia di essere i padroni, in FRANCIA un emulo di NAPOLEONE che cerca anche lui il POTERE infischiandosi dell'EUROPA fatta negli anni 50 e 60 da tanti veri EUROPEISTI.

Maura S.

Mer, 31/07/2019 - 08:00

Macron & Co.: alla corte dei bellocci!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 31/07/2019 - 08:13

Ero in ansia! Ieri non c'era nessun articolo su Macron.

Papilla47

Mer, 31/07/2019 - 08:15

Questi signori si sono spianati da tempo la via di fuga verso altri territori in caso di guasti. La vita è una sola e bisogna viverla al meglio alla faccia di chi non ha possibilità di scelte. Quando capiterà anche agli altri che contano nel PD vedremo se passerà la teoria della fuga di cervelli o piuttosto la fuga dei possidenti facoltosi che disprezzano la povertà.

machimo

Mer, 31/07/2019 - 08:25

Un bimbo di macron. Che vergogna ad essere un politico italiano che lavora per gli interessi francesi. Non può essere!!!

Duka

Mer, 31/07/2019 - 08:31

Negli ultimi anni i francesi , alla chetichella, si sono arraffati molti fiori all'occhiello, delle aziende italiane in tutti i settori, dall'alimentare, moda, costruzione Camper, nautica ecc. ora faranno man bassa di tutto il resto sempre alla chetichella così pochi o nessuno si accorge.

Yossi0

Mer, 31/07/2019 - 08:42

Un classico della peggiore Italia purtroppo un déjá vu : il servilismo verso chi è ritenuto più forte per mantenere e avere consenso personale della serie, io sono diverso la penso come voi, e purtroppo non la stima .... quello che non dicono i francesi è il profondo disprezzo che provano verso questi soggetti, che una volta raggiunto lo scopo, lo archivieranno magari con un onorificenza per avère servito la Francia. La gravità sta nel fatto che simili soggetti screditano e danneggiano il paese e ne diminuiscono la già poca credibilità

Jon

Mer, 31/07/2019 - 10:07

Ai GONZI i francesi danno la legion d'Onore!!! Cosi' a Prodi,d'Alema, Bassanini, Bonino, Veltroni, Franceschini, LETTA, Melandri, Pinotti Pisapia e GOZI.. Per servizi RESI ai francesi..!!!! Tutti questi FUORI dal Parlamento Italiano, traditori della Patria, miseri servi d'oltralpe..TUTTI DEL PIDDI'..NATURALMENTE..