I dolori del giovane Gigino

Di Maio ha preso un partito al 34% e lo ha portato al 16%. E ora dovrà correre in Emilia e Calabria. Dove rischia la batosta

Giovane e con la faccia pulita. Sa poco e quindi può permettersi di fare un po' tutto: ministro del Lavoro, vicepremier e infine ministro degli Esteri. Stiamo parlando di Luigi di Maio, enfant prodige del MoVimento 5 Stelle. Per lui, il passo dagli stadi agli scranni parlamentari è stato breve, forse troppo. Ma andiamo con ordine.

Marzo 2018: i grillini prendono il 32.6% alle elezioni e, dopo un tira e molla durato mesi, riescono finalmente ad andare al governo con la Lega di Matteo Salvini che aveva preso praticamente la metà dei consensi (17.3%). Nei primi mesi il M5S detta la linea all'esecutivo, ma in poco tempo Matteo travolge Luigi, che cerca di spostare il baricentro del partito a destra. E qui si registra il primo ostacolo: Di Maio si trova l'opposizione in casa (Roberto Fico e poi Alessandro Di Battista) che non gliene fa passare una e mettono la sua leadership continuamente in discussione.

Ma i grattacapi più grandi arrivano da Salvini, che prima raccatta voti su voti, incentrando tutto il suo operato sulla lotta all'immigrazione clandestina, riducendo i numeri degli sbarchi (grazie anche ai precedenti accordi portati avanti da Marco Minniti con le tribù libiche) e poi fa saltare il banco sulla Tav. I grillini non la vogliono, la Lega sì. E così il governo va con le gambe all'aria.

La crisi di agosto porta Gigino sull'orlo dell'abisso. "Non andremo mai con il partito di Bibbiano", ovvero il Pd, dice l'ormai ex ministro del Lavoro che rischia di perdere il lavoro. Bene, bravo, bis, commenta la base. Non si può stare con chi fino a ieri ti diceva - e forse non a torto - che non avevi il pedigree adatto per fare il ministro e il vicepremier. Non si può stare con i Renzi e le Boschi. Gli italiani sembrano ormai pronti a tornare al voto, ma poi arriva il contrordine compagni.

Con una piroetta incredibile Di Maio si richiama al senso di responsabilità e alla necessità per l'Italia di avere un governo stabile ed efficace, in grado di realizzare una Finanziaria degna di questo nome. Comincia a parlare con il temibile "Partito di Bibbiano" scoprendo che il diavolo non è poi così brutto come lo si dipinge e che i demoni di ieri sono gli angeli di oggi. Ma bisogna passare dalla base: si organizza quindi il solito sondaggio bluff e, guarda un po', passa proprio la linea voluta dai quadri grillini. Il problema è che il consenso su Internet è una cosa, quello sulle piazze un'altra. Tant'è che, a distanza di poco più di un anno, Salvini veleggia attorno al 34% mentre i grillini arrancano. Veniamo così ai giorni d'oggi.

In diretta a L'Aria che tira su La7, Di Maio afferma: "Sicuramente il MoVimento è in un momento difficoltà e lo ammetto prima di tutto io". Poi prosegue: "Dopo 18 mesi al governo e 10 anni nelle istituzioni, abbiamo bisogno di definire nuovi obiettivi e una nuova organizzazione. C'è bisogno di mettere a posto alcune cose". Ma nel frattempo è già partita la macchina per temporeggiare e tenere fuori il MoVimento dalle elezioni in Emilia Romagna e in Calabria. La scusa è quella di correggere il tiro e di pensare al futuro del MoVimento, la verità è che Gigino ha paura delle elezioni. E così viene indetto l'ennesimo sondaggio: vuoi che l'M5S non partecipi alle prossime elezioni? Gigino spera nel sì, ma vince il no e così i grillini dovranno sfidare le urne, consapevoli di retrocedere nuovamente. L'ennesimo smacco per Di Maio, il ministro di tutto. O forse niente.

Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 21/11/2019 - 21:33

speriamo che duri ancora un po' così porterà il movimento sotto il 10%, come dice il proverbio più dura e più scende.

venco

Gio, 21/11/2019 - 21:40

nel M5s non è solo lui che comanda.

HappyFuture

Gio, 21/11/2019 - 21:45

Ma che dite? Avete fatto una campagna di diffamazione senza precedenti... Avete preferito... Gli esperti... avete preferito il PD... E quegli esperti pensano di riprendere il controllo! Menon male che c'è Renzi che li abbatte. Invece di fare aumentare il M5s... L'Italia sotto sopra.

maxfan74

Gio, 21/11/2019 - 21:54

Credo abbiamo votato per correre alla regionali, per distruggere il movimento, perché prenderanno una tranvata come poche.

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 21/11/2019 - 22:07

Signor giggggggino 'o miracolato, Marcello Marchesi ebbe e adire "Una delle cose fondamentali della vita è la dignità. Non bisogna mai perderla. Per non perderla basta non averla"...Sembra la conoscesse, non trova?...E.A.

glasnost

Gio, 21/11/2019 - 22:24

Confermato. Soltanto nel PD i compagni accettano qualsiasi cosa che viene detta dal Partito! Solo nel PD i compagni voterebbero anche un cavallo, come diceva Guareschi. Tutto sommato, da questo punto di vista mi devo ricredere un po sui grillini.

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Gio, 21/11/2019 - 22:26

Hybris, in greco antico, grande lingua. Superbia, orgoglio, tracotanza unita ad una grande, smisurata, cosmica, imbarazzante ignoranza. Se il nostro avesse studiato Socrate, conoscerebbe l'aurea massima "so di non sapere". Ma Gigino non sa di non sapere e, cosa di gran lunga più dannosa per tutti gli italiani, non è nemmeno sfiorato dal desiderio di imparare.

anita_mueller

Gio, 21/11/2019 - 22:30

Bravo Gigino: la vanitosità e l'egocentrismo portano sempre a codesti risultati: hai fatto un attimo lavoro nell'affossare il M5S! L'élite globalista ti premierà con una bella vacanza a Disneyland...

Ettore41

Gio, 21/11/2019 - 22:47

Quella di Di Maio è stata una dichiarazione di suicidio. Si scioglieranno come neve al sole.

Ritratto di abutere

abutere

Gio, 21/11/2019 - 22:57

Rousseau ha simpaticamente "calcolato che il 70% dei 5S vuole correre alle elezioni regionali. Siccome i 5S faranno un flop clamoroso i 2kapataz2 avranno la scusa per rimandare Giggino al San Paolo. Game over

Popi46

Ven, 22/11/2019 - 06:58

Povero Gigino, dove è finito il tuo radioso,stampato sorriso a 64 denti di un po’ di tempo fa? Ultimamente appari sempre un po’ imbronciato, ti vogliono togliere la mangiatoia quei cattivoni dei tuoi capi?

Iacobellig

Ven, 22/11/2019 - 07:08

È un arrogante buffone che pensa di essere in grado di governare un paese quando non è all’altezza. Si cala in argomentazioni di economia e altro senza neppure sapere di cosa stia parlando offendendo l’intelligenza degli italiani. La sua mira percepire 20000 euro ogni mese oltre a benefit collegati. Speriamo che ora scompaia e torni a vendere gassose allo stadio altro non sa fare!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 22/11/2019 - 07:33

Siamo governati da dei CAFONI allo sbaraglio.

Duca8491

Ven, 22/11/2019 - 08:32

Beppe58 Gio, 21/11/2019 - 22:26. Grande!!! Sono pienamente d'accordo con te...

Papilla47

Ven, 22/11/2019 - 08:44

Furbi i vostri padroni Grillo-Casaleggio che saranno ricordati come chi dal niente è riuscito a portare un movimento all'eccezionale soglia di maggioranza assoluta. Hanno incassato oltre alla fama anche soldi senza metterci la faccia mentre a voi hanno dato il comando del traghetto senza meta da loro teleguidato senza informarvi.

laval

Ven, 22/11/2019 - 09:27

Giggino il PD ha messo nel forno lo stesso scherzetto che hanno imparato da Renzi e si appoggiano alle sardine formate apposta per farvi dimagrire portandovi all'anoressia terminale. Avevi visto bene prima, ma poi ti sei alleato al partito di Bibbiano nel tentativo di cavalcarlo e invece adesso sono loro che ti montano. Grillo sei un grande, veramente grande, anzi grandissimo.

marc59

Ven, 22/11/2019 - 09:30

Ti avevo avvertito tempo fa'. Ti hanno messo al rogo su consiglio dei pidioti. Ad agosto chi ha sbagliato non è stato Salvini, ma te. Dovevi lavorare con lui, non assecondare il traditore.

hectorre

Ven, 22/11/2019 - 09:35

non c’è il rischio della batosta è una certezza!!!....purtroppo gli adepti di Rousseau non si rendono conto di quel che sta accadendo al movimento e con il voto di ieri lo hanno seppellito definitivamente...gigino lo sa, ma purtroppo è vittima del sistema che grillo e casaleggio hanno creato....la voglia di mantenere le poltrone, la paura delle urne, il secondo e ultimo mandato e l’alleanza col pd...questi i motivi che hanno distrutto i 5s...un declino inesorabile senza possibilità di recuperare l’elettorato...un vuoto a perdere.

flip

Ven, 22/11/2019 - 10:04

Beppe58. giggino non sà di non sapoere. lui pensa e crede di sapete. tutti somari credono di sapere e lo urlano. RAGLIANDO!

ulio1974

Ven, 22/11/2019 - 10:06

...sono proprio dei grillini...La domanda del sondaggio era" vuoi che l'M5S non partecipi alle prossime elezioni? " Ma si può essere tanto scaltri da porre una domanda al negativo?!!? Il bello è che (visto l'elevatissimo comprendonio dei grillini) ha vinto il "NO" inteso, però, come "No, non vogliamo che partecipi" e, qunid, rispondendo in modo opposto a quello che avrebbero voluto. È lo stesso trucchetto che uso con i miei bambini, solo che loro non ci cascano più....

Ritratto di adl

adl

Ven, 22/11/2019 - 10:52

Carnieletto quello del titolo simile non era Giggino, era Johan Wolfgang, non aveva nulla a che vedere con le poltrone ed i sofà, e non era un artigiano della qualità.

Sadalmelik758

Ven, 22/11/2019 - 11:59

Di Maio/Werther è,veramente, nei guai.

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Ven, 22/11/2019 - 11:59

Di Maio è l'eroe della decrescita felice... più decrescita di così...

Venditore

Ven, 22/11/2019 - 12:07

A Luigi di Maio sicuramente piace essere una "prima donna", glielo si legge in faccia. Accontentato! E lui si è speso da par suo, quando mai gli sarebbe ricapitato. Ora si svelano le carte: se il Movimento risorgerà i veri capi potranno affermare che il progetto era veramente buono, dato che è bastato mettere un inesperto a gestirlo; se il Movimento fallirà i veri capi potranno affermare che la colpa è di Di Maio perché è un inesperto e loro non ci avranno messo la faccia. Poi si vedrà, tanto le sardine si riproducono facilmente.